Sarà di HP il supercomputer Linux più veloce

HP darà presto il via allo sviluppo di un supercomputer Linux per il Dipartimento americano per l'Energia, un mostro da oltre 8mila miliardi di calcoli al secondo. Una bestia capace di rivaleggiare con i più veloci del mondo

Sarà di HP il supercomputer Linux più velocePalo Alto (USA) - HP porterà Linux dove nessuno, prima d'ora, lo aveva mai condotto: nella top-ten dei computer più potenti al mondo. Tutto questo costerà la bella cifra di 24,5 milioni di dollari e, a pagare, sarà il Dipartimento americano per l'Energia (DoE).

L'ente ha commissionato ad HP la costruzione di un supercomputer Linux capace di eseguire 8.300 miliardi di calcoli al secondo (8,3 teraflops), una potenza che non solo ne fa il sistema Linux più veloce al mondo, ma lo piazza anche fra le prime dieci posizioni nella classifica generale dei supercomputer.

Per Hewlett-Packard si tratta naturalmente di una commessa di grande rilievo ma lo è anche per il mondo Linux che da questo genere di iniziative trae nuova linfa vitale. Perché dimostrano la capacità del Pinguino di adattarsi ad ambienti applicativi del tutto diversi garantendo prestazioni di altissimo livello.
Il "mostro" HP verrà impiegato in una vasta gamma di settori, fra cui lo studio di problemi chimici legati alle scienze naturali, la progettazione dei materiali, l'analisi dei composti chimici nell'atmosfera, ed altre ricerche nel campo della geochimica, biochimica, radioattività e sistemi biologici.

Il supercomputer sarà formato da 1.400 processori McKinley e Madison, il nome in codice della prossima generazione di CPU IA-64 di Intel, da 1,8 terabyte di memoria e da 170 terabyte di spazio disco.

Il "cervellone", che dovrebbe divenire operativo agli inizi del 2003, sarà installato presso la Molecular Sciences Computing Facility del DoE e andrà a rimpiazzare un precedente sistema IBM datato 1997.

Nell'ambiente non ha mancato di destare un po' di sorpresa il fatto che, per una volta, non vi sia IBM dietro ad un progetto di tali proporzioni riguardante Linux, tanto più che fino ad oggi HP non aveva mai scommesso in modo così deciso sull'OS free. Ma alla sorpresa si sostituisce ora l'interesse e la speranza di alcuni che HP voglia spingersi più in là del supercomputing sulla via dell'open source.
TAG: hw
43 Commenti alla Notizia Sarà di HP il supercomputer Linux più veloce
Ordina
  • io sono rimasto al cry 1000





    non+autenticato
  • o era il cray?
    non+autenticato
  • l'a si sara staccata dal nome...
    Occhiolino
    cray diventa cry
    Occhiolino

    > o era il cray?
    non+autenticato
  • - Scritto da: blah
    > l'a si sara staccata dal nome...

    a causa della velocità? ;o)
    non+autenticato
  • questa è una risposta, se mai ce n'era ancora bisogno, a chi sminuiva il valore del software open source come LINUX affermando che non ci si ricava reddito.

    Investire nell'Open Source è redditizio.

    Chi dice il contrario è evidente che non ne trae alcun vantaggio (LUI) e pretrende che passi la sua possizione personale

    E' il caso delle persone che hanno puntato tutto sul successo del monopolista microsoft: costoùro (e solo LORO) hanno tutto da perdere con l'avvento del software open source,





    non+autenticato
  • > questa è una risposta, se mai ce n'era
    > ancora bisogno, a chi sminuiva il valore del
    > software open source come LINUX affermando
    > che non ci si ricava reddito.

    Questo e' solo un simbolo e una bella furbata di immagine per chi lo ha fatto.
    non+autenticato


  • - Scritto da: YesMan
    > > questa è una risposta, se mai ce n'era
    > > ancora bisogno, a chi sminuiva il valore
    > del
    > > software open source come LINUX affermando
    > > che non ci si ricava reddito.
    >
    > Questo e' solo un simbolo e una bella
    > furbata di immagine per chi lo ha fatto.

    sul ritorno di immagine sono d'accordo, mentre sul fatto che sia SOLO questo è tutto da dimostrare da parte TUA.

    Del resto, nel fare questa valutazione, non prendi in considerazione un elemento importante riportato nell'articolo:

    <<Tutto questo costerà la bella cifra di 24,5 milioni di dollari e, a pagare, sarà il Dipartimento americano per l'Energia (DoE).>>

    Se pensi che il DoE si accontenti di far fare pubblicità alle aziende cui affida gli incarichi, le tue valutazioni devono essere ben poco ragionate.

    Rassegnatevi, win-maniac. L'invasione dell'open source è in atto.






    non+autenticato
  • - Scritto da: zap

    > Rassegnatevi, win-maniac. L'invasione
    > dell'open source è in atto.

    Speriamo che l'open source non venga prima soffocato dall'arroganza...
    non+autenticato


  • - Scritto da: Amigo
    > - Scritto da: zap
    >
    > > Rassegnatevi, win-maniac. L'invasione
    > > dell'open source è in atto.
    >
    > Speriamo che l'open source non venga prima
    > soffocato dall'arroganza...

    di sicuro non dalle capacità personali dei win-maniac, così dediti a difendere le briciole che prendono dal monopolista

    ...

    non+autenticato
  • - Scritto da: zap

    > di sicuro non dalle capacità personali dei
    > win-maniac, così dediti a difendere le
    > briciole che prendono dal monopolista

    Forse sara' abbattuto dalla sciatteria delle distribuzioni, al contrario di Amiga che e' un OS serio anche se non e' opensource.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Amigo
    > - Scritto da: zap
    >
    > > di sicuro non dalle capacità personali dei
    > > win-maniac, così dediti a difendere le
    > > briciole che prendono dal monopolista
    >
    > Forse sara' abbattuto dalla sciatteria delle
    > distribuzioni, al contrario di Amiga che e'
    > un OS serio anche se non e' opensource.

    invece è proprio dalla grande varietà delle distribuzioni e dalla loro CONCORRENZA, che deriva la vitalità di LINUX e del movimento open source

    Senza questa concorrenza non ci sarebbe stato alcun fenomeno-LINUX.

    La tua immagine di UNICITA' migliore di VARIETA' va contro tutte le logiche di mercato


    non+autenticato

  • - Scritto da: zap

    > invece è proprio dalla grande varietà delle
    > distribuzioni e dalla loro CONCORRENZA, che
    > deriva la vitalità di LINUX e del movimento
    > open source
    >
    > Senza questa concorrenza non ci sarebbe
    > stato alcun fenomeno-LINUX.
    Senza la gratuità non ci sarebbe stato il 90% del "fffenomeno"...

    >
    > La tua immagine di UNICITA' migliore di
    > VARIETA' va contro tutte le logiche di
    > mercato
    Eh sì: infatti abbiamo visto tutti come le logiche del mercato hanno "piegato" (ROFL) sistemi unici, basati sull'unicità ed assolutamente vincenti, da AIX a SAP, a SGI, fino al vecchio ed immarcescibile VMS... possibile che tu concepisca come "mercato" solo quelle 4 cagate di SOHO che conosci ???
    non+autenticato
  • Esatto... una bella furbata per trarre vantaggio dallo hype che c'è ora intorno a Linux. Penso che alla HP questo supercomputer serva soprattutto per mostrarsi non inferiore a IBM soprattutto dopo la campagna pubblicitaria sui mainframe con Linux.
    Comunque non credo ci sia nulla più che una bella mossa pubblicitaria dato che su architettura i386 Windows 2000 Datacenter ha dimostrato di essere molto più scalabile di Linux e adattabile a server con ben più di 8 processori (che per il pinguino e' illimite invalicabile, pena l'instabilita' o performance pietose)... non si vede perche' le prestazioni in ambito i386 non dovrebbero essere confermate anche in IA-64. E non dimentichiamo che Intel ha sempre lavorato gomito a gomito con Microsoft nella definizione di nuovi chip e che solo in Microsoft sono a conoscenza delle migliori ottimizzazioni del codice per Intel... gli altri si devono accontntare dell'obsoleto gcc per compilare gli eseguibili.
    Inoltre solo per os Microsoft è possibile programmare applicazioni *realmente* multithreading (l'altro os che lo permetteva sarebbe stato OS/2). Con Linux e in generale con tutti i sistemi POSIX i thread possono solo essere "imitati" da semplici processi, ma i sistemi POSIX non possono certo essere definiti thread-safe in quanto il PID ritornato da un thread non e' quello del programma che lo ha iniziato ma quello del processo stesso. Credo proprio che per l'utilizzo che si intenderebbe fare di quel computer HP la programmazione multithreading farebbe abbastanza comodo... o no?

    - Scritto da: YesMan
    >
    > Questo e' solo un simbolo e una bella
    > furbata di immagine per chi lo ha fatto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Michele Porta

    > Esatto... una bella furbata per trarre
    > vantaggio dallo hype che c'è ora intorno a
    > Linux. Penso che alla HP questo

    Ora Linux e' solo fuffa commerciale senza piu' sostanza, al contrario di Amiga che con la MUI dava la polvere ai vari Gnome e KDE.

    Come sempre viene scelta la soluzione meno performante (tecnicamente) e preferita dalle masse pigre e incolte.

    Fateci caso, Amiga non e' opensource e i risultati si vedono infatti vive ancora oggi.
    non+autenticato
  • Intel ha rilasciato il suo compilatore per i386 e IA64 per Linux, quindi su quelle piattaforme (IA64 di Intel) è il miglior compilatore, ovviamente.
    Linux non solo su IA arch. ma anche su Risc, Sparc e altre gira con ben oltre 8 Chips, e a differenza di win che rimane ancora ancorato a IA, sfrutta appieno il MPP (di cui l'SMP è una parte), e credo che solo tu lo vedi instabile, visto che proprio stamattina ho installato Linux SuSe per S/390 su una partizione logica dedicata a Linux S/390; senza che il sistema avesse problemi d'instabilità o performance (pensa un pò gli unici problemi sono state le informazioni di conf. di rete sbagliate che sono state passate). Per la cronaca la macchina S/390 ha 12 processori e non sono processori come RISC, Sparc, o IA. A tua informazione a lavorare al porting di Linux su S/390 e zSeries oltre a università blasonate tra cui Princeton (sede principale e guida del progetto) vi è la stessa IBM; se vai sul sito: www.linuxvm.org/penguinvm che è il sito del gruppo di Princeton hai un bell'esempio di Linux/Apache su S/390, stabile, funzionante, solido.
    Se poi guardiamo allo sviluppo degli o.s. per IA64, tutti, ma proprio tutti, gli UNIX che girano su IA32 e che si sono proposti il porting dell'o.s. su IA64, già lo fanno e sono stabili, win a 64 bit ancora no. Senza considerare poi che M$ ha l'aiuto di Compaq che con l'acquisto di Digital ha la tecnologia Alpha da cui Intel ha preso per il suo Chip a 64 bit. Molto probabile che il problema per win è l'MPP.
    Linux, *BSD, UNIXWare (OpenUNIX), OpenServer (Caldera con l'acquisto dei 2 o.s. da SCO ha deciso da poco di ridistribuirli Open), sono da tempo su IA64 a 64 bit, win ancora non sfrutta i 64 bit poichè è instabile (per fortuna di M$ che attualmente il mercato degli IA64 di Intel e AMD non richiede massicciamente applicazioni a 64 bit, anche perchè ve ne sono poche e chi ha investito in applicazioni per IA32 non vuole rispendere subito).
    Parliamo di scalabilità, certo parliamone; togli a un "cluster" (chiamiamolo cosi) win data center o non data, i nodi e i master Solaris con la tecnologia Sun per i cluster ad alta affidabilità, e poi vedrai se esiste il data center win. Non esisterebbe neanche i server win/iis ad Hotmail. Se Sun si comportasse come M$ che nelle ultime licenze di 2 suoi prodotti impone di non associare gli stessi a tecnologie Open source (non potrebbe farlo per legge, ma lei lo fà), e licenziasse il suo sw per i cluster alta affidabilità solo in associazione con sw UNIX o Solaris, ad Hotmail dovrebbero reimpiegare Apache dappertutto invece che tenerlo solo per la presenza di problemi di security di iis.
    Infine, nota che oltre che per Linux suddette considerazioni sono valide anche per altri o.s, anzi con i *BSD non ci sarebbe confronto.
    non+autenticato
  • ho appena letto su un numero arretrato di OPSM2(UK) che la play3 dovrebbe avere una potenza di picco di 1 trilione di FLOPS(play2=>6.2GFlops), cioe' millemiliardi di flops... cioe' un TFlops... mi voglion dire che per al piu' 2 milioni di lire mi porto a casa un ottavo di un computer da 24.5 milioni di dollari?... uhm...
    non+autenticato
  • ma certo, solo che la play3 è ancora un progetto...
    è solo marketing dare le presumibili specifiche per un prodotto che uscirà tra anni quando la potenza dei dispositivi digitali raddoppia ogni anno o meno : )
    PS Se vuoi puoi prenotarti per acquistare il mio cellulare usato (che venderò nel 2050) con una potenza di calcolo di un trilione di mflops!
    non+autenticato


  • - Scritto da:Sorride
    > ma certo, solo che la play3 è ancora un
    > progetto...
    o' saccio...
    > è solo marketing dare le presumibili
    > specifiche per un prodotto che uscirà tra
    > anni quando la potenza dei dispositivi
    > digitali raddoppia ogni anno o meno : )
    > PS Se vuoi puoi prenotarti per acquistare il
    > mio cellulare usato (che venderò nel 2050)
    > con una potenza di calcolo di un trilione di
    > mflops!
    no, grazie, come cavolo faccioa d attaccarci il joypad? o per giocare a Soul Calibur XX devo muovermi come uno scalmanato travestito da Seung mina, in nmezzo alla strada?

    ps: se vuoi ti vendo il mio cervello, e' quasi nuovo, mai usato... Sorride
    non+autenticato
  • Che cosa sono di preciso codesti FLOPS?
    Uno shift di un numero binario a 32 bit in notazione floating point di una posizione a dx e' un flop? O devo pensare che sono flop solo le ADDIZIONI di 2 num. floating point da 32 bit? Ma in questo caso: una differenza tra 2 num. FP e' un flop o sono 2 flops? E la moltiplicazione? E la divisione? (Forse sono 4 flops?).
    Ed il fatto di prendere numeri a 32 bit e' valido per i Pentium? O gia' qui abbiamo numeri a 64 bit? E alcune schede video usano FP da 128?

    Alla mia ignoranza rispondete con illuminante precisione!
    non+autenticato


  • - Scritto da: ignorante
    > Che cosa sono di preciso codesti FLOPS?
    > Uno shift di un numero binario a 32 bit in
    > notazione floating point di una posizione a
    > dx e' un flop? O devo pensare che sono flop
    > solo le ADDIZIONI di 2 num. floating point
    > da 32 bit? Ma in questo caso: una differenza
    > tra 2 num. FP e' un flop o sono 2 flops? E
    > la moltiplicazione? E la divisione? (Forse
    > sono 4 flops?).
    > Ed il fatto di prendere numeri a 32 bit e'
    > valido per i Pentium? O gia' qui abbiamo
    > numeri a 64 bit? E alcune schede video usano
    > FP da 128?
    >
    > Alla mia ignoranza rispondete con
    > illuminante precisione!
    ma va cagher
    non+autenticato
  • FLOPS: Floatong Point Operation Per Second.
    Qualsiasi operazione in virgola mobile quindi
    non+autenticato
  • Ok, ma che interessa un solo operando? Oppure 2?
    Oppure in sistemi pensati per la grafica vettoriale, che interessa una certa matrice di numeri floating point?

    Possibile che nessuno sia capace di darmi risposte chiare ed esaustive?
    Caspita, parlate tutti cosi' difficile, ma mi viene il sospetto che moltissimi tra voi non sappiano neanche di cosa si parla!

    non+autenticato
  • Per la precisione, Linux figura nella Top Ten 500; cioè dei 500 supercalcolatori (in realtà la maggioranza sono cluster) esistenti.
    Il progetto di HP lo spinge in una zona più alta di questa Top Ten.
    non+autenticato
  • Scusa, ma "Linux" non è un calcolatore, è un S.O.
    Giusto?
    Ciao
    non+autenticato
  • Si, è solo una precisazione; anche se va detto che molti di questi super computer sono cluster paralleli, campo in cui win è notevolmente handicappato rispetto agli UNIX.
    non+autenticato
  • si ma gli mettiamo insieme ????
    Occhiolino

    - Scritto da: Virtuoso
    > piccoli messi insieme.
    non+autenticato


  • - Scritto da: blah
    > si ma gli mettiamo insieme ????
    > Occhiolino
    >

    ignorante si dice "li mettiamo insieme" e piantala di mettere le faccine ad ogni messaggio che tanto sei simpatico come un calcio nel culo
    non+autenticato
  • > > si ma gli mettiamo insieme ????
    > > Occhiolino
    > ignorante si dice "li mettiamo insieme"
    guarda l'ora a cui ho postato...

    > piantala di mettere le faccine ad ogni
    > messaggio che tanto sei simpatico come un
    > calcio nel culo
    senti ignorami e basta e che cazzo
    Occhiolino
    Occhiolino
    Occhiolino
    Occhiolino
    Occhiolino
    Occhiolino
    Occhiolino
    non+autenticato
  • >> ignorante si dice "li mettiamo insieme"

    > guarda l'ora a cui ho postato...


    Mezzanotte e venti, wow, tardisssssimo. Dai dai, adesso ci dirai che eri ubriaco, che la fidanzata ti ha lasciato e che ti è morto il gatto bonsai. Così ti è scappato un errore che "se lo sapevi non lo facevi". Ma sempre con il sorriso sulle labbraOcchiolino

    ;)OcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolino
    ;)OcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolino
    ;)OcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolino
    ;)OcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolino
    ;)OcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolino
    ;)OcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolino
    ;)OcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolino
    ;)OcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolino
    ;)OcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolino
    ;)OcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolinoOcchiolino
    non+autenticato
  • > Mezzanotte e venti, wow, tardisssssimo.
    io vado a letto presto...
    e poi veramente tutti questi che per una lettera in piu o in meno rompono hanno veramente ROTTO...

    > dai, adesso ci dirai che eri ubriaco, che la
    > fidanzata ti ha lasciato e che ti è morto il
    > gatto bonsai. Così ti è scappato un errore
    > che "se lo sapevi non lo facevi".
    Occhiolino

    > Ma sempre
    > con il sorriso sulle labbraOcchiolino
    ovviamente...
    Occhiolino

    non+autenticato
  • Pensavo di essere l'unico a non reggere "mister faccina sorridente di circostanza" o "mister commento scontato".

    Tipico esempio di utente che nella "real life" prenderebbe ceffoni in gran quantità.

    A bocca aperta Occhiolino Occhiolino
    non+autenticato
  • > Pensavo di essere l'unico a non reggere
    > "mister faccina sorridente di circostanza" o
    > "mister commento scontato".
    e bello sapere di essere cosi popolare...

    > Tipico esempio di utente che nella "real
    > life" prenderebbe ceffoni in gran quantità.
    come fai a dirlo ????

    > A bocca aperta Occhiolino Occhiolino
    pr...
    non+autenticato
  • mah, non ne sono sicuro..

    i canali delle schede sono + veloci e + vicini di kilometri di tcp
    non+autenticato
  • > i canali delle schede sono + veloci e +
    > vicini di kilometri di tcp

    Si, ma sono tanti ....
    Inoltre, sempre piu' banda larga .....

    Politica o informatica ?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Virtuoso
    > piccoli messi insieme.

    Vorrei che fosse vero, ma non e' cosi'. Un conto sono i bus su schede e un altro quello fatto da cavi.
    Le problematiche sono complesse, ma ormai e' normale preferire sistemi di super computer quando il budget non e' un problema.
    non+autenticato