Microsoft apre il cuore di .NET

Il big di Redmond ha rilasciato sotto la sua licenza Shared Source i codici sorgenti di uno dei componenti chiave di MS.NET. Primo destinatario il mondo accademico

Redmond (USA) - Microsoft ha rilasciato la Shared Source CLI (SSC), un'implementazione beta delle specifiche standard ECMA su cui poggia la piattaforma MS.NET.

CLI (Common Language Infrastructure) è la tecnologia che Microsoft ha sviluppato per consentire ai programmatori di costruire Web service ed altre applicazioni avvalendosi di una certa varietà di linguaggi. Include un sistema di esecuzione virtuale ed una classe di librerie che definiscono i modi con cui vari tipi di dati possono interagire.

Con il nome in codice di "Rotor", il pacchetto appena rilasciato da Microsoft sotto la licenza Shared Source è costituito da 1,9 milioni di linee di codice e, secondo Microsoft, rappresenta "un considerevole sottoinsieme di ciò che è disponibile nel Microsoft.NET Framework". In aggiunta, l'implementazione Shared Source della CLI include innumerevoli tool, utility, classi e codici d'esempio.
La SSC gira e compila sotto Windows XP e FreeBSD e permette a chiunque di utilizzare e modificare il suo codice per fini non commerciali. I destinatari di questa montagna di sorgenti sono infatti primariamente gli istituti accademici, un settore che Microsoft corteggia da tempo, e gli sviluppatori, che il big di Redmond incoraggia a "guardare dentro MS.NET" ed esaminare da vicino il funzionamento del garbage collecting, della compilazione Just-In-Time, dei protocolli di sicurezza e di tutti gli altri meccanismi e tecnologie implementate all'interno di MS.NET.

Lo scorso anno Microsoft aveva già annunciato l'intenzione, in collaborazione con Corel, di portare su FreeBSD componenti chiave di MS.NET come il linguaggio C# e la CLI. Il colosso ha però negato l'intenzione di portare.NET Framework verso Linux.

A questo ci sta invece pensando il progetto Mono, un'iniziativa capeggiata da Ximian che ha l'obiettivo di rilasciare sul canale open source le componenti chiave dell'infrastruttura.NET di Microsoft. Un'implementazione open source di.NET è resa possibile dal fatto che Microsoft ha basato la sua piattaforma su standard aperti e ne ha standardizzato le interfacce di programmazione presso l'ECMA.

"Sfortunatamente - affermò lo scorso anno de Icaza, CEO di Ximian - mentre C# e CLI sono stati proposti agli organi di standardizzazione ECMA e W3C, la limitazione della licenza Shared Source impedisce lo sviluppo e lo schieramento di applicazioni commerciali sulle altre piattaforme, come Linux, Solaris e Unix. Inoltre, anche gli sforzi congiunti di Microsoft e Corel non forniscono supporto per le applicazioni basate su GUI e accesso ai database".

La SSC è scaricabile da qui ed è costituita da un file d'installazione di 11 MB che, una volta scompresso e compilato, richiede fino a 1 GB di spazio disco.
TAG: microsoft
18 Commenti alla Notizia Microsoft apre il cuore di .NET
Ordina
  • ora microsoft apre il cuore e questo e' progresso e innovazione infatti prima apriva il

    be' parliamo d'altro che e' meglio
    non+autenticato
  • temo invece che la diffusione dei sorgenti aiutera' MS a tappare i buchi, piu' che aiutare a sfruttarne le vulnerabilita'.
    una grande lezione dal mondo open source che rischia di restituirci un monopolista ancora piu' forte.
    non+autenticato
  • Criticare MS sempre e comunque?
    Possibile che non vi vada mai bene niente?

    p.s.:
    Non sono convinto che l'open source migliori la sicurezza, anzi!?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Raid
    >
    > Non sono convinto che l'open source migliori
    > la sicurezza, anzi!?

    Siamo in due... anzi, io sono quasi convinto del contrario. Ma la dimostrazione non è pubblicabile per un motivo ricorsivo... Occhiolino
    non+autenticato
  • Perchè mai dovresti temere che un software migliori?
    Il tuo mi sembra un ragionamento piccolo piccolo
    non+autenticato
  • Ma non hai niente di meglio da fare nella vita,
    inoltre sei anche poco furbo quello di cui ti vanti è reato.
    non+autenticato
  • Sono d'accordo con Claudio.
    Fai un ragionamento molto piccolo...sopratutto se tieni conto che senza M$ tu non avresti nessun senso...cosa bucheresti?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Claudio
    >...
    > inoltre sei anche poco furbo quello di cui
    > ti vanti è reato.

    Cosa importa se e' reato ... se e' per quello anche il falso in bilancio e le mazzette alla finanza lo sono EPPURE Occhiolino
    non+autenticato
  • > Cosa importa se e' reato ... se e' per
    > quello anche il falso in bilancio e le
    > mazzette alla finanza lo sono EPPURE Occhiolino

    Dico, STAI SCHERZANDO??!?
    Da un anno a questa parte il falso in bilancio, pardon, la Contabilita' Creativa, NON e' piu' reatoSorride Ma in che paese vivi?Sorride

    non+autenticato
  • - Scritto da: Jumbolox
    > Hi hi hi.....
    > Pronti per passport?????

    Certo, se M$ non pubblica i sorgenti vada al diavolo, se li pubblica anche.
    Bel ragionamento.
    Puoi anche mandarla al diavolo ancora prima che faccia qualcosa, a questo punto.

    non+autenticato
  • - Scritto da: termopilucco
    > Certo, se M$ non pubblica i sorgenti vada al
    > diavolo, se li pubblica anche.
    > Bel ragionamento.
    > Puoi anche mandarla al diavolo ancora prima
    > che faccia qualcosa, a questo punto.

    Prova a pensare al perche' li ha pubblicati.
    Credi che lo avrebbe fatto se non ci fosse stata costretta?
    Quello che rende M$ odiosa e' proprio questo atteggiamento ipocrita, solo ora indossa per un attimo il vestito dell'OpenSource ma gia' si atteggia ad azienda sempre attenta all'apertura.

    Se con i MILIARDI DI MILIARDI che le abbiamo dato ha prodotto qualcosa che e' anche solo confrontabile con cio' che un gruppo di squattrinati ha prodotto nei ritagli del proprio tempo, significa che tutti quei MILIARDI DI MILIARDI sono finiti in mano a un idiota .... o meglio a uno che della comunita' informatica gliene fregava assai poco.
    Pensa solo se lo stesso budget fosse in mano a Linus Torvald & Co....

    Nella sua lotta a trasformare gli standard, a soffocare valori emergenti, ad imporre i propri browser e sistemi operativi, M$ ha solo consolidato il suo dominio rallentando il progresso dell'informatica mondiale!!!!

    E di questo ne paghiamo le conseguenze tutti quanti.
    Solo chi non si rende conto di tutto cio' ama M$ per i bei Menu' animati di Windows XP, o per la "simpatica" Clippy (BLEAAAGH).

    Tu purtroppo mi sembri uno di questi!

    non+autenticato