Un trojan ruba segreti su una centrale

Succede in Giappone e accade ad un impianto di produzione energetica: un incidente del tutto simile era già avvenuto nel 2005. I dettagli circolano sul P2P. Imbarazzo ai massimi storici

Osaka (Giappone) - C'è aria di tempesta tra i dirigenti dell'impianto termoelettrico di Owase, nella prefettura di Mie, in Giappone: un trojan con cui è stato infettato un personal computer della struttura di produzione energetica, infatti, ha trasmesso all'esterno dati molto sensibili .

Stando a quanto riporta il Japan Times siamo di fronte ad informazioni che comprendono l'elenco delle infrastrutture della Chabu Electric Power, l'azienda che controlla l'impianto, e una mappa dei locali, con dettagli sulla sala controllo e sulla strumentazione.

Tra le informazioni classificate giunte all'esterno anche le procedure utilizzate su come reagire in caso di penetrazione di sconosciuti nell'impianto e un elenco dei nomi e degli indirizzi degli addetti della società di sicurezza che sorveglia la struttura, più tutta una serie di altre informazioni sul personale.
L'imbarazzo per la Chabu Electric Power è notevolissimo: nel giugno dell'anno scorso i dati tecnici e molte altre informazioni di un impianto nucleare giapponese erano stati veicolati all'esterno da un altro PC infettato da un virus o da un trojan.

A nulla, a quanto pare, sono servite le nuove policy sulla sicurezza introdotte dopo quell'incidente. In quel caso, come in quello della centrale di Owase, le informazioni sottratte hanno iniziato a circolare su Winny , la celebre piattaforma peer-to-peer utilizzata da molte migliaia di giapponesi ogni giorno.
17 Commenti alla Notizia Un trojan ruba segreti su una centrale
Ordina
  • io avevo capito che avevano chiuso tutto, demolito e sradicato...

    e invece no!!A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > io avevo capito che avevano chiuso tutto,
    > demolito e sradicato...
    >
    >
    > e invece no!!A bocca aperta

    Il client non e' piu' stato aggiornato ma se non si cade nel bug della bbs integrata e' ancora conservato un buon livello di anonimita' e le velocita' sono buone; questo ha fatto si che il software rimanga ancora molto utilizzato.

    Il trojan di cui si parla e' specifico per winny, classico eseguibile che quando lanciato prende un po' di files o documenti a caso, crea un archivio con questi files aggiungendo se stesso con un nome di fantasia e mette l'archivio in condivisione.
    L'arresto di Kaneko, l'autore di Winny, ha difatto fermato lo sviluppo del programma quindi non e' mai stato possibile fare qualcosa per mettere fuori uso il trojan che continua a circolare, stupidi pero' anche una parte degli utenti che aperto l'archivio avviano l'eseguibile contenuto che gia' ha un nome sospetto; qualsiasi antivirus lo riconosce facilmente.

    Dopo i guai di Kaneko alcuni sviluppatori anonimi con homepage su freenet portano avanti un programma equivalente molto simile ma piu' evoluto (e in continua evoluzione) di nome Share che garantisce un anonimato pari o migliore a quello di Winny; le 2 reti per quanto simili di caratteristiche e funzionamento non sono fra loro compatibili.
    non+autenticato
  • va che winny e' tutt oggi aggiornato arrivati alla ver 7.28 by lark.si il trojan e uns emplice .exe mentre il bug overflow della 7.1 e' stato corretto con una patchCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • Qualcuno che ne sappia più di me: ma non sarebbe meglio tenere i dati sensibili su pc non collegati alla rete esterna?

    Io non capisco la necessità di tenere certe informazioni su pc collegati alla rete (ma non sono un genio del computer). Qualche genio c'è che può dirmi un motivo?
    Non gli costerebbe meno tenere quei dati su supporti esterni? o quache soluzione simile?
    non+autenticato
  • Sarebbe la cosa più normale del mondo, ma poi, il frolloccone di turno che gestisce questi dati, dovrebbe cambiare computer per accedere ad internet per guardarsi il suo porn... ehm... giornale preferito. Puoi mica pretendere che l'impiegato usi 2 computer diverse !!!!

    Madder
  • Si un computer per ogni ogni funzionalità: uno per la posta, uno per il web, uno per "lavorare". Che idea geniale! Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Si un computer per ogni ogni funzionalità: uno
    > per la posta, uno per il web, uno per "lavorare".
    > Che idea geniale!
    >Occhiolino
    bu .. io non ci vedo nulla di sbagliato .. esistono le macchine virtuali e le partizioni ...
    non necessariamente bisogna avere fisicamente diversi case con diversi monitor ...
    io lo faccio da anni .. (oltre 10 ... fai un po te)
    per lavorare con gli applicativi di laboratorio (spettrofotometro / eleaborazione grafica dati / conteggio cellule) o gps (merdosi... come fa microsoft a creare un simile schifio di linguaggio vbasic o c# ????) uso windows. Per internet, posta e applicativi web, statistica (eccetto spps), fogli elettronici e elaboratori testi linux. Mi trovo alla grande. Aspetto xen .. almeno con un tasto passo di qua e di la senza problemi e senza riavvii (o senza switch con vmware o senza wine).

    ho provato solo pochi mesi con applicativi e web su windows .. non c'era verso .. ero invaso da virus, spam, e i ripristini di sistema era 1 volta a settimana ...
    non+autenticato
  • Sono colui che ha iniziato la discussione.

    Quì non si parla di dati che potrebbero servire quotidianamente a tutti i dipendenti, quindi la banalità è fuori luogo. Ho detto che non sono un genio del computer, non che non sono un genio.Sorride

    Si parla di dati relativi alla sicurezza. Non credo che tutti i dipendenti li usino tutti i santi giorni per il loro lavoro.

    Ripeto: un motivo per tenerli IN INTERNET?
    non+autenticato

  • Se fossero 3 persone, 3 macchine e 3 pc sarebbe abbastanza semplice, mentre in una centrale a 2 reattore lavorano tranquillamente a 1000 a 4000 persone alzando il rischio di problemi simili.

    E' l'ennesima volta che lo stesso trojan che funziona solo su winny porta fuori dei dati sensibili in 3-4 anni; se i giapponesi usassero piu' intelligenza e meno orgoglio chiederebbero a Kaneko, tuttora sotto processo, di riprendere Winny in mano a apportare perlomeno il fix necessario a bloccare questo trojan.

    Con il suo arresto pensavano di fermare il programma invece il mancato sviluppo sta avendo conseguenze come queste.
    non+autenticato

  • > Ripeto: un motivo per tenerli IN INTERNET?

    qual'è il vantaggio di una rete?
    la possibilità di interagire con ogni computer della rete senza spostarsi fisicamente ad ogni computer

    internet amplifica questo vantaggio all'ennesima potenza

    non a caso internet è nato per scopi militari(alla faccia dei dati sensibili), poi usato per scopi civili grazie alla pressione delle corporation americane che hanno subito capito le sue enormi potenzialità e poi è arrivato l'html



    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > > Ripeto: un motivo per tenerli IN INTERNET?
    >
    > qual'è il vantaggio di una rete?
    > la possibilità di interagire con ogni computer
    > della rete senza spostarsi fisicamente ad ogni
    > computer
    >
    > internet amplifica questo vantaggio all'ennesima
    > potenza
    >
    > non a caso internet è nato per scopi
    > militari(alla faccia dei dati sensibili), poi
    > usato per scopi civili grazie alla pressione
    > delle corporation americane che hanno subito
    > capito le sue enormi potenzialità e poi è
    > arrivato
    > l'html
    >
    >
    >


    OK. Ripeto: sono dati relativi alla sicurezza, e indirizzi di dipendenti della sicurezza. Che minchia ci fanno in rete in una centrale del genere.
    E sono 4! E vai! Ma invece di rispondere a tutti i costi, non sarebbe il caso di accendere il cervello...almeno un pò più di quegli stupidi che lavorano in quella centrale?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > > Ripeto: un motivo per tenerli IN INTERNET?
    > >
    > > qual'è il vantaggio di una rete?
    > > la possibilità di interagire con ogni computer
    > > della rete senza spostarsi fisicamente ad ogni
    > > computer
    > >
    > > internet amplifica questo vantaggio all'ennesima
    > > potenza
    > >
    > > non a caso internet è nato per scopi
    > > militari(alla faccia dei dati sensibili), poi
    > > usato per scopi civili grazie alla pressione
    > > delle corporation americane che hanno subito
    > > capito le sue enormi potenzialità e poi è
    > > arrivato
    > > l'html
    > >
    > >
    > >
    >
    >
    > OK. Ripeto: sono dati relativi alla sicurezza, e
    > indirizzi di dipendenti della sicurezza. Che
    > minchia ci fanno in rete in una centrale del
    > genere.
    > E sono 4! E vai! Ma invece di rispondere a tutti
    > i costi, non sarebbe il caso di accendere il
    > cervello...almeno un pò più di quegli stupidi che
    > lavorano in quella
    > centrale?


    http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1490199&...
    non+autenticato
  • no, uno per i dati sensibili che assolutamente devono essere protetti e uno per gli altri lavori.

  • - Scritto da:
    > Si un computer per ogni ogni funzionalità: uno
    > per la posta, uno per il web, uno per "lavorare".
    > Che idea geniale!
    >Occhiolino


    No, è più geniale correre il rischio diffondere dati come questi per internet.Sorride