Cassandra Crossing / Semplice è bello

di Marco Calamari - Gli SMS hanno cambiato la vita? Eppure nessuno lo aveva previsto. E i telefoni che sono un computer e costano come un computer? Cambiano la vita? Ci sperano in tanti. E ci investono pure

Roma - Tanti anni fa arrivarono i telefoni cellulari, erano ETACS, costavano molto, ci si poteva solo telefonare, ma da dove si voleva e quando si voleva. Offrivano un servizio che prima non c'era e per questo hanno avuto successo e ci hanno cambiato la vita.

Poi arrivarono i GSM, che sembravano solo un miglioramento; lì per lì nessuno si accorse che erano computer (nessuno capiva infatti perchè li chiamassero "terminali") e che avrebbero potuto spedire e ricevere email; intanto potevano mandare SMS (esseemme..che ?).

Più lentamente ed in maniera decisamente imprevista ci hanno cambiato la vita.
Grazie ai modem incorporati hanno liberato i poveri utenti nomadici (anzi, con quel che costano le bollette, solo i ricchi utenti nomadici) dalla schiavitù della ricerca affannosa della presa telefonica nella camera d'albergo.
Poi gli essequalchecosa sono esplosi tra i giovani, passando da funzionalità di manutenzione delle reti a fenomeno mediatico. Qualcuno l'aveva previsto? No.
Offrivano due servizi che prima non c'erano e per questo hanno avuto successo e ci hanno cambiato la vita.
Poi sono arrivati i Videofonini, che meritano la maiuscola solo per quanto ne hanno parlato i venditori e per tutte le bellissime modelle che in prima serata ci hanno spiegato che era proprio quello di cui avevamo veramente bisogno per essere felici. Offrivano un servizio che prima non c'era ma che nessuno usa (anche perchè costa una sassata) e non ci hanno cambiato la vita. Hanno fatto solo piangere qualche azionista.

Poi sono arrivati i telefoni col computer dentro (o i computer col telefono dentro?).
Pieni di funzioni e senza bottoni rendono difficile telefonare, e con lo schermo formato francobollo rendono anche difficile fare qualsiasi altra cosa. In compenso necessitano di aggiornamenti, antivirus, patch, applicazioni aggiuntive proprio come un computer vero. D'altra parte costano anche come un computer vero. Offrono un servizio che tutti hanno già e che nessuno vuole ricomprare e non ci hanno cambiato la vita.
Svuotato il portafoglio a chi si è fatto incantare? Sì, ma mica gliel'aveva ordinato il dottore. Meglio e più economico sarebbe stato comprarsi la spada laser di Darth Vader; non serve a niente ma almeno è bella e non pretende di servire a qualcosa. Se solo funzionasse davvero!

Ora sono arrivati i telefonicomputerplayermultimediali. Agli utenti offrono servizi rivoluzionari, come guardare "Via col Vento" in formato 120 x 184 pixel dopo averlo dovuto scaricare e ricomprare per la seconda volta; si, perchè il posto per un DRM nel telefono l'hanno trovato.

Idea. Un modello di business rivoluzionario per i telefoni di quinta generazione.
Levate tutto.
Solo telefonate, sms, videochiamate e collegamento ad internet per la mail. Un oggetto con funzioni semplici, e solo quelle che servono. Per le altre cose ci sono i computer portatili.
Metteteci Linux dentro, così risparmiate e levateci tutte le complicazioni, specialmente quelle che tirano a fregare gli utenti rendendoli schiavi supercontrollati.
Ed a questo affiancate tariffe che non dissanguino, impedendo di usare i servizi utili che servono veramente.
Telefonate a forfait. Connessioni internet economiche e tariffate solo a volume. Videochiamate che costano quanto telefonate normali.

Si risparmieranno ziliardi di pubblicità, le modelle saranno in mezzo ad una strada (non in quel senso) ed il vantaggio sarà di poterle magari incontrare in birreria.

Allora forse il mercato esploderà di nuovo ed in maniera più sana, vendendo servizi veri ed utili, non miraggi pubblicizzati su HDTV da 100 pollici.

Marco Calamari

Le precedenti release di "Cassandra Crossing" sono qui
TAG: 
48 Commenti alla Notizia Cassandra Crossing / Semplice è bello
Ordina
  • Clap clap clap.... niente da recriminare... ottima la tesi e la sintesi, se mi fanno un telefono come dici tu lo compro ...ieri!!!

    Ebolo.
  • Per avere il necessario al giusto prezzo evitando il superfluo a caro prezzo bastava non butar via i cellulari di qualche anno fa!
    Ma se cerchiamo tra le superofferte degli ipermercati qualcosa di efficiente e non superfluo troviamo ancora, abbondantemente sotto i 100 ? (certo che non fa figo, ma se qualcuno vuol fare il fighetto paghi pure salata la sua insana mania....)
  • La causa di tutto cio' non e' la martellante e fascinosa pubblicita' di modelle semivestite, proiettata su megaschermi HDTV da 100"... quello e' solamente l'effetto.

    La causa e' la perdita di valori dell'uomo, che rincorre l'irraggiungibile Liberta' Assoluta, con l'illusione che si possa manifestare con l'esternazione della propria opinione (proliferazione dei blog); con lo sfoggio dell'ultimo telefonino/paio di scarpe/ felpa (sottomissione alle mode); con la pervasiva intromissione nell'ego altrui (reality, GF).

    Finche ci saranno polli disposti a spendere soldi per avere l'ultimo lelefonino, a spendere tempo per assorbire pettegolezzi e malversazioni, a spendere la propria vita per l'esaltazione del proprio ego, ci saranno anche aziende commerciali disposte a dargli cio' che vogliono, e a creargli l'esigenza di cio che ancora non sanno di volere.

    Finche l'Educazione non prevarra' sull'edonismo ci sara' sempre chi spenna i polli.



    non+autenticato
  • Peppe Ronata?
    chi e'?
    l'ultimo uscito dal GF?
    oppure il designer di fotovideoslurpfonini piu' in voga del momento?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > La causa di tutto cio' non e' la martellante e
    > fascinosa pubblicita' di modelle semivestite,
    > proiettata su megaschermi HDTV da 100"... quello
    > e' solamente l'effetto.
    >

    Quoto!

    > La causa e' la perdita di valori dell'uomo, che
    > rincorre l'irraggiungibile Liberta' Assoluta, con
    > l'illusione che si possa manifestare con
    > l'esternazione della propria opinione
    > (proliferazione dei blog); con lo sfoggio
    > dell'ultimo telefonino/paio di scarpe/ felpa
    > (sottomissione alle mode); con la pervasiva
    > intromissione nell'ego altrui (reality, GF).
    >

    Beh, fintanto che ci saranno certe trasmissioni pubblicitarie, infarcite o meglio interrotte con format ancora più dementi della stessa pubblicità, non si può pretendere molto di più dell'emulazione dell'ultimo "divo" o dell'ultima "diva" di turno...TristeTriste

    > Finche ci saranno polli disposti a spendere soldi
    > per avere l'ultimo lelefonino, a spendere tempo
    > per assorbire pettegolezzi e malversazioni, a
    > spendere la propria vita per l'esaltazione del
    > proprio ego, ci saranno anche aziende commerciali
    > disposte a dargli cio' che vogliono, e a creargli
    > l'esigenza di cio che ancora non sanno di volere.
    >
    Il problema andrebbe visto nell'altro senso: fintanto che ci saranno A.D., titolari, azionisti di "mege aziende" che devono fare più soldi perché quelli che hanno non gli bastano, le trasmissioni pubblicitarie e l'informazione di massa passeranno sempre il messaggio che se vuoi essere al passo dei tempi, DEVI avere l'ultimo modello appena uscito di un qualsivoglia aggeggio, anche se lo hai acquistato 2 mesi prima (ormai è antidiluviano...Arrabbiato), e nessuno, ripeto NESSUNO, che insegni a difendersi da tale bombardamento, ecco che il parco buoi è allestito...ArrabbiatoArrabbiato

    > Finche l'Educazione non prevarra' sull'edonismo
    > ci sara' sempre chi spenna i polli.
    >
    [Utopia]
    Per riavere in breve tempo una popolazione "libera" dalla schiavitù mentale occorrerebbe una guerra planetaria che ci porti alle soglie dell'autodistruzione: tutti presi dal problema della sopravvivenza forse si potrebbe ricreare una civiltà umana migliore... ma sinceramente mi sembra troppo drastica.
    [/Utopia]

    Meno utopicamente una soluzione potrebbe essere quella di spegnere il televisore e leggere qualche libro in più, ma occorre fare uno sforzo di volontà non indifferente....

    P.S. Il mio piano tariffario del telefonino, che non fa foto, non gestisce suonerie..insomma fa solo il suo compito elementare di telefono portatile, risale al 1994 e da allora non ha mai subito modifiche, nonostante le continue offerte fatte per invitarmi ad usarlo sempre più, dando modo al fornitore di servizi di incamerare più $$: allora mi sembrava idoneo alle mie necessità, non a quelle del fornitore di servizi e a tuttoggi assolve alle mie necessità senza esborso di $$ oltre al necessario...

    La televisione la guardo se trasmettono qualcosa di interessante, ma addottando il seguente metodo: videoregistrazione e visione in differita dove col tasto FF la pubblicità fa la fine che si merita...SorrideSorrideA bocca apertaA bocca aperta

    (So benissimo di essere un pessimo cliente per i pubblicitari in quanto ragiono con la mia di testa, ma tant'è ho la testa dura...SorrideSorride )

    L'informazione la ottengo altrove.SorrideSorride


    ==================================
    Modificato dall'autore il 15/04/2006 14.57.27
    Oops....Anch'io faccio errori di ortografiaImbarazzatoImbarazzato

    ==================================
    Modificato dall'autore il 15/04/2006 15.01.36
  • D'accordissimo! In fatto di cellulari sono molto controcorrente. Non li ho mai trovati allettanti e non ho mai lasciato che invadessero la mia vita quotidiana. Ho sempre lo stesso da 5 anni e lo accendo solo quelle rare volte che mi può servire fuori casa (e se mi ricordo di portarlo!). Per il resto il mio punto di riferimento è il fisso. Perché non c'è niente di così urgente che non mi possa essere detto qualche ora dopo a casa. E' ovvio che per molti lavori è invece indispensabile. Quello che non concepisco è la mangeria che si è sviluppata intorno, sms compresi (estranei anche questi alla mia vita), ne avrò scritti meno di 10 in tutto. Con quello che costa un SMS ci mando la divina commedia con PC e un modem 56K, e basta un copia e incolla, altro che la tastiera di un cellulare!
    Il mio telefono ha bisogno solo di 2 tasti funzione, quello per chiamare e la rubrica. Tutto il resto è lenza per teenager.
    E' inutile cacciare un PC in un francobollo di tastiera e monitor. Quando si tratta di scrivere o gestire immagini ci sono attrezzi molto più adatti. Rarissime eccezioni a parte, come magari dover fare una foto ad un incidente appena accaduto, ecc..
    Sono molto a favore della tecnologia, altrimenti non scriverei qui, ma sono contro il consumismo tecnologico in tutte le sue forme e la telefonia mobile, specialmente in Italia, è l'esempio più deprimente.


    ==================================
    Modificato dall'autore il 14/04/2006 9.52.47
  • > D'accordissimo! In fatto di cellulari sono molto
    > controcorrente. Non li ho mai trovati allettanti
    > e non ho mai lasciato che invadessero la mia vita
    > quotidiana. Ho sempre lo stesso da 5 anni e lo
    > accendo solo quelle rare volte che mi può servire
    > fuori casa (e se mi ricordo di portarlo!). Per il
    > resto il mio punto di riferimento è il fisso.
    > Perché non c'è niente di così urgente che non mi
    > possa essere detto qualche ora dopo a casa. E'
    > ovvio che per molti lavori è invece
    > indispensabile. Quello che non concepisco è la
    > mangeria che si è sviluppata intorno, sms
    > compresi (estranei anche questi alla mia vita),
    > ne avrò scritti meno di 10 in tutto. Con quello
    > che costa un SMS ci mando la divina commedia con
    > PC e un modem 56K, e basta un copia e incolla,
    > altro che la tastiera di un cellulare!

    Si vedo che al massimo hai UNA donnaA bocca aperta

    > Il mio telefono ha bisogno solo di 2 tasti
    > funzione, quello per chiamare e la rubrica. Tutto
    > il resto è lenza per teenager.
    > E' inutile cacciare un PC in un francobollo di
    > tastiera e monitor. Quando si tratta di scrivere
    > o gestire immagini ci sono attrezzi molto più
    > adatti. Rarissime eccezioni a parte, come magari
    > dover fare una foto ad un incidente appena
    > accaduto, ecc..

    Quindi dovresti sempre avere a portata di mano la macchina fotografica non si sa mai giusto ?


    > Sono molto a favore della tecnologia, altrimenti
    > non scriverei qui
    Ma solo quella che decido ioA bocca aperta

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > Quindi dovresti sempre avere a portata di mano la
    > macchina fotografica non si sa mai giusto ?

    E' solo un esempio, ma non è che devo andare in giro aspettando che capiti un incidente da fotografare.


    > > Sono molto a favore della tecnologia, altrimenti
    > > non scriverei qui
    > Ma solo quella che decido ioA bocca aperta
    >
    non intendevo dire questo, ma sfido chiunque a dimostrare la reale utilità del 99% dei milioni di sms, mms ecc. inviati al giorno, considerando il loro contenuto, tempo dedicato e costo al byte, se confrontati con quanto si fa col PC e le macchine digitali.

  • - Scritto da: Mendocino 433
    > D'accordissimo! In fatto di cellulari sono molto
    > controcorrente. Non li ho mai trovati allettanti
    > e non ho mai lasciato che invadessero la mia vita
    > quotidiana. Ho sempre lo stesso da 5 anni e lo
    > accendo solo quelle rare volte che mi può servire
    > fuori casa (e se mi ricordo di portarlo!). Per il
    > resto il mio punto di riferimento è il fisso.
    > Perché non c'è niente di così urgente che non mi
    > possa essere detto qualche ora dopo a casa. E'
    > ovvio che per molti lavori è invece
    > indispensabile. Quello che non concepisco è la
    > mangeria che si è sviluppata intorno, sms
    > compresi (estranei anche questi alla mia vita),
    > ne avrò scritti meno di 10 in tutto. Con quello
    > che costa un SMS ci mando la divina commedia con
    > PC e un modem 56K, e basta un copia e incolla,
    > altro che la tastiera di un cellulare!
    > Il mio telefono ha bisogno solo di 2 tasti
    > funzione, quello per chiamare e la rubrica. Tutto
    > il resto è lenza per teenager.
    > E' inutile cacciare un PC in un francobollo di
    > tastiera e monitor. Quando si tratta di scrivere
    > o gestire immagini ci sono attrezzi molto più
    > adatti. Rarissime eccezioni a parte, come magari
    > dover fare una foto ad un incidente appena
    > accaduto, ecc..
    > Sono molto a favore della tecnologia, altrimenti
    > non scriverei qui, ma sono contro il consumismo
    > tecnologico in tutte le sue forme e la telefonia
    > mobile, specialmente in Italia, è l'esempio più
    > deprimente.
    >
    >
    > ==================================
    > Modificato dall'autore il 14/04/2006 9.52.47

    C'é chi esibisce il proprio cellulare di ultima generazione e chi esibisce il proprio essere controcorrente... penso che entrambi i soggetti abbiano il problema di farsi condizionare troppo dalle mode.

  • - Scritto da: soulista

    > C'é chi esibisce il proprio cellulare di ultima
    > generazione e chi esibisce il proprio essere
    > controcorrente... penso che entrambi i soggetti
    > abbiano il problema di farsi condizionare troppo
    > dalle mode.

    E' vero, molti vanno controcorrente solo per moda, ma non è il mio caso. Sono solo un consumatore più attento. Se ho dato l'impressione di esibire la mia controcorrenza, è un'impressione sbagliata.

  • Ok, ma ci vuole tanto a rispettare anche chi fa scelte diverse, per assurde che possano essere? Voglio dire, io non approvo, ma se qualcuno è contento di spendere 3 euro per la suoneria dei Mattafix, perchè non può farlo o debba essere per questo catalogato come fesso? Credo che ognuno abbia la sua maniera di sentirsi "adeguato", chi va controcorrente, chi va nel mainstream.

    Io cambio cellulare più o meno una volta all'anno. Fa parte della mia vita privata e lavorativa. Lo uso approfonditamente: mms, sms, email, browsing, qualche volta videochiamata, e la miriade di software che posso installare sopra il mio softphone: dal navigatore a excel mobile al softwarino che ti fa la lista della spesa divisa per corsie del supermercato.
    Credo che senza si stia peggio, poi sta ad ognuno cogliere le opportunità messe a disposizione.

    Ad ogni modo, finchè non troveranno la maniera di avere uno schermo di dimensioni decenti (magari proiettato da qualche parte, che so, occhiali!) dubito che ci sarà il vero decollo.

    Ciao


    dem-f

  • - Scritto da: Dem-f
    >
    > Ad ogni modo, finchè non troveranno la maniera di
    > avere uno schermo di dimensioni decenti (magari
    > proiettato da qualche parte, che so, occhiali!)
    > dubito che ci sarà il vero decollo.

    http://www.orange.fr/content/ge/high/lunettes-vide...

    http://www.myvu.com/

    ...per ora è una porcata per vedere filmini e la "bella" interfaccia dell'ipod... (a proposito, se pensate che sia figo, usabile, comodo... leggete qua: http://www.mobilecommunitydesign.com/archives/0001...)
    ...ma il futuro pare promettente, soprattutto nello sviluppo di interfacce e delle modalità di interazione:
    http://www.cs.ucsb.edu/~holl/pubs/kolsch-2004-mobi...

    Quanto all'articolo... beh, si commenta da se...

    ognuno ha ciò che si merita
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > http://www.orange.fr/content/ge/high/lunettes-vide
    >
    > http://www.myvu.com/

    Cioè... mi hai aperto un mondo! Io l'avevo buttata lì, non pensavo già ci fosse roba in commercio.

    Ma funzioneranno? e la compatibilità?


    dem-f
  • beh, se la Orange li vende a 299E , o in bundle con un samsung, vuol dire che funzionano... per cosa, non lo so. Ho scaricato anche il tech sheet, ma non si capisce molto dal formato accettato in ingresso... dice pal e ntsc, ma boh... non so di che uscita video siano dotati Ipod e quel Samsung...
    trovo più interessante il pdf cmq, e le ricerche del MIT sul "mobiquitous".
    Un conto è avere dei visori da usare da fermo per vedere filmati... e nient'altro, un conto è poter usare degli "occhiali" in movimento, vedendo normalmente, con in più un'eventuale interfaccia proiettata sulle lenti... e poterci interagire con la mano come fosse un mouse.
    Questà sarà senza dubbio l'evoluzione della telefonia, anche se restano molte incognite. Una su tutte, l'input di testo... gia mi immagino un eventuale sistema di riconoscimento in stile "tooch screen" ma senza schermo fatta "scrivendo" con l'indice...
    vedere gente gesticolare per strada sarà molto comico A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Un conto è avere dei visori da usare da fermo per
    > vedere filmati... e nient'altro, un conto è poter
    > usare degli "occhiali" in movimento, vedendo
    > normalmente, con in più un'eventuale interfaccia
    > proiettata sulle lenti... e poterci interagire
    > con la mano come fosse un mouse.
    > Questà sarà senza dubbio l'evoluzione della
    > telefonia, anche se restano molte incognite. Una
    > su tutte, l'input di testo... gia mi immagino un
    > eventuale sistema di riconoscimento in stile
    > "tooch screen" ma senza schermo fatta "scrivendo"
    > con l'indice...
    > vedere gente gesticolare per strada sarà molto
    > comico A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta

    Si le specifiche sono un pò lasche in effetti. Però è vero, concordo: il futuro sarà un hud. E dov'è che ho letto che c'è chi dice che un bel giorno l'hud lo proietteranno sulla retina?

    brrrr.


    dem-f
  • Scusate se lo dico, e probabilmente scatenerò un'altra serie d'interventi, ma non vi sembra che molte risposte servano solo a rallentare il pensiero (quale che sia)?
    Sarcasmo, battute, giudizi, e chi più ne ha più ne metta, al posto di una risposta che possa portare ad una qualche conclusione.
    Certo che vi hanno educato bene i Vostri politici e i Vostri opinionisti televisivi, eh?
    non+autenticato
  • Mi pare che l'autore abbia voluto provocare, proponendo di tornare indietro, non tanto perche' non piacciono nuove funzionalita', ma perche' sono 1 poco pratiche (DRM), poco robuste (bucabili da virus: caspita siamo nel terzo millennio, e' possibile avere un telefonino che si limiti a trattare le robe in ingresso come dati?) etc.

    Se uno risponde beh il cellulare semplice esiste, non entra molto nel merito.
  • Io mi sono trovato a dover cambiare cellulare, volendone uno:
    -piccolo
    -semplice (SMS+telefonate+rubrica)
    -il più economico possibile, ma fatto con buoni materiali

    Posso assicurare che è stato molto più difficile di quanto si possa pensare... A parte i grandi "mattoni" nokia trovare un sw semplice ed intuitivo sembra impossibile, per non parlare di suonerie, MMS, fotocamere (ormai te le offrono come se fossero indispensabili: NON LO SONO. Specialmente a 320x240),

    Insomma, in conclusione, mi trovo d'accordo al 100% con l'autore dell'articolo.

  • - Scritto da: Solvalou
    > Mi pare che l'autore abbia voluto provocare,
    > proponendo di tornare indietro, non tanto perche'
    > non piacciono nuove funzionalita', ma perche'
    > sono

    sono troppo in mano del venditore e non danno davvero qualcosa di buono al cliente.

    devono essere servizi al cliente.
    prodotti per il cliente

    niente drm
    niente videochiamate con la qualità di un mpg del 1980 vendute carissime

    niente tasti impossibili da premere

    niente telefoni microscopici, ma piuttosto ergonomici, belli , certo.

    e via dicendo.

    valutazione del prodotto per quel che ti da e quel che ti chiede
    non+autenticato
  • ... può benissimo essere utile per altri.
    E' poi tuttora vero, basta guardare bene nei cataloghi vari, che essitono semplici telefonini che telefonano e mandano sms e basta.
    Non vedo proprio perchè ci si debba lamentare del fatto che esistano ormai sempre più telefonini con molte più funzioni del passato. Se non li si vuol comprare non li si compra e se prorio li si dovesse comprare, basterà non utilizzare quelle funzioni che non interessano. Ma perchè impedire agli altri di trovare il modo di usare ciò che vi è di disponibile?
    Perchè poi anch'io che noralmente uso solo le funzioni di base del mio cellulare sto scoprendo nuove possibilità con le altre funzioni che comunque sono disponibili senza che le debba usare ( e pagare) per forza.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)