L'open source non entusiasma le ditte italiane?

Questo uno dei passaggi di un rapporto sulle decisioni di spesa dei responsabili tecnologici di medie e grandi aziende del Belpaese. Uno studio annunciato da Microsoft, HP e AMD

Roma - Gli esperti di NetConsulting hanno tracciato un quadro dell'interesse dei responsabili IT di medie e grandi imprese italiane per la spesa in innovazione, un rapporto presentato da Microsoft, HP e AMD nelle scorse ore.

Tra le informazioni di maggiore interesse e probabilmente più controverse che emergono dal rapporto CIO Survey, sebbene piuttosto scarne, sono quelle relative all'open source. "Siano essi di sistema o applicativi" - scrivono gli estensori dello studio sugli ambienti open source - "viene segnalato da parte dei Chief Information Officer che la principale criticità alla loro adozione è determinata dalle non chiare politiche di supporto e dalla mancanza di garanzie di tipo evolutivo, condizioni che ancora non forniscono sufficienti elementi di rassicurazione per scommettere su di essi il business di un'azienda".

Maggiori dettagli, invece, sulle propensioni del "significativo panel di CIO" intervistati dagli esperti verso le tecnologie proprietarie nei diversi settori di business.
Si parla quindi di interesse per il software orientato ai servizi per il 70 per cento del panel, delle comunicazioni su IP e delle reti virtuali, tutti strumenti ritenuti essenziali per la crescita. Rimane forte l'interesse per i progetti di integrazione applicativa. I nuovi progetti spingono tutti verso le piattaforme ERP e il loro aggiornamento (55,6 per cento del panel), la gestione dei clienti, le soluzioni di tipo analitico e le cosiddette soluzioni verticali (38%), che rappresentano - spiegano gli autori del rapporto - "le vere aree di innovazione".

Di interesse il fatto che il 51 per cento delle banche abbia in corso progetti di CRM che riguardano il 36 per cento del budget in innovazione. In fìeri anche una profonda ristrutturazione nelle assicurazioni, mentre in ambito manifatturiero il 30 per cento degli investimenti IT riguarda l'area della Supply Chain Management. "Particolare interesse - spiega lo studio - stanno assumendo le soluzioni di Product Lifecycle Management (PLM - il 60% delle aziende) a supporto delle attività di progettazione collaborative e le tecnologie innovative per il tracciamento delle merci (RFID)".

IPTV e DVB-H, ossia televisione via internet e via terminali mobili, sono i due nuovi "credo" delle TLC, dove le aziende si orientano ad una convergenza sempre maggiore tra servizi e contenuti.

"Nonostante l'indagine evidenzi ancora una volta una tendenza al contenimento generale dei budget (-1.1% nel 2005 e -2.1% nel 2006) - spiega il rapporto - la propensione dei CIO è di riuscire a ridurre la quota di spese di gestione a favore di investimenti innovativi, la cui quota sul totale del budget IT evolve dal 38.4% del 2004 al 42.1% in questo anno, con punte fino al 57,2% del mercato Telco e Media".

La riduzione della spesa viene perseguita sia ottimizzando gli investimenti in integrazione sia con l'adozione di software "che sia allo stesso tempo stabile, facilmente gestibile, intrinsecamente sicuro e maggiormente economico". Ma, appunto, non open source.
105 Commenti alla Notizia L'open source non entusiasma le ditte italiane?
Ordina
  • qui su punto non ci sarà una persona che programma o lavora su un progetto veramente open source con tanto di rispetto per la licenza.
    Qui importa solo di usare open office gratis, senza sapere che la gente non usa office solo per scrivere le letterine a babbo natale.

    non+autenticato
  • Salve
    Sono dipendente di una azienda di medie dimensioni (1100 dipendenti) e con filiali sparse in tutto il mondo. Al contrario di quanto annunciato nell'articolo, la nostra azienda stà diffusamente migrando su applicazioni Open, in particolare sulle nuove postazioni installate e sui revamping delle vecchie.
    Open office e Mozilla Thunderbird hanno rimpiazzato senza problemi il pacchetto Office Ms e Outlook, con un notevole risparmio sui costi per l'azienda. Non ho idea quale aziende abbiano visitato per l'inchiesta, ma nella nostra non sono certo passati.
    Saluti.
  • tra di voi esiste qualcuno, che per lavoro e non per hobby, sviluppa programnmi open source/GPL


    Invece per hobby?

    avete dei link ai vostri progetti?
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > tra di voi esiste qualcuno, che per lavoro e
    > non per hobby, sviluppa programnmi open
    > source/GPL

    > Invece per hobby?

    Si

    > avete dei link ai vostri progetti?

    Non lo postero' certo in questa valle di troll...
    non+autenticato


  • >
    > Si
    >
    > > avete dei link ai vostri progetti?
    >
    > Non lo postero' certo in questa valle di troll...


    me lo invieresti in privato ( garantisco che non lo distribuisco a nessuno )
  • - Scritto da: pippo75

    > > Si

    > > > avete dei link ai vostri progetti?

    > > Non lo postero' certo in questa valle di
    > > troll...

    > me lo invieresti in privato ( garantisco
    > che non lo distribuisco a nessuno )

    Entro la fine dell'estate spero di uscire con una relise stabile, allora lo mostrero' al mondoImbarazzato , ti metto nella lista di quelli a cui inviare una segnalazione Sorride
    non+autenticato

  • >
    > Entro la fine dell'estate spero di uscire con una
    > relise stabile, allora lo mostrero' al mondoImbarazzato ,
    > ti metto nella lista di quelli a cui inviare una
    > segnalazione
    >Sorride

    con cosa lo sviluppi?

    quando ho tempo porto avanti un progetto per la gestione della biblioteca del mio paese (sviluppato in delphi ).

    Come programma e' una cavolta, pero' fa quello che serve.

    Piu' o meno va anche con wine.
  • - Scritto da: pippo75

    > > Entro la fine dell'estate spero di uscire
    > > con una relise stabile, allora lo mostrero'
    > > al mondoImbarazzato , ti metto nella lista di
    > > quelli a cui inviare una segnalazione
    > >Sorride

    > con cosa lo sviluppi?

    Linux
    Eclipse con modulo per il C++
    OpenGL per la grafica.
    FLTK per l'interfaccia.

    Vorrei a breve fare una cross compilazione con targhet windows.

    > quando ho tempo porto avanti un progetto
    > per la gestione della biblioteca del mio
    > paese (sviluppato in delphi).

    > Come programma e' una cavolta, pero' fa quello
    > che serve.

    > Piu' o meno va anche con wine.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > tra di voi esiste qualcuno, che per lavoro e
    > > non per hobby, sviluppa programnmi open
    > > source/GPL
    >
    > > Invece per hobby?
    >
    > Si
    >
    > > avete dei link ai vostri progetti?
    >
    > Non lo postero' certo in questa valle di troll...

    se è open source dovresti postarlo qui, adesso, oppure hai paura che diventi carne da macello, ma in questo caso non sei fatto per stare nella reggia di stallman, ma forse in quella dei furbacchioniOcchiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > tra di voi esiste qualcuno, che per lavoro e non
    > per hobby, sviluppa programnmi open
    > source/GPL
    >
    >
    > Invece per hobby?
    >
    > avete dei link ai vostri progetti?

    più o meno tutti fanno la stessa cosa: scaricano phpnuke e lo rivendono di sana pianta a 1500 euro... con dubbi sulla liceità, poi magari il cliente li manda a quel paese, ma intanto hanno ciucciato soldini aggratis

    ecco perchè si stracciano i capelli quando qualcuno parla male dell'open source

    Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • > più o meno tutti fanno la stessa cosa: scaricano
    > phpnuke e lo rivendono di sana pianta a 1500
    > euro... con dubbi sulla liceità, poi magari il
    > cliente li manda a quel paese, ma intanto hanno
    > ciucciato soldini
    > aggratis

    Io sto lavorando (assieme ad altri) al porting di netoffice + phpproject come modulo su PHP-Nuke (collegabile ad opengroupware), con annesso editor per documenti che mi salvi in odt direttamente su mysql (e non su FS) o postgre. L'idea è di fare una roba tipo SharePoint+Project+Exchange ma senza salvataggio su FS. Penso che per la fine dell'anno rilasceremo una beta piuttosto stabile, e dopo passeremo a realizzare il modulo per altri CMS open.

    PS: io da anni ho un personalissimo fork di PHP-Nuke sul quale ho modificato/realizzato ex-novo tutti i tipi di moduli, e rivendo solo (il tempo del)la customizzazione. Quando avrò "fegato" per presentare una cosa solo mia..
  • ...altrimenti si capisce che vi state cagando addosso dall'avanzata di Vista+IE7+.Net Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • "Uno studio annunciato da Microsoft...", questo inizio di frase la dice tutta sulla validità dello studio. Stop.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)