Cassandra Crossing/ Mixmaster c'è

di Marco Calamari - Come inviare messaggi di posta elettronica in modo anonimo, impedendo cioè di consentire l'individuazione del mittente? Il modo c'è ed è a portata di mano. Ecco i dettagli

Roma - La monografia di oggi è dedicata a Mixmaster, il remailer anonimo che dopo Pgp rappresenta la più "antica" tecnologia per la privacy tra quelle oggi funzionanti. Mixmaster è una rete di remailer anonimi, cioè di server di posta che consentono di inviare messaggi di posta elettronica ordinaria senza che sia possibile risalire all'identità del mittente. Il software Mixmaster puo' funzionare sia da server che da client.

Mixmaster usato come client, cioè per inviare posta attraverso la rete dei server, è un programma a linea comandi, disponibile in ambiente Linux, Unix e Windows. La versione Linux è più aggiornata di quella windows, ma ambedue sono funzionalmente equivalenti.

Mixmaster possiede una interfaccia semigrafica, ed in alternativa può essere usato da linea comandi. Per spedire e ricevere mail è senz'altro adeguato, ma chi non potesse farne a meno puo' scaricare ed installare Jack B. Nymble, un programma grafico per Windows che permette di automatizzare molte operazioni, di lavorare con una interfaccia grafica, e di fare molto altro, come gestire pseudonimi (ma questa è un'altra storia).
La sua installazione sulle moderne versioni di Windows richiede qualche accorgimento, che trovate in questo documento che tratta sia Jack B. Nymble che altri programmi per l'uso dei remailer Mixmaster. Lettura vivamente consigliata.
Trovate tutti i programmi di supporto necessari per Mixmaster e Jack B. Nymble (Pgp, Gpg) qui.

Attenzione, prima di poter inviare posta con i remailer è necessario scaricare alcuni file aggiornati che contengono le loro chiavi crittografiche e le relative statistiche di funzionamento. Jack B. Nymble lo fa automaticamente, mentre il client Mixmaster ha una procedura che è documentata nelle sue istruzioni.
Le chiavi devono essere aggiornate almeno quotidianamente.

Il supporto per l'installazione e l'utilizzo di Mixmaster puo' essere richiesto in questa mail list.

Marco Calamari

Le precedenti release di Cassandra Crossing sono qui
TAG: privacy
28 Commenti alla Notizia Cassandra Crossing/ Mixmaster c'è
Ordina
  • Scaricare di qua, installare di la', ma come si fa a usare mixmaster o un altro remailer anonimo se si e' vibcolati a usare terminali pubblici "blindati" dove e' proibito installare qualsiasi cosa, persino Winzip?
    Paolo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Scaricare di qua, installare di la', ma come si
    > fa a usare mixmaster o un altro remailer anonimo
    > se si e' vibcolati a usare terminali pubblici
    > "blindati" dove e' proibito installare qualsiasi
    > cosa, persino Winzip?
    > Paolo

    http://anonymouse.org/anonemail.html
    non+autenticato
  • Da questo articolo sembra che si debba essere grandi acher per inviare una mail.

    Invece e' facilissimo. Le indicazioni (vere) sono pubblicate su internet e basta cercare "digital guerrilla" per trovare un testo ottimo dedicato proprio a questo.

    Inoltre c'e' anche il programma quicksilver che funziona benissimo ed e' facile da usare.
    non+autenticato
  • ...tanto vale elencare i comandi SMTP per inviare una e-mail anonima (trucco vecchio come il mondo).

    Il diffile alla fine non e' creare il messaggio anonimo in se' ma trovare un server SMTP che non faccia un controllo dell'host del mittente.
    non+autenticato
  • > Il diffile alla fine non e' creare il messaggio
    > anonimo in se' ma trovare un server SMTP che non
    > faccia un controllo dell'host del mittente.

    ... infatti, questo è esattamente quello che riesce a nascondere una rete mixmaster: l'host di origine.
  • Siete male informati. Mandando una mail "a mano" telnettando sulla porta dell'SMTP potete indicare il mittente che volete ma il vostro IP e tutta la catena di relay rimangono stampigliate belle chiare.

    Mixmaster fa apparire un messaggio in un punto d'uscita random nella rete e lo recapita. Tra voi e il destinatario ci sono X macchine che prendono il messaggio e lo inviano ad un altro relay o lo inviano all'utente finale; ogni passaggio rende l'invio piu' sicuro in quanto complica di parecchio le cose a chi vuole scoprire chi manda le email.

    Ovviamente e' tutto criptato.

    Perche' un sistema del genere e' buono? Perche' permette realmente la liberta' d'espressione, di parola e di pensiero a scapito di alcuni limitati usi per scopi illegali. Lo spam non e' possibile perche' ci sono dei filtri nei punti di uscita che bloccano le email inviate in modo bulk.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Siete male informati. Mandando una mail "a mano"
    > telnettando sulla porta dell'SMTP potete indicare
    > il mittente che volete ma il vostro IP e tutta la
    > catena di relay rimangono stampigliate belle
    > chiare.
    >
    > Mixmaster fa apparire un messaggio in un punto
    > d'uscita random nella rete e lo recapita. Tra voi
    > e il destinatario ci sono X macchine che prendono
    > il messaggio e lo inviano ad un altro relay o lo
    > inviano all'utente finale; ogni passaggio rende
    > l'invio piu' sicuro in quanto complica di
    > parecchio le cose a chi vuole scoprire chi manda
    > le email.
    >
    > Ovviamente e' tutto criptato.

    Quindi, l'effetto finale, al di là dei dettagli implementativi, è esattamente quello di nascondere l'host di origine.

    Perchè dici che ero male informato?
  • Mi sa proprio di no perche' nel tuo caso sei completamente tracciabile, appena nascosto agli occhi degli utenti piu' ingenui, mentre usando mixmaster per essere rintracciati bisogna avere delle macchine per l'analisi del traffico addosso a ogni remailer e cercare di districare il groviglio che si ricava da questi dati.
    Capirai che non e' da tutti possedere queste risorse...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > CDO

    La ricezione di una mail anonima e' uguale a quella di qualsiasi altra mail, solo che non conosci il destinatario.

    Esistono anche sistemi per ricevere e leggere le mail in modo anonimo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Esistono anche sistemi per ricevere e leggere le
    > mail in modo anonimo.

    Questo intendevo.
    Qualche nome?

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo

    > > Esistono anche sistemi per ricevere e leggere
    > > le mail in modo anonimo.

    > Questo intendevo.
    > Qualche nome?

    Il solito : Google

    Spiace, non me li ricordo, me ne aveva parlato tempo fa un amico.
    non+autenticato
  • > > > Esistono anche sistemi per ricevere e leggere
    > > > le mail in modo anonimo.
    >
    > > Questo intendevo.
    > > Qualche nome?
    [...]

    Trovate un tutorial esauriente qui

    http://quequero.org/anon/tute/remailer.html
  • - Scritto da: Qfwfq
    > http://quequero.org/anon/tute/remailer.html
    grazie x il link
    non+autenticato
  • Tool a riga di comando pronti per utilizzi "in serie", chiavi crittografiche "da sostituire giornalmente", invio di email anonime, Se 1+1+1 fa 3, ecco nuovamente PI farsi promotore di pratiche illegali, perché non mi si venga a dire che un remailer serve a fare una denuncia anonima senza rischiare la pelle.
    Quante denunce di mafiosi fate al giorno? Ma per favore...
    Ridicolo parlare di "privacy" mentre si spiega al più demente come diventare spammer impunito.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 17/03/2006 8.52.52
  • Taci TONTOLONE.
    non+autenticato
  • ...e alla vostra sinistra potete trovare uno splendido esemplare di "[[troll (internet)|]] dei forum" perfettamente conservato, risalente alla terza epoca consorenica...
    non+autenticato

  • - Scritto da: afiorillo
    > Tool a riga di comando pronti per utilizzi "in
    > serie", chiavi crittografiche "da sostituire
    > giornalmente", invio di email anonime, Se 1+1+1
    > fa 3, ecco nuovamente PI farsi promotore di
    > pratiche illegali, perché non mi si venga a dire
    > che un remailer serve a fare una denuncia anonima
    > senza rischiare la pelle.
    > Quante denunce di mafiosi fate al giorno? Ma per
    > favore...
    > Ridicolo parlare di "privacy" mentre si spiega al
    > più demente come diventare spammer impunito.
    >
    > ==================================
    > Modificato dall'autore il 17/03/2006 8.52.52


    Caro amico, ti consiglio di informarti un po di piu' prima di sentenziare. Molte cose non sono quelle che sembrano. Quando tu spedisci una mail, questa viene intercettata quando e' in transito sui providers e tramite robots viene scansionata e rilevate alcune parole chiave che permettono di fare statistiche sui tuoi gusti ecc..
    A me potrebbe dare fastidio che si sappia che mi piace il panettone Cavallo o quello Pecora.
    Poi puo' essere usato per mandare anche mail anonime, ma questa e' un'altra cosa.

    Silvio Guardini
    non+autenticato

  • - Scritto da: afiorillo
    > Tool a riga di comando pronti per utilizzi "in
    > serie", chiavi crittografiche "da sostituire
    > giornalmente", invio di email anonime, Se 1+1+1
    > fa 3, ecco nuovamente PI farsi promotore di
    > pratiche illegali,

    Nessuna argomentazione: sono solo frasi fatte, le tue, non hai convinto nessuno ma nel frattempo hai lanciato pesanti accuse false.
    hdd
    69
  • - Scritto da: afiorillo

    > Tool a riga di comando pronti per utilizzi "in
    > serie", chiavi crittografiche "da sostituire
    > giornalmente", invio di email anonime, Se
    > 1+1+1 fa 3, ecco nuovamente PI farsi
    > promotore di pratiche illegali,

    Questa e' da denuncia : diffamazione.

    > perché non mi si venga a dire che un
    > remailer serve a fare una denuncia anonima
    > senza rischiare la pelle.

    Questa e' una tua ipotesi, del resto assolutamente non basata su una realta' in cui le ditte sono tenute a proteggere i dati personali che maneggiano e (notizia di ieri) quando le spediscono su nastro subiscono furti.

    > Quante denunce di mafiosi fate al giorno? Ma
    > per favore...
    > Ridicolo parlare di "privacy" mentre si spiega
    > al più demente come diventare spammer
    > impunito.

    L'unica cosa ridicola qui sei tu e il tuo QI.
    non+autenticato
  • - Scritto da: afiorillo
    > Tool a riga di comando pronti per utilizzi "in
    > serie", chiavi crittografiche "da sostituire
    > giornalmente", invio di email anonime, Se 1+1+1
    > fa 3, ecco nuovamente PI farsi promotore di
    > pratiche illegali, perché non mi si venga a dire
    > che un remailer serve a fare una denuncia anonima
    > senza rischiare la pelle.
    > Quante denunce di mafiosi fate al giorno? Ma per
    > favore...
    > Ridicolo parlare di "privacy" mentre si spiega al
    > più demente come diventare spammer impunito.
    >
    > ==================================
    > Modificato dall'autore il 17/03/2006 8.52.52

    Ti dispiacerebbe andare a giocare la in fondo vicino a quei tombini aperti....?

    Occhiolino) LV&P
  • - Scritto da: afiorillo
    > ecco nuovamente PI farsi promotore di
    > pratiche illegali

    dimostra quello che hai detto con prove oggettive?
    non+autenticato
  • La tua monotonia è seconda solo a quella di chi vede comunisti dappertutto
    non+autenticato
  • e' chiaro che non sai minimamente di cosa parli.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)