Filtri antispam obbligatori in Australia

L'autorità locale per le TLC vara una controversa normativa contro i messaggi di posta non desiderati: sanzioni gigantesche per gli ISP che non forniscono filtri automatici antispam agli utenti

Canberra - Il governo australiano ha approvato un nuovo regolamento per le telecomunicazioni che obbliga i provider a gestire interamente i costi delle tecnologie antispam, pena durissime sanzioni amministrative.

La nuova legge, acclamata dai responsabili dell'Autorità Australiana sulle Telecomunicazioni come "primo ed unico provvedimento di questo genere al mondo", introduce l'obbligo dei filtri informatici per tutti i fornitori di accesso ad Internet.

Secondo le dichiarazioni di Bruce Matthews, direttore dell'Autorità competente, "gli utenti avranno il diritto di godere di un'opzione antispam". Gli ISP che violeranno questo diritto potranno incappare in multe fino a 10 milioni di dollari australiani per violazione del diritto industriale.
Tuttavia, Matthews fa sapere che "le aziende verranno ovviamente richiamate numerose volte prima di essere multate". Il nuovo regolamento avrà un impatto decisivo sugli oltre 700 ISP sparsi sul territorio dell'ex colonia britannica.

L'emergenza spam in Australia, che ogni anno congestiona le infrastrutture di comunicazione ed ha un peso economico abbastanza rilevante sugli utenti finali, è data soprattutto da "migliaia di spammer con base nei paesi in via di sviluppo", fa notare Matthews.

L'Australia si allontana così dalla soluzione proposta dagli Stati Uniti, offerta dal cosiddetto CAN-SPAM Act e volta a sollevare una responsabilità penale non sugli ISP ma sugli spammer.

I provvedimenti italiani per contrastare lo spam, assai distanti dal criterio di tolleranza zero in vigore nei paesi anglofoni, sembrano fin qui avere poca efficacia che, secondo alcuni, si riconduce ai limiti nell'azione che possono intraprendere i provider interessati.
TAG: australia
34 Commenti alla Notizia Filtri antispam obbligatori in Australia
Ordina
  • Praticamente e' come se per far fronte alle sparatorie si multasse chi non indossa il giubbotto antiproiettile.

    Ma poi, dico, lo spam e' pubblicita' mica messaggio anonimo. In qualche modo chi pubblicizza il prodotto deve dare informazioni su di se' per permettere l'acquisto. Ora, se in questo mondo dove ficcano le telecamere a ogni angolo di strada non si riesce a risalire e a punire uno che Pubblica dei dati per vendere roba con metodi illegali (lo spamming) c'e' qualcosa che non va.
  • a quando su tin.it/alice? Mi riferisco alla posta pop3 che non viene filtrata e ricevo mediamente dai 30 a 50 messaggi di spam al giorno
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > a quando su tin.it/alice? Mi riferisco alla posta
    > pop3 che non viene filtrata e ricevo mediamente
    > dai 30 a 50 messaggi di spam al giorno

    fosse solo questo, ci sono persone che non riescono ad aitenticare la loro prima connessione con linux, vedi mailing list ubuntu, e' normale non vedere l'offerta rossoalice con mac e linux o semplicemente win+firefox o winmplay taroccato ...
    vai su tiscali e ti denunciano per per2per, su tele2 non si sa, su win boh, ma molti lamentavano disservizi.

    questa internet e' una merda, continueremo ad usarla a queste condizioni? il perche' del suo successo non era economico, forse per questo deve morire? l'economia e' un vampiro? gli utenti sono proprio tutti coglioni?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > il perche' del suo successo non era economico,
    > forse per questo deve morire?

    Si.

    > l'economia e' un vampiro?

    Peggio: é un dio-vampiro.

    > gli utenti sono proprio tutti coglioni?

    Non vuoi saperlo davvero.

    non+autenticato
  • filtri antispam per legge? e chi da una definizione univoca di spam? e per i falsi positivi? e per i falsi negativi? non esiste un software che sia capace di identificare il 100% dello spam
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > e chi da una definizione univoca di spam?

    Indovina un po'? Lo Stato.

    Tutto ciò che non sarà approvato sarà
    considerato SPAM. Bwahahahahaha!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > filtri antispam per legge? e chi da una
    > definizione univoca di spam? e per i falsi
    > positivi? e per i falsi negativi? non esiste un
    > software che sia capace di identificare il 100%
    > dello spam

    i falsi positivi saranno comunque consultabili
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > filtri antispam per legge? e chi da una
    > definizione univoca di spam? e per i falsi
    > positivi? e per i falsi negativi? non esiste un
    > software che sia capace di identificare il 100%
    > dello spam

    Il greylisting fa il sporco lavoro senza falsi positivi e col 99% di successo.
    non+autenticato
  • Australia verso i filtri antiporno
    22/03/2006 (PI - News) Il leader dell'opposizione australiana vuole obbligare gli ISP ad implementare filtri statali per eliminare pornografia e contenuti violenti dalla Rete. Una censura... soft?

    Bullismo videogiocato? L'Australia dice no
    20/03/2006 (PI - News) RockStar Games ha quasi ultimato un videogame che stimola il ricorso alle brutte maniere. Polemiche furiose negli USA. Già messo al bando, preventivamente, in Australia: è antieducativo e pericoloso

    Australia, divieto di satira su Internet
    20/03/2006 (PI - News) L'ex colonia inglese inciampa su uno scherzo: il governo oscura un sito satirico che attribuisce scuse ufficiali per la guerra in Iraq al primo ministro John Howard. Lesa Maestà, in pratica

    L'Australia censura il videogioco dei graffiti
    17/02/2006 (PI - News) Non potrà essere commercializzato perché le pressioni politiche hanno intimorito l'ente che si occupa del rating dei videogiochi; graffitismo virtuale alla gogna

    Australia, intercettazioni SMS contro il razzismo
    20/12/2005 (Telefonia - News) Scontri razziali fomentati attraverso messaggi di testo sono alla base del nuovo provvedimento che permette alla polizia di intercettare gli SMS

    Australia, le major mettono sotto i provider
    18/10/2005 (PI - News) Si parte con Swiftel, caso nato da un raid dei discografici negli uffici dell'operatore che nelle scorse ore ha firmato la resa. D'ora in poi userà filtri e procedure richieste dall'industria. BitTorrent nel mirino

    ???
    ===
    ===
    Australia, un database contro il crimine
    11/10/2005 (PI - News) Il governo vara un costoso progetto informatico per facilitare l'identificazione di cittadini sospetti e l'archiviazione dettagliata dei criminali recidivi
    ^^^
    ^^^
    Australia, al via il database genetico
    13/09/2005 (PI - News) Un archivio informatizzato contiene i dati genetici di circa 20 milioni di persone. Tremano i sostenitori della privacy, mentre gioiscono le aziende del settore: la bioinformatica traina la ricerca
    non+autenticato
  • E' la libertà che avanza!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E' la libertà che avanza!

    si noi siamo qui a scherzare, sono anni che vedo questa merda avanzare, son sempre stato a scherzarci sopra perche' tanto sapevo che almeno il 95% della gente e' ovina e non se ne esce; da un mese (giorno piu', giorno meno) so che diventero' presto padre e adesso la voglia di scherzare m'e' passata; il pensiero che mio figlio crescera' in questa merda mi fa venire un groppo in gola e mi fa sentire impotente; vedo la gente che si scanna contro berlusconi o contro prodi, gente che tira acqua al suo orticello, gente che pensa di inseguire degli ideali quando invece sta facendo una cosa non dissimile da chi va a tifare la propria squadra allo stadio; io spero solo che in qualche modo gli anglosassoni e tutta la merda che hanno portato nel mondo in qualche modo spariscano e che non sia troppo tardi per tornare indietro; la cosa peggiore e' che l'unica cosa che posso fare e' sperare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > siamo qui a scherzare

    Il mio commento voleva essere sarcastico
    e volto a far riflettere. So bene che in realtà
    ci sarebbe ben poco da scherzare su
    questo argomento.

    > almeno il 95% della gente e' ovina e non
    > se ne esce

    Questa è la radice del problema. Tanti non
    vedono nulla di male o di strano nel far gestire
    la propria vita da... altri... e nel farsi trattare peggio
    delle bestie. Anzi, chi non si fa scansionare e
    perquisire da capo a piedi per ogni minima
    azione quotidiana O viene accusato di "avere
    qualcosa da nascondere" (argomento favorito
    delle SS) O viene tacciato di essere paranoico.

    (Chi vuole tutti questi controlli sulla gente,
    invece, a volte HA qualcosa da nascondere e
    non viene MAI accusato di essere paranoico.
    Che strano...)

    Il Governatore Arnold Schwarzenegger pensa che:
    "95% of the people in the world need to be told what to
    do and how to behave." cioè: al 95% della popolazione
    mondiale va detto cosa fare e come comportarsi...

    > il pensiero che mio figlio crescera' in questa merda
    > mi fa venire un groppo in gola e mi fa sentire
    > impotente

    Credo di capire cosa intendi.

    Se solo ci fossero più persone come te...
    Il mondo sarebbe molto migliore.

    > vedo la gente che si scanna contro berlusconi o
    > contro prodi

    Chiunque vinca le elezioni, per noi non cambierà nulla.
    Cambiano i volti (quando cambiano!) ma non i
    programmi di governo. Chissà perché?

    > unica cosa che posso fare e' sperare.

    Su questo non sono assolutamente d'accordo.

    Il filosofo Immanuel Kant una volta disse:
    "Se un uomo fa di sè un verme, non deve lamentarsi
    se viene calpestato". (Ovviamente è una citazione di
    carattere generale e non riferita ad alcun individuo).

    La soluzione? Non farsi calpestare. E rifiutare le
    limitazioni delle libertà civili come qualcosa di
    abominevole è un modo per non farsi calpestare.

    Un sincero "in bocca al lupo" a te ed alla tua famiglia
    in procinto di espandersi. Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Il Governatore Arnold Schwarzenegger pensa che:
    > "95% of the people in the world need to be told
    > what to
    > do and how to behave." cioè: al 95% della
    > popolazione
    > mondiale va detto cosa fare e come comportarsi...

    La cosa divertente e' che il 95% delle persone dicono la stessa cosa, cioe' "gli altri sono pecore, (e io no)".

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > La cosa divertente e' che il 95% delle persone
    > dicono la stessa cosa, cioe' "gli altri sono
    > pecore, (e io no)".

    Già. E poi tutti lì a farsi scansionare l'indice anziché
    "give the finger" (=fare un gestaccio) a chi glie lo
    chiede.
    non+autenticato
  • guarda ti capisco...

    io ho sempre il magone mentre la pagina di PI si carica verso la mezzanotte..
    prima di dormire mi viene sempre in mente qualche pensiero su questa società insostenibile..su cosa si può fare per mettere fine a questa castrazione quotidiana della libertà, anzi del diritto perchè di libertà hanno potuto parlare solo gli uomini primitivi.

    quel che possiamo fare è parlare appena possibile di questo fenomeno, ..almeno accennarlo a chi non se ne rende conto.

    Esempio:
    visito quotidianamente siti di freeware...ma quanti di questi siti hanno un avviso bello grande che dice agli utenti:
    "guarda che per ora lo puoi usare gratis,
    ma quando ci sarà il TC probabilmente non sarà + gratis perchè avremo anche noi dei costi per produrlo"?
    e poi un bel link o un articolo su cosa è il TC.


    Cmq penso che perderemo tutte le cause che riguardano la nostra privacy, che riguardano il nostro diritto all'informazione e all'istruzione, perchè siamo in pochi a comprendere il rischio (anche perkè tanta gente di fatto non ha tempo nè energie per interessarsi di questo ogni giorno).

    Cmq io combatterò finkè posso per la mia libertà, per la mia privacy, per il mio diritto a istruirmi.

    saluti e auguri per la futura nascita.







    - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > E' la libertà che avanza!
    >
    > si noi siamo qui a scherzare, sono anni che vedo
    > questa merda avanzare, son sempre stato a
    > scherzarci sopra perche' tanto sapevo che almeno
    > il 95% della gente e' ovina e non se ne esce; da
    > un mese (giorno piu', giorno meno) so che
    > diventero' presto padre e adesso la voglia di
    > scherzare m'e' passata; il pensiero che mio
    > figlio crescera' in questa merda mi fa venire un
    > groppo in gola e mi fa sentire impotente; vedo la
    > gente che si scanna contro berlusconi o contro
    > prodi, gente che tira acqua al suo orticello,
    > gente che pensa di inseguire degli ideali quando
    > invece sta facendo una cosa non dissimile da chi
    > va a tifare la propria squadra allo stadio; io
    > spero solo che in qualche modo gli anglosassoni e
    > tutta la merda che hanno portato nel mondo in
    > qualche modo spariscano e che non sia troppo
    > tardi per tornare indietro; la cosa peggiore e'
    > che l'unica cosa che posso fare e' sperare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > perderemo tutte le cause che riguardano la
    > nostra privacy, che riguardano il nostro diritto
    > all'informazione e all'istruzione,

    Solo se ci arrendiamo.

    > siamo in pochi a comprendere il rischio
    > (anche perkè tanta gente di fatto non ha tempo nè
    > energie per interessarsi di questo ogni giorno).

    Questo è vero. Ma il fatto che ci siano ancora
    discussioni di questo tipo è un buon segno.

    > combatterò finkè posso per la mia libertà, per la
    > mia privacy, per il mio diritto a istruirmi.

    E non sarai il solo.
    non+autenticato
  • >> vedo la gente che si scanna contro berlusconi o
    >> contro prodi

    >Chiunque vinca le elezioni, per noi non cambierà >nulla.
    >Cambiano i volti (quando cambiano!) ma non i
    >programmi di governo. Chissà perché?

    non sono daccordo, se vuoi cambiare fatti una tessera in un partito che senti vicino e battiti con i sordi che lo compongono, se vincerai avrai la possibilita' di cambiare le cose, se sarai ancora quello di prima.
    Ma, sono daccordo, non cambiera' niente, perche'? perche' credo che la corruzione non abbia limiti morali, se non accetti sei un coglione o sei morto o sei semplicemente fuori.
    E' un mondo di merda, eppure se ti convinci che la merda e' buona puoi apprezzarla, finira' cosi'? o a tuo figlio ( tu sei fortunato ad averlo avuto ) vuoi dire che non hai fatto niente per cambiare quello che poi sara' il suo mondo?

    > > perderemo tutte le cause che riguardano la
    > > nostra privacy, che riguardano il nostro diritto
    > > all'informazione e all'istruzione,
    >
    > Solo se ci arrendiamo.

    gia', solo se ci arrendiamo, o se saremo sconfitti, ma cosa conta di piu'? rinunciare o essere sconfitti? puoi sconfiggere un uomo, ma se qualcuno lo ricordera' egli sara' sempre presente e continuera', a suo modo, a combattere.

    > > siamo in pochi a comprendere il rischio
    > > (anche perkè tanta gente di fatto non ha tempo
    > nè
    > > energie per interessarsi di questo ogni giorno).

    gia', le energie, dove le buttiamo?

    > Questo è vero. Ma il fatto che ci siano ancora
    > discussioni di questo tipo è un buon segno.

    ma il fatto che non siano la norma ... hai ragione, sono un buon segno.

    > > combatterò finkè posso per la mia libertà, per
    > la
    > > mia privacy, per il mio diritto a istruirmi.
    >
    > E non sarai il solo.

    E non sarete i soli, ma cominciamo subito, ognuno a suo modo, prima o poi c'incontreremo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > se non accetti sei un coglione o sei
    > morto o sei semplicemente fuori.

    Triste ma vero.

    Il mondo non si cambia unendosi ai lupi per
    convincerli a non mangiare le pecore, ma
    convincendo le pecore a non farsi mangiare
    dai lupi.

    > cosa conta di piu'? rinunciare o essere sconfitti?

    Chi si arrende è già sconfitto in partenza.

    > E non sarete i soli, ma cominciamo subito, ognuno
    > a suo modo, prima o poi c'incontreremo.

    Ognuno a modo suo. Hai detto bene. Sorride

    Non sono necessarie grandi cose. Basta difendere,
    nel proprio piccolo ed in modo pacifico, la propria
    dignità umana ed il proprio diritto di essere lasciati
    in pace ('privacy').
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Esempio:
    > visito quotidianamente siti di freeware...ma
    > quanti di questi siti hanno un avviso bello
    > grande che dice agli utenti:
    > "guarda che per ora lo puoi usare gratis,
    > ma quando ci sarà il TC probabilmente non sarà +
    > gratis perchè avremo anche noi dei costi per
    > produrlo"?

    Nessuno lo scrive perchè è falso.
    Non ci hai pensato?

    > e poi un bel link o un articolo su cosa è il TC.

    Su sito di programmi freeware? E perchè non un link al sito del partito anche?
    non+autenticato