E se vivessimo senza cellulare?

Il telefonino diffusissimo oggetto di moda e ora veicolo per insulti via SMS anche dall'automobile. Una lettrice si chiede se non ci sia un problema da considerare

Roma - Quando ho comprato il telefonino l'ho fatto perché, abitando fuori città e dovendo fare molti chilometri di campagna, ho pensato che se fosse successo qualcosa, un guasto alla macchina o non lo so avrei potuto chiamare i miei figli oppure il carro attrezzi. E' da due anni che ho il mio cellulare ma leggo ora che una ricerca di People Swg dice che solo un italiano su dieci non ha il telefonino. E prima che riesca a riprendermi dall'idea che siamo tutti collegati wireless scopro dalla stessa ricerca che il 60% di telefonini ne ha addirittura due!

Non vorrei essere scambiata per una pasionaria contro la tecnologia, perché anzi nel mio piccolo il computer lo uso e mi piace, così come leggo il Corriere della Sera mi leggo anche Punto Informatico, soprattutto gli articoli meno tecnici. Il fatto è che mi sembra che questa nuova comunicazione ci stia un po' prendendo la mano: il telefonino da oggetto di lusso diventa oggetto di massa e ora oggetto di moda.

La sua funzione è comunicare ma non è più questo che spinge la gente a comprarlo.
Tutto questo in sociologia significa che le persone lo danno per scontato e cioè che il telefonino non è più qualcosa di cui si ha bisogno ma qualcosa la cui assenza sarebbe percepita come una incompletezza, come se senza telefonino si fosse qualcosa di meno, si valesse di meno.

E perché lo si utilizza allora? Presto detto.
Quando dico che ci prende la mano è anche perché ho letto di questo nuovo servizio, "Textjam", che permette di insultare via SMS mentre si è in auto, perché associa la targa automobilistica ai numeri SMS in modo tale che ci si possa mandare a quel paese reciprocamente senza neppure sapere come ci si chiama e spendendo qualche centinaio di lire per il messaggio. Non è una "cosa americana", perché sta per arrivare anche qui da noi in Italia, dove non si può usare il cellulare al volante...

Ma è questo il motivo per cui conviene essere sempre rintracciabili, poter comunicare in qualsiasi momento, presto persino essere localizzati?
Solo io ci vedo una contraddizione? Un problema?
Io preferirei (ma evito) al massimo fare le corna se qualcuno mi supera tagliandomi la strada o mi mette in pericolo.
E a voi vi lascio con queste domande.

Katy Mannoia
70 Commenti alla Notizia E se vivessimo senza cellulare?
Ordina
  • Sono daccordo, dei telefonini se ne sta abusando, addirittura c'è chi se lo porta in palestra, e mentre si fa una sessione di cardiofitness, o una lezione di aerobica o di step lo lascia acceso! E risponde se squilla!!!
    Personalmente ho cominciato ad accenderlo ad orari precisi, e ho scoperto di risparmiare pure. Quante volte mi è venuto in mente di telefonare, così per fare due chiacchiere, in seguito magari ad un bisogno estemporaneo, ma avendo il telefonino spento mi è passata l'ispirazione, sono stata più tranquilla, e ho pure risparmiato!

    Chi ne ha due poi... mi è impossibile, incomprensibile da capire!
    non+autenticato
  • ...facciamo sempre attenzione a come ci poniamo nei confronti delle innovazioni tecnologighe, e cerchiamo di imparare dai nostri sbagli...

    non possiamo prendere tutto per buono solo perché è una nuova tecnologia! chi ce la propone in genere ha altri interessi, diversi dal nostro bene; questo senza nulla togliere ciò che di bene c'è nel cellulare, come in tutto!

    OPPOSTA SUNT COMPLEMENTA si è scritto Niels Bohr sulla tomba, che poi altro non è che il taoismo.

    ATTENZIONE: l'uso dei combustibili fossili, credo sia uno dei + grandi moniti che ci siamo noi stessi cercati. Distruggiamoci pure, ma risparmiamo la terra Occhiolino

    non+autenticato
  • ...facciamo sempre attenzione a come ci poniamo nei confronti delle innovazioni tecnologighe, e cerchiamo di imparare dai nostri sbagli...

    non possiamo prendere tutto per buono solo perché è una nuova tecnologia! chi ce la propone in genere ha altri interessi, diversi dal nostro bene; questo senza nulla togliere ciò che di bene c'è nel cellulare, come in tutto!

    OPPOSTA SUNT COMPLEMENTA si è scritto Niels Bohr sulla tomba, che poi altro non è che il taoismo.

    ATTENZIONE: l'uso dei combustibili fossili, credo sia uno dei + grandi moniti che ci siamo noi stessi cercati. Distruggiamoci pure, ma risparmiamo la terra Occhiolino

    Vorrei aggiungere:
    Complimenti. Si, per la tua visione coerente. DUBITIAMO, DUBITIAMO DUBITIAMO. E' solo una ricetta, ma quantomeno ha il pregio di farci guardare un pochino alle spalle, di tenere strette le natiche...

    Telefonini, tecnologie o altro, dobiamo sempre ricordare che tutto quello che l'industria ci propina è in linea con suo pensiero principe. FARE REDDITO = ESISTERE. Limiti etici, umanesimo ed altro in confronto sono quisquilie rispetto all'ESISTERE.
    Quindi ingoiamo un pò di tutto. Modelli di vita con trend incalzanti, "reclame" che non vendono più prodotti ma sogni.
    Allora ogni tanto proviamo a fermarci. Scendiamo dal treno e guardiamolo passare. Non avremo perso nulla, forse guadagneremo un poco di consapevolezza.
    non+autenticato
  • > Chi ne ha due poi... mi è impossibile,
    > incomprensibile da capire!
    io ne ho due... uno volevo buttarlo e me ne sono comperata un secondo... poi il primo sono riuscita a farlo andare... ora li uso per scopi differenti: uno pr lavoro e uno per le mie cose private... in questo modo i clienti non mi raggiungono nel week-and e gli amici non mi ocupano il telefono mentre attendo la risposta di un fornitore... Ma il mio è solo un caso nato da un disguido!
    non+autenticato
  • Ciao.
    Leggendo questo post, non ho potuto fare a meno di associarlo a:
    http://www.wineathomeit.com/wine/it/news/fritto//0.../// (copia/incolla).

    Mala tempora currunt....

    Saluti.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Tiziano, UD.
    > Ciao.
    > Leggendo questo post, non ho potuto fare a
    > meno di associarlo a:
    > http://www.wineathomeit.com/wine/it/news/frit
    >
    > Mala tempora currunt....
    >
    > Saluti.

    Ciao Tiz, lo sottoscivo in pieno.
    Certo che, come tutte le cose, la tecnologia non si ferma... ci si può solo educare ad usarla... ma è fondamentale riuscirci!
    Anna
    non+autenticato
  • ...se non altro, per chi come me si ritrova con gente che ogni 5 minuti ha il cellulare in mano per parlare con qualcun'altro per 3-4 minuti. Poi fa 1-2 minuti di conversazione con me, e altri 3-4 minuti con qualcun'altro, e cosi` via...

    comunicare e` importante, ma anche mentre si e` in bagno? anche mentre ci si schianta contro un bel platano lungo la strada?

    voglio dire... magari e` utile, anche se personalmente non lo uso... pero` ci si potrebbe anche dare una regolatina.

    ah, e poi considerate che chiunque abbia un recevitore amatoriale sui 925-950 MHz in FM, VI SENTE molto bene.
    non+autenticato
  • A meno che tu non abbia un antidiluviano e-tacs, non credo proprio che un radio-amatore ti possa sentire: ti ricordo che il gsm è uno standard digitale non intercettabile...almeno non da un semplice radioamatore.

    non+autenticato
  • Dici?
    Puo` darsi, pero` allora ci deve essere ancora un bel po' di telefoni in chiaro in circolazione... e siamo sicuri che il GSM sia interamente digitale nel senso che converte in digitale la conversazione? E se i ripetitori la ritrasmettessero in chiaro, poi? Con un GSM si puo' chiamare e parlare con un non-GSM? Va be', comunque non era quello il punto principale del mio post... magari non si possono intercettare, anche se l'amico che ha il ricevitore se volesse sentirebbe ancora fior di tizi che parlano.
    non+autenticato
  • per motivi di lavoro (identificazione di ponti radio non autorizzati di radio FM su banda riservata E-TACS) anni fa mi sono spazzolato la banda dal etacs al gsm (all'epoca solo omnitel e tim) e oltre (cordless) (emmm mi era scappata la mano sulla tastiera) e dalla banda gsm esce solo baccano, oltre al frequency Hopping, sistema di riduzione dei disturbi che consiste appunto in un cambiamento continuo della frequenza portante tra quelle assegnate alla cella. Eppoi esiste pure la criptazione della conversazione nella tratta "aria", eppoi vi ricordate che la clonazione del tacs era diventata routine, e sul gsm e' scomparsa?
    Invece etacs e cordless era come ascoltare la radio.
    Il "ripetitore" non ripete un bel niente, la conversazione quando giunge alla cella viene instradata su un collegamento a 2Mb/s PCM su coassiale (cavo telecomitalia) o ponte radio (ma a frequenze e codifica intercettabili solo da militari o con apparecchi dal centinaio di milioni di lire in su).
    Perdonate lo spandimento, ma e'proprio vero che a volte la "mancanza di informazione" genera fantasmi e leggende....bacio le mani a tutti...
    non+autenticato
  • ma ti ringrazio per la chiarezza, precisione, e pertinenza con cui hai risposto, senza blastare il alex, che escluse le due righe finali in cui ha sconfinato nella leggenda metropolitana, ha espresso un pensiero su cui mi auspico riflettiamo un po' + spesso!

    grazie tutti!
    non+autenticato


  • >
    > ah, e poi considerate che chiunque abbia un
    > recevitore amatoriale sui 925-950 MHz in FM,
    > VI SENTE molto bene.

    Ma vale solo per i vecchi ETACS, vero ?
    I GSM non dovrebbero essere ascoltabili in chiaro...
    Cià
    Zizio
    non+autenticato
  • > ah, e poi considerate che chiunque abbia un
    > recevitore amatoriale sui 925-950 MHz in FM,
    > VI SENTE molto bene.

    I gsm viaggiano
    1) digitalizzati
    2) crittografati

    si possono intercettare solo utenti di cui si possiede la ki, che e' la chiave "portante" di tutto il sistema e si trova sulla tua smartcard e nel database del gestore.
    Per estrarla con un comune pc + lettore iso,
    avendo accesso fisico alla scheda, ci si impiega un tempo medio di 10/11 ore; per creare cloni esiste gia' del firmware per 16f84/24lc16 della microchip che emula un subset di funzioni di una sim originale, tuttavia ci puo' essere solo un cellulare in tutta la rete con il medesimo id/ki.
    Nulla vieta pero' di usare la ki conosciuta per ascoltare le conversazioni di un utente "mirato", tuttavia con strumentazione non poco costosa.
    non+autenticato
  • Sul tetto del mio palazzo ieri hanno istallato un'antennone in cambio di 10.000 euro l'anno. Se tra qualche anno succederà quello che non auguro a nessuno di voi, Chi ci rimborserà la vita?. Non penso le compagnie telefoniche. Riflettiamo!
    non+autenticato


  • - Scritto da: francesco noto
    > Sul tetto del mio palazzo ieri hanno
    > istallato un'antennone in cambio di 10.000
    > euro l'anno. Se tra qualche anno succederà
    > quello che non auguro a nessuno di voi, Chi
    > ci rimborserà la vita?. Non penso le
    > compagnie telefoniche. Riflettiamo!
    Uhmmm, innovazione che (probabilmente) nuoce la salute... avete ottenuto l'unanimità dei consensi? Perché se così non fosse forse puoi far levare il mostro... cmq c'è anche chi fuma... se accetti il problema nessuno ti può risarcire delle conseguenze... e se lo fa, bah, come per le sigarette, non mi pare del tutto giusto. Se hai modo di opporti e non lo eserciti ti devi tenere il danno... io mi informerei se fossi in te! Non accettare passivamente le scelte degli scellerati.
    non+autenticato
  • La cosa che mi da un senso strano è vedere persone che contraddicono la notizia in questione difendendo il telefonino come fosse un amico od un animale da compagnia...
    Non è questo atteggiamento proprio un cofnermare quello detto nella notizia?

    Io ho il cellulare, lo uso, senza mi troverei in difficoltà perchè sono un "comodino"; il cellulare è una gran comodità!!!
    Però nella notizia non si parla di un mondo migliore grazie all'assenza di cellulari; si dice che certi usi che se ne fanno non sono usi ma ABUSI. Ed io sono d'accordo al 100%
    Io stesso mi sono reso conto che avendo il cellulare a disposizione, spesso faccio telefonate poco utili che magari potrei evitare... chi è senza peccato scagli la prima pietra.
    Ci sono delle cose che ci dovrebbero far riflettere. Due esempi:
    1) quanti cambiano il cellulare sebbene sia perfettamente funzionante? Perchè lo cambiano? Non è un abuso?
    2) Sapete che l'Italia è uno dei pochi paesi dove il cellulare è privato mentre nel resto del mondo le compagnie telefoniche danno i terminali in incomodato d'uso per 10-15 Euro l'anno? Perchè noi dobbiamo avere la proprietà del terminale spendendoci svariati soldi quando con molto meno avremmo dei terminali sempre nuovi, sempre coperti da garanzia a pochi soldi?
    E' un abuso, no?

    E non sono solo le compagnie telefoniche ed i produttori di terminali ad abusarne cercando di creare necessità.... siamo anche noi che abusiamo di uno strumento atto a comunicare.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Renton78
    > La cosa che mi da un senso strano è vedere
    > persone che contraddicono la notizia in
    > questione difendendo il telefonino come
    > fosse un amico od un animale da compagnia...
    > Non è questo atteggiamento proprio un
    > cofnermare quello detto nella notizia?

    Ma infatti basta ti guardi intorno!
    Le casalinghe al supermercato a ciacolar (ma che avranno di così importante?)

    I giovani al bar con ogni cell sul tavolino perchè prenda meglio (ma è pure in bella mostra
    l'ultimo acquisto così!)

    Telefonano per strada, in bici, in macchina, ma che hanno di così urgente???
    O devono farsi vedere forse?


    > Io ho il cellulare, lo uso, senza mi
    > troverei in difficoltà perchè sono un
    > "comodino"; il cellulare è una gran
    > comodità!!!

    Io lo ho (uno stra-vecchio naturalmente) lo uso per emergenze e lo ricarico una volta all'anno.


    > Io stesso mi sono reso conto che avendo il
    > cellulare a disposizione, spesso faccio
    > telefonate poco utili che magari potrei
    > evitare... chi è senza peccato scagli la
    > prima pietra.

    Vero anche gli Sms basta inviarli via Pc (non venite a dire che non ce n'è mai uno a disposizione)
    e mica ti arriva l'addebito poi.
    Molti usan ole schede per mandare Sms, solitamente stronzate dato puoi mandarne a raffica e allora vai con frasi inutli, catene e quant'altro.
    Roba da utonti a sto punto IMHO.


    > Ci sono delle cose che ci dovrebbero far
    > riflettere. Due esempi:
    > 1) quanti cambiano il cellulare sebbene sia
    > perfettamente funzionante? Perchè lo
    > cambiano? Non è un abuso?

    Ovvio ma ti sei mai chiesto perchè la gente è sempre attaccata alle vetrine a veder egli ultimi modelli?
    qualcun odovrebbe dirgli che è un telefono!
    ... Mi sa che non lo capiscono però Con la lingua fuori


    > 2) Sapete che l'Italia è uno dei pochi paesi
    > dove il cellulare è privato mentre nel resto
    > del mondo le compagnie telefoniche danno i
    > terminali in incomodato d'uso per 10-15 Euro
    > l'anno?

    Per forza in italia ci sono privatizzazioni dappertutto!


    > E' un abuso, no?
    >
    > E non sono solo le compagnie telefoniche ed
    > i produttori di terminali ad abusarne
    > cercando di creare necessità.... siamo anche
    > noi che abusiamo di uno strumento atto a
    > comunicare.

    Bravo, lo hai capito ma gli altri?


    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)