Apache 2.0, il Re torna a ruggire

Il celebre e più diffuso server Web torna a scuotere il mercato con una nuova versione, la 2.0, che promette più prestazioni e maggiori funzionalità avanzate. Anche su Windows

Santa Clara (USA) - Come a rispondere a tutti i dubbi e le preoccupazioni generate nella comunità open source dall'ultimo sondaggio di Netcraft, secondo il quale Apache starebbe cedendo importanti quote di mercato a Internet Information Server di Microsoft, l'Apache HTTP Server Project ha finalmente annunciato il rilascio della versione definitiva di Apache 2.0, una nuova e attesissima release che dovrebbe portare il noto server Web open source a competere ancor più da vicino con i prodotti commerciali.

Sebbene lo scorso novembre Covalent, l'azienda che lavora a stretto contatto con il team di sviluppo di Apache, avesse già rilasciato - ritenendolo sufficientemente maturo e stabile - un prodotto commerciale basato sul codice di Apache 2.0, l'Apache Software Foundation preferì prendere tempo e concludere con tutta calma la lunga e delicata fase di testing.

Apache 2.0, che fa girare il sito Apache.org dal dicembre del 2000, è ora pronto per rimpiazzare la vecchia versione 1.3 e portare, sugli oltre 20 milioni di siti che secondo Netcraft adottano il server Web open source, tutta una serie di nuove funzionalità e migliorie, fra cui un sensibile incremento nelle prestazioni in tutte le piattaforme per cui è disponibile, compreso Windows.
Apache 2.0 rappresenta infatti una delle maggiori riscritture del codice di questo software e promette di essere più facile da configurare e meglio integrato con tutti i sistemi operativi supportati, in particolare Windows.

Fra le maggiori novità vi sono il pieno supporto a IPv6, il nuovo protocollo che dovrebbe rendere più stabile Internet e fornire un numero pressoché infinito di indirizzi IP; l'introduzione di moduli per il multiprocessing (MPM), una funzionalità che consente più flessibilità nella gestione delle richieste; l'Apache Portable Run-Time (APR), che permette una maggiore interoperabilità fra piattaforme diverse; filtri più potenti e sofisticati per l'automazione di processi di trasformazione e conversione delle pagine Web.

La nuova versione di Apache può essere scaricata qui ed è disponibile per le seguenti piattaforme: Unix, BeOS, OS/2, Windows e Netware. È possibile trovare la lista di tutte le nuove funzionalità introdotte da Apache 2.0 in questa pagina.
70 Commenti alla Notizia Apache 2.0, il Re torna a ruggire
Ordina
  • http://www.eweek.com/article/0,3658,s=701&a=25615,...

    ecco i test effettuati da eWeek.

    Le prestazioni di Apache su win2000 eguagliano quelle di iis, ormai.

    Invece la sicurezza è sempre quella di un prodotto open source: migliore

    Provate a installare Apache ache su windows. Ne vale la pena.

    non+autenticato
  • Scusate ho non ho capito ho ancora non c'è ma la versione per windows w2k con l'estensione .msi da dove la scarico ho trovato la 1.3.24 ma la 2 proprio non la trovo mi potete aiutare!!!

    Grazie
    non+autenticato
  • - Scritto da: blade
    > Scusate ho non ho capito ho ancora non c'è
    > ma la versione per windows w2k con
    > l'estensione .msi da dove la scarico ho
    > trovato la 1.3.24 ma la 2 proprio non la
    > trovo mi potete aiutare!!!
    >
    > Grazie

    Riporto:

    Re: come installarlo su win
       di mi rispondo da solo (non registrato) del 08/04/02 (3:21)

    - Scritto da: un cretino qualsiasi
    > salve
    > non avendo l'intenzione di compilarmelo
    > nel web site apache e' indicsto di scaricare
    > la versione per win, .msi la quale include
    > la possibiliyta' di installarlo con il
    > Microsoft Installer......ma non e' presente
    > nel file zippato
    > dove lo trovo'?
    >
    > sotto linux nessun problema ma volevo
    > installarlo sotto win
    > grazie

    A Win32 MSI installer will be made available shortly

    non+autenticato
  •         
    non+autenticato
  • salve
    non avendo l'intenzione di compilarmelo
    nel web site apache e' indicsto di scaricare la versione per win, .msi la quale include la possibiliyta' di installarlo con il Microsoft Installer......ma non e' presente nel file zippato
    dove lo trovo'?

    sotto linux nessun problema ma volevo installarlo sotto win
    grazie
    non+autenticato


  • - Scritto da: un cretino qualsiasi
    > salve
    > non avendo l'intenzione di compilarmelo
    > nel web site apache e' indicsto di scaricare
    > la versione per win, .msi la quale include
    > la possibiliyta' di installarlo con il
    > Microsoft Installer......ma non e' presente
    > nel file zippato
    > dove lo trovo'?
    >
    > sotto linux nessun problema ma volevo
    > installarlo sotto win
    > grazie

    A Win32 MSI installer will be made available shortly
    non+autenticato
  • > la possibiliyta' di installarlo con il
    > Microsoft Installer......ma non e' presente
    > nel file zippato
    > dove lo trovo'?
    lo dice il nome...microsoft installer....cerca sul sito di ms*.* (cira 1.5 mega) quindi tanto vale a quel punto scaricare l'exe...
    comunque la ver per win non c'e ancora...prova fra una settimana piu o meno...dovrebbe esserci...

    non+autenticato
  • L'unico vantaggio di Iis rispetto ad Apache, che io sappia, è che può essere configurato correttamente da qualsiasi cretino.

    Peccato che possa anche essere hackerato da qualsiasi cretino.
    non+autenticato
  • > L'unico vantaggio di Iis rispetto ad Apache,
    > che io sappia, è che può essere configurato
    > correttamente da qualsiasi cretino.

    Mi sembra un passo avanti verso la Liberta' se qualiasi persona puo' configurare un prodotto software inoltre un altro vantaggio e' quello di non essere obbligati a rivolgersi ai guru che detto fra noi mi restano un pochino antipatici.

    Ciao Antonio
    non+autenticato
  • se le parole che vuoi dire non sono migliori del silenzio, non dirle.

    - proverbio cinese -
    non+autenticato


  • - Scritto da: godzilla
    > se le parole che vuoi dire non sono migliori
    > del silenzio, non dirle.
    >
    > - proverbio cinese -

    e una rondella non fa primavera per cui mi dona un nuovo carro munito di lanciarazzi

    - elio e le storie tese -

    non+autenticato


  • - Scritto da: ZioBill
    >
    >
    > - Scritto da: godzilla
    > > se le parole che vuoi dire non sono
    > migliori
    > > del silenzio, non dirle.
    > >
    > > - proverbio cinese -
    >
    > e una rondella non fa primavera per cui mi
    > dona un nuovo carro munito di lanciarazzi
    >
    > - elio e le storie tese -
    >


    per bombardare in maniera costante la donna volante

    - sempre elio -
    non+autenticato
  • A me sembra un passo verso la libertà il poter usare qualsiasi computer, e questo Windows non te lo consente. Beato te che hai i soldi. Io è da molto che vorrei cambiare computer. Libertà è open source, freeware. Mi sa che hai scelto la parola sbagliata.

    E non dire cazzate... non so cosa intendi per guru ma i server 9 casi su 10 li usano le società, ed è normale che vengano installati e mantenuti da un professionista.

    Se poi vuoi installartene uno a casa, ti si chiede semplicemente di comprare un manuale e leggertelo, per installare Apache per usi non professionali non bisogna certo essere dei geni.

    Se non lo sai, significa che non l'hai mai provato (o che sei scemo). E se non l'hai mai provato non capisco perchè ne parli.


    - Scritto da: Antonio
    > > L'unico vantaggio di Iis rispetto ad
    > Apache,
    > > che io sappia, è che può essere
    > configurato
    > > correttamente da qualsiasi cretino.
    >
    > Mi sembra un passo avanti verso la Liberta'
    > se qualiasi persona puo' configurare un
    > prodotto software inoltre un altro vantaggio
    > e' quello di non essere obbligati a
    > rivolgersi ai guru che detto fra noi mi
    > restano un pochino antipatici.
    >
    > Ciao Antonio
    non+autenticato
  • Ho comprato il manuale per configurare Apache! Nella prima libreria dove ho chiesto mi hanno risposto "Vuoi un libro sulla storia degli Indiani d'america"? Allora ho riprovato in un'altra libreria. Mi volevano affibbiare "Windows for dummies". Commento: AS IF! Nella terza l'ho finalmente trovato. Ma ho disperatamente bisogno d'aiuto! Non riesco a leggerlo. Sto cliccando con il dito ma il libro non si apre!! AIUTOOOO!!!!
    :)

    - Scritto da: Federico
    > A me sembra un passo verso la libertà il
    > poter usare qualsiasi computer, e questo
    > Windows non te lo consente. Beato te che hai
    > i soldi. Io è da molto che vorrei cambiare
    > computer. Libertà è open source, freeware.
    > Mi sa che hai scelto la parola sbagliata.
    >
    > E non dire cazzate... non so cosa intendi
    > per guru ma i server 9 casi su 10 li usano
    > le società, ed è normale che vengano
    > installati e mantenuti da un professionista.
    >
    > Se poi vuoi installartene uno a casa, ti si
    > chiede semplicemente di comprare un manuale
    > e leggertelo, per installare Apache per usi
    > non professionali non bisogna certo essere
    > dei geni.
    >
    > Se non lo sai, significa che non l'hai mai
    > provato (o che sei scemo). E se non l'hai
    > mai provato non capisco perchè ne parli.
    >
    >
    > - Scritto da: Antonio
    > > > L'unico vantaggio di Iis rispetto ad
    > > Apache,
    > > > che io sappia, è che può essere
    > > configurato
    > > > correttamente da qualsiasi cretino.
    > >
    > > Mi sembra un passo avanti verso la
    > Liberta'
    > > se qualiasi persona puo' configurare un
    > > prodotto software inoltre un altro
    > vantaggio
    > > e' quello di non essere obbligati a
    > > rivolgersi ai guru che detto fra noi mi
    > > restano un pochino antipatici.
    > >
    > > Ciao Antonio
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonio
    > Mi sembra un passo avanti verso la Liberta'
    > se qualiasi persona puo' configurare un
    > prodotto software inoltre un altro vantaggio
    > e' quello di non essere obbligati a
    > rivolgersi ai guru che detto fra noi mi
    > restano un pochino antipatici.
    >
    > Ciao Antonio
    scusa ma la mia liberta' di non vedermi mangiare banda da IIS infettati o script kid che cercano IIS da bucare? Poi non bisogna certo essere dei guru per mettere su apache, esistono tonnellate di documentazione in merito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonio
    > Mi sembra un passo avanti verso la Liberta'
    > se qualiasi persona puo' configurare un
    > prodotto software inoltre un altro vantaggio
    > e' quello di non essere obbligati a
    > rivolgersi ai guru che detto fra noi mi
    > restano un pochino antipatici.

    Se tu ti configuri un server da solo (IIS, Apache o qualsiasi altro) le possibilità sono solo due:
    1. Sei un guru e quindi ti stai antipatico
    2. Non ti server per usi professionali e quindi anche un cretino come me può installare Apache (ma IIS non sono capace...)
    non+autenticato
  • > 2. Non ti server per usi professionali e
    > quindi anche un cretino come me può
    > installare Apache (ma IIS non sono
    > capace...)
    guarda che lo puo fare chiunque (e lo fa sopratutto per usi "professionali", chiunque intendo)...
    mica e un big deal...installare e configurare un software...la differenza tra esperto e normal user e il tempo che ci mette...
    non+autenticato
  • - Scritto da: blah
    > > 2. Non ti server per usi professionali e
    > > quindi anche un cretino come me può
    > > installare Apache (ma IIS non sono
    > > capace...)
    > guarda che lo puo fare chiunque (e lo fa
    > sopratutto per usi "professionali", chiunque
    > intendo)...
    > mica e un big deal...installare e
    > configurare un software...la differenza tra
    > esperto e normal user e il tempo che ci
    > mette...

    No, la differenza è la qualità e la sicurezza dell'installazione. Almeno questa è la motivazione portata di solito in difesa di IIS: "Sì, è facile da installare, ma per configurarlo bene ci vuole un esperto lo stesso".
    Sono sostanzialmente d'accordo con questa frase.
    non+autenticato
  • tra le _rivoluzionarie_ novità:
    Supporto IPv6
    Supporto a Unicode
    Multithreaded engine
    mod_ssl
    mod_auth_digest
    peccato arrivino quando la concorrenza (e _non_ intendo necessariamente MS) c'era già arrivata da _almeno_ 2 anni... :-/
    non+autenticato
  • peccato che c'erano le beta (funzionanti) sul sito dalla fine del 2000...
    e peccato che e gratis...gia...

    - Scritto da: precisino
    > tra le _rivoluzionarie_ novità:
    > Supporto IPv6
    > Supporto a Unicode
    > Multithreaded engine
    > mod_ssl
    > mod_auth_digest
    > peccato arrivino quando la concorrenza (e
    > _non_ intendo necessariamente MS) c'era già
    > arrivata da _almeno_ 2 anni... :-/
    non+autenticato
  • In un ambiente di produzione non si usa mai una beta (per quanto ben fatto possa essere).
    Per le mani devo avere almeno una versione definitiva (e comunque sarebbe meglio aspettare un po' per vedere se escono bachi o problemi).
    Ovviamente si tratta di una condizione necessaria (deve almeno essere una versione definitiva) e non sufficiente (non basta solamente che sia una versione definitiva)

    - Scritto da: blah
    > peccato che c'erano le beta (funzionanti)
    > sul sito dalla fine del 2000...
    > e peccato che e gratis...gia...
    >
    > - Scritto da: precisino
    > > tra le _rivoluzionarie_ novità:
    > > Supporto IPv6
    > > Supporto a Unicode
    > > Multithreaded engine
    > > mod_ssl
    > > mod_auth_digest
    > > peccato arrivino quando la concorrenza (e
    > > _non_ intendo necessariamente MS) c'era
    > già
    > > arrivata da _almeno_ 2 anni... :-/
    non+autenticato


  • - Scritto da: Rompi.B
    > In un ambiente di produzione non si usa mai
    > una beta (per quanto ben fatto possa
    > essere).
    > Per le mani devo avere almeno una versione
    > definitiva (e comunque sarebbe meglio
    > aspettare un po' per vedere se escono bachi
    > o problemi).
    Wow! Coincide con la mia filosofia: qualsiasi prodotto M$ si installa non prima di 12/18 mesi DOPO la sua prima uscita ufficiale...Sorride

    > Ovviamente si tratta di una condizione
    > necessaria (deve almeno essere una versione
    > definitiva) e non sufficiente (non basta
    > solamente che sia una versione definitiva)

    Mah... secondo me una beta ben fatta e' meglio di certe "versioni definitive"... il tuo approccio mi sembra un po' troppo semplicistico

    ciao
    non+autenticato

  • > > In un ambiente di produzione non si usa
    > mai
    > > una beta (per quanto ben fatto possa
    > > essere).
    > > Per le mani devo avere almeno una versione
    > > definitiva (e comunque sarebbe meglio
    > > aspettare un po' per vedere se escono
    > bachi
    > > o problemi).
    > Wow! Coincide con la mia filosofia:
    > qualsiasi prodotto M$ si installa non prima
    > di 12/18 mesi DOPO la sua prima uscita
    > ufficiale...Sorride
    >

    infatti circa due anni dopo dalla sua uscita, IIS 5 con windows 2000 ha rosicchiato piu' del 4% ad apache...
    evidentemente e' pratica molto diffusa...

    > > Ovviamente si tratta di una condizione
    > > necessaria (deve almeno essere una
    > versione
    > > definitiva) e non sufficiente (non basta
    > > solamente che sia una versione definitiva)
    >
    > Mah... secondo me una beta ben fatta e'
    > meglio di certe "versioni definitive"... il
    > tuo approccio mi sembra un po' troppo
    > semplicistico
    >

    secondo me non conta...
    se si pianta un server con un milgiaio di clienti in hosting e si scopre che ci girava una beta... come lo giustifichi?

    ciao
    non+autenticato
  • >
    > secondo me non conta...
    > se si pianta un server con un milgiaio di
    > clienti in hosting e si scopre che ci girava
    > una beta... come lo giustifichi?

    Piu' o meno come quando ti capita la stessa cosa con IIS o con un qualsiasi altro server "in versione definitiva"Sorride
    Che razza di discorso e'? Se si pianta si pianta. Punto e basta. I tuoi clienti vedono solo quello. Quindi vedi che il mio discorso torna? Chi se ne frega se e' una beta? Se sta in piedi ed e' affidabile, tanto basta.

    ciao

    non+autenticato

  • > > secondo me non conta...
    > > se si pianta un server con un milgiaio di
    > > clienti in hosting e si scopre che ci
    > girava
    > > una beta... come lo giustifichi?
    >
    > Piu' o meno come quando ti capita la stessa
    > cosa con IIS o con un qualsiasi altro server
    > "in versione definitiva"Sorride
    > Che razza di discorso e'? Se si pianta si
    > pianta. Punto e basta. I tuoi clienti vedono
    > solo quello. Quindi vedi che il mio discorso
    > torna? Chi se ne frega se e' una beta? Se
    > sta in piedi ed e' affidabile, tanto basta.
    >
    > ciao
    >

    evidentemente tu non rispondi di persona di quello
    che fai.
    O non te ne assumi la responsabilita'.

    Ciao
    non+autenticato
  • > evidentemente tu non rispondi di persona di
    > quello
    > che fai.
    > O non te ne assumi la responsabilita'.

    Ciccino bello, datti una calmata... se hai voglia di insultare qualcuno, trovati uno specchio e sfogati.



    non+autenticato


  • - Scritto da: *^*
    > > evidentemente tu non rispondi di persona
    > di
    > > quello
    > > che fai.
    > > O non te ne assumi la responsabilita'.
    >
    > Ciccino bello, datti una calmata... se hai
    > voglia di insultare qualcuno, trovati uno
    > specchio e sfogati.

    se questi sono insulti, allora vivi su un altro pianeta..Sorride)
    Intanto non sono ciccino, e ho solo fatto una constatazione.
    Una beta per definizione non e' adatta a sistemi di produzione.
    Ora, se io la metto come server di prova ok.
    Se la metto su un server in produzione e per disgrazia succede qualcosa, al cliente potrebbe anche non fregargliene niente, al mio responsabile magari si.
    Non rischio la figuraccia solo perche' "a naso", una cosa e' stabile.
    Tutto qui.
    Poi se ti vuoi offendere, liberissimo di farlo.

    Ciao
    non+autenticato
  • > se questi sono insulti, allora vivi su un
    > altro pianeta..Sorride)

    > Intanto non sono ciccino, e ho solo fatto
    > una constatazione.
    No, mi hai dato dell'irresponsabile. E in italiano, sul pianeta Terra, questo e' un insulto. Io sono libero di pensare ogni cosa, anche di "constatare" che secondo me una persona e' imbecille ma se lo dico/scrivo in pubblico io INSULTO PUBBLICAMENTE quella persona. Punto e basta. Altro che constatazione.

    > Non rischio la figuraccia solo perche' "a
    > naso", una cosa e' stabile.
    dove hai letto, nei miei messaggi, la locuzione "a naso"? O ce l'hai aggiunta cosi', giusto per sottolineare nuovamente la mia irresponsabilita'?

    > Tutto qui.
    > Poi se ti vuoi offendere, liberissimo di
    > farlo.
    Gia' fatto, grazie.

    non+autenticato
  • > > se questi sono insulti, allora vivi su un
    > > altro pianeta..Sorride)
    >
    > > Intanto non sono ciccino, e ho solo fatto
    > > una constatazione.
    > No, mi hai dato dell'irresponsabile. E in
    > italiano, sul pianeta Terra, questo e' un
    > insulto. Io sono libero di pensare ogni
    > cosa, anche di "constatare" che secondo me
    > una persona e' imbecille ma se lo
    > dico/scrivo in pubblico io INSULTO
    > PUBBLICAMENTE quella persona. Punto e basta.
    > Altro che constatazione.
    >

    no guarda
    ho capito.
    Forse mi sono spiegato male.
    Ho detto "non ti assumi la responsabilita' di quello che fai".
    Che non e' "sei un irresponsabile", ma bensi' un piu' leggero "se succede qualcosa al server, non succede nulla a te".
    Niente di piu' niente di meno.

    > > Non rischio la figuraccia solo perche' "a
    > > naso", una cosa e' stabile.
    > dove hai letto, nei miei messaggi, la
    > locuzione "a naso"? O ce l'hai aggiunta
    > cosi', giusto per sottolineare nuovamente la
    > mia irresponsabilita'?
    >

    a naso, vuol dire che non e' ufficiale.
    Ma stai scatenando una tempesta in un bicchiere
    d'acqua.
    Se un software e' classificato come "beta", non posso ragionevolmente assumere che sia piu' stabile di uno classificato come "stable", se non per una mia iniziativa personale.
    Tutto qui, quindi se lo faccio, sto prendendo un rischio, e se prendo un rischio, puo' anche andare male.

    > > Tutto qui.
    > > Poi se ti vuoi offendere, liberissimo di
    > > farlo.
    > Gia' fatto, grazie.
    >
    non+autenticato