Cassandra Crossing/ Foneros in pericolo

di Marco Calamari - Prova sul campo di Fon, che non convince sul piano informatico e che potrebbe persino inguaiare gli utenti italiani che già oggi partecipano all'ambizioso progetto di connettività distribuita

Cassandra Crossing/ Foneros in pericolo Roma - Un titolo apparentemente allarmista richiede subito una spiegazione: la comunità Fon, in particolare quella italiana, costituita ad oggi da 2229 persone, si trova in una doppia situazione di pericolo, sia dal punto di vista legale che da quello informatico.

Fon è un progetto nato qualche tempo fa, allo scopo di creare una comunità di utenti (detti appunto "foneros") che, tramite opportuni access point wireless collegati alle proprie ADSL flat, creassero una struttura di accesso wireless pervasiva, non centralizzata e gratuita.

Il progetto ha attraversato alcuni notevoli cambiamenti ed adesso si è evoluto in una iniziativa commerciale, portata avanti da una società spagnola, FON Technology S.L. non quotata in borsa, che ha ricevuto finanziamenti sia da Google che, pare, da Skype, con la quale presenta diverse similitudini in termini di piano di marketing.
La rete conta su circa 20mila punti di accesso al mondo di cui oltre 2mila in Italia.
La situazione organizzativa attuale prevede che gli utenti che vogliono utilizzare la rete Fon (in questo caso definiti di tipo "Linus") debbano registrarsi ed installare un router wireless Fon collegandolo con la propria linea ADSL.
Un router Fon non è altro che un router Linksys WRT54Gx o Netgear di modello opportuno, modificato caricandovi sopra un firmware ad hoc, fornito da Fon. Questo firmware è ottenuto utilizzando due noti software GPL che sono una distribuzione GNU/Linux chiamata OpenWRT e Chillispot.

Chi si è registrato al sito di Fon.com, registrando successivamente anche il suo router, abilita il suo username all'utilizzo di tutti gli hotspot Fon al mondo.

Chi non potesse o non volesse eseguire tutte le operazioni necessarie per costruire un router Fon funzionante, può approfittare di una interessante offerta di Fon.com che vende un Linksys WRT54GL già modificato a prezzi stracciati; nel trascorso mese di maggio questo prezzo è variato da 25 ad 1 (dicasi 1) euro, di fronte ad un valore commerciale del router di oltre 60 euro. È da notare che le spese di spedizione e le tasse aggiungono altri 24 euro al costo, e che se il router non viene collegato alla rete e registrato entro 30 giorni, FON Technology si riserva di addebitare al mancato fonero altri 25 euro.

Visto che il progetto è portato avanti non da una fondazione benefica ma da una società privata, dove è il business, che ha addirittura interessato Google?

Per quello che è dato di sapere, prossimamente dovrebbero essere definiti altri due tipi di foneros oltre quelli "Linus", che sono i soli attualmente esistenti, i quali si chiameranno "Bill" ed "Alien".

Mentre i Linus continueranno ad avere e fornire accesso gratuito tra loro, gli utenti Bill (dotati di router) faranno pagare tramite FON Technology agli utenti Alien (non dotati di router) una certa quota oraria, che verrà suddivisa tra FON Technology ed il possessore del punto di accesso utilizzato.

Non entriamo qui nella bontà o meno di questo piano di marketing. È comunque il caso di notare che Fon.com è oggi una iniziativa commerciale il cui controllo gestionale, commerciale e tecnologico, è completamente centralizzato nelle mani di FON Technology. Si tratta quindi di cosa ben diversa da altre iniziative no-profit e collettive come ad esempio NYCwireless, che vogliono costruire lo stesso tipo di struttura, ma su base esclusivamente volontaria e gratuita, utilizzando tecnologie non centralizzate ma distribuite dette "reti mesh" come Pebble.

Una partecipazione diretta a Fon ha rivelato alcuni punti critici del progetto, che fanno sorgere dubbi sulla opportunità di iniziare o continuare a parteciparvi.
51 Commenti alla Notizia Cassandra Crossing/ Foneros in pericolo
Ordina
  • un ciente di FON scambiasse le foto di vostro figlio usanto FON per non essere rintracciabile?
    O accedesse al vostro conto in banca anonimamente grazie a FON?

    Il principio della traccaibilità degli accessi è un po' simile al divieto di girare a volto coperto. Può sembrare una limitazione alle nostre libertà ma è anche garanzia per tutti.

    Vogliamo essere ipocriti o dire che se si usa un sitema tipo FON è necessario che il gestore del network deve prendersi il carico di gestire l'autenticazione degli accessi?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > un ciente di FON scambiasse le foto di vostro
    > figlio usanto FON per non essere
    > rintracciabile?
    > O accedesse al vostro conto in banca anonimamente
    > grazie a
    > FON?
    >
    > Il principio della traccaibilità degli accessi è
    > un po' simile al divieto di girare a volto
    > coperto. Può sembrare una limitazione alle nostre
    > libertà ma è anche garanzia per
    > tutti.
    >
    > Vogliamo essere ipocriti o dire che se si usa un
    > sitema tipo FON è necessario che il gestore del
    > network deve prendersi il carico di gestire
    > l'autenticazione degli
    > accessi?
    io preferisco invece la liberta' e l'anonimo, e ti direi di farti gli affari tuoi perche se io volgio passare le foto di mio figlio a un amico non vedo dove sia il problema, se parli di pedofilia bhe cosa ti pensi che non lo fanno comunque? bha io a differenza di te preferisco essere relamente libero invece che una finta liberta' che si conosce e si ingora mettendosi i salami sugli occhi -.-
    non+autenticato
  • Per non essere ipocriti c'è bisogno di essere beceri?
    Che poi francamente questo mi sembra un discorso ipocrita, visto che potenzialmente tutte le persone di sesso maschile possono essere dei violentatori incarceriamoli tutti, è questa la logica?
    Capisco che la televisione rincoglionisce e che tutti i giorni ci raccontano le bufale più colossali che si possa immaginare per farci vivere nel terrore di ogni cosa ma attaccare un pochino il cervello, no?
    non+autenticato
  • Nonostante la buona fede e la grandiosità del progetto di portare informazione in ogni angolo del pianeta, nel nostro paese la Comunità Foneros rimane imbrigliata dalle regole sancite dal Decreto Pisanu atte a combattere il terrorismo Nazionale e Internazionale.
    Le regole del Decreto stabiliscono che ogni utente che mette a disposizione la propria connessione al di fuori delle mura domestiche, deve necessariamente conoscere l'identità degli utenti connessi alla stessa rete, e deve mantenere i File di Log per eventuali verifiche da parte delle autorità competenti.

    Tutto questo mentre il terrorismo internazionale dilaga sulla rete mandando in onda filmati di minacce e esecuzioni, senza per altro, essere identificati e perseguiti.
    E noi, qui in Italia, imbavagliamo l'informazione non tenendo conto che soltanto il 30% del territorio nazionale è raggiunto dalla connessione ad alta velocità.

    Illegale quindi il diritto di informazione per tutti, quindi, addio al progetto Foneros, almeno per il momento.
    Se pensate che in questo momento sul sito ufficiale della comunità, viene offerto, ai nuovi iscritti, il Router La Fonera a soli 5 Euro che, aggiunte le spese di trasporto, arriva a costare 17 Euro tutto compreso!
  • > Nonostante la buona fede e la grandiosità del
    > progetto di portare informazione in ogni angolo
    > del pianeta, nel nostro paese la Comunità Foneros
    > rimane imbrigliata dalle regole sancite dal
    > Decreto Pisanu atte a combattere il terrorismo
    > Nazionale e
    > Internazionale.
    > Le regole del Decreto stabiliscono che ogni
    > utente che mette a disposizione la propria
    > connessione al di fuori delle mura domestiche,
    > deve necessariamente conoscere l'identità degli
    > utenti connessi alla stessa rete, e deve
    > mantenere i File di Log per eventuali verifiche
    > da parte delle autorità
    > competenti.

    Ma questo è un messaggio postato solo per far numero o cosa? Perché se il mittente si fosse preso la brega si seguire *tutti* gli articoli, saprebbe che il log delle connessioni e l'identificazione degli utenti sono garantite dal firmware dei router foneros.
    Che poi rimangano questioni aperte per altre leggi, è un'altra questione.
    non+autenticato
  • Sono al corrente di queste cose, ma il mio intento era in pratica una forma di protesta verso il Decreto stesso in quanto, sia Log che identità devono essere sempre a disposizione per qualsiasi tipologia di verifiche, e questo mi sembra assurdo e inconcepibile....non mi sembra di aver detto cose fuori dal mondo!
    Se poi ritieni che i messaggi postati vengano inseriti per riempire spazi e utilizzati come alternativa alla grattata di zebbedei...ce lo dici e ti lasciamo tutti gli spazi che desideri ok?
  • Davvero un ottimo articolo!
    non+autenticato
  • concordo
    Alberto
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > concordo
    > Alberto

    anche io
    Maramaldo.
    non+autenticato
  • mi sono accorto solo ora dell'immagine!

    dhaaaaahahaha!A bocca aperta

    Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Oltre a questo articolo ho letto altre cose in merito e sviluppato altre considerazioni che avrei dovuto fare prima di cogliere al volo l'offerta di 4€ senza nemmeno pensarci.
    Siccome la necessità di connettermi gratuitamente ad altre reti non la ho, e sinceramente non ho voglia, nemmeno lontanamente, di dover solamente essere preoccupato di trovarmi in problemi inutili, avrei deciso di lasciar perdere FON che comunque in questo periodo mi ha fatto indignare (link morti, errori sulle caratteristiche dei firmware, nessuna risposta dal servizio assistenza, ecc.)
    Detto questo vorrei sapere come poter agire siccome non vedo nessun riferimento in merito sul poco esauriente sito di fon. Sono disposto a pagare la penale e tenermi il router (che poi, probabilmente, mi rivenderò con il firmware originale).
    Qualcuno che ne fosse a conoscenza potrebbe gentilmente spiegarmi la procedura?
    Grazie
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Oltre a questo articolo ho letto altre cose in
    > merito e sviluppato altre considerazioni che
    > avrei dovuto fare prima di cogliere al volo
    > l'offerta di 4€ senza nemmeno
    > pensarci.
    > Siccome la necessità di connettermi gratuitamente
    > ad altre reti non la ho, e sinceramente non ho
    > voglia, nemmeno lontanamente, di dover solamente
    > essere preoccupato di trovarmi in problemi
    > inutili, avrei deciso di lasciar perdere FON che
    > comunque in questo periodo mi ha fatto indignare
    > (link morti, errori sulle caratteristiche dei
    > firmware, nessuna risposta dal servizio
    > assistenza,
    > ecc.)
    > Detto questo vorrei sapere come poter agire
    > siccome non vedo nessun riferimento in merito sul
    > poco esauriente sito di fon. Sono disposto a
    > pagare la penale e tenermi il router (che poi,
    > probabilmente, mi rivenderò con il firmware
    > originale).
    > Qualcuno che ne fosse a conoscenza potrebbe
    > gentilmente spiegarmi la
    > procedura?

    Sono anche io un (ora ex) fonero.
    Non credo che una simile procedura esista.
    Fon.com sembra una organizzazione che ha il solo scopo di crescere, a qualunque costo, in vista di altri obbiettivi ......
    > Grazie
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    ...
    >
    > Sono anche io un (ora ex) fonero.
    > Non credo che una simile procedura esista.
    > Fon.com sembra una organizzazione che ha il solo
    > scopo di crescere, a qualunque costo, in vista di
    > altri obbiettivi
    > ......
    > > Grazie

    In effetti guardando la suddivisione dei ruoli, mi fa l'effetto della solita società piramidale, ottimamente organizzata, niente da dire, ma piramidale...Deluso
    ed il dubbio avanza...PerplessoTriste
    non+autenticato
  • > In effetti guardando la suddivisione dei ruoli,
    > mi fa l'effetto della solita società piramidale,
    > ottimamente organizzata, niente da dire, ma
    > piramidale...Deluso
    >
    > ed il dubbio avanza...PerplessoTriste


    lasciando stare il nuovo modo di marketing con "bill" ecc... che è + complesso

    prendendo quello attuale..

    tu fornisci accesso wireless gratuito a qualsiasi altro utente FON che passi vicino a casa tua...

    e quando tu esci di casa puoi usufruire di quello degli altri utenti...

    mettiamola così... il servizio diventa utile solo se ci sono TANTI utenti FON...
    comunque qui la piramide non centra nulla
    non+autenticato
  • ups...

    il messaggio precedente (no piramide) e quello del "la cosa non è così semplice leggetevi gli altri post" sono miei (dimenticato di fare il login)
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 20 giugno 2006 15.48
    -----------------------------------------------------------
  • leggetevi gli altri post..

    la questione non è così ovvia..

    in realtà è "FON" a fornire il servizio.. sotto certi aspetti..

    considerate sempre che le leggi sono fatte da persone che non ne capiscono una mazza di queste cose...

    a mio parere qui la risposta non è: "mi tolgo da FON"

    è la legge che è fatta male...

    contattate piuttosto la società rinviandoli al presente articolo.. sta a loro lavorare per non perdere i clienti (e quindi mettendoli al riparo da grane legali)
    non+autenticato
  • > è la legge che è fatta male...
    Non è colpa mia se ho ucciso Topolino, è il codice penale ad essere stato scritto da incompetenti.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > è la legge che è fatta male...
    > Non è colpa mia se ho ucciso Topolino, è il
    > codice penale ad essere stato scritto da
    > incompetenti.

    Col cavolo!

    Sono Pippo, e adesso ti faccio un cu#o così. Yuk yuk.

    non+autenticato
  • > > è la legge che è fatta male...

    > Non è colpa mia se ho ucciso Topolino, è il
    > codice penale ad essere stato scritto da
    > incompetenti.

    "uccidere" è ovviamente sbagliato

    ma se la legge dice che è sbagliato qualcosa che non lo è credo che ci sia qualcosa che non quadra.. e che la soluzione non può essere sempre "rispetto la legge"

    (es. respirare, collegarsi ad internet, utilizzare un programma di bruteforcing per testare la sicurezza del proprio sistema o impedire che più privati possano di comune accordo condividersi una connessione di rete)

    chiariamoci... non vuol dire: "non rispettiamo alcuna legge che non riteniamo giusta..."
    la legge va rispettata comunque (sempre che non sia illegale respirare)
    al massimo si può protestare

    qui però la legge è ambigua.. e non è chiaro cosa si possa o non si possa fare.. in più ha secondo me del contenuto sbagliato come principio

    quindi "la legge è sbagliata" significa che è fatta male.. e che chi lavora nel settore delle comunicazioni wireless dovrebbe spingere perchè venga sistemata...

    infatti consigliavo di rivolgersi a FON
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 giugno 2006 13.22
    -----------------------------------------------------------

  • - Scritto da:
    > leggetevi gli altri post..
    >
    > la questione non è così ovvia..
    >
    > in realtà è "FON" a fornire il servizio.. sotto
    > certi
    > aspetti..
    >
    > considerate sempre che le leggi sono fatte da
    > persone che non ne capiscono una mazza di queste
    > cose...
    >
    > a mio parere qui la risposta non è: "mi tolgo da
    > FON"
    >
    > è la legge che è fatta male...
    >
    > contattate piuttosto la società rinviandoli al
    > presente articolo.. sta a loro lavorare per non
    > perdere i clienti (e quindi mettendoli al riparo
    > da grane
    > legali)


    Che la legge sia sbagliata è fuori di dubbio, ma siccome non ho voglia di porgere il mio deretano alla giustizia, perchè per quanto possa essere sbagliata la legge comunque chi paga resta sempre chi la "infrange".
    Detto questo sono anche indignato con FON per altre questioni e sono seriamente preoccupato di aver scoperto che è passata (o lo è sempre stata?) in mano ad una società con fini di lucro, il che mi ha fatto iniziare a pensare male su tutto...ad esempio il firmware del router che gira su linux potrebbe contenere qualsiasi cosa, da keylogger o ad altre cose...perciò semplicemente non voglio rischiare, pagherò la penale, mi metterò un bel firmware sicuro sopra e PROTEGGERO' la mia rete, in attesa magari di sviluppi più convincenti del progetto di cui ERO tanto entusiasta...

    Saluti
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > leggetevi gli altri post..
    >
    > la questione non è così ovvia..
    >
    > in realtà è "FON" a fornire il servizio.. sotto
    > certi
    > aspetti..
    >
    > considerate sempre che le leggi sono fatte da
    > persone che non ne capiscono una mazza di queste
    > cose...
    >
    > a mio parere qui la risposta non è: "mi tolgo da
    > FON"
    >
    > è la legge che è fatta male...
    >
    > contattate piuttosto la società rinviandoli al
    > presente articolo.. sta a loro lavorare per non
    > perdere i clienti (e quindi mettendoli al riparo
    > da grane
    > legali)


    Che la legge sia sbagliata è fuori di dubbio, ma siccome non ho voglia di porgere il mio deretano alla giustizia, perchè per quanto possa essere sbagliata la legge comunque chi paga resta sempre chi la "infrange".
    Detto questo sono anche indignato con FON per altre questioni e sono seriamente preoccupato di aver scoperto che è passata (o lo è sempre stata?) in mano ad una società con fini di lucro, il che mi ha fatto iniziare a pensare male su tutto...ad esempio il firmware del router che gira su linux potrebbe contenere qualsiasi cosa, da keylogger o ad altre cose...perciò semplicemente non voglio rischiare, pagherò la penale, mi metterò un bel firmware sicuro sopra e PROTEGGERO' la mia rete, in attesa magari di sviluppi più convincenti del progetto di cui ERO tanto entusiasta...

    Saluti
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)