8 megapixel da CMOS ai cellulari

Il chipmaker statunitense Micron Technology ha realizzato un microsensore fotografico ad altissima definizione, progettato per le microcamere equipaggiate sui cellulari

Boise (USA) - Micron Technology ha presentato il primo microsensore fotografico digitale capace di catturare immagini all'eccezionale risoluzione di 8 megapixel . Il chip, pensato esplicitamente per i telefoni cellulari equipaggiati di telecamera, è in grado di realizzare video in formato 720p HD.

Il sensore è assemblato con una tecnologia produttiva innovativa che ne abbassa drasticamente i costi ed i consumi energetici . Le prestazioni dei sensori, come spiega il CEO di Micron Steve Appleton in un'intervista a BusinessWeek, "sarà enormemente maggiore rispetto a quelli di vecchia generazione".

Le caratteristiche sembrano sorprendenti: i dispositivi dotati del sensore, dicono i portavoce dell'azienda, potranno catturare fino a 30 immagini al secondo con risoluzione da 2 megapixel oppure 10 immagini al secondo con risoluzione da 8 megapixel. Tali prestazioni sono dovute alla riduzione delle dimensioni dei pixel sulla CMOS del sensore: dai 2,2 micron dei chip di vecchia generazione ad 1,75 micron.
Questo significa che i produttori di apparecchiature fotografiche potranno aumentare la risoluzione di macchine fotografiche e videocamere senza dover aumentare la grandezza degli obiettivi. Il prossimo passo, dicono gli esperti di Micron Technology, sarà raggiungere la soglia di 1,4 micron ed ottenere maggiori prestazioni e prezzi al dettaglio più contenuti.

La produzione dei chip inizierà a partire dal 2007 presso gli stabilimenti italiani e statunitensi di Micron. Suresh Venkatrama, direttore del dipartimento fotografico di Micron, ha dichiarato che "il chip potrà essere integrato nei prodotti di fascia media, compresi tra i 200 ed i 300 dollari di prezzo". Venkatrama è convinto che i nuovi sensori "renderanno accessibile a tutti la realizzazione di video e foto in HD".

Va detto che i produttori di telefonia mobile non sono stati fin qui a guardare e con i CCD sono già arrivati a cellulari da 10 megapixel. La sfida è aperta: in ballo costi di produzione, sistemi di fabbricazione e dimensioni dei dispositivi.
11 Commenti alla Notizia 8 megapixel da CMOS ai cellulari
Ordina
  • complimenti,é un buon programma
    non+autenticato
  • Utilizzare un cmos di piccole dimensioni con un elevato numero di Mpixel porta ad una riduzione della superficie del singolo pixel con i seguenti problemi:
    1. Riduzione della sensibilità del singolo pixel; più è piccolo e meno luce (fotoni) lo raggiungerà, con un aumento del rumore di fondo già a sensibilità ISO Equivalenti di 100
    2. Il percorso ottico deve essere ottimizzato per risoluzioni di pochi micron, altrimenti come in tutte le catene, in cui è l'elemento peggiore a determinare le prestazioni complessive, si avrà una riduzione delle risoluzione effettiva
    In definitiva utilizzando le ottiche scarse dei cellulari oggi in commercio con un simile sensore si otterrebbero con ogni probabilità immagini con un dettaglio scadente, specie in condizioni di illuminazione non ottimali (interni).
    non+autenticato
  • per me gli obbiettivi (se cosi' si possono chiamare) non raggiungono 8megapixel di risoluzione....
    non+autenticato
  • Il problema sta nell'ottica, se non hai ottiche molto costose non puoi focalizzare in modo preciso ogni singolo punto dell'immagine sui punti del sensore.
    Come detto da qualcuno in precedenza meglio una 3 megapixel ma con ottiche da 2000 euro.
    Ovviamente chi fa foto col telefonino non cerca una qualità esasperata.
    non+autenticato
  • qulcuno esperto di fotografia mi può gentilmente illuminare sulla effettiva qualità di queste "pellicole digitali"? Posnno tanti pixel compensare la mancanza di un buon obiettivo? Quali aspetti della fotografia ne risentono? La qualità cromatica? Per favore qualcuno mi illumini grazieSorride
    Piero

  • - Scritto da: zirgo
    > qulcuno esperto di fotografia mi può gentilmente
    > illuminare sulla effettiva qualità di queste
    > "pellicole digitali"? Posnno tanti pixel
    > compensare la mancanza di un buon obiettivo?
    > Quali aspetti della fotografia ne risentono? La
    > qualità cromatica? Per favore qualcuno mi
    > illumini grazie
    >Sorride
    > Piero

    A mio modo di vedere, e potrei sbagliare, è come avere una pellicola Velvia (eccellente pellicola) e l'obiettivo pieno di ditate... il risultato è una chiavica! Ovvio se poi c'è uno zeiss forse, e ripeto forse, il discorso cambia.

  • - Scritto da: AndreaMilano
    >
    > - Scritto da: zirgo
    > > qulcuno esperto di fotografia mi può gentilmente
    > > illuminare sulla effettiva qualità di queste
    > > "pellicole digitali"? Posnno tanti pixel
    > > compensare la mancanza di un buon obiettivo?
    > > Quali aspetti della fotografia ne risentono? La
    > > qualità cromatica? Per favore qualcuno mi
    > > illumini grazie
    > >Sorride
    > > Piero
    >
    > A mio modo di vedere, e potrei sbagliare, è come
    > avere una pellicola Velvia (eccellente pellicola)
    > e l'obiettivo pieno di ditate... il risultato è
    > una chiavica! Ovvio se poi c'è uno zeiss forse, e
    > ripeto forse, il discorso
    > cambia.

    Non è proprio così, dal momento che ogni subpixel che compone il cmos dev'essere più piccolo possibile per realizzare queste risoluzioni.
    In un cmos per cellulari non si può raggiungere estensioni incredibili, di conseguenza ad otto megapixel il singolo elemento sarà di superficie molto ridotta, e quindi molto sensibile al rumore.
    Insomma, una chiavica.

    C'è però da dire che lo sviluppo di queste soluzioni d'avanguardia permette di avere qualità accettabili in contesti più normali: ad esempio adesso non è così difficile trovare un fotofonino decente, in grado di competere con un ultracompatta, e con l'indubbio vantaggio che reca aver sempre con sé l'oggetto.
  • Grazie delle risposte...era giusto una curiositàSorride

    notevole cmq come una 3megapixel possa ancora competere se dispone di una buona ottica. Avrei giurato che comunque il risultato sarebbe rimasto molto al di sotto di una qualunque 8megapixel.
  • La foto la fa SOLO ed ESCLUSIVAMENTE l'obbiettivo.
    Tantissimi fotografi professionisti usano ancora reflex da 3mpx canon con però lenti da 2000€ serie L.
    Anche mettessero un 32mpx kodak dentro un cellulare la foto non sarebbe cmq mai paragonabile ad un 3mpx con un 70-200 L.

    Poi troverai sempre chi cambia cellulare perchè "fa foto più belle".
    Stanno uccidendo la fotografia sfruttando l'ignoranza dei ragazzini.
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > Stanno uccidendo la fotografia sfruttando
    > l'ignoranza dei
    > ragazzini.

    La gente compra cellulari con la fotocamera perché "fa fico".

    Se a "fare fico" servisse uno scoiattolo glassato con una pigna nel cu#o a cavallo del cell, sta sicuro che il mercato ci riempirebbe di scoiattoli glassati di ogni colore e di pigne rettali per roditore di ogni forma e dimensione.
    non+autenticato

  • - Scritto da: zirgo
    > qulcuno esperto di fotografia mi può gentilmente
    > illuminare sulla effettiva qualità di queste
    > "pellicole digitali"? Posnno tanti pixel
    > compensare la mancanza di un buon obiettivo?
    > Quali aspetti della fotografia ne risentono? La
    > qualità cromatica? Per favore qualcuno mi
    > illumini grazie
    >Sorride
    > Piero
    la differenza la fa molto l'obiettivo, comunque secondo molti pareri (mi sono molto documentato sulla cosa), una pellicola fotografica equivale come qualità ad un 12-20 mega pixel. Questo per la risoluzione.
    non+autenticato