Il software di oggi? Troppo lento

Il guru Nicholas Negroponte punta il dito contro i programmatori dell'ultima generazione, accusati di produrre bloatware, software lento e sprecarisorse. Non risparmia neanche la comunità Linux

Boston (USA) - Una sonora strigliata per sviluppatori e softwarehouse di tutto il Mondo. Nicholas Negroponte, guru del MIT ed ideatore del progetto One Laptop per Child per informatizzare il terzo mondo, non sembra proprio voler promuovere l'informatica contemporanea: "Ormai ogni nuova versione di qualsiasi software è peggiore di quella precedente", ha affermato nel corso di un intervento alla conferenza LinuxWorld, un intervento raccontato nei dettagli da Wired.

L'epiteto di bloatware, termine gergale che indica software sprecarisorse dalle scarse prestazioni, è ormai il denominatore comune "valido per tutti i programmi in circolazione", sostiene Negroponte, "senza neanche escludere Linux". Negroponte non ha risparmiato critiche al vetriolo a Microsoft: "Ogni volta che Andy Grove (CEO di Intel ndr.) progetta una CPU più potente, Bill Gates la sfrutta subito tutta", poiché Windows sarebbe sempre più avido di risorse ad ogni sua nuova versione.

Il problema del software grasso, per usare le stesse parole di Negroponte, affonda le sue radici sia nelle scelte dell'industria informatica sia nell'attitudine dei consumatori: "Dobbiamo riprogettare i sistemi, renderli più semplici e più snelli", ha aggiunto, "ma le persone non ne vogliono sapere: più semplice e snello non significa meno potente, ma semplicemente più veloce".
Riguardo al suo progetto per realizzare laptop a 100 dollari, sbeffeggiati dai detrattori come "macchinette a manovella", Negroponte ha ribadito che le critiche di Intel e la concorrenza di Microsoft sono la riprova che l'iniziativa non profit per portare l'informatica nei paesi poveri "sta procedendo nel verso giusto".

"Quando Microsoft ed Intel si interessano subito al tuo progetto", ha detto Negroponte, "allora puoi capire che stai facendo la cosa giusta: il progetto ha scopi umanitari ed educativi, non è un assalto al mercato dei laptop". In futuro, ha assicurato il guru, il computer per i bambini del terzo mondo avrà un costo "ancora più contenuto", avvicinandosi alla soglia dei 50 dollari entro il 2010.

Tommaso Lombardi
TAG: sw
243 Commenti alla Notizia Il software di oggi? Troppo lento
Ordina
  • stavo giusto pensando al fatto che non viene mai insegnato come si ottimizza un programma, se non cose stupide nella maggior parte dei casi, mi viene in mente un tipico esempio di una cosa che ho visto fare 20000 volte, ovvero in alcuni programmi che si occupano di grafica 3d (tramite opengl, dx e compagnia), spesso c'erano alcune funzioni matematiche (seno, coseno e amici), beh il furbone che aveva scritto il codice, prima ottimizzava il seno con una funzione assurda e secondo me pure più lenta della fpu, ma comunque il punto non è questo, il punto è che le funzioni matematiche erano ottimizzate in modo maniacale e spesso ridicolo (se non si sanno fare le ottimizzazioni è meglio non farle), poi però nelle funzioni venivano passatti oggetti e strutture per valore invece che per riferimento (nel primo caso) o per indirizzo (nel secondo), chi programma un po' in c++ ha idea dell'overhead mostruoso che deriva dal fare ciò, altro che ottimizzare seno e coseno, per non parlare dei valori di ritorno di alcuni overload, alquanto discutibili, ora se programmi in c++, prima di ottimizzare il seno, cavolo, scrivi codice c++ almeno decente, poi non lamentarti se è lento il programma (o se usa 200mb di memoria e ha 20000 memory leak)

    è questo il punto, troppo spesso si ottimizza dove non serve o si ottimizza molto, ma molto male
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > è questo il punto, troppo spesso si ottimizza
    > dove non serve o si ottimizza molto, ma molto
    > male

    Quoto!

    L'ottimizzazione fatta nel miglior modo possibile
    può fare la differenza tra un programma mediocre
    e un programma grandioso!
    non+autenticato
  • Teoricamente una comunità è uno spazio dove tutti hanno delle idee, le propongono e queste vengono ascoltate.
    La "comunità" linara è invece un ghetto insensibile ai cambiamenti dove uno che propone delle idee atte a migliorare, ma che per forza di cose modificano determinati dogmi considerati intoccabili, viene sbeffeggiato e ridotto al livello di troll.
    Quindi che si fa ?
    Si aspettano elementi di spicco come Negroponte che fanno una bella smerdata ufficiale ed in mondovisione della "comunità" così questa comincia a mettere in fila per 6 con resto 2 i neuroni facendo finalmente muovere qualcosa.
    non+autenticato
  • Nel menu del gioco il processore è al 99%.
    Non sul mio, su TUTTI! Anche su un P4 3ghz è sempre al 99%!
    Che abbiano messo un bel
    while(true);

    ?
    Ovviamente anbche quando giochi la cpu è sempre al massimo...
    non+autenticato
  • Ottimo per "frenare il pc", ma il software lo si genera pochissimo tempo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ottimo per "frenare il pc", ma il software lo si
    > genera pochissimo tempo.

    Resta più tempo per vivere. Bello, dove si compra ?
    non+autenticato
  • Che belle le librerie di classi che fanno tutto "magicamente" e chi se ne frega se sono inefficenti o inadeguate per il progetto, basta che sia fatto in fretta, che il cliente sia contento e non rompa le scatole.A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Che belle le librerie di classi che fanno tutto
    > "magicamente" e chi se ne frega se sono
    > inefficenti o inadeguate per il progetto, basta
    > che sia fatto in fretta, che il cliente sia
    > contento e non rompa le scatole.A bocca aperta

    Esatto.. i computer vivono per me, non il contrario.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | Successiva
(pagina 1/8 - 36 discussioni)