TheOpenCD 3.1 in italiano

Rilasciato il nuovo CD pieno zeppo di applicazioni open source

Torino - Il gruppo linux@studenti del Politecnico di Torino ha rilasciato TheOpenCD Edizione Italiana 3.1, una selezione di software open source per Windows.

Le più importanti aggiunte in questo rilascio includono: ClamWin, Feedreader, SeaMonkey, Open Clip Art Library, VLC media player e Zinf. Sono inoltre stati aggiornati alla versione più recente: Firefox (1.5.0.1), OpenOffice.org (2.0.2 e 1.1.5), PDFCreator (0.9.0), FileZilla (2.2.19a), Scite (1.67-2), MoinMoin Desktop Edition (1.5.2-1), Celestia (1.4.1) e SokobanYASC (1.276).

Anche la tecnologia del navigatore del CD è nuova e basata su Gecko.
E' possibile consultare una dimostrazione dei contenuti della nuova versione qui (gli autori consigliano l'utilizzo di Firefox o altro browser Gecko).

Per completare la versione 3.1 di TheOpenCD, linux@studenti intende rilasciare nel mese di maggio un secondo CD, denominato "Extended CD", che conterrà applicativi utilizzati per scopi più specifici, a completamento degli applicativi di uso più comune contenuti nello "Standard CD" rilasciato negli scorsi giorni. Per approfondimenti si veda la roadmap del progetto.
TAG: italia
18 Commenti alla Notizia TheOpenCD 3.1 in italiano
Ordina
  • E' un po' che seguo questo progetto .. e mi sono sempre chiesto: com'e' che se ne parla tanto? Alla fine sono una manciata di software .. una decina .. installando una qualsiasi distribuzione .. ad ex ubuntu .. posso installare le stesse cose in update .

    Vado in edicola e trovo molte riviste con gli stessi software

    Allora perche' si parla tanto di open cd? cos'ha di cosi rivoluzionario? che e' fatto e sponsoizzato dal politecnico?

    Perche' non pensare a un open DVD con un numero di software superiori e non una scarna decina come in questo caso?

    ciao
    non+autenticato
  • Chiasso? Una notiziola breve messa come trafiletto ti sembra chiasso? Allora spero che tu non sia rimasto assordato in questi mesi di campagna elettorale.
    non+autenticato
  • Non e' il trafiletto, ma e' il numero di siti che parla di OpenCD, non fermarti a PI. In rete ne parlano in molti.

    ciao
    non+autenticato
  • togli gli occhiali dal culo e mettili sul naso Perplesso
    non+autenticato
  • Sto con Firefox.
    concordo. si vede male... c'è il layout scombinato
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > SI VEDE MALE!!
    >
    Usa firefox, opera e ie fanno cachere.
    non+autenticato
  • Ie fa cagare è un bel complimento!!! Sembra una forma di emmenthal scaduta che oltre ai buchi c'ha pure un sacco di vermi...opera sembra la brutta copia di ie...BAH! Io con firefox lo vedo da Dio. Anche con Seamonkey si vede benissimo!!! CAMBIA CACIOTTA!!!! ihihih!!!
  • L'inutilita' dell'opensource in italia. Perche' quesat gente, invece di perdere tempo in queste scemenze, non impara il C, e contribuisce a rendere i sistemi opensource piu' funzionali, invece di limitarsi a masterizzare 10 programmi opensource, e rilasciarli su 1 CD, come se avessero fatto chissa'che'? E' proprio vero, la cultura tecnica italiana e' in declino. E si vede anche da queste piccole cose.
    non+autenticato
  • E tu cosa fai? Sparli soltanto sui forum e perdi tempo?
    non+autenticato
  • dai non va presa sul personale.. È piuttosto vero quello che dice. È utile come progetto ma sentire che viene fatto da un gruppo di studenti di un poli è un po' deludente. La maggiorparte di questi programmi non necessitano particolari conoscenze per l'utilizzo quindi si tratta unicamente di racchiuderli in un unico cd.

    Un esempio diverso può essere TorPark che sfruttando il fattore open (anche se in realtà non viene ricompilato nulla) permette a chi non capisce bene il funzionamento di tor, di utilizzarne le caratteristiche. Spero abbiate capito che non è pubblicità.

    - Scritto da: Anonimo
    > E tu cosa fai? Sparli soltanto sui forum e perdi
    > tempo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > dai non va presa sul personale.. È piuttosto vero
    > quello che dice. È utile come progetto ma sentire
    > che viene fatto da un gruppo di studenti di un
    > poli è un po' deludente.

    Condivido la tua analisi in buona parte, ma perché sarebbe deludente?
    Non mi pare che OpenCD sia l'unica cosa che realizzano nella vita.Occhiolino E' anche possibile (tiro ad indovinare) che non raccolgano soltanto i programmi e li masterizzino, ma ne provino più di uno per decidere se sono adatti al "grande pubblico" o meno.
    Per il resto: è un utile progetto, permette di avere su un unico CD un buon numero di programmi open source, così diventa semplice diffonderli e farli conoscere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > dai non va presa sul personale.. È piuttosto vero
    > quello che dice. È utile come progetto ma sentire
    > che viene fatto da un gruppo di studenti di un
    > poli è un po' deludente. La maggiorparte di
    > questi programmi non necessitano particolari
    > conoscenze per l'utilizzo quindi si tratta
    > unicamente di racchiuderli in un unico cd.

    Da una parte è vero che un CD è poco, dall'altra è anche vero che poco è meglio che niente.

    Sulla qualità della formazione nelle Università stendo un velo pietoso, ma è un problema con mille e mille sfaccettature. Dico solo che il mio infimo contributo al software libero lo sto dando ora che sono fuori dall'Università, perché dentro era ben difficile.

  • - Scritto da: Anonimo
    > L'inutilita' dell'opensource in italia. Perche'
    > quesat gente, invece di perdere tempo in queste
    > scemenze, non impara il C, e contribuisce a
    > rendere i sistemi opensource piu' funzionali,
    > invece di limitarsi a masterizzare 10 programmi
    > opensource, e rilasciarli su 1 CD, come se
    > avessero fatto chissa'che'? E' proprio vero, la
    > cultura tecnica italiana e' in declino. E si vede
    > anche da queste piccole cose.

    L'utilità dei tuoi post invece è ai massimi livelli.
    La tua cultura tecnica,al pari livello, ci lascia stupefatti.
    Se questo è il tuo modo di approcciare una qualsiasi cosa, ben vengano le menti tendenti a zero in favore della tua "illuminata" comprensione che sa solo sputare inutili, puerili e ignoranti sentenze (scritte senza neanche essere rilette e con banali errori)....








    non+autenticato
  • > La tua cultura tecnica,al pari livello, ci
    > lascia stupefatti.

    Imparate a programmare vah..almeno forse combinate
    qualcosa di buono nella vita.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > L'inutilita' dell'opensource in italia. Perche'
    > quesat gente, invece di perdere tempo in queste
    > scemenze, non impara il C...

    Ehm, sei rimasto alla preistoria della programmazione? Deluso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > L'inutilita' dell'opensource in italia. Perche'
    > quesat gente, invece di perdere tempo in queste
    > scemenze, non impara il C, e contribuisce a
    > rendere i sistemi opensource piu' funzionali,

    Sul fatto di imparare il C posso dire di essere completamente d'accordo con te Sorride

    > avessero fatto chissa'che'? E' proprio vero, la
    > cultura tecnica italiana e' in declino. E si vede
    > anche da queste piccole cose.

    La cultura tecnica in Italia è sempre stata in declino. Può darsi che questi CD siano inutili, però magari possono contribuire a far conoscere alla gente l'open source.
    Perché secondo me il vero problema è che in Italia sono in pochi ad utilizzarlo perché non lo conoscono.

    Se tu dai al tipico "utonto" italiano un CD come questo gli fai capire che non ha senso pagare delle licenze esorbitanti per software vomitevoli come, ad esempio, la suite di Microsoft Office.

    E chissa, magari quelle stesse persone un giorno proveranno anche Linux (si spera...) e si renderanno conto di quanto fa schifo Windows.
    non+autenticato
  • la mia risposta ora
    non c'e' piu'.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 28 febbraio 2007 15.16
    -----------------------------------------------------------
    hdd
    69