2007, l'attacco dei chip quad-core

Fonti vicine ad Intel e AMD hanno confermato che i due produttori si preparano a darsi battaglia sui chip quad-core a partire dal prossimo anno. Ecco con quali armi

Taipei (Taiwan) - Durante i primi mesi del 2007 i due più grandi produttori di CPU per PC, Intel e AMD, si sfideranno sulle architetture a quattro core. Intel svelerà Kentsfield, nome in codice del suo primo chip desktop quad-core, mentre AMD risponderà con la sua futura serie di processori K8L.

Queste indiscrezioni sono trapelate da alcuni produttori taiwanesi di schede madri, gli stessi che nei prossimi mesi testeranno le nuove piattaforme quad-core x86.

Kentsfield raccoglierà l'eredità di Conroe, il primo processore desktop di Intel basato sulla nuova microarchitettura Intel Core. Come quest'ultimo, Kentsfield verrà prodotto con un processo a 65 nanometri, includerà le tecnologie EM64T, LaGrande, Active Management Technology e Virtualization Tecnology, e richiederà una frazione dell'energia consumata oggi da un Pentium 4. Questo chip dovrebbe debuttare ad una frequenza di clock superiore ai 3 GHz.
La prima generazione di chip quad-core di AMD si baserà sul core K8L, che tra le altre cose prevede frequenze di clock superiori ai 4 GHz, il supporto alla tecnologia di virtualizzazione Pacifica e una versione migliorata del bus Hyper-Transport.

Il nome ufficiale di queste CPU non è ancora noto: è probabile che gli Opteron manterranno il loro modello di denominazione corrente, mentre gli Athlon 64 potrebbero essere identificati dal suffisso "X4".

Tutti i processori multi-core attualmente in sviluppo presso i laboratori di AMD condividono la Direct Connect Architecture della piattaforma AMD64. AMD64 è stata progettata fin dal principio in vista della tecnologia multi-core e, secondo il chipmake di Sunnyvale, è in grado di eliminare i colli di bottiglia tipici dell'architettura front-side bus.

Lo scorso dicembre AMD aveva rivelato che l'Opteron quad-core sarà provvisto di quattro core collegati tra loro da una nuova e più veloce versione della tecnologia di interconnessione Hyper-Transport. Questi chip supporteranno il giovane standard di memoria DDR3, saranno dotati di memoria cache di terzo livello e supporteranno configurazioni fino a 32 processori.
54 Commenti alla Notizia 2007, l'attacco dei chip quad-core
Ordina

  • Attualmente disponibile come libreria separata in beta per C# 2.0, la CCR (Concurrency and Coordination at Runtime) library sarà disponibile in C# 3.0, ed offrirà uno strumento automatico per eseguire il codice in multithreding sfruttando tutte le CPU disponibili senza che il programmatore debba fare nulla. Il video:

    IN BREVE:

    The CCR takes care of automatically distributing work across processors. All you do is associate receivers with ports, constrainted under some arbiter (choice, one-time/re-issue receive, interleave etc) and we will generate work items when messages arrive, and schedule them across task queues with some number of OS threads in the back end picking them apart. Usually we use 2 threads per processor but you can set that number.

    We can achieve near perfect load balancing across heterogenous tasks and keep all your CPUs hapilly busy. A CCR program just needs one instance of a dispatcher process, and if you set the number of threads to use to 0, if you want us to choose how many threads per processor to utilize in the back end.

    Dispatcher creation:

    DispatcherPort MyDispatcher =
    Dispatcher.Create(0,"FriendlyName");

    // now we can use it to associate a piece of code
    // that will execute in one of the CPUs, when message arrives

    MyDispatcher.post(!MyMainPort.with(delegate(DoWork W)
    {
        // do work here. If you get N DoWork messages, we will
        // run as many versions of this code concurrently as your CPUs!
    }));


    http://channel9.msdn.com/Showpost.aspx?postid=1435...

    Prevedo che insieme a LINQ (che introduce la sintassi SQL dentro il C#, togliendo di mezzo il bisogno di fastidiosi O/R mappers), questa sia la feature più incredibile della prossima versione del C#.
    non+autenticato
  • Decisamente utile!

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Attualmente disponibile come libreria separata in
    > beta per C# 2.0, la CCR (Concurrency and
    > Coordination at Runtime) library sarà disponibile
    > in C# 3.0, ed offrirà uno strumento automatico
    > per eseguire il codice in multithreding
    > sfruttando tutte le CPU disponibili senza che il
    > programmatore debba fare nulla. Il video:

    Premetto che considero C# un linguaggio carino, ma sicuramente tutt'altro che originale.
    Finora son state scopiazzate qua e molte features di altri linguaggi, tuttavia dimostrando molto spesso di saperle migliorare.

    Per quel che riguarda il multitasking nativo mi chiedo: perchè non copiano il supporto alla concorrenza di Ada, che esiste da decenni, ed è il linguaggio multitasking per eccellenza?

    Si potrebbe scopiazzare lo statement "task" e tutti i meccanismi di sincronizzazione a livello di linguaggio, come ad esempio il rendezvous tramite select (che altro non è che una implementazione dei guarded command di Dijkstra), le entry con barriera logica ecc ecc...

    Magari nella versione 4 lo faranno...Occhiolino
  • Dimenticavo il link di riferimento a chi è interessato:

    http://en.wikibooks.org/wiki/Ada_Programming/All_C...
  • - Scritto da: Qfwfq
    >
    > Premetto che considero C# un linguaggio carino,
    > ma sicuramente tutt'altro che originale.
    > Finora son state scopiazzate qua e molte features
    > di altri linguaggi, tuttavia dimostrando molto
    > spesso di saperle migliorare.
    >
    > Per quel che riguarda il multitasking nativo mi
    > chiedo: perchè non copiano il supporto alla
    > concorrenza di Ada, che esiste da decenni, ed è
    > il linguaggio multitasking per eccellenza?
    >
    > Si potrebbe scopiazzare lo statement "task" e
    > tutti i meccanismi di sincronizzazione a livello
    > di linguaggio, come ad esempio il rendezvous
    > tramite select (che altro non è che una
    > implementazione dei guarded command di Dijkstra),
    > le entry con barriera logica ecc ecc...
    >
    > Magari nella versione 4 lo faranno...Occhiolino

    Beh, ma vedi: la filosofia dei prodotti Microsoft è mettere in grado l'utente di fare le cose avendo il minimo di conoscenza, e questo vale anche per gli ultimi linguaggi di programmazione.
    Così la filosofia è, che so, mettere in grado lo sviluppatore di sviluppare (più o meno) a oggetti senza conoscere praticamente nulla della programmazione a oggetti, di fare una web application senza quasi sapere cos'è facendo finta che sia quasi un programma in locale (vedi asp .net) e così via.
    Adesso, anche di fare multithreading senza conoscere thread e primitive di sincronizzazione.
    Non voglio dare un giudizio di merito, non sto dicendo che ciò sia giusto o sbagliato. Sicuramente mette in grado anche a chi ha meno conoscenze formali nel campo della programmazione di fare certe cose, perché il framework le fa al posto tuo. Oppure mette in grado anche i più esperti di fare certe cose più velocemente, per lo stesso motivo. Alcuni lo troveranno ottimo, altri insopportabile e meno flessibile.
    Comunque, il succo è che, proprio per questo motivo mi sa che loro andranno verso una gestione automatizzata del multithread più che verso l'implementazione di costrutti evoluti di sincronizzazione...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Comunque, il succo è che, proprio per questo
    > motivo mi sa che loro andranno verso una gestione
    > automatizzata del multithread più che verso
    > l'implementazione di costrutti evoluti di
    > sincronizzazione...

    Purtroppo il difetto (tipico, direi) dei prodotti MS e' esattamente questo: finche' fai le cose nel modo previsto dagli implementatori, tutto OK. Se ti serve qualcosa di appena un po' diverso, devi fare a meno di tutti gli aiuti e sostanzialmente scrivertelo da 0.
    non+autenticato
  • >
    > Purtroppo il difetto (tipico, direi) dei prodotti
    > MS e' esattamente questo: finche' fai le cose nel
    > modo previsto dagli implementatori, tutto OK. Se
    > ti serve qualcosa di appena un po' diverso, devi
    > fare a meno di tutti gli aiuti e sostanzialmente
    > scrivertelo da 0.

    beh... in altri contesti te lo devi fare direttamente da 0...
    quindi al max ci guadagni...
    Se poi mi parli di prestazioni, portabilita' ecc, e' un'altro paio di maniche
    ciko
    367
  • > Beh, ma vedi: la filosofia dei prodotti Microsoft
    > è mettere in grado l'utente di fare le cose
    > avendo il minimo di conoscenza, e questo vale
    > anche per gli ultimi linguaggi di programmazione.
    > Così la filosofia è, che so, mettere in grado lo
    > sviluppatore di sviluppare (più o meno) a oggetti
    > senza conoscere praticamente nulla della
    > programmazione a oggetti, di fare una web
    > application senza quasi sapere cos'è facendo
    > finta che sia quasi un programma in locale (vedi
    > asp .net) e così via.
    > Adesso, anche di fare multithreading senza
    > conoscere thread e primitive di sincronizzazione.
    > Non voglio dare un giudizio di merito, non sto
    > dicendo che ciò sia giusto o sbagliato.
    > Sicuramente mette in grado anche a chi ha meno
    > conoscenze formali nel campo della programmazione
    > di fare certe cose, perché il framework le fa al
    > posto tuo. Oppure mette in grado anche i più
    > esperti di fare certe cose più velocemente, per
    > lo stesso motivo. Alcuni lo troveranno ottimo,
    > altri insopportabile e meno flessibile.
    > Comunque, il succo è che, proprio per questo
    > motivo mi sa che loro andranno verso una gestione
    > automatizzata del multithread più che verso
    > l'implementazione di costrutti evoluti di
    > sincronizzazione...

    mettiti te nei panni del programmatore che arriva la mattina in ufficio e quel pirla del capo che non capisce neanche la differenza tra int e string dice che bisognare fare 1000 cose in 2 giorni.
    Non si può programmare tutto in C, tecnologie come java, .net asp.net o jsp sono molto utili. Immagina la mole di lavoro che ogni giorno nel mondo viene fatta dai programmatori ed immagina se fosse fatta tutta in linguaggi complessi e difficili da rendere stabili. In ambito universitario o di hobby sono d'accordo, è bello avere il massimo controllo possibile. Nella pratica se hai una classe che con due istruzioni ti fa quello che ti serve è meglio. Tanto il capo non ti paga per quello che sai fare, ma per quello che hai fatto e se a lui serve una gestionale da due soldi non puoi dirgli ci ho messo il doppio ma te l'ho fatto in assembler. Tanto no capirebbe nemmeno perchè il capo no sà programmare neanche in html
    non+autenticato
  • > Tanto il capo
    > non ti paga per quello che sai fare, ma per
    > quello che hai fatto e se a lui serve una
    > gestionale da due soldi non puoi dirgli ci ho
    > messo il doppio ma te l'ho fatto in assembler.
    > Tanto non capirebbe nemmeno perchè il capo no sà
    > programmare neanche in html

    Quanto hai ragione!!! In lacrime
    non+autenticato
  • Bellissimo!!! Ma esistono S.O. ed applicazioni che se ne avvantaggiano realmente o e solo semplice matematica???!!!

    Della serie un processo per ogni core o più core possono eseguirsi lo stesso processo diviso in più tread!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Bellissimo!!! Ma esistono S.O. ed applicazioni
    > che se ne avvantaggiano realmente o e solo
    > semplice matematica???!!!
    >
    > Della serie un processo per ogni core o più core
    > possono eseguirsi lo stesso processo diviso in
    > più tread!!!
    ci si sta muovendo in questa direzione.
    Ad esempio se non vado errando nella prossima versione del framework .Net il codice verrà compilato in modo da suddividere il codice ed eseguirlo su più thread in parallelo senza che il programmatore debba fare nulla.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Bellissimo!!! Ma esistono S.O. ed applicazioni
    > > che se ne avvantaggiano realmente o e solo
    > > semplice matematica???!!!
    > >
    > > Della serie un processo per ogni core o più core
    > > possono eseguirsi lo stesso processo diviso in
    > > più tread!!!
    > ci si sta muovendo in questa direzione.
    > Ad esempio se non vado errando nella prossima
    > versione del framework .Net il codice verrà
    > compilato in modo da suddividere il codice ed
    > eseguirlo su più thread in parallelo senza che il
    > programmatore debba fare nulla.

    .NET e Java sono delle schifezze uniche. I veri programmtori usano C++ ed in-line assembly. Queste macchine virtuali come Java e .NET servono solo per costringere la gente a cambiare PC ed usarne uno più costoso per fare la stessa identica cosa ed a livello di programmazione fanno letteralmente schifo, è peggio che programmare in Basic spacciandolo per OOP.
    non+autenticato


  • > .NET e Java sono delle schifezze uniche. I veri
    > programmtori usano C++ ed in-line assembly.

    Java sicuramente come performance fa pena, ma
    .NET è stato invece pensato fin dall'inizio per le
    performance e si vede.

    Addirittura sarà la piattaforma per i videogiochi per
    Xbox 360, leggi l'annuncio della XNA:

    http://blog.3deurope.com/index.php/2006/03/24/xna-.../
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > Bellissimo!!! Ma esistono S.O. ed applicazioni
    > > > che se ne avvantaggiano realmente o e solo
    > > > semplice matematica???!!!
    > > >
    > > > Della serie un processo per ogni core o più
    > core
    > > > possono eseguirsi lo stesso processo diviso in
    > > > più tread!!!
    > > ci si sta muovendo in questa direzione.
    > > Ad esempio se non vado errando nella prossima
    > > versione del framework .Net il codice verrà
    > > compilato in modo da suddividere il codice ed
    > > eseguirlo su più thread in parallelo senza che
    > il
    > > programmatore debba fare nulla.
    >
    > .NET e Java sono delle schifezze uniche. I veri
    > programmtori usano C++ ed in-line assembly.

    Ma che ne sai tu di cosa usano i veri programmatori? Ogni volta che leggo PI vedo commenti di gente che spara sentenze probabilmente dopo aver finito il classico corso sul C++
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > Bellissimo!!! Ma esistono S.O. ed
    > applicazioni
    > > > > che se ne avvantaggiano realmente o e solo
    > > > > semplice matematica???!!!
    > > > >
    > > > > Della serie un processo per ogni core o più
    > > core
    > > > > possono eseguirsi lo stesso processo diviso
    > in
    > > > > più tread!!!
    > > > ci si sta muovendo in questa direzione.
    > > > Ad esempio se non vado errando nella prossima
    > > > versione del framework .Net il codice verrà
    > > > compilato in modo da suddividere il codice ed
    > > > eseguirlo su più thread in parallelo senza che
    > > il
    > > > programmatore debba fare nulla.
    > >
    > > .NET e Java sono delle schifezze uniche. I veri
    > > programmtori usano C++ ed in-line assembly.
    >
    > Ma che ne sai tu di cosa usano i veri
    > programmatori? Ogni volta che leggo PI vedo
    > commenti di gente che spara sentenze
    > probabilmente dopo aver finito il classico corso
    > sul C++

    Sto ben più avanti del classico corso su C++ ma non me ne vanto. Leggiti i forum dei programmatori professionisti e vedi cosa ne pensano di Java e .NET.
    Chi lavora alla Microsoft è schifato dalla politica su .NET che è stata un'enorme ed inutile spreco di risorse. Serve solo per far perder tempo ai produttori di hardware come Nvidia ed ATI e consumare RAM e tempo CPU.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > Bellissimo!!! Ma esistono S.O. ed applicazioni
    > > > che se ne avvantaggiano realmente o e solo
    > > > semplice matematica???!!!
    > > >
    > > > Della serie un processo per ogni core o più
    > core
    > > > possono eseguirsi lo stesso processo diviso in
    > > > più tread!!!
    > > ci si sta muovendo in questa direzione.
    > > Ad esempio se non vado errando nella prossima
    > > versione del framework .Net il codice verrà
    > > compilato in modo da suddividere il codice ed
    > > eseguirlo su più thread in parallelo senza che
    > il
    > > programmatore debba fare nulla.
    >
    > .NET e Java sono delle schifezze uniche. I veri
    > programmtori usano C++ ed in-line assembly.
    > Queste macchine virtuali come Java e .NET servono
    > solo per costringere la gente a cambiare PC ed
    > usarne uno più costoso per fare la stessa
    > identica cosa ed a livello di programmazione
    > fanno letteralmente schifo, è peggio che
    > programmare in Basic spacciandolo per OOP.

    Non fanno la stessa cosa, Java e l'altra roba fanno il cosidetto "managed code"...

    Personalmente Java non mi piace (e l'altro non l'ho mai provato) ma non sono al livello del Basic
    non+autenticato
  • Mha, io ho un software in C# su i nostri portatili fetecchia con poca ram elabora 250.000 record all'ora. Sicuramente scrivendolo in assembly ne avrebbe fatti 300.000 ma magari ci mettevo 8 anni invece di 6 mesiSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mha, io ho un software in C# su i nostri
    > portatili fetecchia con poca ram elabora 250.000
    > record all'ora. Sicuramente scrivendolo in
    > assembly ne avrebbe fatti 300.000 ma magari ci
    > mettevo 8 anni invece di 6 mesiSorride

    Pagano te per 6 mesi e poi non hanno 100 euro per la RAM?
    O e' una palla o i tuoi amichetti non hanno mica le idee chiare...
    non+autenticato
  • > > Mha, io ho un software in C# su i nostri
    > > portatili fetecchia con poca ram elabora 250.000
    > > record all'ora. Sicuramente scrivendolo in
    > > assembly ne avrebbe fatti 300.000 ma magari ci
    > > mettevo 8 anni invece di 6 mesiSorride
    >
    > Pagano te per 6 mesi e poi non hanno 100 euro per
    > la RAM?
    > O e' una palla o i tuoi amichetti non hanno mica
    > le idee chiare...

    Guarda, per esperienza personale credo che sia la seconda che hai detto...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Mha, io ho un software in C# su i nostri
    > > portatili fetecchia con poca ram elabora 250.000
    > > record all'ora. Sicuramente scrivendolo in
    > > assembly ne avrebbe fatti 300.000 ma magari ci
    > > mettevo 8 anni invece di 6 mesiSorride
    >
    > Pagano te per 6 mesi e poi non hanno 100 euro per
    > la RAM?
    > O e' una palla o i tuoi amichetti non hanno mica
    > le idee chiare...

    Direi che è una palla visto che crede che scrivendo gli algoritmi in assembly avrebbe avuto un incremento di appena il 20% rispetto a C# ...
    non+autenticato
  • La prima generazione di chip quad-core di Intel si baserà sul core K8L... ????Deluso
    non+autenticato
  • se è per quello è bella anche la frase:

    "i futuri chip quad-core di AMD potranno collegare direttamente quattro core su un singolo: questa caratteristica..."

    su un singolo che?

    per me stasera erano di fretta
    non+autenticato
  • si in effetti c'è un po' di casino in questo articolo A bocca aperta

    però che figo! lo voglio anche io un AMD Core Duo! Deluso A bocca aperta
    non+autenticato
  • Verissimo!
    Dicono processore Intel aggiungendo poi che avrà un Hypertransport migliorato .. che è una tecnologia AMD.

    Confermo che quel "4 su uno solo" ... non significa nulla.
    Ah, la fretta!
  • Corretto, grazie Occhiolino

    - Scritto da: Anonimo
    > La prima generazione di chip quad-core di Intel
    > si baserà sul core K8L... ????Deluso

  • "La prima generazione di chip quad-core di ***Intel*** si baserà sul core K8L, che tra le altre cose prevede frequenze di clock superiori ai 4 GHz, il supporto alla tecnologia di virtualizzazione Pacifica e una versione migliorata del bus Hyper-Transport."

    O fanno una scopiazzatura spudorata o qualcuno intendeva AMD
    non+autenticato
  • Tze, SUN fa' da tempo cpu Sparc con 8 core (leggi: gia' sul mercato) e su /. oggi parlano di una ditta (Azul) che l'anno prossimo intende arrivare a 48 core...
    non+autenticato
  • core o processori installati sulla macchina?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > core o processori installati sulla macchina?

    8 core su un solo chip

    http://en.wikipedia.org/wiki/UltraSPARC_T1

    http://www.sun.com/products-n-solutions/government...

    Ignoravo che l'FPU fosse singola e condivisa da tutti i core (leggi: niente number crunching), comuque come web server dovrebbero funzionare egregiamente.

    Poi ci sarebbe l'IBM/Sony/Toshiba Cell, sempre con 8 core per CPU, che mi sembra nessuno ancora abbia visto, pero' dovrebbe arrivare in massa il novembre prossimo... (-;
    non+autenticato
  • Non ha 8 core: ha 1 core e 8 DSP, cosa ben diversa!

    Non è il "cell" a bordo di Xbox360 che ha 3 core?

    Insomma la tecnologia multicore è alle porte.
    O è già entrata dalla finestra?

  • - Scritto da: The Raptus
    > Non ha 8 core: ha 1 core e 8 DSP, cosa ben
    > diversa!
    >
    > Non è il "cell" a bordo di Xbox360 che ha 3 core?
    >
    > Insomma la tecnologia multicore è alle porte.
    > O è già entrata dalla finestra?

    il cell non è a bordo della x360 ma della PS3.
    non+autenticato
  • il cell sta sulla PS3, se non ricordo male 3 core e 8 dsp..o 3 core e 5 dsp...
    non+autenticato
  • Il Cell PS3 ha 1 CORE e 7 DSP.

    Christian-Rimini
    non+autenticato

  • - Scritto da: The Raptus
    > Non ha 8 core: ha 1 core e 8 DSP, cosa ben
    > diversa!
    >
    > Non è il "cell" a bordo di Xbox360 che ha 3 core?
    >
    > Insomma la tecnologia multicore è alle porte.
    > O è già entrata dalla finestra?

    Ma hai idea di cosa sono i DSP ?
    Le CPU general purpose odierne derivano oramai quasi tutto dai DSP. I DSP di loro sono delle super-CPU come architettura. Sono diversi da programmare, sono progettati per una larghezza di banda più ampia ed una latenza più bassa, ma se uno vuole può usarli per farci girare qualsiasi cosa. Restano più efficienti per alcuni tipi di calcoli, come quelli usati per analisi dei segnali, compressione audio/video e così via, ma non è che non potrebbero far girare un OS Unix o Windows se fosse disponibile...

    Cell ha dei core PowerPC IBM ottimizzati per calcolo vettoriale ed un core general-purpose PowerPC.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Tze, SUN fa' da tempo cpu Sparc con 8 core
    > (leggi: gia' sul mercato) e su /. oggi parlano di
    > una ditta (Azul) che l'anno prossimo intende
    > arrivare a 48 core...

    Azul produce una schifezza accelleratore per Java come CPU a prezzi osceni spacciandolo per sostituto di CPU x86...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Tze, SUN fa' da tempo cpu Sparc con 8 core
    > (leggi: gia' sul mercato) e su /. oggi parlano di
    > una ditta (Azul) che l'anno prossimo intende
    > arrivare a 48 core...

    e ti pareva se non arrivava lo sharpone di turno.

    te lo metti in casa un pc sharp?
    lo vendono ai consumatori di massa?
    costa max 800$?

    tze...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)