Picasa, adesso anche su Linux

Google ha rilasciato una versione del celebre Picasa per sistemi GNU/Linux. Il software permette di organizzare la propria collezione d'immagini digitali con un'interfaccia semplice ed immediata

Mountain View (USA) - Google ha rilasciato una versione di Picasa per sistemi operativi GNU/Linux. Il software, ancora in versione preliminare, gira su piattaforme Linux grazie all'implementazione di componenti Wine, l'emulatore che permette l'esecuzione di applicazioni sviluppate per Windows.

Il tool offre interessanti funzioni per l'organizzazione della propria collezione d'immagini digitali ed è "quasi uguale alla versione Windows", dice il product manager Christ DiBona. "Picasa per Linux utilizza componenti Wine particolarmente veloci", aggiunge il progettista, "così che gli utenti del sistema operativo open source non debbano subire gli effetti negativi dovuti all'emulazione di una macchina virtuale Windows".

Picasa per Linux sembra indicare che Google, per ciò che riguarda l'open source, possa anche in altre occasioni rivolgersi ad un emulatore da alcuni considerato non del tutto stabile, piuttosto che convertire i propri software in codice aperto.
Il software è distribuito come pacchetto autoinstallante per le distribuzioni Linux basate su Debian o Redhat. Ugualmente, il file è disponibile anche in versione precompilata per CPU x86.

Ancora in versione alfa , Picasa per Linux non sembra brillare in quanto a prestazioni: la recensione fornita da ArsTechinca parla di una "fastidiosa lentezza nel lancio dell'applicazione", particolarmente evidente se Picasa viene messo a confronto con F-Spot, un software nativo per l'organizzazione delle immagini.
TAG: sw, linux, google
88 Commenti alla Notizia Picasa, adesso anche su Linux
Ordina
  • credevo molto meglio.....
    non+autenticato
  • Da utente Mac, abituato a iPhoto, ne avevo sentito parlare molto bene, tanto che una decina di giorni fa l'ho scaricato per il mio notebook windows... che tristezza... lo terrò ancora un po per studiarlo bene, ma l'unico vantaggio che ha rispetto ad iPhoto è che non ti costringe ad importar ei files nella sua libreria e li lascia dove sono. Per il resto è molto, ma molto, peggio

    ciao
    non+autenticato
  • Provo a dire la mia (chi sono io, il figlio della serva?).

    Avevo già installato Picasa su un pc windows che abbiamo in casa: bello, bello... ma nessuno lo usa. Si preferisce XnView (http://perso.wanadoo.fr/pierre.g/): più semplice e comprensibile l'uso, funzionalità che a Picasa mancano (o se ci sono io non le ho viste: riflettere sull'sabilità del programma), minori risorse impegnate.

    Dato che sono un curiosone, l'ho installato anche su una macchina Ubuntu (Dapper x386): partenza lenta, lenta.
    Poi parte ed è sostanzialmente come su windows, se si fa finta di non vedere un certo rallentamento generale (non della macchina, dell'applicazione) comune a tutte le situazioni di emulazione con Wine (ho anche Explorer installato con Wine e noto la stessa "responsività").
    Ho provato a farci qualcosa: ritagliare una serie di foto, levando delle bordature nere.
    Con Digikam (http://www.digikam.org/) ci vogliono 3 "azioni": selezionare, cliccare su "Crop", passare all'immagine successiva.
    Con Picasa ce ne vogliono 4: selezionare, cliccare su "Crop", cliccare su "Applica", passare all'immagine successiva.
    Con Digikam e i kipi-plugins (http://packman.links2linux.org/?action=753) posso fare una serie di azioni batch: ridimensionare le immagini, rinominarle, correggerle in diversi modi, applicare degli effetti.
    Con Picasa no (io non l'ho visto: considerare che mi ero rotto le balle e riflettere, di nuovo, sull'usabilità).

    Concludendo (che già è troppo lungo): a un gestore di immagini chiedo alcune funzionalità e Picasa se le ha le ha ben nascoste: acquisire immagini da diversi dispositivi (scanner, macchina digitale), per cominciare.
    Poi funzionalità di "aggiustamento": ritocco, ritaglio, ridimensionamento, etc: cose che Picasa fa (sembrerebbe) ma in maniera più complessa e contorta.
    Per finire, funzionalità di presentazione: e su questo, forse, Picasa è imbattibile, con la sua interfaccia tutta sperluccicosa.

    Dimenticavo: su un'altra macchina con Ubuntu Dapper AMD64 l'installazione sembrerebbe andata a buon fine ma di vederlo all'opera manco a parlarne
    non+autenticato
  • Esistono duemilioninovecentosettantamila viewers LIBERI per Linux per tutti gli ambienti, senza contare che file manager come konqueror e nautilus hanno funzioni per visualizzare immagini sotto forma di raccolta con un semplice click, su kde con un click creo una galleria html, con due uno slideshow in gif e tre creo uno slideshow in flash.
    Ditemi una sola funzione di questo software che mi dovrebbe far esclamare "caspita! questo è proprio quello che mi mancava!", sono tutto orecchie.
    E io dovrei emulare un software proprietario scritto per un altra piattaforma per cosa?col rischio che se c'è un pericolo per la sicurezza, un baco, un ennesima tipologia di immagine "esplosiva" me emulo sul mio pc il tutto?

    Utilizzo KDE, metto qui qualche link di esempio, invito gli amici "Gnomi" ad aggiungere ulteriori link per Gnome stesso discorso per ogni altro ambienteSorride .

    http://www.jalix.org/projects/showimg/
    http://gwenview.sourceforge.net/
    http://ksquirrel.sourceforge.net/
    http://kuickshow.sourceforge.net/
    http://kphotobook.berlios.de/

    Google reinventaci il notepad!
    non+autenticato
  • > Ditemi una sola funzione di questo software che
    > mi dovrebbe far esclamare "caspita! questo è
    > proprio quello che mi mancava!", sono tutto
    > orecchie.

    Beh, una funzione ce l'avrebbe: per chi lavora (come me) sia con windows che con linux, condividere le stesse anteprime dei suoi archivi fotografici usando lo stesso programma.

    > E io dovrei emulare un software proprietario
    > scritto per un altra piattaforma per cosa?col
    > rischio che se c'è un pericolo per la sicurezza,
    > un baco, un ennesima tipologia di immagine
    > "esplosiva" me emulo sul mio pc il
    > tutto?

    Su tutto questo sono assolutamente d'accordo. Ecco perché mi aspettavo un porting completo (e non finto) a codice aperto.

  • - Scritto da:
    > Esistono duemilioninovecentosettantamila viewers
    > LIBERI per Linux per tutti gli ambienti,

    Picasa NON è un viewer... ma è evidente che non l'hai isto nemmeno di striscio per scrivere una cosa simile...
    non+autenticato
  • > Picasa NON è un viewer... ma è evidente che non
    > l'hai isto nemmeno di striscio per scrivere una
    > cosa
    > simile...

    Picasa inoltre semplifica il fotoritocco avanzato delle immagini mettendoti a disposizioni correzioni con un solo clic e potenti effetti grafici. Con Picasa basta un attimo per condividere le immagini – puoi inviarle per email, stamparle, creare CD regalo e persino postarle nel tuo blog.

    nulla di nuovo


    Picasa è un software che ti permette di trovare, modificare e condividere tutte le immagini presenti sul tuo PC. Ogni volta che apri Picasa, il programma individua automaticamente le tue immagini (anche quelle di cui ti eri dimenticato) e le ordina in album organizzati per data con nomi di cartella facilmente riconoscibili. Puoi trascinare e rilasciare gli album per spostarli da una posizione all'altra e aggiungere etichette per creare nuovi gruppi. Picasa ti garantisce che le tue immagini saranno sempre ben organizzate.


    men che meno


    heem ti va bene così?o vuoi che ti faccio un disegnino?ti è chiaro il concetto?
    non+autenticato


  • > heem ti va bene così?o vuoi che ti faccio un
    > disegnino?ti è chiaro il
    > concetto?

    Non sono mica io ad aver scritto "Esistono duemilioninovecentosettantamila viewers LIBERI per Linux"

    E cmq non vedo cos'hai da lamentarti... piaccia o meno è sempre un sw in più: se non ti piace non usarlo, chissenefrega... magari a qualuno torna utile
    non+autenticato
  • com da oggetto, si scarica il .deb e si installa in un attimo, grazie Google

    attenzione che non è software libero
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > com da oggetto, si scarica il .deb e si installa
    > in un attimo, grazie
    > Google

    confermo

    > attenzione che non è software libero

    sinceramente non non mi scandalizza la cosa
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)