Google rimuove link. In trasparenza

di G. Mondi. Con la vicenda Scientology, Google vuole dimostrare che se la legge va rispettata fino in fondo allo stesso modo occorre reagire. Con la compostezza e l'eleganza che appartengono al grande sito di ricerca

Google rimuove link. In trasparenzaRoma - Nell'occhio del ciclone da quando è divenuto legge eppure mai abbastanza criticato, il Digital Millennium Copyright Act (DMCA) americano continua a far danni, limitati solo talvolta dall'avvedutezza di chi ne rimane coinvolto, come, nel nostro caso, Google.

Il celebre motore di ricerca, infatti - che ha scalato suo malgrado le prime pagine dei media americani per le iniziative della Chiesa di Scientology contro la pubblicazione di certi link sulle sue pagine - ha deciso di rendere trasparenti le azioni che è costretto a compiere per adeguarsi al DMCA.

L'azienda Google ha infatti deciso di fornire ad un sito che si batte per le libertà digitali, Chillingeffects.org, le lettere inviate da Scientology e probabilmente tutte quelle che riceverà in futuro da parte di chi ritiene illecite le pubblicazioni di certi collegamenti ipertestuali, in particolare quelli che portano a siti che duplicano senza autorizzazione materiale protetto da copyright. Era proprio per questo che la Chiesa di Scientology, da sempre attenta a perseguire online chiunque faccia uscire i "testi segreti" dalla cerchia dei propri affiliati, aveva chiesto e ottenuto che Google rimuovesse alcuni dei suoi link alle pagine di Xenu.net, sito anti-Scientology accusato di violazione del DMCA.
La "mossa" di Google è spiazzante per i fautori del Web-ma-non-troppo, perché rende pubbliche operazioni delle quali in genere si sa poco, quelle con cui lentamente ma inesorabilmente viene delimitato lo "spazio legale" della rete. È evidente, infatti, che impedire ad un motore di ricerca di fare il proprio mestiere, che è quello di indicizzare risorse internet e presentarle in modo neutro al pubblico, significa togliere alla rete uno dei suoi strumenti più importanti e centrali.

Google questo lo sa bene e ha deciso di difendersi trasmettendo pubblicamente le lettere di warning che gli arrivano da avvocati di terze parti.

Non solo. Nella pagina che ha dedicato al DMCA, Google spiega cosa significa il DMCA ma spiega anche come reagire nel caso si riceva una notifica da parte di terzi per violazione del DMCA stesso. Una pagina che dunque guadagna a Google i molti consensi di chi ritiene oggi la rete assediata dall'armata del copyright a tutti i costi.

E se Cindy Cohn, direttore legale della Electronic Frontier Foundation ha accolto con ovvio entusiasmo l'iniziativa di Google, rimane da vedere quanto a lungo i principali snodi della rete dovranno subire indebite amputazioni come quelle imposte dal DMCA, che trasforma chiunque gestisca link ipertestuali in un poliziotto che, se non agisce, allora può essere impiccato come complice.

Gilberto Mondi
26 Commenti alla Notizia Google rimuove link. In trasparenza
Ordina

  • Signori, fate attenzione a questa gente.
    Hanno spaccato in due la mia famiglia e hannon quasi mandato sull'astrico mio padre. Solo standogli vicino davvero, con affetto, senza pretese e senza promesse siamo riusciti a "tirarlo fuori" dal giro.

    Conosco fin troppo bene queste persone, ho avuto molto a che fare con loro, ho sempre tentato di avere un dialogo con loro: si sono sempre rintanati dietro al loro "tu non puoi capire: non sai nulla... solo se vuoi davvero Conoscere (e avvicinarti a Dianetics) potrai parlare con noi"... insomma, sono delle sanguisughe.

    Ron Hubard non era niente più che una Vanna Marchi fantascientifica degli anni '50. E coloro che profetizzano il suo verbo non fanno altro che allargare quel cancro sociale che è la Chiesa di Scientology.
    non+autenticato
  • Si tratta di un problema che non ci tocca direttamente.
    Il DMCA vale per gli stati uniti: noi abbiamo le direttive europee e le norme nazionali.
    Io, personalmente, sono d'accordo con la norma: credo non ci si scandalizzerebbe se, al posto di Scientology si trattasse di link ad un sito dove si fa commercio di materiale pedoporno (e infatti non ci sono link del genere).
    Il problema è questo: se io utilizzo un robot che raccoglie tutto quello che c'è in rete, non posso controllare più di tanto quello che fa.
    Ma io rispondo: nessuno ti obbliga a usare quel robot! Se poi ti fa più comodo, assumitene le responsabilità!
    Ad esempio, la guida telefonica dei cellulari (che probabilmente verrà pubblicata presto) non verrà certo redatta con robot che razzieranno i database di TIM ecc!
    Bensì con ben più complesse e costose (e controllate!) procedure, per evitare il rischio di commettere illeciti.
    Stesso discorso avviene per i giornali di annunci: vengono controllati uno a uno, quando sarebbe di certo più comodo pubblicarli automaticamente.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Marco
    > Si tratta di un problema che non ci tocca
    > direttamente.
    > Il DMCA vale per gli stati uniti: noi
    > abbiamo le direttive europee e le norme
    > nazionali.

    AHAHAHAHHAH
    allora non sai come funziona internet eh?
    Non sai che una societa' americana puo' far causa a un provider italiano se quello supporta la pirateria eh?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anvedi
    >
    > - Scritto da: Marco
    > > Si tratta di un problema che non ci tocca
    > > direttamente.
    > > Il DMCA vale per gli stati uniti: noi
    > > abbiamo le direttive europee e le norme
    > > nazionali.
    >
    > AHAHAHAHHAH
    > allora non sai come funziona internet eh?

    Ehm, non vorrei sembrare impertinente, ma qualcosa della legge di internet la capisco...
    Anche se certamente ne sai di più tu.

    > Non sai che una societa' americana puo' far
    > causa a un provider italiano se quello
    > supporta la pirateria eh?

    Certo. Ma forse sei tu che non sai che la società americana può agire nei confronti della società CHE OPERA IN ITALIA (non necessariamente italiana) soltanto in base a leggi italiane, quale non è il DMCA.
    A tale scopo, in Italia c'è stato nel 2000 l'"aggiornamento" della legge 633/41 (che tu ovviamente conoscerai), con inasprimento delle sanzioni e ampliamento delle condotte criminose perseguite: questa è l'unica legge applicabile in Italia, da un giudice italiano.
    Marco
    non+autenticato

  • > Stesso discorso avviene per i giornali di
    > annunci: vengono controllati uno a uno,

    Ahahahah ... spero che il messaggio sia solo una provocazione perchè se stai parlando sul serio vuol dire che hai dei problemi.

    Grossi.
    non+autenticato


  • - Scritto da: eymerich
    >
    > > Stesso discorso avviene per i giornali di
    > > annunci: vengono controllati uno a uno,
    >
    > Ahahahah ... spero che il messaggio sia solo
    > una provocazione perchè se stai parlando sul
    > serio vuol dire che hai dei problemi.
    >
    > Grossi.

    Non ti preoccupare. Tanto voglio vedere come fara' con freenet e gnutella (per esempio)... Secondo me sono le leggi che si dovranno adeguare...
    non+autenticato


  • - Scritto da: Marco
    > Il DMCA vale per gli stati uniti: noi
    > abbiamo le direttive europee e le norme
    > nazionali.

    Tu non sai che, dopo l'11 Settembre, gli americani possono piombare in casa tua, prelevarti, portati in USA (Magari a Cuba, assieme ai presunti terroristi/Talebani) e farti un processare da un tribunale militare ? Come dici ? Le norme internazionali ? E cosa vuoi che gliene freghi alla nazione piu' potente del mondo :-] ?

    Magari non si arrivera' a questo punto, ma se hai seguito la storia del programmatore russo attirato negli USA e arrestato dall'FBI a causa del DMCA, credo che ci penserai due volte prima di violare la legge degli altri a cuor leggero ...

    non+autenticato
  • - Scritto da: Giambo
    >
    >
    > - Scritto da: Marco
    > > Il DMCA vale per gli stati uniti: noi
    > > abbiamo le direttive europee e le norme
    > > nazionali.
    >
    > Tu non sai che, dopo l'11 Settembre, gli
    > americani possono piombare in casa tua,
    > prelevarti, portati in USA (Magari a Cuba,
    > assieme ai presunti terroristi/Talebani) e
    > farti un processare da un tribunale militare
    > ? Come dici ? Le norme internazionali ? E
    > cosa vuoi che gliene freghi alla nazione
    > piu' potente del mondo :-] ?
    >
    > Magari non si arrivera' a questo punto, ma
    > se hai seguito la storia del programmatore
    > russo attirato negli USA e arrestato
    > dall'FBI a causa del DMCA, credo che ci
    > penserai due volte prima di violare la legge
    > degli altri a cuor leggero ...

    Mi arrendo, stiamo ragionando su livelli troppo alti per me.
    Devo andare a documentarmi, guarderò Studio Aperto e leggerò su Stop.
    Lì sì che ci son le verità, non sui codici e nei tribunali.
    E poi piove, governo ladro...
    Marco
    non+autenticato


  • - Scritto da: Giambo
    >
    >
    > - Scritto da: Marco
    > > Il DMCA vale per gli stati uniti: noi
    > > abbiamo le direttive europee e le norme
    > > nazionali.
    >
    > Tu non sai che, dopo l'11 Settembre, gli
    > americani possono piombare in casa tua,
    > prelevarti, portati in USA

    No, questo non può succedere.
    A meno che gli USA non dichiarino guerra anche all'Italia, nel qual caso allora sarebbe probabile (anche se non certo per questioni di diritto d'autore o di marchi).

    (Magari a Cuba,
    > assieme ai presunti terroristi/Talebani) e
    > farti un processare da un tribunale militare
    > ? Come dici ? Le norme internazionali ? E
    > cosa vuoi che gliene freghi alla nazione
    > piu' potente del mondo :-] ?

    Beh, se si parla di rapimenti, 007, ecc, il discorso è diverso e non c'entra niente la legge, nè, tantomeno, il Dmca.


    > Magari non si arrivera' a questo punto, ma
    > se hai seguito la storia del programmatore
    > russo attirato negli USA e arrestato
    > dall'FBI a causa del DMCA, credo che ci
    > penserai due volte prima di violare la legge
    > degli altri a cuor leggero ...

    Diciamo che qualcosa l'ho letto...
    Preciso che il soggetto di cui parli aveva realizzato un virus che, in pochi giorni, ha rischiato di rovinare l'economia americana.
    Non era proprio una questione di link...
    Marco
    non+autenticato


  • - Scritto da: marco

    > > Magari non si arrivera' a questo punto, ma
    > > se hai seguito la storia del programmatore
    > > russo attirato negli USA e arrestato
    > > dall'FBI a causa del DMCA, credo che ci
    > > penserai due volte prima di violare la
    > > legge degli altri a cuor leggero ...
    >
    > Diciamo che qualcosa l'ho letto...
    > Preciso che il soggetto di cui parli aveva
    > realizzato un virus che, in pochi giorni, ha
    > rischiato di rovinare l'economia americana.

    A me pareva che avesse documentato una debolezza nel software dell'Adobe ...


    > Non era proprio una questione di link...
    > Marco
    non+autenticato
  • > Preciso che il soggetto di cui parli aveva
    > realizzato un virus che, in pochi giorni, ha
    > rischiato di rovinare l'economia americana.
    > Non era proprio una questione di link...

    veramente aveva trovato un bug nell'algoritmo rsa se non sbaglio
    non+autenticato
  • Non credo...
    Nn ricordo se RSA ci entrasse qualcosa, ma di certo non aveva trovato un bug nell'algoritmo Rsa (scusa la ripetizione). Al limite aveva trovato un bug in quella PARTICOLARE IMPLEMENTAZIONE dell'algoritmo.
    non+autenticato
  • Se fossi nei gestori di google, allo stesso modo, rimuoverei OGNI link verso scientology, oscurandoli di fatto.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Ce
    > Se fossi nei gestori di google, allo stesso
    > modo, rimuoverei OGNI link verso
    > scientology, oscurandoli di fatto.

    a quel punto si avrebbero difficolta' a distinguere chi tra i due e' piu' XXXXX. No! Grande Google.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ce
    > Se fossi nei gestori di google, allo stesso
    > modo, rimuoverei OGNI link verso
    > scientology, oscurandoli di fatto.

    Cosi' poi gli fanno causa per censura
    non+autenticato
  • > Cosi' poi gli fanno causa per censura
    il censuratore censurato...
    Occhiolino
    sembra il titolo di un film
    Occhiolino
    non+autenticato


  • - Scritto da: blah
    > > Cosi' poi gli fanno causa per censura
    > il censuratore censurato...
    > Occhiolino
    > sembra il titolo di un film
    > Occhiolino

    *grin*

    Beh, comunque credo di essere libero di pubblicare quello che mi pare sul mio dominio, o no? Se mi chiedono di pubblicare trattati filo-nazisti mi posso rifiutare, giusto?Sorride
    Google non e` un ente pubblico, e` una azienda privata...
    non+autenticato
  • NO!
    google è un MOTORE DI RICERCA
    NON decide cosa linkare.
    NON ci dovrebbero essere decisioni dettate da alcuna politicy dietro. ne' economiche, nè giuridiche, di sicurezza o di privaticy.
    sta' a chi mette su' il sito il compito di proteggere informazioni che non voglia rivelare a tutti.
    google e' grande per questo!
    se non la si pensa cosi' non ci si lamenti del fatto che i primi siti ad apparire sono quelli che paghano di piu', che i risultati non corrispondono mai a quello cercato e cosi' via.
    GOOGLE è UNO STRUMENTO DI RICERCA, non un'azienda.
    pur con odio incondizionato verso scientology...
    pace.
    k
    non+autenticato
  • Chiunque ha un sito dovrebbe linkare questi articoli ...

    Se c'è qualcuno che ha contattato un avvocato per avere una versione tradotta del testo di google è il benvenuto.
    non+autenticato
  • Io nel 83 ho avuto a che fare con la chiesa di scientology.
    Firmano la loro "chiesa di scientology" come "marchio di fabbrica".
    Questo dovrebbe far capire tutto:
    Sono gente a caccia di soldi, in cambio ti offrono solamente l'appartenenza ad un gruppo.
    Statene alla larga.
    Hanno metodi per demolire sistematicamente la personalita'.
    E se un vostro amico o parente comincia a parlarne, rizzate subito le orecchie.
    Ripeto: statene alla larga.

    Dopo quasi vent'anni mi perseguitano ancora.
    non+autenticato
  • Ti capisco.
    Anche io ho avuto a che fare con loro, per fortuna in maniera più blanda....ma è incredibile con quali metodi "efficaci" riescano a mandare in confusione e in "corto-circuito" la mente di una persona.
    Regole contraddittorie, etica sballata, inquadramente all'interno di un "gioco"... è per menti insicure, vuote, che non sanno darsi risposte e vengono accalappiate da questi personaggi senza scrupoli... e purtroppo qualcuno ci crede davvero.

    Che gabbia....

    non+autenticato
  • Averne a che fare una volta o dieci non vuol dire nulla, so che genere di persone ci sono ma nessuno è obbligato a fare nulla.
    Usufruisco da anni dei servizi di Scn (e mio padre pure) e nonostante ogni volta si litighi per molte cose con lo staff, la filosofia alla base è una rivoluzione, si risolvono GROSSI problemi.
    Insomma basta stare alla larga dall'organizzazione e prendere solo ciò che è utile per il proprio miglioramento personale. Lasciate stare l'apparato e guardate ai risultati, come dovrebbe fare ogni persona dotata di senso critico.
    Distinguere Scn dalla CoS!!!!!!
    non+autenticato
  • Preferisco non averci a che fare del tutto...

    axias41
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)