Megaspam truccato ai danni di AOL

Molti abbonati di America Online hanno ricevuto una email apparentemente inviata dal provider che promette grandi premi e chiede di inserire nome e password su un sito che sembra in effetti un sito AOL

New York (USA) - Gli autori dello "spam truccato" ai danni di America Online e dei suoi utenti potrebbero aver carpito numerosi nomi e password di accesso semplicemente inviando email agli abbonati di America Online.

A molti di costoro è arrivata una email, apparentemente inviata da America Online, nella quale l'utente veniva informato di aver vinto un premio. Per "ritirarlo", all'utente veniva chiesto di recarsi su un certo sito Web e di inserire il proprio nome utente e password "nel form dedicato".

Il sito sembrava in tutto e per tutto un sito AOL - hanno spiegato quelli di AOL Time Warner - con tanto di logo e di una serie di link grafici a servizi Internet di America Online.
AOL si è immediatamente dissociata dall'email appena ha saputo della sua esistenza e sta indagando sull'accaduto. L'azienda non ha voluto però dire quanti sono gli utenti che potrebbero essere caduti nel "tranello".

Il provider ha sottolineato una volta di più che mai e in nessuna occasione chiederà ai propri utenti di fornire nome-utente e password via email. Ma, a quanto pare, è più difficile proteggere gli utenti nel caso di una truffa del genere, dove non si chiede nome-utente e password via email ma lo si chiede su un sito che assomiglia ad un sito "legittimo". Sono molte le occasioni, infatti, in cui un utente Internet si trova a dover inserire i propri "dati" per accedere ad un servizio Web.
TAG: mondo