Evolution muove i primi passi su Windows

Grazie al rilascio di un pacchetto d'installazione non ufficiale, il celebre rivale open source di MS Outlook può finalmente essere installato su Windows da tutti gli utenti, anche i meno esperti

Roma - Gli utenti di Windows che amano i software open source, e a cui programmi come Outlook Express o Thunderbird stanno stretti, possono finalmente installare sul proprio sistema operativo una delle più rinomate alternative open source a MS Outlook: Evolution.

Lo sviluppatore Mark Pinto ha rilasciato una versione non ufficiale di Evolution per Windows, scaricabile da qui, che può essere installata con semplicità anche da chi non sa o non ha voglia di districarsi fra codici sorgenti, dipendenze, script e variabili d'ambiente.

In precedenza, infatti, l'unico modo per provare la versione Win32 di Evolution era quello di scaricare il pacchetto Zip ufficiale che, oltre a non offrire alcun automatismo per l'installazione e la configurazione del programma, tiene aperta una shell MS-DOS per tutto il tempo in cui si usa Evolution.
Trattandosi di una release non ufficiale, basata su file ancora destinati a tester e sviluppatori, l'attuale Evolution per Windows andrebbe utilizzato per gestire e-mail e dati poco importanti. Pinto afferma però di aver creato l'installer proprio per agevolare l'installazione di Evolution sui client Windows della propria azienda: evidentemente il programmatore reputa il programma già sufficientemente stabile e maturo.

Pinto ammette che il proprio lavoro è consistito nella creazione di qualche script e poco più. Il merito del porting di Evolution per Windows va quasi integralmente a Tor Lillqvist, lo stesso sviluppatore finlandese che ha traghettato verso il mondo Windows il famoso programma di grafica GIMP e le relative librerie GTk+.

Lillqvist ha iniziato il porting di Evolution per Windows all'inizio del 2005, poco dopo essere entrato a far parte del Desktop Group di Novell. Prima di questa data diversi altri progetti si erano cimentati nella stessa impresa (tra i più noti, Evolution for Windows), ma nessuno di essi ha mai raggiunto lo stato di alpha.

Lo scorso marzo lo sviluppatore Shreyas Srinivasan, anch'egli alle dipendenze di Novell, ha svelato una release binaria di Evolution per Mac OS X 10.3 e 10.4.
62 Commenti alla Notizia Evolution muove i primi passi su Windows
Ordina
  • con il supporto per exchange potrebbe essere un alternativa molto interessante a outlook che diciamocelo fa' veramente pena!!
    non+autenticato
  • Sia ben chiaro: il porting di evolution su Windows mi fa molto piacere (tant'e' che tempo fa ho cercato una versione win32 non trovandola, mi serviva la funzionalita' calendario).

    Senza nulla togliere alla grandezza di questo software nel "suo mondo" (Linux/Gnome), credo che su windows ci sia ancora abbastanza lavoro da fare.

    1. L'installer non chiede dove installare il software.

    2. ha problemi a partire se non ritoccando un file .cmd. Problema della localizzazione del SO ("program files" -> "programmi")

    3. deve killare dei processi prima di partire (visto che se lo si e' aperto prima, sono rimasti appesi circa 4-5 processi)

    4. dentro alle preferenze, una tendina di selezione, riporta degli orari sbagliati. Non mostra la parte "hh" di un orario del tipo "hh:mm", si vedono ":00" e ":30" alternati.

    attendo fiducioso...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Sia ben chiaro: il porting di evolution su
    > Windows mi fa molto piacere (tant'e' che tempo fa
    > ho cercato una versione win32 non trovandola, mi
    > serviva la funzionalita' calendario).
    >
    >
    > Senza nulla togliere alla grandezza di questo
    > software nel "suo mondo" (Linux/Gnome), credo che
    > su windows ci sia ancora abbastanza lavoro da
    > fare.
    >
    > 1. L'installer non chiede dove installare il
    > software.
    >

    neppure outlook se per questo

    > 2. ha problemi a partire se non ritoccando un
    > file .cmd. Problema della localizzazione del SO
    > ("program files" ->
    > "programmi")
    >

    assolutamente NO..parte senza problemi

    > 3. deve killare dei processi prima di partire
    > (visto che se lo si e' aperto prima, sono rimasti
    > appesi circa 4-5
    > processi)
    >

    a me non è successo


    > 4. dentro alle preferenze, una tendina di
    > selezione, riporta degli orari sbagliati. Non
    > mostra la parte "hh" di un orario del tipo
    > "hh:mm", si vedono ":00" e ":30"
    > alternati.
    >

    azzo problemone insormontabile

    > attendo fiducioso...

    invece di improvvisarti recensionista e dire che è scarso per queste 3 osservazioni di poco conto...fai un feedback all'autore che è meglio
    non+autenticato
  • Mah... io l'ho provato (un po' di fretta, sinceramente) e non ho avuto nessun problema di installazione...

    L'unico errore me l'ha dato modificando un Task... Impostando la percentuale di completamento (che non è che sia fondamentale...)

    In effetti anche a me l'ora viene visualizzata come .00 .15 etc...

    Ma se digito 15.00 prende l'orario corretto...

    Da quel poco che ho visto mi pare comunque un bel "gingillo" ed una bella alternativa Open ad Outlook...





  • - Scritto da:
    > Sia ben chiaro: il porting di evolution su
    > Windows mi fa molto piacere (tant'e' che tempo fa
    > ho cercato una versione win32 non trovandola, mi
    > serviva la funzionalita' calendario).
    >
    >
    > Senza nulla togliere alla grandezza di questo
    > software nel "suo mondo" (Linux/Gnome), credo che
    > su windows ci sia ancora abbastanza lavoro da
    > fare.
    >
    > 1. L'installer non chiede dove installare il
    > software.
    >
    > 2. ha problemi a partire se non ritoccando un
    > file .cmd. Problema della localizzazione del SO
    > ("program files" ->
    > "programmi")
    >
    > 3. deve killare dei processi prima di partire
    > (visto che se lo si e' aperto prima, sono rimasti
    > appesi circa 4-5
    > processi)
    >
    > 4. dentro alle preferenze, una tendina di
    > selezione, riporta degli orari sbagliati. Non
    > mostra la parte "hh" di un orario del tipo
    > "hh:mm", si vedono ":00" e ":30"
    > alternati.
    >
    > attendo fiducioso...

    ok, ma per dare un voto scarso ad un software open per un problema di installazione, ce ne passa.
    non+autenticato
  • Poi è stato detto nella notizia, non è un pacchetto ufficiale quindi attendiamo no?
    non+autenticato
  • posso vedere le cartelle di posta e le news, sullo stesso desk, sia usando linux che win
    non+autenticato
  • purtroppo a thunderbird manca tutta la parte calendario PIM e SunBird è per stabilità ed usabilità indietro anni luce (Senza contare che è fermo alla 0.20 da quasi un anno).
    Per i motivi detti sopra la notizia di oggi è una splendida notizia, infatti sto già andando a scaricarlo!!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > purtroppo a thunderbird manca tutta la parte
    > calendario PIM e SunBird è per stabilità ed
    > usabilità indietro anni luce (Senza contare che è
    > fermo alla 0.20 da quasi un
    > anno).
    > Per i motivi detti sopra la notizia di oggi è una
    > splendida notizia, infatti sto già andando a
    > scaricarlo!!
    Infatti la notizia è ottima, se risulterà stabile, e supporterà win2k (per ora l'installer funziona solo su xp) potrei finalmente buttare a mare outlook e passare tutti gli utenti ad imap da un cliente
  • dal sito http://shellter.sourceforge.net/evolution/

    leggo questo:

    The new installer (2.6.2-3) fixes every reported problem up to now and works on Windows 2000 as well as Windows XP
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > purtroppo a thunderbird manca tutta la parte
    > calendario PIM e SunBird è per stabilità ed
    > usabilità indietro anni luce (Senza contare che è
    > fermo alla 0.20 da quasi un
    > anno).
    > Per i motivi detti sopra la notizia di oggi è una
    > splendida notizia, infatti sto già andando a
    > scaricarlo!!

    sinceramente preferirei uno standard di DOCUMENTO PIM da usare con differenti programmi ...

    ovvio, se si può passare da qui a li con iCal, bene, ma la parte delle rubriche spesso non è "due click e via".

    se importi da OE, si, ma il contrario potrebbe risultare molto difficile...

    essentialpim mi piaceSorride


    sunbird 0.2 l'ho disinstallato in favore di questo

    ovvio, stiamo ignorando outlook.

    ** NOTIZIA ** OUTLOOK 2003 viene REGALATO a chi è abbonato alice, in questi giorni.

    a me è successo.
    non+autenticato
  • thunderbird si trascina bug e cose da sistemare da molte versioni fa. Non capisco come si possa usare seriamente per lavoro. Speriamo che evolution sia meglio. Così di M$ mi rimane solo office.
    Ma cosa aspettano a fare un installer decente e universale anche per linux?

  • - Scritto da: Mendocino 433
    > thunderbird si trascina bug e cose da sistemare
    > da molte versioni fa. Non capisco come si possa
    > usare seriamente per lavoro. Speriamo che
    > evolution sia meglio. Così di M$ mi rimane solo
    > office.
    > Ma cosa aspettano a fare un installer decente e
    > universale anche per
    > linux?
    apt-get install evolution (o da GUI con synaptic et altri)

    Per linux il problema non si pone, un buon gestore di pacchetti è tutto quello che serve

  • - Scritto da: pikappa
    >
    > - Scritto da: Mendocino 433
    > > thunderbird si trascina bug e cose da sistemare
    > > da molte versioni fa. Non capisco come si possa
    > > usare seriamente per lavoro. Speriamo che
    > > evolution sia meglio. Così di M$ mi rimane solo
    > > office.
    > > Ma cosa aspettano a fare un installer decente e
    > > universale anche per
    > > linux?
    > apt-get install evolution (o da GUI con synaptic
    > et
    > altri)
    >
    > Per linux il problema non si pone, un buon
    > gestore di pacchetti è tutto quello che
    > serve


    Veramente per Linux il problema si pone eccome. C'è un'anarchia totale, manco un installer standard per tutte le distribuzioni sono stati in grado di fare. E gli installer esistenti hanno tutti i loro bei problemi.
    non+autenticato

  • > Veramente per Linux il problema si pone eccome.
    > C'è un'anarchia totale, manco un installer
    > standard per tutte le distribuzioni sono stati in
    > grado di fare. E gli installer esistenti hanno
    > tutti i loro bei
    > problemi.

    Hai mai provato Smart?
    gira su qualsiasi distribuzione, gestisce tutti i tipi di pacchetti e di repository (apt, yast, yum, eccetera) e ha gia' inclusi gli indirizzi dei repository principali delle principali distribuzioni (esempio: per SUSE 10.1 oltre ai repo ufficiali ci sono anche Packman e Guru).
    Dal punto di vista dell'utente non fa piu' differenza quale distro usi e qual package manager ha di default.
    Ho usato Yast l'ultima volta per installare Smart A bocca aperta
    Funz
    13000

  • - Scritto da: pikappa

    > Per linux il problema non si pone, un buon
    > gestore di pacchetti è tutto quello che
    > serve

    E' proprio la gestione dei pacchetti legata ad internet che va eliminata, o meglio va lasciata solo al compito di aggiornare tutto il sistema in un colpo solo.

    I prog. devono contenere in un file unico tutte le dipendenze che gli servono. Quando li installi, è compito dell'installer (locale e standard) installare solo le dipendenze che non trova già installate nel sistema. Se ce ne sono già di più vecchie deve chiedere se sovrascriverle o se salvarle a parte. Tutto qui.
    E' solo questione di pochi script e tutto diventa semplice come su Win, ma gestito molto meglio. Altro che 1000 gestori che richiedono una adsl a disposizione e formati diversi di pacchettizzazione.
  • Questione di gusti quello che chiedi la considero una limitazione di windows.... questo senza considerare che usando pacchetti statici ci si ritroverebbe con tutta la spazzatura che si porta dietro ogni installazione che si fa con win.
    non+autenticato
  • L'ho appena provato. La sensazione è che sia completo e funzionale. Mi ha dato solo un errore in chiusura... comunque credo che sia l'unica alternativa OS ad outlook.


    non+autenticato
  • Calypso non è open source ma è free.

    E soprattutto ti consente di scaricare N righe dei messaggi. Così (oltre ai filtri molto potenti) puoi scaricare solo l'intestazione e qualche riga di tutta la cacca che arriva via mail.

    Questa funzionalità ce l'ha solo Calypso che io sappia.
    Ma è forse la più utile di tutte.

    Non capisco perchè nessun altro client non la implementi
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Calypso non è open source ma è free.
    >
    > E soprattutto ti consente di scaricare N righe
    > dei messaggi. Così (oltre ai filtri molto
    > potenti) puoi scaricare solo l'intestazione e
    > qualche riga di tutta la cacca che arriva via
    > mail.
    >
    > Questa funzionalità ce l'ha solo Calypso che io
    > sappia.
    > Ma è forse la più utile di tutte.
    >
    > Non capisco perchè nessun altro client non la
    > implementi

    perchè forse non è una priorità...se hai un web access consulti le mail con quello quando sei fuori ufficio...altrimenti che ti serve scaricare x righe di una mail quando aziende e privati usano spesso la banda larga?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Calypso non è open source ma è free.
    >
    > E soprattutto ti consente di scaricare N righe
    > dei messaggi. Così (oltre ai filtri molto
    > potenti) puoi scaricare solo l'intestazione e
    > qualche riga di tutta la cacca che arriva via
    > mail.
    >
    > Questa funzionalità ce l'ha solo Calypso che io
    > sappia.
    > Ma è forse la più utile di tutte.
    >
    > Non capisco perchè nessun altro client non la
    > implementi

    Sono d'accordo con te, anch'io la trovo una caratteristica interessante.
    Su Windows utilizzo Becky, un client commerciale (ahime) che permette di visualizzare gli header della posta sul server senza doverla scaricare; è utilissimo perché mi tiene alla larga dai virus, che posso cancellare prima che giungano al mio computer. Alla faccia di filtri e antivirus assortiti.
    E' un peccato che così pochi client offrano questa possibilità...
    non+autenticato