IBM ridimensiona la causa con SCO

Nel procedimento sulle proprietà intellettuali di Linux, IBM è riuscita ad ottenere dal giudice la cancellazione dagli atti riferiti ad oltre metà delle prove presentate da SCO

Salt Lake City (USA) - È una vittoria che pesa come un macigno quella appena ottenuta da IBM nella causa che la vede contrapposta a SCO Group. Mercoledì il giudice Judge Brooke Wells ha infatti accolto quasi in toto l'istanza con cui Big Blue chiedeva il rigetto, da parte del tribunale, di 198 delle 294 contestazioni presentate da SCO a sostegno delle proprie accuse.

Sono perlopiù righe di codice che, secondo SCO, IBM avrebbe copiato dalle proprie implementazioni di Unix System V (AIX e Dynix) e riversato, in modo più o meno esplicito, nel kernel di Linux. Tali porzioni di codice rappresentano una sorta di "prova del reato", e su di esse si regge l'intero castello accusatorio di SCO: il fatto che IBM sia riuscita a farne depennare 185, dunque oltre la metà, ridimensiona l'intera causa.

Le allegazioni di SCO ancora valide si sono ridotte a 107, buona parte delle quali riguardanti metodi e concetti implementati nei sistemi operativi AIX e Dynix.
IBM aveva giustificato la propria richiesta osservando che buona parte del codice presentato da SCO mancava delle informazioni necessarie ad identificarne l'origine, quali numero di versione, numero di linea e nome del file da cui è stato tratto. In passato il colosso di Armonk aveva più volte chiesto a SCO di fornire tali dettagli, ma questa si è spesso appellata al diritto di preservare quanto più possibile la segretezza del proprio codice. Un diritto che il giudice Wells non le ha però riconosciuto.

"Se qualcuno, dopo essere uscito da Neiman Marcus (nota catena di negozi statunitense, NdR), viene fermato e accusato di furto, si aspetta certamente che gli si dica cosa avrebbe sottratto", ha scritto Wells nella propria disposizione. "Sarebbe assurdo che un poliziotto dicesse all'accusato: - tu sai cos'hai rubato e quindi non te lo dico, oppure gli desse un catalogo di Neiman Marcus e gli dicesse: - è qui da qualche parte, cercatelo".

Una copia integrale del documento di Wells può essere scaricata in formato PDF dal sito di Groklaw.
60 Commenti alla Notizia IBM ridimensiona la causa con SCO
Ordina
  • http://technocrat.net/d/2006/6/30/5032
    di Bruce Perens
    "We've warned you for a decade. Now the monster has finally arrived: attacks against Open Source developers by patent holders, big and small."

    Nell'ambito della strategia globale dei
    "dragasaccocce", non potevano non iniziare
    gli attacchi contro il software libero condotti non tecnicamente (in quanto perdenti) ma nelle aule di tribunale: nasceranno tante piccole e grandi sco ?

    che schifo !
    teniamo lontani gli schifosi pescecani
    dei brevetti software dall'europa a tutti i costi.

    viva la libertà !

    non+autenticato
  • >teniamo lontani gli schifosi pescecani
    >dei brevetti software dall'europa

    From the article: "We should not be confident that we will continue to have the right to use and develop Open Source software. A coordinated patent attack by a few companies, or even one large company, could completely destroy Open Source in the United States and cripple it in other nations. Funds and patent portfolios that have been established to help defend Open Source would not be sufficient to defend it. Only legislative changes to the patent system can fully protect Open Source and maintain it as a viable source of innovation for our future."

    Ci aspetta una lotta molto dura, ma:
    no pasaran !
    non+autenticato
  • Viva !

    Ma ci vuole l'impegno di tutti, basta comprare.

    Poche chiacchere, solo per fare un esempio, l'I-Pod e' l'apoteosi del paghi l'aria fritta. E come questo le suonerie. Basta cd, dvd, noleggi, piuttosto Sky !

    Spezziamogli le gambine con le nostre nerborute aste, se no finanziamo le loro nerchiette che ci minacciano le vergogne.

    Osso di Seppia Fantasma
    non+autenticato
  • La parola inglese "allegation", in italiano, significa "accusa priva di prove". "Allegazione" in italiano esiste, ma è obsoleto.

  • - Scritto da: Slurpolo
    > La parola inglese "allegation", in italiano,
    > significa "accusa priva di prove". "Allegazione"
    > in italiano esiste, ma è
    > obsoleto.

    Corbezzoli! Cospettone! Acciderbolina!
    Ma cosa dici mai? Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ma dai ? Ne ho imparata una nuova. TNX


    Osso di Seppia Fantasma
    non+autenticato
  • Le azioni SCO sono valutate 4,03$
    DelusoDelusoDelusoDelusoDelusoDelusoDeluso

    Imbarazzato

    Guardate qui :

    http://it.finance.yahoo.com/q/bc?s=SCOX&t=3m&l=on&...=

    Chi la salva questa (un tempo) grande Multinazionale, che era più grande (un tempo) della Microsoft ?

    Perplesso

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Le azioni SCO sono valutate 4,03$
    > DelusoDelusoDelusoDelusoDelusoDelusoDeluso
    >
    > Imbarazzato
    >
    > Guardate qui :
    >
    > http://it.finance.yahoo.com/q/bc?s=SCOX&t=3m&l=on&
    >
    > Chi la salva questa (un tempo) grande
    > Multinazionale, che era più grande (un tempo)
    > della Microsoft
    > ?
    >
    > Perplesso
    >
    Non so, ma i dipendenti, se si accontentano, arrangiandosi con lavoretti saltuari, potranno ancora avere un tetto sulla testa:

    http://geoimages.berkeley.edu/GeoImages/Starrs/TRA...

    Temo però che benefit e assistenza sanitaria non siano compresi AngiolettoIndiavolato
    non+autenticato
  • cosa ha ottenuto microsoft dalla montagna di denaro investita per tenere in piedi sco in questi anni al solo scopo di sostenere cause che potevano calunniare linux di fronte ai media di tutto il mondo ?

    neppure una cippa, ma la solita ennesima figura barbina

    questa azienda fuffarola per anni ha buttato cifre esorbitanti per finanziare le cause sco: il risultato ?
    un ulteriore enorme perdita di credibilità, ormai sotto zero, presso chiunque abbia un minimo di competenza e un briciolo di informazione

    che pena.....
    non+autenticato
  • pensa che gli hanno "buttato" metà delle prove, figurati quando le analizzeranno!!!

    che pena veramente...
    non+autenticato
  • Ma anche se sco avesse ragione, cosa c'entra con linux in generale? Il codice rubato non sarebbe solo nell'SO di IBM e non nel kernel di Torvald?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ma anche se sco avesse ragione, cosa c'entra con
    > linux in generale? Il codice rubato non sarebbe
    > solo nell'SO di IBM e non nel kernel di
    > Torvald?


    Il discorso è più complesso e riguarda come è nato e si è sviluppato Unix. In pratica esiste un codice comune ai diversi Unix, che a quanto pare è di proprietà di SCO, che le diverse S.H. che mantengono sistemi operativi Unix, compresa quindi IBM con il suo AIX, hanno il diritto di utilizzare ma non di cedere a terzi. E' indubbio che ad un certo punto IBM abbia aiutato Linux, e quindi la tesi di SCO è che l'abbia fatto violando il copyright sul codice Unix. Il problema è che SCO non è mai riuscita a dimostrare la sua tesi, ma anzi quando ha fatto vedere del codice identico in Unix e in Linux si è scoperto che questo codice proveniva in realtà, del tutto lecitamente, da BSD. Insomma si è trattato di un bel boomerang. Per evitare il ripetersi di simili figure, SCO non ha più mostrato del codice, ma a quel punto ovviamente le 'prove' diventano alquanto evanescenti...

    Esistono poi altri due problemi, il primo è quello che citi: semmai la violazione è stata di IBM e non di Linux, che non poteva sapere la reale provenienza di un eventuale codice donato. Infatti è stata citata IBM e non Linux. Per Linux, se dovesse essere provata la violazione, basterebbe rimuovere il codice in questione.

    Il secondo problema è che per un certo periodo la stessa SCO, che allora si chiamava Caldera, aveva una sua distribuzione Linux che diffondeva ovviamente con licenza GPL. Una tesi è che questo abbia fatto si che quel codice abbia iniziato ad essere diffuso del tutto legalmente con una doppia licenza e quindi se anche c'è stata una violazione ora basterebbe riprendere il codice da una vecchia distribuzione Caldera per continuare ad utilizarlo legalmente.

    Detto tutto questo, è evidenze che la causa di SCO è finalizzata solo a intorbidire le acque...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > pensa che gli hanno "buttato" metà delle prove,
    > figurati quando le
    > analizzeranno!!!
    >
    > che pena veramente...

    Se leggi l'articolo capirai che non erano prove ma buffonate ! Fanno anche un esempio !

    Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • La stronzaggine gli sta tornando indietro come un boomerang.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > La stronzaggine gli sta tornando indietro come un
    > boomerang.
    E il bello è che Mc Bride e Boies ne usciranno con le tasche gonfie di quattrini comunque vada, alla faccia degli investitori di minoranza di SCO che chiaramente hanno subito questa porcheria escogitata dai soci di maggioranza e il consiglio di amministrazione, e alla facciaccia dei dipendenti SCO non ancora licenziati, che si troveranno col qlo per terra e non è detto che quando IBM raccatterà le macerie di SCO a parziale rimborso delle spese li riassumerà, se sono stati indottrinati dai loro attuali manager c'è troppo rischio che nutrano rancore verso Big Blue, sarebbero una serpe in seno, io non correrei rischi e non li assumerei neanche se pregassero in ginocchio circondati da moglie e prole coperti di stracci, sporchi, denutriti e cisposi.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)