Americani felici del governo spione

Le rivelazioni di un sondaggio del Washington Post: il 63% dei cittadini statunitensi applaude alle intercettazioni anti-terrorismo. Ma gli USA potrebbero accedere ai dati delle comunicazioni dei cittadini europei

Roma - La maggioranza dei cittadini statunitensi non ha problemi ad essere spiata dalla National Security Agency, l'organo del governo che svolge funzioni d'intelligence antiterrorismo. È quanto emerge da un sondaggio "a caldo" effettuato dal Washington Post e dall'emittente televisiva ABC, in seguito all'esplosione dello scandalo intercettazioni.

Secondo i risultati dello studio, il 63% degli intervistati si è detto favorevole alla strategia preventiva adottata dall'amministrazione Bush, che all'indomani dell'11 settembre 2001 avviò un programma segreto per tenere sotto controllo oltre 200 milioni di cittadini. Solo il 35% degli intervistati ha espresso indignazione per le intercettazioni condotte dalla NSA. Il 44% del campione rappresentativo selezionato dal Washington Post è addirittura "totalmente favorevole" e condivide le preoccupazioni del presidente Bush, convinto che si debba ledere la privacy degli americani per il bene della sicurezza nazionale.

Il 65% dei cittadini coinvolti dal sondaggio è certo che la riservatezza delle comunicazioni personali sia un diritto sacrificabile in nome della lotta senza campo al terrorismo. In definitiva, si legge in un comunicato pubblicato dall'autorevole quotidiano americano, il 51% degli americani sembra appoggiare completamente la posizione di Bush sull'argomento della privacy.
Nei giorni scorsi, a seguito di un'inchiesta del quotidiano USA Today, la stampa statunitense ha messo a nudo il coinvolgimento dei maggiori operatori telefonici nazionali nell'intercettazione di massa. Lo spionaggio americano in chiave antiterrorismo ha finora coinvolto un numero imprecisato di persone in tutto il mondo.

A tutto questo ora si aggiungono nuove preoccupazioni, questa volta da parte dei cittadini dell'Unione Europea : come evidenzia il quotidiano svedese Sydsvenskan, l'amministrazione USA si è già mossa per tempo per garantirsi la possibilità di accedere ai dati delle comunicazioni infra-UE . Questo si deve non solo ai rapporti tra i paesi europei e gli Stati Uniti ma anche, e soprattutto, al fatto che in Europa, come noto, è in vigore la Direttiva sulla data retention che prevede sistemi di archiviazione delle informazioni sulle comunicazioni del tutto simili a quelli adottati dall'intelligence statunitense.

Di interesse segnalare come, proprio in queste ore, i colossi delle TLC statunitensi tirati in ballo nello scandalo ostentino la propria estraneità a qualsiasi operazione illegale.

T.L.
TAG: usa, privacy
78 Commenti alla Notizia Americani felici del governo spione
Ordina
  • Non sarà che hanno narcotizzato gran parte del popolo americano?
    A sentire questa notizia, verrebbe di pensarlo.
  • Quelli antijuventini, e anche quelli della juve. Almeno danno qualcosa di decente in televisione: Il giallo Moggi.

    Se mi faccio togliere mezzo cervello posso sentirmi abitante di questo pianeta anch'io?
    Mi sento solo. Più imparo e meno capisco. Voglio dimenticare! ...se no va a finire che sto pianeta lo distruggo a testate.
    non+autenticato
  • una testa senza mondo in un mondo senza testa non c'è che dire
    non+autenticato
  • come i miei amici che andavano ad imbrattare i muri e farsi le canne
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > come i miei amici che andavano ad imbrattare i
    > muri e farsi le
    > canne

    dunque, chi difende la privacy, e' un imbrattamuri, drogato e mafioso...A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > come i miei amici che andavano ad imbrattare i
    > > muri e farsi le
    > > canne
    >
    > dunque, chi difende la privacy, e' un
    > imbrattamuri, drogato e mafioso...
    >A bocca aperta
    o è una persona che vuole almeno avere la sensazione di farla franca se fa una caxxata
    di sicuro è convinto che ciò che sta facendo non è accettato dagli altri
    se si pensa che farsi le canne sia giusto te le fai davanti a tutti, se non lo fai è perchè sai che è sbagliato e te ne vergogni davanti alla gente
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > come i miei amici che andavano ad imbrattare i
    > > > muri e farsi le
    > > > canne
    > >
    > > dunque, chi difende la privacy, e' un
    > > imbrattamuri, drogato e mafioso...
    > >A bocca aperta
    > o è una persona che vuole almeno avere la
    > sensazione di farla franca se fa una
    > caxxata
    > di sicuro è convinto che ciò che sta facendo non
    > è accettato dagli
    > altri
    > se si pensa che farsi le canne sia giusto te le
    > fai davanti a tutti, se non lo fai è perchè sai
    > che è sbagliato e te ne vergogni davanti alla
    > gente

    Questa non l'ho capita!
    Con la legge che c'è, che c'entra la vergogna? Che c'entra Provenzano che imbratta muri con i tuoi amici che si fanno le canne? Che c'entrano tutti con la privacy? Che c'entra Teresa che ha lasciato la patente vicino al cestino della frutta?

    PS:Non me ne frega niente delle canne, vorrei solo capire il senso del pensiero che hai espresso. O era cappuccino?
    non+autenticato

  • > PS:Non me ne frega niente delle canne, vorrei
    > solo capire il senso del pensiero che hai
    > espresso. O era
    > cappuccino?

    per gente come lui non esistono catene abbastanza strette
    non+autenticato
  • Se va bene a loro, noi chi siamo per criticarli a casa loro?

    Non ci da forse fastidio a noi quando qualcuno da fuori italia/europa viene qui a dirci cosa sbagliamo e cosa potremmo/dovremmo fare?

    Si... e allora noi, che diritto abbiamo di criticarli a casa loro?

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Se va bene a loro, noi chi siamo per criticarli a
    > casa
    > loro?
    >
    > Non ci da forse fastidio a noi quando qualcuno da
    > fuori italia/europa viene qui a dirci cosa
    > sbagliamo e cosa potremmo/dovremmo
    > fare?
    >
    > Si... e allora noi, che diritto abbiamo di
    > criticarli a casa
    > loro?
    >

    tutti hanno il diritto di esprimere una propria opinione...
    e' una delle liberta' fondamentali, sai?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Se va bene a loro, noi chi siamo per criticarli a
    > casa
    > loro?


    esseri viventi, co.abitanti del pianeta terra. e purtroppo siamo strettament elegati agli usa.

    >
    > Non ci da forse fastidio a noi quando qualcuno da
    > fuori italia/europa viene qui a dirci cosa
    > sbagliamo e cosa potremmo/dovremmo
    > fare?
    >

    a me no, anzi!! ogni critica può dare un buono spunto o far capire che una certa direzione è sbagliata!


    > Si... e allora noi, che diritto abbiamo di
    > criticarli a casa
    > loro?
    >
    vedi sopra.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Se va bene a loro, noi chi siamo per criticarli a
    > casa
    > loro?

    Forse a molti iracheni andava bene così, ma noi abbiamo deciso che stavano talmente soffrendo che abbiamo fatto una guerra per farli star meglio (riferisco grossolanamente la giustificazione ufficiale per "esportare democrazia"). Il principio va bene solo se lo esercita una parte? Strano.

    > Si... e allora noi, che diritto abbiamo di
    > criticarli a casa
    > loro?
    Ma da tempo è chiaro che loro non si limitano ad agire in casa loro: intercettano tutto, stanno monitorando tutta la comunicazione internazionale di loro interesse (inclusa la nostra): ho sicuramente voglia di dire la mia in questo caso, no?

    Per gli illusi perenni, ricordo che già oltre dieci anni fa (circa 1994) un gruppo di militari statunitensi ammise di aver usato intercettazioni militari per avere informazioni riservate su di una trattativa economica in cui Airbus (primo produttore europeo di aerei civili) era in competizione con Boeing. La loro giustificazione per un uso chiaramente oltre gli scopi militari fu che tutto ciò che era in competizione con gli interessi di un'azienda USA era "nemico". Fate una search con Airbus, Boeing ed Echelon e avrete i link che vi servono.
    non+autenticato
  • è liberale: se lo faccio io, puoi farlo anche tu!
    non+autenticato
  • Coloro che sono disposti a farsi togliere alcune liberta' essenziali per ottenere un piccolo, temporaneo senso di sicurezza
    non meritano ne liberta' ne sicurezza.
    [B. Franklin]
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 23 discussioni)