Il Pakistan oscura Wikipedia

Le autorità del regime di Pervez Musharaff bloccano ogni accesso all'enciclopedia partecipativa, accusata di diffondere le caricature di Maometto

Karachi - La censura pachistana colpisce ancora: dopo aver bloccato l'accesso a tutti i siti ospitati da Blogspot, l'Autorità Pachistana delle Telecomunicazioni ha oscurato l'enciclopedia partecipativa Wikipedia. L'allarme arriva da Help Pakistan, sito gestito da alcuni blogger di Karachi che si battono per la libertà d'espressione nello stato governato da Pervez Musharraf.

Tristemente, le vignette del profeta dell'Islam sono la causa di questo grave avvenimento: "Il governo ha deciso di soffocare l'accesso all'informazione offerta da Wikipedia", dice Awab Alvi, "perché alcuni gruppi politici hanno protestato contro l'enciclopedia, accusata di ospitare alcune immagini offensive nei confronti di Maometto".

All'indomani dello sdegno dei musulmani di tutto il pianeta per le caricature apparse sul quotidiano danese Jyllands Posten, il Pakistan ha creato una lista nera di 12 indirizzi web vietati. "Il problema è che non hanno bloccato le singole pagine incriminate", dice Alvi, "ma direttamente il dominio di secondo livello associato al server che le ospita": milioni di pagine pubblicate su Wikipedia.org sono state così inghiottite dalla spirale del silenzio.
L'amministrazione statale di Karachi controlla in maniera dispotica ogni collegamento con l'estero, stando ad un'analisi pubblicata su Desicritics: il Pakistan Internet Exchange, l'ente che amministra le strutture telematiche nazionali, ha autorità assoluta sulle due dorsali oceaniche e sui pochi collegamenti satellitari che portano Internet all'interno dei confini pachistani.

La situazione pare estremamente sfavorevole ad una apertura nel prossimo futuro ed il governo non sembra intenzionato a liberare Internet dal giogo dei controlli sui contenuti. "Continuiamo comunque a batterci per opporci all'illegittimità d'ogni tipo di censura sui blog e sui siti web", dicono gli attivisti di Help Pakistan.

Secondo Neha Viswanathan, redattore asiatico dell'osservatorio Global Voices, la comunità dei cosiddetti blogger desi, gli utenti provenienti dal sud-est asiatico, è tra le più promettenti al Mondo: "Una presenza freschissima all'interno del panorama dell'informazione indipendente".

Le iniziative anti-censura all'interno della prolifica blogosfera pachistana non hanno tardato a nascere in modo quasi spontaneo: alcuni sostenitori di Help Pakistan hanno creato il portale PKBlogs, un gateway per accedere ai siti bloccati di Blogspot.

Tommaso Lombardi

Update ore 6.00 - Notizie non confermate ma riportate su alcuni blog e network libertari indicano che il blocco su Wikipedia sarebbe stato rimosso. Non vi sono invece notizie sulle ragioni che hanno portato alla censura della celebre enciclopedia web.


TAG: censura
66 Commenti alla Notizia Il Pakistan oscura Wikipedia
Ordina
  • ...si tratta di un evidente caso di prevaricazione utopistica del demagogismo sterile, inserita in un contesto di subcultura parossistica.

    non+autenticato
  • Tapioca, la supercazzola prematurata con scappellamento a a destra e sinistra,alla quinta della setta come se fosse antani! sbiriguda
    non+autenticato
  • avete forse per caso letto i Paralipomeni della Batracomiomachia di Omero?
    non+autenticato
  • Era leopardiCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • ...tanto uichipidia è un ricettacolo di dabbenaggini di bassa lega scritte da un manipolo di idraulici e panettieri la domenica pomeriggio, con velleità accademiche del tutto malriposte.
    non+autenticato
  • Il governo Berlusconi ha fatto bloccare centinaia di siti facendo apparire al loro posto www.aams.it.
    Non ci sono scuse e non stiamo in Pakistan, NON è giustificabile questa censura per qualche euro che finisce all'estero xche qualche imbeccile gioca al casinò online.
    Allora cosa mi dite, voi militanti e troll di FI.... che non è colpa di Tremonti e Berlusconi, ma come al solito colpa dei "comunisti" illiberali oppure dei "coglio....."?
    Alla faccia della "Casa della Libertà".....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Il governo Berlusconi ha fatto bloccare centinaia
    > di siti facendo apparire al loro posto
    > www.aams.it.

    Falso.
    Evidentemente non ti informi.
    Eppure era scritto anche su PI:
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=57671

    "Oggi il blocco di un IP, una procedura di recentissima adozione in Italia, funziona così: le forze dell'ordine, i "cybercop" che non si occupano solo di calcio e P2P ma di una grande varietà di crimini informatici, informano il magistrato inquirente dell'opportunità di chiudere l'accesso ad un IP per far cessare un reato, oppure per boicottare un sito illegale. Questi, se lo ritiene, gira la proposta alla Procura ed è un magistrato, per legge "super partes", a decidere se emettere o meno un decreto di blocco IP."

    Rileggi bene questa parte.

    "...ed è un magistrato, per legge "super partes", a decidere se emettere o meno un decreto di blocco IP."

    Chiaro, fanatico?
    Non ci credi vero? E tutta colpa del berluska, eh gia'. Allora se trovi un decreto del governo in merito, facci sapere numero e data di pubblicazione della Gazzetta Ufficiale.

    non+autenticato
  • Prendo le difese ....

    - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Il governo Berlusconi ha fatto bloccare
    > centinaia
    > > di siti facendo apparire al loro posto
    > > www.aams.it.
    >
    > Falso.
    > Evidentemente non ti informi.
    > Eppure era scritto anche su PI:
    > http://punto-informatico.it/p.asp?i=57671
    >
    > "Oggi il blocco di un IP, una procedura di
    > recentissima adozione in Italia, funziona così:
    > le forze dell'ordine, i "cybercop" che non si
    > occupano solo di calcio e P2P ma di una grande
    > varietà di crimini informatici, informano il
    > magistrato inquirente dell'opportunità di
    > chiudere l'accesso ad un IP per far cessare un
    > reato, oppure per boicottare un sito illegale.
    > Questi, se lo ritiene, gira la proposta alla
    > Procura ed è un magistrato, per legge "super
    > partes", a decidere se emettere o meno un decreto
    > di blocco IP."
    >
    > Rileggi bene questa parte.
    >
    > "...ed è un magistrato, per legge "super partes",
    > a decidere se emettere o meno un decreto di
    > blocco IP."
    >
    > Chiaro, fanatico?

    Per te no vedo ....

    > Non ci credi vero? E tutta colpa del berluska, eh
    > gia'. Allora se trovi un decreto del governo in
    > merito, facci sapere numero e data di
    > pubblicazione della Gazzetta Ufficiale.
    >

    Veramente sei TE che non capisci quello che leggi !

    Il magistrato è OBBLIGATO dalla legge (infatti "super partes" non vuol dire decide lui ma "al di sopra delle parti") di chiudere i siti per disposizioni di legge ... Berlusconiana.

    Dunque non puoi dire FALSO ma VERO anzi VERISSIMO !

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere.

    mda
    783
  • Il potere di bloccare i siti è previsto nell'ultima legge finanziaria.
    Certo che quella finanziaria non è stata fatta da Prodi.
    Purtroppo hai gli occhi bendati o hai subito (come il 50% degli italiani) un lavaggio del cervello da parte di FI & Co.
    non+autenticato
  • Beh ora c'è il Prode Prodi e compagni...perchè non le levano se è veramente così? Colpa ancora del Berlusca? Falliti , ladri e sparacazzate che non siete altro a sinistra...e maledetto il giorno che vi ho votato...
    non+autenticato
  • Premesso che sono ateo da sempre, mi fa schifo che non si dica niente delle vignette contro Dio che da sempre si vedono in giro, specie da fonti legate alla sinistra, mentre invece c'è qualche ******** comunista che persino giustifica gli attacchi alle ambasciate in giro per il mondo o i roghi delle chiese cristiane o le uccisioni di religiosi cristiani in stati che pretenderebbero di entrare in europa (parlo della turchia per chi non lo avesse capito).
    Se l'avessero fatto dei cristiani sarebbe stata la sollevazione popolare dei comunisti.
    Ma siccome lo fanno i loro amici afroislamici allora va tutto bene, anzi hanno ragione e fanno bene.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    blablabla


  • - Scritto da: sathia
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > blablabla
    >

    Quoti scrivendo "bla, bla, bla", ma non è che tu controbatta con qualcosa. In sto modo, non fai altro che sottolineare quanto lui abbia ragione.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: sathia
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > blablabla
    > >
    >
    > Quoti scrivendo "bla, bla, bla", ma non è che tu
    > controbatta con qualcosa. In sto modo, non fai
    > altro che sottolineare quanto lui abbia ragione.
    Evidentemente ha le stesse capacità dialettiche di chi alle vignette reagisce con le violenze.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Premesso che sono ateo da sempre, mi fa schifo
    > che non si dica niente delle vignette contro Dio
    > che da sempre si vedono in giro, specie da fonti
    > legate alla sinistra, mentre invece c'è qualche

    scusa quali?

    > ******** comunista che persino giustifica gli
    > attacchi alle ambasciate in giro per il mondo o i
    > roghi delle chiese cristiane o le uccisioni di

    scusa chi?

    > religiosi cristiani in stati che pretenderebbero
    > di entrare in europa (parlo della turchia per chi
    > non lo avesse capito).

    Il passato governo ha piu volte auspicato l'entrata della Turchia nell'UE

    > Se l'avessero fatto dei cristiani sarebbe stata
    > la sollevazione popolare dei comunisti.
    > Ma siccome lo fanno i loro amici afroislamici
    > allora va tutto bene, anzi hanno ragione e fanno
    > bene.

    Il Pakistan non è in africa, e maometto non è un 'dio'.
    E no, il Pakistan, purtroppo per te, non è comunista.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > ******** comunista che persino giustifica gli
    > > attacchi alle ambasciate in giro per il mondo o
    > i
    > > roghi delle chiese cristiane o le uccisioni di
    >
    > scusa chi?

    Ambasciate e chiese non so ma ricordo bene la canzone "1,10,100,1000 Nassirya" di Casarini e compagnia e l'affermazione di Marco Ferrando: "Noi siamo per il diritto alla rivendicazione popolare irachena contro le nostre truppe". E' vero che poi Rifondazione comunista lo ha silurato ma sono comunque affermazioni pesanti di una parte (spero piccola) dei comunisti.

    >
    > > religiosi cristiani in stati che pretenderebbero
    > > di entrare in europa (parlo della turchia per
    > chi
    > > non lo avesse capito).
    >
    > Il passato governo ha piu volte auspicato
    > l'entrata della Turchia nell'UE

    La Lega Nord è contro e non ha tutti i torti.

    > Il Pakistan non è in africa, e maometto non è un
    > 'dio'.

    Ma è un paese strapieno di fanatismo islamico.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Premesso che sono ateo da sempre, mi fa schifo
    > che non si dica niente delle vignette contro Dio
    > che da sempre si vedono in giro

    ah ti fa schifo quello?

    a me fa schifo che ti venga in mente questo.

    vuoi tornare indietro nella storia?

    queste forme di espressione dovrebbero essere liberissime, su Dio o qualsiasi altra divnità , religione, condizione sociale o umana.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Premesso che sono ateo da sempre, mi fa schifo
    > che non si dica niente delle vignette contro Dio
    > che da sempre si vedono in giro, specie da fonti
    > legate alla sinistra, mentre invece c'è qualche
    > ******** comunista che persino giustifica gli
    > attacchi alle ambasciate in giro per il mondo o i
    > roghi delle chiese cristiane o le uccisioni di
    > religiosi cristiani in stati che pretenderebbero
    > di entrare in europa (parlo della turchia per chi
    > non lo avesse capito).
    > Se l'avessero fatto dei cristiani sarebbe stata
    > la sollevazione popolare dei comunisti.
    > Ma siccome lo fanno i loro amici afroislamici
    > allora va tutto bene, anzi hanno ragione e fanno
    > bene.

    TUTTO FALSO, dove leggi simili fesserie ?

    Ciao
    mda
    783
  • >
    > TUTTO FALSO, dove leggi simili fesserie ?
    >

    Tutto falso no, c'è del vero in quelle affermazioni anche se erano un po' esagerate.


    non+autenticato
  • Vedrete, vedrete, faranno tutto e anche di più anche qua in italia. Lasciamoli entrare, lasciamoli figliare, vedrete vedrete...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Vedrete, vedrete, faranno tutto e anche di più
    > anche qua in italia. Lasciamoli entrare,
    > lasciamoli figliare, vedrete vedrete...

    io aspetto uno scontro cina-islam
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Vedrete, vedrete, faranno tutto e anche di più
    > anche qua in italia. Lasciamoli entrare,
    > lasciamoli figliare, vedrete vedrete...

    Le stesse cose che dicevano dei terroni !

    La storia si ripete .......

    Ciao
    mda
    783
  • > Le stesse cose che dicevano dei terroni !
    >
    > La storia si ripete .......
    >
    > Ciao

    Ma i "terroni" come dici tu avevano la stessa religione, lingua, provenivano dalla stessa nazione dei settentrionali, etc., quindi le differenze erano molto inferiori rispetto a quelle tra un italiano e un musulmano che viene da un mondo completamente diverso. Prova ne è che diversi "terroni" si sono ben integrati al nord nel giro di un po' di anni. Dubito che sarà così per molti musulmani in particolare per quelli più fanatici o come minimo ci vorrà moooolto più tempo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mda
    >
    > Le stesse cose che dicevano dei terroni !
    >
    > La storia si ripete .......

    Qui la situazione è diversa... la storia si ripete, e ogni grande civiltà (etruschi, minoici, egizi, greci, romani...) raggiunge un apice e poi decade, venendo soppiantata da nuovi popoli, spesso tecnologicamente meno avanzati, meno ricchi e con democrazie meno sviluppate, ma più motivati a trovare spazio, magari anche con metodi che tu non applicheresti avendo sviluppato nel corso di centinaia d'anni grandi democrazie con un diritto evoluto. A greci e romani non è forse successo questo?
    Credo che sia semplicemente ciò che sta accadendo alla civiltà occidentale, che è ancora quella che deriva da rinascimento e illuminismo. Gli stati uniti, in virtù del maggiore isolamento, probabilmente resisteranno di più, ma è questione di tempo. Per quando riguarda l'Europa, siamo a fine: bisogna solo vedere chi, fra popolazioni arabe e asiatiche, ci soppianterà. Io credo che saranno le popolazioni arabe: sono più vicine e hanno la forza del fanatismo religioso. I cinesi, per contro, sono molto potenti ma sono lontani e potrebbero non essere interessati a un'espansione europea, mentre africa e medio oriente sono fortemente motivati a lasciare un territorio che spesso non ha abbastanza risorse (o che sono nelle mani di pochi, spesso occidentali).
    non+autenticato
  • > Qui la situazione è diversa... la storia si
    > ripete, e ogni grande civiltà (etruschi, minoici,
    > egizi, greci, romani...) raggiunge un apice e poi
    > decade, venendo soppiantata da nuovi popoli,
    > spesso tecnologicamente meno avanzati, meno
    > ricchi e con democrazie meno sviluppate, ma più
    > motivati a trovare spazio, magari anche con
    > metodi che tu non applicheresti avendo sviluppato
    > nel corso di centinaia d'anni grandi democrazie
    > con un diritto evoluto. A greci e romani non è
    > forse successo questo?
    > Credo che sia semplicemente ciò che sta accadendo
    > alla civiltà occidentale, che è ancora quella che
    > deriva da rinascimento e illuminismo. Gli stati
    > uniti, in virtù del maggiore isolamento,
    > probabilmente resisteranno di più, ma è questione
    > di tempo. Per quando riguarda l'Europa, siamo a
    > fine: bisogna solo vedere chi, fra popolazioni
    > arabe e asiatiche, ci soppianterà. Io credo che
    > saranno le popolazioni arabe: sono più vicine e
    > hanno la forza del fanatismo religioso. I cinesi,
    > per contro, sono molto potenti ma sono lontani e
    > potrebbero non essere interessati a un'espansione
    > europea, mentre africa e medio oriente sono
    > fortemente motivati a lasciare un territorio che
    > spesso non ha abbastanza risorse (o che sono
    > nelle mani di pochi, spesso occidentali).

    Ma per favore!!! Se tutti ragionassero così arrendendosi da subito allora è ovvio che le società decadono...
    Si deve cercare di migliorare la società non di peggiorarla arrendendosi e lasciandola al fato ai primi segnali.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    [CUT]
    > > per contro, sono molto potenti ma sono lontani e
    > > potrebbero non essere interessati a
    > un'espansione
    > > europea, mentre africa e medio oriente sono
    > > fortemente motivati a lasciare un territorio che
    > > spesso non ha abbastanza risorse (o che sono
    > > nelle mani di pochi, spesso occidentali).
    >
    > Ma per favore!!! Se tutti ragionassero così
    > arrendendosi da subito allora è ovvio che le
    > società decadono...
    > Si deve cercare di migliorare la società non di
    > peggiorarla arrendendosi e lasciandola al fato ai
    > primi segnali.

    Purtroppo ha ragione l'anonimo al quale rispondi.
    C'e' un solo modo per evitare tutto questo: impedire loro di venire qui (con qualunque mezzo).
    Adesso arriveranno i babbei ad accusarmi di razzismo, la verità è che avevano ragione i latini "mors tua, vita mea" e della loro vita (degli arabi) non me ne frega niente.

    Saluti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Purtroppo ha ragione l'anonimo al quale rispondi.
    > C'e' un solo modo per evitare tutto questo:
    > impedire loro di venire qui (con qualunque
    > mezzo).
    > Adesso arriveranno i babbei ad accusarmi di
    > razzismo, la verità è che avevano ragione i
    > latini "mors tua, vita mea" e della loro vita
    > (degli arabi) non me ne frega niente.

    Non la metterei giu' in termini cosi' duri, ma sono daccordo con te.

    Questa gente animata dal fanatismo religioso non ha rispetto per nulla e per nessuno. Tantomeno per noi nella nostra stessa terra.

    Quando si parla di "integrazione razziale" con i musulmani semplicemente vuol dire che NOI dobbiamo adattarci a LORO.

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)