Videocamere, ecco il miniDVD high-def

I colossi giapponesi Sony e Panasonic hanno annunciato un nuovo formato video per le videocamere digitali basato sul codec MPEG4. Chiamato AVCHD, il neo formato supporta l'alta definizione (HD) e l'audio multicanale

Tokyo (Giappone) - Insieme a Matsushita Electric Industrial, meglio nota come Panasonic, Sony ha partorito un nuovo formato di registrazione video pensato per portare l'alta definizione nelle videocamere consumer.

Chiamato AVCHD, acronimo diAdvanced Video Coding High Definition , il neo formato utilizza i supporti ottici mini-DVD da 8 centimetri e il codec di compressione MPEG-4 AVC/H.264, uno standard già ampiamente affermatosi sia nel mondo del broadcasting che in quello mobile.

AVCHD supporta la registrazione del video adifferenti risoluzioni e frame rate , inclusi 1080i per 60 frame per secondo (FPS), 1080p per 24 FPS, 720p per 60 FPS e 576i per 50 FPS, mentre per l'audio è in grado di utilizzare la tecnologia Dolby Digital (AC-3) a 5.1 canali o quella Linear PCM a 7.1 canali.
Secondo Sony, un disco AVCHD è in grado di memorizzare circa20 minuti di video in alta definizionecon qualità "media". Una capacità decisamente inferiore ai 60 minuti offerti dai nastri MiniDV (sia in definizione standard che alta), e tuttavia non distante dalla mezz'ora oggi ottenibile, in definizione standard, dall'abbinata mini-DV/MPEG2.

A fronte di una capacità piuttosto scarsa, i mini-DVD offrono agli utenti, specie quelli consumer,almeno due vantaggi : la possibilità di saltare velocemente da un punto all'altro della registrazione e quella di riprodurli direttamente su di un computer (per mezzo di un apposito player software). Resta da vedere se queste due caratteristiche, insieme all'ampio supporto di risoluzioni supportate, basteranno per fare di AVCHD il formato standard delle videocamere digitali HD.

Sony e Panasonic informano che le licenze del proprio formato saranno pronte nei prossimi mesi.
19 Commenti alla Notizia Videocamere, ecco il miniDVD high-def
Ordina
  • vorrei acquistare una videocamera miniDV, budget da 300 a 400 Euro circa. In un centro mi hanno consigliato la Canon MD 101 o la Sony DCR-HC27E (entrambe a 299 Euro). Mi potete dire se meritano o è meglio lasciar perdere? Avete altri consigli, attendo. grazie
  • Stanno uscendo decine di codec lossless ad alta efficienza (ci stiamo avvicinando al DV), giusto per citarne un paio:

    http://www.compression.ru/video/ls-codec/index_en....
    http://usuarios.lycos.es/lzocodec/

    Non sarebbe il caso, invece di andare alle alte definizioni, di migliorare quelle attuali ?

    Marco Ravich
    non+autenticato
  • ma non si fa un po' di confusione?
    mini dv mini dvd usati come sinonimi mentre sono
    uno un disco e l'altro un nastro...
    si dice che il nastro (miniDV) è riproducibile su pc
    tramite apposito player...

    ma cosa state dicendo?

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ma non si fa un po' di confusione?
    > mini dv mini dvd usati come sinonimi mentre sono
    > uno un disco e l'altro un nastro...
    > si dice che il nastro (miniDV) è riproducibile su
    > pc
    > tramite apposito player...
    >
    > ma cosa state dicendo?
    >
    EHEHE... mi sa che in redazione sentono ancora gli effetti del fine settiman...

    passare ai correttori di bozze!
    non+autenticato
  • Ormai le sigle sono le stesse per identificare più prodotti. Bisogna indovinare questi prodotti in base al contesto in cui sono utilizzate le stesse sigle, come HD che può indicare sia l'hard disk che l'high definition. Leggere un articolo di tecnologia oggi come oggi richiede un notevole sforzo di concentrazione. Andando avanti di questo passo sarà il caos più totale.
    PerplessoIn lacrime
    non+autenticato
  • Possiedo già dallo scorso anno una videocamera Sony HDR-HC1 che registra in alta definizione (1080i) ed incide sulle comunissime cassettine MiniDV con compressione MPEG2 e 25Mbit di bitstream. Un ora di filmato in alta definizione dove a parte rarissimi casi artefatti ed errori di compressione sono praticamente esenti. Una qualità di gran lunga superiore di quella che potrebbe offrire un MPEG4 (solo leggermente superiore come formato di codifica all'MPEG2) ma con un bitstream inferiore ad 8Mbit (quello de suporti miniDVD).
    non+autenticato
  • senza contare che mancano una vagonata di frame...
    voglio vedere chi fa video editing...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > senza contare che mancano una vagonata di frame...
    > voglio vedere chi fa video editing...

    ?? Mancano i frame ? Ma che dici ?
    I frame si ricostruiscono, altrimenti neanche potresti vedere il filmato quando viene decodificato.
    Poi dipende tutto dal programma di editing che uno usa. Se è mediocre non avrà precisione, se è scritto bene può dare precisione totale quando si fa l'editing di un flusso MPEG
    non+autenticato
  • forse dimentichi la differenza tra lossy e lossless. Se a monte c'è una perdita di dati, come nel formato mpeg4, e questa perdita di dati comprende interi frame, la ricostruzione è per forza di cose approssimativa.
    E' come parlare di mp3 a 128k e di audio editing...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > forse dimentichi la differenza tra lossy e
    > lossless. Se a monte c'è una perdita di dati,
    > come nel formato mpeg4, e questa perdita di dati
    > comprende interi frame, la ricostruzione è per
    > forza di cose
    > approssimativa.
    > E' come parlare di mp3 a 128k e di audio
    > editing...

    Guarda che il formato DV è lossy come M-JPEG. Nessun prodotto consumer o prosumer è in grado di lavorare in formato lossless, il bitrate sarebbe troppo alto.

    E comunque la ricostruzione dei dati da flussi MPEG-4 è oramai praticamente perfetta anche con sistemi non professionali. Dire che ci sono problemi di qualità a lavorarci non è esatto. Dipende da che programmi uno usa per farlo.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > forse dimentichi la differenza tra lossy e
    > > lossless
    > Guarda che il formato DV è lossy come M-JPEG.
    > Nessun prodotto consumer o prosumer è in grado di
    > lavorare in formato lossless, il bitrate sarebbe
    > troppo alto.

    Scusa ma credo che tu ti riferisca all'esistente e non al possibile.
    Esistono metodologie di compressione lossless che hanno bitrate del tutto paragonabili al DV.
    Ad esempio, io utilizzo HUFFYUV (http://neuron2.net/www.math.berkeley.edu/benrg/huf...), che è lossless e a risoluzione PAL (720x576) ha un bitrate appena superiore al M-JPEG del DV (25 GByte per ora contro 16), oltre ad essere in tempo reale sulle macchine oggi disponibili.
    Implementato in hardware sarebbe un alternativa non male al DV, comunque la differenza di bitrate è modesta, e a mio modesto parere non rientra nella definizione di "troppo alto", che implica ingestibile.

    Ciao
    non+autenticato

  • > E comunque la ricostruzione dei dati da flussi
    > MPEG-4 è oramai praticamente perfetta anche con
    > sistemi non professionali. Dire che ci sono
    > problemi di qualità a lavorarci non è esatto.
    > Dipende da che programmi uno usa per
    > farlo.

    E' quali sarebbero questi programmi? Io tutti quelli che conoscono permettono solo di passare da un I-frame all'altro. Di ricostruzione dei frame intermedi non se ne parla proprio. Se poi hai notizie più aggiornate daccele.

    Ciao!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Possiedo già dallo scorso anno una videocamera
    > Sony HDR-HC1 che registra in alta definizione
    > (1080i) ed incide sulle comunissime cassettine
    > MiniDV con compressione MPEG2 e 25Mbit di
    > bitstream. Un ora di filmato in alta definizione
    > dove a parte rarissimi casi artefatti ed errori
    > di compressione sono praticamente esenti. Una
    > qualità di gran lunga superiore di quella che
    > potrebbe offrire un MPEG4 (solo leggermente
    > superiore come formato di codifica all'MPEG2) ma
    > con un bitstream inferiore ad 8Mbit (quello de
    > suporti
    > miniDVD).

    Se non sai come funziona MPEG-4. Se poi usa MPEG-4 Part 10 (H.264), lo stesso di HD-DVD e Blu-Ray, allora stai certo che sono superiori ad MPEG-2.

    non+autenticato
  • non capisco perchè registrare ancora su supporti. un hard disk da 1,8" non sarebbe meglio? scegliendo poi uno da 2,5" si arriva a 160 giga...
    non+autenticato
  • e dopo dove sta il guadagno dalla vendita dei supporti?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > non capisco perchè registrare ancora su supporti.
    > un hard disk da 1,8" non sarebbe meglio?
    > scegliendo poi uno da 2,5" si arriva a 160
    > giga...

    Credo che il grosso unico limite degli hd è che consumano ancora troppo per registrare video e dovrebbero progettare videocamere con una batteria più grande.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > non capisco perchè registrare ancora su
    > supporti.
    > > un hard disk da 1,8" non sarebbe meglio?
    > > scegliendo poi uno da 2,5" si arriva a 160
    > > giga...
    >
    > Credo che il grosso unico limite degli hd è che
    > consumano ancora troppo per registrare video e
    > dovrebbero progettare videocamere con una
    > batteria più
    > grande.

    Francamente, visto che tutti i più moderni sono sotto i 3W (http://techreport.com/reviews/2006q2/mobile-ata/in...) non vedo lo svantaggio con un masterizzatore. Semmai il contrario.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > non capisco perchè registrare ancora su supporti.
    > un hard disk da 1,8" non sarebbe meglio?
    > scegliendo poi uno da 2,5" si arriva a 160
    > giga...

    Veramente le videocamere con l' HDU sono una truffa. Se già l' HDU fosse rimovibile si potrebbe ragionare, benchè ogni nuovo HDU costa una cifra assurda rispetto ad una cassetta digitale o supporto ottico.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > non capisco perchè registrare ancora su
    > supporti.
    > > un hard disk da 1,8" non sarebbe meglio?
    > > scegliendo poi uno da 2,5" si arriva a 160
    > > giga...
    >
    > Veramente le videocamere con l' HDU sono una
    > truffa. Se già l' HDU fosse rimovibile si
    > potrebbe ragionare, benchè ogni nuovo HDU costa
    > una cifra assurda rispetto ad una cassetta
    > digitale o supporto
    > ottico.

    Un DVD da (approssimo alla grande) 5 GByte a 2 Euro implica un costo per Gigabyte di 0,4 euro.
    Il mio ultimo HD (300 Gbyte) l'ho pagato 130 euro, ivato. Quindi 0,43 euro a Gbyte.
    Francamente, mi sembra valga la pena di comprare HD invece che dischi (fornitori esteri a parte).
    non+autenticato