Microsoft.NET al suo primo pacco

Microsoft ha rilasciato il primo service pack per il cuore della sua piattaforma .NET, un aggiornamento contenente pochi ma evidentemente importanti fix di sicurezza

Redmond (USA) - Nonostante il suo recentissimo rilascio, Microsoft ha deciso che per .NET Framework, il cuore dell'intera infrastruttura .NET, è arrivato il momento di service pack. E così il big di Redmond ieri ha rilasciato il .NET Framework Service Pack 1, un pacco "focalizzato sul tema della sicurezza" che mette una pezza ai bug e alle falle fino a qui scoperte.

Sebbene fra i problemi risolti dall'SP1 ve ne siano alcuni di non trascurabile importanza, il rilascio così anticipato di un service pack sembra provenire - secondo alcuni esperti - più dalla volontà di Microsoft di rassicurare i propri clienti che dall'urgenza di questo aggiornamento.

"Personalmente accolgo con soddisfazione la notizia - ha scritto a Punto Informatico uno sviluppatore italiano - preferisco frequenti aggiornamenti con poche correzioni piuttosto che il contrario".
Il big di Redmond sembra pronto a dimostrare come oggi, ed in special modo per un prodotto di così fondamentale importanza strategica, sia più che mai determinato ad applicare fino in fondo i principi dell'iniziativa Trustworthy Computing con cui Bill Gates, all'inizio dell'anno, ha messo la sicurezza come prima priorità nello sviluppo del software targato Microsoft.

Fra le patch più importanti contenute in questo pacco ve ne è una che modifica la policy di sicurezza impostata di default in .NET Framework e la sostituisce con una nuova che impedisce l'esecuzione del codice scaricato da Internet: in precedenza questo tipo di codice era invece in grado di girare con un limitato insieme di permessi, in modo analogo a quanto succede per i Web script che girano sotto Internet Explorer.

È possibile scaricare il service pack - che entra persino in un solo dischetto da 1,44 MB - da Windows Update o da questa pagina. Sebbene al momento in cui si scrive la versione in italiano non sia ancora disponibile, il suo rilascio dovrebbe avvenire in tempi brevi.
TAG: sicurezza
38 Commenti alla Notizia Microsoft.NET al suo primo pacco
Ordina
  • Quando e` che quelli di mono si decideranno a distribuire una versione precompilata o --almeno-- una versione che non richieda di scaricare megabyte e megabyte di librerie che servono solo a configurare il programma?
    non+autenticato
  • Se usate windows, ci sarà un motivo? Se spendete un sacco di euro per comprare la vostra licenza ci sarà motivo? Se non usate linux ci sarà pure una ragione?
    Magari all'origine di tutto sta che con windows potete giocare a Max Payne e con linux no. Ma se per voi questa differenza vale tutti quei soldi, evitate aleno di lamentarvi. Le alternative esistono.

    Ora ci giuro che tutti quelli che mi rspondono usano già linux o hanno già un Mac...
    non+autenticato
  • è da sbellicarsi dal ridere di come molti che debbono veramente a prodotti microsoft la loro entrata nel mondo dell'informatica... che ora appena hanno messo qualche penna credono d'essere in grado di prendere il volo e buttar giù sentenze ha ha! Toglietevi i pomodori dagli occhi, IO NON SONO PER NESSUN MONOPOLISTA MICROSOFT INCLUSO, ma non sparate fregnacce, se il mercato mondiale riesce a fatturare miliardi di dollari l'anno lo devono proprio a quel monopolista di microsoft, senza il quale milioni di utenti al mondo non avrebbero mai capito un accidente di pc. GENI anzichè criticare sempre, se vi sentite così qualificati studiate soluzioni o alternative migliori e poi potrete dire qualcosa di sensato. Non ho dubbi che LINUX avrà un buon futuro mentre per LINDOWS staremo a vedere, ma per il momento cari GENI nelle nostre macchine gira WINDOWS se no col cavolo che stavamo a scrivere fregnacce qui!!! Un saluto e riflettete prima di scrivere grazie. ps. risparmiatemi vi prego risposte: io uso MAC o bla bla, MAC vende anche.. e caro i suoi prodotti...
    non+autenticato


  • - Scritto da: marco
    > È da sbellicarsi dal ridere di come molti
    > che debbono veramente a prodotti microsoft
    > la loro entrata nel mondo
    > dell'informatica... che ora appena hanno
    > messo qualche penna credono d'essere in
    > grado di prendere il volo e buttar giù
    > sentenze ha ha! Toglietevi i pomodori dagli
    > occhi, IO NON SONO PER NESSUN MONOPOLISTA
    > MICROSOFT INCLUSO, ma non sparate fregnacce,
    > se il mercato mondiale riesce a fatturare
    > miliardi di dollari l'anno lo devono proprio
    > a quel monopolista di microsoft, senza il
    > quale milioni di utenti al mondo non
    > avrebbero mai capito un accidente di pc.
    > GENI anzichè criticare sempre, se vi sentite
    > così qualificati studiate soluzioni o
    > alternative migliori e poi potrete dire
    > qualcosa di sensato. Non ho dubbi che LINUX
    > avrà un buon futuro mentre per LINDOWS
    > staremo a vedere, ma per il momento cari
    > GENI nelle nostre macchine gira WINDOWS se
    > no col cavolo che stavamo a scrivere
    > fregnacce qui!!! Un saluto e riflettete
    > prima di scrivere grazie. ps. risparmiatemi
    > vi prego risposte: io uso MAC o bla bla, MAC
    > vende anche.. e caro i suoi prodotti...

    E' proprio grazie agli UTONTI come te se windows è quello che è pue essendo una ciofeca.
    non+autenticato
  • cioè, a parte la pachidermità di .net in generale, ci rendiamo conto che la ms SFRUTTA l'utente finale per il beta testing?
    non+autenticato


  • - Scritto da: DSVsbvBV
    > cioè, a parte la pachidermità di .net in
    > generale, ci rendiamo conto che la ms
    > SFRUTTA l'utente finale per il beta testing?


    1° ti consiglio un buon vocabolario

    2° se vogliamo paragonare la velocità di un applicazione in c# e una in java (che è in giro da anni) non credo che siano molto dissimili.

    3° il .net framework se lo vuoi installare o no lo decidi tu quindi se non vuoi fare da beta testing puoi anche non installarlo (e quindi non rugare le castagne).
    non+autenticato
  • il service pack (l'accezione negativa di 'pacco' la risparmierei per altre situazioni) risolve dei problemi importanti inerenti l'interazione con COM e alcuni aspetti della gestione dei tipi.

    la correzione di problemi riscontrati in questi due aspetti del framework è essenziale: la maggior parte di quelli che iniziano a sviluppare oggi con .NET avrà a che fare con componenti COM, per non parlare della gestione dei tipi, fondamentale a prescindere in quanto è nell'ossatura del CLR.

    per quanto riguarda la sicurezza, vi faccio notare la voce "INFO", piuttosto differente da "FIX". è banalmente un cambiamento di impostazioni di default. chiunque sviluppa un progetto coscienziosamente, imposta i criteri di sicurezza adeguatamente. inutile parlare di sicurezza in SQLServer od Oracle - ad esempio - se lasciate la pw di amministratore a blank o utilizzate "password".

    infine, mi associo allo "sviluppatore italiano" che preferisce frequenti piccoli aggiornamenti piuttosto che un service pack di 100Mb all'anno.

    Matro

    ps. lo "sviluppatore italiano" sono io! Sorride

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)