Per scoprire l'età basta una foto

Kodak ha progettato un sistema per identificare l'età naturale dei soggetti fotografati: misura i tempi di reazione della pupilla alla luce artificiale del flash

Roma - Per scoprire l'età di una persona, in futuro, potrebbe bastare un semplice scatto fotografico. Kodak, noto produttore di apparecchi fotografici, è in attesa del placet statunitense per l'approvazione d'un brevetto decisamente singolare: una tecnologia che analizza le pupille dei soggetti immortalati e ne estrapola l'età biologica .

Il sistema è uno spinoff di un problema causato dal diffusissimo flash, il cosiddetto effetto "occhi rossi" tanto fastidioso quanto facilmente correggibile attraverso appositi software. La tecnologia di Kodak, infatti, misura il tempo di reazione delle pupille alla luce artificiale del flash inducendo le stesse condizioni illuminotecniche dell'effetto "occhi rossi".

Col passare del tempo, gli occhi di una persona diventano sempre meno reattivi ed impiegano sempre più tempo per adattarsi all'illuminazione ambientale. L'effetto "occhi rossi" è la diretta conseguenza della contrazione pupillare, una funzione fisiologica che rallenta nel processo naturale d'invecchiamento.
Le applicazioni della tecnologia, secondo i portavoce di Kodak, permetteranno la creazione di una macchina fotografica per identificare l'età di una persona : basterà catturare un'immagine ed analizzarla con un apposito software integrato. La dimensione del "punto rosso" sugli occhi causato dal flash, dicono i ricercatori Kodak, è inversamente proporzionale agli anni d'età naturale trascorsi.
TAG: ricerca
12 Commenti alla Notizia Per scoprire l'età basta una foto
Ordina
  • Da oggi non accetteranno più di farsi fare foto, per non svelare la loro età.Angioletto
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Da oggi non accetteranno più di farsi fare foto,
    > per non svelare la loro età.Angioletto
    >

    E' una delle solite "invenzioni" che, nascondendosi sotto principi buoni, vanno in realtà ad intaccare la privacy delle persone in modo pesante.

    C'è da dire che, per lo meno questa volta, non si tratta di una tecnologia inserita appositamente a questo scopo o in modo nascosto come spesso si fa, ma semplicemente sfrutta informazioni fisiologiche che vengono memorizzate senza che questo ne fosse l'intento.

    Ho comunque i miei forti dubbi che una cosa del genere possa reggere in tribunale, seppur il principio possa forse essere funzionante bisogna considerare che non siamo tutti uguali e la velocità di chiusura del cristallino potrebbe essere influenzata da molti aspetti esterni che non dipendono dall'età.

    Mi pare poi fin troppo chiaro che questo mezzo non sarebbe usato per lo scopo prefisso, ossia individuare se le persone ritratte nelle foto sono bambini o meno visto che un bambino lo riconosci subito senza bisogno dei loro trucchetti... piuttosto per identificare l'età di adolescenti che potrebbero essere minorenni e questa secondo me è una pagliacciata bella e buona, un semplice pretesto per sbattere in galera persone che non hanno fatto assolutamente nulla di male. E' infatti ridicolo che si possa fare sesso con un 14enne ma non si possa conservare delle sue foto. Se un 14enne (come ritengo) è in grado di essere consenziente ad un rapporto allora è sicuramente capace di decidere se farsi fare una foto, un video o quello che ti pare.

    Trattasi dunque di una tecnologia che non ha nessun vantaggio pratico se non quello di criminalizzare comportamenti del tutto naturali e umani e ledere in modo pesante alla privacy delle persone.
    non+autenticato
  • la velocità di chiusura del cristallino


    HAAAAAAAAAAHHAH ma va? Hai il cristallino mobile? Che bestia...
    xr2002
    3406

  • - Scritto da:
    >
    > Mi pare poi fin troppo chiaro che questo mezzo
    > non sarebbe usato per lo scopo prefisso, ossia
    > individuare se le persone ritratte nelle foto
    > sono bambini o meno visto che un bambino lo
    > riconosci subito senza bisogno dei loro
    > trucchetti... piuttosto per identificare l'età di
    > adolescenti che potrebbero essere minorenni e
    > questa secondo me è una pagliacciata bella e
    > buona, un semplice pretesto per sbattere in
    > galera persone che non hanno fatto assolutamente
    > nulla di male. E' infatti ridicolo che si possa
    > fare sesso con un 14enne ma non si possa
    > conservare delle sue foto. Se un 14enne (come
    > ritengo) è in grado di essere consenziente ad un
    > rapporto allora è sicuramente capace di decidere
    > se farsi fare una foto, un video o quello che ti
    > pare.

    Non è quello che prevede la legge AFAIK, almeno se l'altro partner coinvolto è maggiorenne.

    >
    > Trattasi dunque di una tecnologia che non ha
    > nessun vantaggio pratico se non quello di
    > criminalizzare comportamenti del tutto naturali
    I comportamenti "naturali" di questo tipo presuppongono un consenso maturo, altrimenti si chiamano pedofilia. Mi spiace, ma se alludevi alle campagne dei pro-rapporti tra adulti e minorenni under 14 non mi trovi d'accordo.

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Non è quello che prevede la legge AFAIK, almeno
    > se l'altro partner coinvolto è
    > maggiorenne.

    Hai detto bene, AFAIK... e ne sai poco evidentemente.
    Vai a leggertela la legge.

    > I comportamenti "naturali" di questo tipo
    > presuppongono un consenso maturo, altrimenti si
    > chiamano pedofilia. Mi spiace, ma se alludevi
    > alle campagne dei pro-rapporti tra adulti e
    > minorenni under 14 non mi trovi
    > d'accordo.

    Ho parlato di under 14? Dove? Potresti per favore indicarmi la frase?
    non+autenticato
  • Quindi immagino basti non usare il flash.
    non+autenticato
  • A proposito, a quando l'algoritmo per individuare nome, cognome e codice fiscale dei soggetti inquadrati?
    non+autenticato
  • Quando ti deciderai a mostrare la carta di identita' durante le foto.
    non+autenticato
  • "La dimensione del "punto rosso" sugli occhi causato dal flash, dicono i ricercatori Kodak, è inversamente proporzionale agli anni d'età naturale trascorsi."
    Penso ci sarà da ridere !
    Ma che brevetto assurdo ! A bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > "La dimensione del "punto rosso" sugli occhi
    > causato dal flash, dicono i ricercatori Kodak, è
    > inversamente proporzionale agli anni d'età
    > naturale
    > trascorsi."
    > Penso ci sarà da ridere !
    > Ma che brevetto assurdo ! A bocca apertaA bocca aperta


    oh, anche i ricercatori Kodak hanno una famiglia da mantenere....e fateli lavorà! Occhiolino
    non+autenticato


  • - Scritto da:
    > "La dimensione del "punto rosso" sugli occhi
    > causato dal flash, dicono i ricercatori Kodak, è
    > inversamente proporzionale agli anni d'età
    > naturale
    > trascorsi."
    > Penso ci sarà da ridere !

    e perche' mai.

    > Ma che brevetto assurdo ! A bocca apertaA bocca aperta

    Gia', tanto assurdo che ci puoi fare soldi a palate.
    non+autenticato
  • e a quando un brevetto per smascherare quel quasi 50% di italiani che si ostinano a votare per berlusconi?
    non+autenticato