MS torna sul riconoscimento della scrittura

Il big di Redmond annuncia il finanziamento di un progetto universitario per lo sviluppo di un sistema avanzato di riconoscimento della scrittura; gli analisti sostengono che tra gli obiettivi vi sia anche il multi-touch

Providence (USA) - Il prossimo confronto tecnologico fra Microsoft ed Apple si giocherà sul campo delle interfacce di nuova generazione. L'azienda di Redmond, dopo aver confermato, la settimana scorsa, che i nuovi Origami mobile-pc non avrebbero integrato la suddetta tecnologia, ha voluto giocare all'ultimo momento la carta della Brown University.

Il famoso ateneo, infatti, è considerato uno dei poli avanzati del "riconoscimento digitale della scrittura". Grazie ad un finanziamento di circa 1,2 milioni di dollari, un team di ricercatori per tre anni si concentrerà nello sviluppo di un applicativo avanzato che permetterà di interpretare simboli e testi più complessi - scritti a mano - per far fronte alle esigenze di settori più professionali come la matematica, la chimica, la musica e l'arte.

Oltre alle migliori capacità interpretative, la piattaforma dovrà disporre di rinnovate funzionalità di interazione. Sebbene Microsoft non abbia fornito ulteriori dettagli, numerosi analisti sono convinti che sia il multi-touch l'elemento chiave per il futuro - con un chiaro riferimento a studi come quelli condotti da Jeff Han. Attualmente le penne ottiche in sinergia con le tavolette digitali permettono un riconoscimento della scrittura piuttosto basilare, ma domani gli utenti potrebbero avvalersi di elementi di interazione che agiscono in base al livello di pressione eseguito e particolari combinazioni di movimenti.
Non a caso gli osservatori sono molto incuriositi dal gran lavoro che Apple ha realizzato negli ultimi anni. L'ultimo brevetto depositato nel settembre del 2005, infatti, si chiama "Operation of a computer with touch screen interface". La descrizione fa un chiaro riferimento all'utilizzo di sistemi touch-screen con rinnovate capacità di interazione, e alla disponibilità di funzionalità superiori alle normali tastiere.

Fra gli esempi citati balzano subito agli occhi le potenzialità dell'interfaccia virtuale: una soluzione che nasconde al suo interno elementi di comando da gestire con pressioni e specifici movimenti della penna ottica. MacRumors, inoltre, ha evidenziato come l'estate scorsa Apple sia riuscita ad acquisire, senza troppo clamore, una piccola società specializzata nello sviluppo di periferiche multi-touch.FingerWorks, così si chiama questa azienda, aveva realizzato iGesture Pad, dispositivo che permette di utilizzare i gesti per interagire con i computer Mac. La strategia di Apple è ancora avvolta da mistero, ma l'unica certezza è che il multi-touch rappresenta la nuova frontiera. Non a caso il nuovo iPod Video disporrà proprio di un'interfaccia che renderà virtuale la mitica rotellina di gestione funzionale.

Microsoft ha tessuto le lodi della Brown University per i suoi studi nel riconoscimento della scrittura ma non ha voluto svelare che l'altro obiettivo della missione sembra essere rappresentato proprio dalle interfacce virtuali avanzate. "Questo centro è un esempio del tipo di ambiente di ricerca che guiderà lo sviluppo futuro", ha dichiarato Richard Rashid, vice presidente di Microsoft Research. E in maniera quasi sibillina ha voluto aggiungere: "Il nostro impegno permetterà alla Brown e ai suoi studenti di sviluppare nuovi ed eccitanti progetti che faranno evolvere le funzionalità dei sistemi a penna digitale".

Dario d'Elia
TAG: microsoft
12 Commenti alla Notizia MS torna sul riconoscimento della scrittura
Ordina
  • Non credo che il riconoscimento della grafia rappresenti un grande passo in avanti nella tecnologia. Oltretutto la funzione intuitiva della mente umana che riesce a ritrovare paradigmi comuni in grafie diversissime e fa si che si riesca a leggere anche una grafia nuova (oppure non farlo, come talvolta capita) è difficilissimo. Pensare a qualcosa di veramente efficace che riconosca la scrittura naturale di milioni di persone, scrivano esse male o bene, è impensabile. Si finirà per percorrere la solita strada: riconoscimento della grafia dell'utente mediante learning oppure macchine che riconoscano una scrittura elementare e ben intellegibile.
    Piuttosto manca un bello sforzo di fantasia: la progettazione di una nuova interfaccia di comunicazione che vada al di là della tastiera, delle icone. Interessante il multi touch screen, ad esempio, ma ancora più in là, inventare qualcosa di veramente innovativo di cui non ho idea (e quindi non ne sarò l'inventore) ma che confido sia nelle possibilità dell'uomo, se solo si fosse capaci di guardare un pò più in la.
  • Controllate la home page di

    http://www.fingerworks.com/


    FingerWorks has ceased operations as a business.

    If you are experiencing any issues with your FingerWorks product you have the following options:

        * This website will continue to serve as a self-help resource for FAQ's, troubleshooting guides and software downloads.

        * For service claims please visit the customer support section of this website.


    FingerWorks products are no longer available for resale, and no further updates to software drivers will be developed.

    Thanks to all the customers who bought and used FingerWorks products. We appreciate your patronage, and hope that you continue to enjoy your FingerWorks product.

    Apple avrà mica comprato questa società per chiudere tutto cio' che hanno fatto??

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Controllate la home page di
    >
    > http://www.fingerworks.com/
    >
    >
    >   FingerWorks has ceased operations as a
    > business.
    >
    > If you are experiencing any issues with your
    > FingerWorks product you have the following
    > options:
    >
    >     * This website will continue to serve as a
    > self-help resource for FAQ's, troubleshooting
    > guides and software downloads.
    >
    >     * For service claims please visit the
    > customer support section of this website.
    >
    >
    > FingerWorks products are no longer available for
    > resale, and no further updates to software
    > drivers will be developed.
    >
    > Thanks to all the customers who bought and used
    > FingerWorks products. We appreciate your
    > patronage, and hope that you continue to enjoy
    > your FingerWorks product.
    >
    > Apple avrà mica comprato questa società per
    > chiudere tutto cio' che hanno fatto??
    >

    Ma chi se ne frega di quel che dice HP. vive su Marte, ha un mondo a parte, totalmente secondario a Microsoft. Quest'ultima ha ampiamente dimostrato che sa produrre hardware in modo intelligente e in base alle necessità degli umani. Semmai un giorno HP dovesse peccare in qualcosa, M$ sara una validissima alternativa ai loro prodotti... io non vedo l'ora.


  • - Scritto da: Trollfighter
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Controllate la home page di
    > >
    > > http://www.fingerworks.com/
    > >
    > >
    > >   FingerWorks has ceased operations as a
    > > business.
    > >
    > > If you are experiencing any issues with your
    > > FingerWorks product you have the following
    > > options:
    > >
    > >     * This website will continue to serve as a
    > > self-help resource for FAQ's, troubleshooting
    > > guides and software downloads.
    > >
    > >     * For service claims please visit the
    > > customer support section of this website.
    > >
    > >
    > > FingerWorks products are no longer available for
    > > resale, and no further updates to software
    > > drivers will be developed.
    > >
    > > Thanks to all the customers who bought and used
    > > FingerWorks products. We appreciate your
    > > patronage, and hope that you continue to enjoy
    > > your FingerWorks product.
    > >
    > > Apple avrà mica comprato questa società per
    > > chiudere tutto cio' che hanno fatto??
    > >
    >
    > Ma chi se ne frega di quel che dice HP. vive su
    > Marte, ha un mondo a parte, totalmente secondario
    > a Microsoft. Quest'ultima ha ampiamente
    > dimostrato che sa produrre hardware in modo
    > intelligente e in base alle necessità degli
    > umani. Semmai un giorno HP dovesse peccare in
    > qualcosa, M$ sara una validissima alternativa ai
    > loro prodotti... io non vedo l'ora.

    ehmm... credo che HP stia per home page..Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • Qualunque persona dopo un paio di mesi di pratica scrive molto più velocemente su una tastiera che con carta e penna.

    Un sistema di riconoscimento della scrittura potrebbe forse servire una tantum per digitalizzare vecchi archivi, ma anche così credo sarebbe meglio bruciare quelli inutili e scannerizzare come immagini raster quelli interessanti storicamente.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)