Gli studenti italiani: P2P forever

Un nuovo rapporto basato su interviste ai maturandi di quest'anno evidenzia non solo l'ampio uso della rete ma anche le convinzioni dei giovani utenti: non basteranno le leggi a fermare condivisione e download illegali

Roma - Il 72 per cento degli studenti italiani ritiene che le normative non basteranno a fermare chi oggi scarica gratuitamente e illegalmente contenuti multimediali in rete. Questo uno dei dati raccolti da uno studio SWG-Studenti.it realizzato intervistando un campione di 1300 studenti di tutta Italia che stanno affrontando la maturità in questi giorni.

Dallo studio emerge anche che il mezzo preferito per ascoltare musica sia il computer: vale infatti per il 34 per cento degli studenti. Lettori mp3 e altri media si fermano al 18 per cento delle preferenze.

A fronte di queste dichiarazioni, ancora più interessanti, e probabilmente più preoccupanti per i produttori di contenuti, risultano quelle secondo cui il 51 per cento degli studenti non compra neppure un CD al mese. Un 30 per cento ammette di farlo talvolta, ma meno di una volta al mese. Mediamente i maturandi affermano di scaricare 26 brani musicali a testa ogni mese.
Altri dati di interesse riguardano la "reputazione" che la rete va guadagnando tra i ragazzi. Il 52 per cento la utilizza infatti per "ampliare le proprie vedute" mentre il 24 per cento vi fa ricorso per informazioni e news. Ad ogni modo il 77 per cento si collega ogni giorno.

Internet cambia anche la socialità dei ragazzi di questa età. Sebbene il 60 per cento affermi di non aver mai incontrato nessuno conosciuto online, il 17 per cento sottolinea di averlo fatto più volte, e sono molti quelli che l'hanno fatto almeno una o due volte.

La rete poi "stravince" quando si tratta di approfondire gli argomenti più vari e svolgere ricerche, e si piazza bene anche quando si parla di svago, di ascolto musicale e altro ancora.

La sintesi del rapporto in slide PowerPoint è consultabile a questo indirizzo.
40 Commenti alla Notizia Gli studenti italiani: P2P forever
Ordina
  • ma stiamo scherzando,
    non sara' mica normale per uno studente investire in cd 300€ ogni anno?

    non sara' che le case discografice ci impongono traguardi senza senso.
    non+autenticato

  • Perchè scaricare illegalmente quando sul solito sito russo www.allofmp3.com (è di nuovo UP) si può farlo LEGALMENTE al prezzo onesto di un paio di euro a CD?

    PS Che il sito sia legale non lo dico io ma la magistratura russa.

    PS2 Notare che con i 2euro i russi ci pagano la struttura tecnico/commerciale ed in più ci guadagnano. Perchè i furbetti della canzoncina hanno prezzi 10 (dieci) volte più alti? Forse perchè devono cambiare lo yacht ogni sei mesi?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > Perchè scaricare illegalmente quando sul solito
    > sito russo www.allofmp3.com (è di nuovo UP) si
    > può farlo LEGALMENTE al prezzo onesto di un paio
    > di euro a
    > CD?
    >
    > PS Che il sito sia legale non lo dico io ma la
    > magistratura
    > russa.
    >
    > PS2 Notare che con i 2euro i russi ci pagano la
    > struttura tecnico/commerciale ed in più ci
    > guadagnano. Perchè i furbetti della canzoncina
    > hanno prezzi 10 (dieci) volte più alti? Forse
    > perchè devono cambiare lo yacht ogni sei
    > mesi?

    Percè gli mp3 qualitativamente fanno schifo. Metti che molti giovani vogliano evolversi e passare ai formati lossless (wv, flac, ape, shorten, tta ecc.)? Magari un giorno allofmp3 diventerà alloflossless allora si che sarà davvero una figataA bocca aperta
    non+autenticato

  • > Percè gli mp3 qualitativamente fanno schifo.

    A parte che poi sceglierti la compressione (se non sbaglio lo standard è 192Kbs e puoi scegliere da 128K al "CD quality") non mi risulta che il formato di Itunes sia miglioreSorride

    non+autenticato
  • > > Perchè scaricare illegalmente quando sul solito
    > > sito russo www.allofmp3.com (è di nuovo UP) si
    > > può farlo LEGALMENTE al prezzo onesto di un paio
    > > di euro a
    > > CD?
    >
    > Perchè gli mp3 qualitativamente fanno schifo.
    > Magari un giorno allofmp3 diventerà alloflossless
    > allora si che sarà davvero una figata

    E' GIA' COSI'. Se vuoi scarichi in mp3, se vuoi scarichi lossless. Solo che si paga a
    consumo: piu' grosso e' il file, piu' costa...
    non+autenticato
  • Mica sono tutti audiofili. Non dico 128 Kbps, ma 192 sono sufficienti per la gran parte degli ascoltatori.

    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Mica sono tutti audiofili. Non dico 128 Kbps, ma
    > 192 sono sufficienti per la gran parte degli
    > ascoltatori.

    Infatti, esclusi i veri appassionati di musica, non giustifico proprio questa ricerca maniacale del suono perfetto e alta-qualità.

    Posso capire un orecchio affezionato alla musica classica, ma ai pop, rock, heavy e ritmi simili...

    j0e
    non+autenticato
  • Senza contare tutti quei "cantanti" che scatarrano sul microfono
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Senza contare tutti quei "cantanti" che
    > scatarrano sul
    > microfono

    Senza contare quelli che si fanno levare le costole per fare cose innominabili.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Senza contare tutti quei "cantanti" che
    > > scatarrano sul
    > > microfono
    >
    > Senza contare quelli che si fanno levare le
    > costole per fare cose
    > innominabili.

    Portami una prova che "chi intendi tu" abbia fatto davvero "ciò che intendi tu".


    sono proprio tranquillo perchè voi siete del tipo melohadettomiocuggino e campate di luoghi comuni. e cmq il rock non è solo marilyn manson, ma d'altronde voi oltre M2O non vi estendete...

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > Mica sono tutti audiofili. Non dico 128 Kbps, ma
    > > 192 sono sufficienti per la gran parte degli
    > > ascoltatori.
    >
    > Infatti, esclusi i veri appassionati di musica,
    > non giustifico proprio questa ricerca maniacale
    > del suono perfetto e
    > alta-qualità.
    >
    > Posso capire un orecchio affezionato alla musica
    > classica, ma ai pop, rock, heavy e ritmi
    > simili...
    >
    > j0e

    Infatti io ascolto classica, ecco il perchè del lossless. Provate ad ascoltare una sinfonia di Mahler (la 8 per esempio) in mp3 anche a 320k e poi in lossless su un impianto medio-alto e le differenze le sentite.
    Cmq grazie alla brilliant classic con 2-3 euro mi prendo un cd audio DDD che è ovviamente lossless. L'integrale di bach originale mi viene 100 euro per 160 cd mentre su allofmp3 o qualunque altro sito mi verrebbe come minimo il doppio. Ecco perchè pagare anche 2 euro per un cd in mp3 non mi va giù.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > Perchè scaricare illegalmente quando sul solito
    > sito russo www.allofmp3.com (è di nuovo UP) si
    > può farlo LEGALMENTE al prezzo onesto di un paio
    > di euro a
    > CD?
    >


    Peccato tu non lo faccia legalmente, stai pagando per un servizio illegittimo.




    > PS Che il sito sia legale non lo dico io ma la
    > magistratura
    > russa.
    >

    No, la magistratura russa ha solo detto che il codice russo non prevede la cotraffazione digitale e quindi non possono procedere. I siti non pagano i diritti agli avente-diritto e in occidente sono siti illegali.

    http://punto-informatico.it/p.aspx?i=49478




    > PS2 Notare che con i 2euro i russi ci pagano la
    > struttura tecnico/commerciale ed in più ci
    > guadagnano. Perchè i furbetti della canzoncina
    > hanno prezzi 10 (dieci) volte più alti? Forse
    > perchè devono cambiare lo yacht ogni sei
    > mesi?

    Premesso che i prezzi della musica sono scandalosi, certi prezzi possono permetterseli perchè non pagano i diritti. Apple per mettere su il suo servizio ha dovuto discutere per quasi 4 anni.



    Ps. usare una carta di credito per un servizio di dubbia legalità non è proprio un'ideona.

    non+autenticato
  • Ieri ho scaricato ben 2 Gb fra film e musica!

    Oggi voglio bissareSorride

    Alla faccia di RIAA e SIAE!

    Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • .... utilizzano la rete per scaricare file protetti da DRM.
    Sarà molto difficile convincere qualcuno a comprare CD o altro protetto da DRM e ultracostosi, quando con il P2P si può avere tutto gratis e comodamente da divano del proprio salotto.
    non+autenticato
  • Non mi sembra giusto dare tutti i meriti a loro...ci sono anche moltissimi lavoratori che con uno stipendio da miseria (non si arriva a 20 gg per capirci......) mica possono comperarsi le varie cose che i signori delle major pongono sul mercato a cifre folli!!!

    P2P forever anche da parte dei lavoratori quindi!!Occhiolino



    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)