Sicurezza? Utenti PC passate a Mac

Questo l'accorato appello diffuso dagli esperti della società di sicurezza Sophos secondo cui è il momento di lasciare la piattaforma Windows. Per evitare grane informatiche. Microsoft: niente paura

Londra - Sono i trojan i mattatori del malware 2006, sono molto più diffusi di virus e worm e sono quasi tutti pensati per colpire le piattaforme Windows non adeguatamente protette. Per questo Sophos, società di sicurezza britannica, invita gli utenti Windows a passare a Mac, ambiente operativo di facile utilizzo e al riparo dal grosso delle minacce informatiche.

Non è una sparata: per arrivare a formulare un invito-appello di questo tipo, Sophos ha sfornato un rapporto sul malware nei primi sei mesi del 2006. Nel suo Security Threat Management Report, scaricabile da questa pagina, Sophos parla di una evoluzione decisiva nel mondo dei codici infettivi.

In particolare gli esperti dell'azienda parlano di un crollo nel numero di worm e virus, crollo peraltro già segnalato anche da altri osservatori, a fronte invece di un aumento notevolissimo nel numero di cavalli di troia, un genere di malware pensato per dare al suo autore accesso al computer infetto.
In particolare i nuovi trojan superano di quattro volte i nuovi worm e virus, una percentuale decisamente superiore a quella riscontrata un anno fa, quando erano "solo" due volte più numerosi. "Il continuo dominare di minacce contro Windows - scrive Sophos - suggerisce che molti utenti domestici dovrebbero considerare il passaggio ad Apple Mac, per proteggersi dall'ondata di malware".

Dei dieci malware più pericolosi e diffusi registrati da Sophos, qui una tabella, nessuno è capace di colpire un utente Mac.

Tra gli altri dati di interesse espressi dal Rapporto anche un aumento complessivo del malware, dove con questo termine si indicano, oltre ai vari trojan e worm, anche gli attacchi di phishing, le truffe condotte principalmente via email di cui in molte occasioni si è dovuto occupare anche Punto Informatico.

"I trojan - spiega uno degli autori del Rapporto - sono stati spammati a milioni di indirizzi email e per questo rientrano nelle nostre classifiche, e la loro presenza dimostra come i criminali informatici riutilizzino di continuo i loro codici malevoli impiegando tecnologie spam per generare profitti illegali. La maggiorparte dei cybercriminali, ad ogni modo, preferiscono ricorrere ad attacchi ristretti e specifici, più facili da gestire e con più possibilità di ingannare gli utenti informatici".

Alle osservazioni di Sophos ha indirettamente risposto Microsoft che ha dichiarato come nel suo prossimo sistema operativo, Windows Vista, nuove tecnologie di sicurezza ostacoleranno enormemente la diffusione del malware. "Il nostro obiettivo - ha dichiarato alla BBC un portavoce - è dare agli utenti PC il controllo e la fiducia di cui necessitano, così che possano continuare ad ottenere il massimo dai propri PC. Windows Vista contiene numerosi nuovi strumenti di sicurezza che, nel loro insieme, sono studiati per rendere i PC Windows più sicuri e più sicura anche la fruizione della rete".
541 Commenti alla Notizia Sicurezza? Utenti PC passate a Mac
Ordina
  • Considerando che il mac copre al momento meno dell 1% degli utenti a livello mondiale (non considerando i mercati di nicchia, come quello delle sale incisione, in cui invece è usatissimo), ci arrivava anche la mia cuginetta di 6 anni che sarebbe certamente più sicuro di uno che viene usato dal 90% della popolazione... però, che geni...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Considerando che il mac copre al momento meno
    > dell 1% degli utenti a livello mondiale (non
    > considerando i mercati di nicchia, come quello
    > delle sale incisione, in cui invece è
    > usatissimo), ci arrivava anche la mia cuginetta
    > di 6 anni che sarebbe certamente più sicuro di
    > uno che viene usato dal 90% della popolazione...
    > però, che geni...

    Ma guarda !!! Le stesse cose che si dicevano ai tempi dell'Amiga, che gia' era piena di virus...
    Ma quando anche i linux raggiungeranno il numero di Amiga allora avrete virus anche voi !!! Lo stiamo ancora aspettando, aspettiamo ancora...
    non+autenticato
  • Questi producono antivirus (anche molto buono in quanto ne sono un felice utente) e poi invitano a passe al MAC.

    Mi sembra solo una trovata publicitaria per vendere il loro prodotto.
    non+autenticato
  • C'e' un modo molto semplice per evitare la diffusione incontrollata dei virus, malware, troyan ed altre amenità possibili create da ragazzini brufolosi e da adulti incompresi. Quello di evitare di avere le rubriche dei contatti nei client di posta e di messaggistica.

    Basterebbe questo accorgimentoper evitare la diffusione del contagio.

    Se i Mac non sono diffusi quanto i Pc, beh, ci sarà un perché, no?
    Dove lavoro io c'e' qualche Mac in qualche ufficio solo "divertirsi" (a dire il vero non è che ci si possa divertire tanto con un Mac visto la scarsità dei software), ma per le cose serie utilizzano i Pc.

    Dite che è tutta colpa del mercato?
    Potrebbe anche essere, ma ci sono cose a livello macchina che non puoi fare con un Mac, e questo lo ripara da moltissime problematiche.

    Ma allora che vogliamo fare? Utilizzare tutti il Mac per evitare di avere qualche grattacapo costringendo a cambiare tutta la tecnologia dell'elaborazione e trattamento dei dati, cambio praticamente impossbile?

    Pensateci!

    saluti

    unoqualunquenelweb

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > C'e' un modo molto semplice per evitare la
    > diffusione incontrollata dei virus, malware,
    > troyan ed altre amenità possibili create da
    > ragazzini brufolosi e da adulti incompresi.
    > Quello di evitare di avere le rubriche dei
    > contatti nei client di posta e di
    > messaggistica.

    ???

    > Basterebbe questo accorgimentoper evitare la
    > diffusione del
    > contagio.

    ???

    > Se i Mac non sono diffusi quanto i Pc, beh, ci
    > sarà un perché, no?

    Sono molti i perché, ma scommetto che tu non sei in grado di adre una spigazione sensata

    > Dove lavoro io c'e' qualche Mac in qualche
    > ufficio solo "divertirsi" (a dire il vero non è
    > che ci si possa divertire tanto con un Mac visto
    > la scarsità dei software), ma per le cose serie
    > utilizzano i
    > Pc.

    ROTFL... quanto sei patetico... accattati questi spot, uomo "serio": http://www.apple.com/getamac/

    > Dite che è tutta colpa del mercato?
    > Potrebbe anche essere, ma ci sono cose a livello
    > macchina che non puoi fare con un Mac, e questo
    > lo ripara da moltissime
    > problematiche.

    "cose a livello macchina"???
    Facci qualche esempio, così concludo la giornata facendomi quattro ghignate

    > Ma allora che vogliamo fare? Utilizzare tutti il
    > Mac per evitare di avere qualche grattacapo
    > costringendo a cambiare tutta la tecnologia
    > dell'elaborazione e trattamento dei dati, cambio
    > praticamente
    > impossbile?

    eheee???
    Fumato pesante???????
    non+autenticato
  • Mah... secondo me il discorso è sempre lo stesso, detto in forte sintesi:

    1) Linux: puoi fare tutto ma noi (intendasi chi fa linux) non ti diamo grandi spiegazioni, devi cercartele ed arrangiarti, tieni presente che hai potenzialità immense ma tutto dipende da te. Ergo, chi usa linux si documenta e studia prima di iniziare e se sbaglia o qualcosa non funziona, torna a documentarsi.

    2) Mac: puoi fare tutto ma siamo noi a dirti come farlo. In altre parole i sistemi Mac nascono per scopi precisi e sono il massimo in quel campo, quanto ad elasticità (leggasi presenza di software e compatibilità hardware) sono limitati. La motivazione è semplice: meno opzioni "casuali" lasciamo all'utente e meno danni fa e meno problemi incontrerà. Ergo chi usa Mac lavora secondo il tracciato di Mac senza "inventarsi" percorsi insoliti.

    3) Windows: puoi fare tutto, noi ti consigliamo solo uno dei tanti percorsi per farlo. Possiamo definirlo un errore commerciale, ma di fatto con Windows puoi fare come vuoi molte cose ed il guaio è proprio in questo. Per certi aspetti è più semplice degli altri sistemi, quindi allettante per i più, ma quei "più" non seguono quasi mai i "consigli" di chi windows l'ha fatto e lo usano come gli pare (vedi gente che installa mille programmi, che poi li rimuove deletando direttamente la cartella, che non deframmenta mai il disco, conserva la roba nel cestino usandolo come una cartella speciale di archiviazione, ecc.). Ergo, chi usa Windows tende ad usarlo male, diventando così vulnerabile e creandosi problemi.

    Software che proteggono da virus, trojan e malware vari ce ne sono tantissimi tra cui scegliere... però quanti utenti windows ne fanno uso? Quanti si sono documentati su come configurare tali programmi? Quanti si preoccupano di tenerli aggiornati e, sopratutto, quanti pensano prima di aprire una mail o un sito sospetto?
    Mancando questa base è facile dire che Mac o Linux siano migliori e che i loro utenti siano più preparati, ma se gli utenti windows si mettessero a seguire le istruizioni ed usare la testa come gli utenti Mac e Linux, probabilmente il problema malware sarebbe molto, molto più ridimensionato.
    non+autenticato
  • Tutto vero quello che dici, quindi, come si puo' pretendere di far usare alla massa un sistema come Linux il quale pretende una certa presenza mentale all'utente medio se questi già si incartano usando sistemi user friedly?

    Quasi la totalità della massa pensa che i computers ed i softwares siano precisi e facciano tutto da soli.

    Un certo indirizzamento ci vuole, altrimenti le aziende e gli utenti privati sarebbero costretti a spendere cifre folli per l'addestramento.

    saluti

    unoqualunquenelweb
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Tutto vero quello che dici, quindi, come si puo'
    > pretendere di far usare alla massa un sistema
    > come Linux il quale pretende una certa presenza
    > mentale all'utente medio se questi già si
    > incartano usando sistemi user friedly?

    Difatti io non dico affatto che la massa debba usare un sistema linux, dico solo che sarebbe ora che la massa cominci ad usare la testa e fermarsi a ragionare prima di fare, invece di fare a caso e poi lamentarsi quando le cose non vanno.

    > Quasi la totalità della massa pensa che i
    > computers ed i softwares siano precisi e facciano
    > tutto da
    > soli.

    Ora come ora temo che la massa pensi che il software ed il computer faccia non con precisione, ma secondo quei processi mentali (alle volte contorti) che usa normalmente la persona. Tipo chi sparpaglia file per tutto l'hard disk esattamente come fa sul proprio tavolo... solo che l'uomo nel caos ci si può anche trovare bene o male, il pc no e questo la massa non lo comprende.

    > Un certo indirizzamento ci vuole, altrimenti le
    > aziende e gli utenti privati sarebbero costretti
    > a spendere cifre folli per
    > l'addestramento.

    Esatto, ci vorrebbe un certo indirizzamento... ma come farlo quando nemmeno ti leggono le istruizioni di un videoregistratore e tornano mille volte a farsi spiegare come registrarsi la partita?
    Mi pare che la massa tenda a fare un po' di propria iniziativa, il che è molto positio, ma prima di "schiacciare bottoni a caso" dovrebber quanto meno leggersi quei manuali che non sono nella scatola per giustificare pesi e costi... e magari, quando hanno un dubbio, mettersi a cercare informazioni o chiedere consiglio e non procedere per tentativi... per carità, anche andare per tentativi è una strada, ma se poi il tentativo non riesce o si combina qualche guaio, perché non riconoscere il proprio errore invece di "accusare" il prodotto o la software house che l'ha creato?

    > saluti
    >
    > unoqualunquenelweb
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > C'e' un modo molto semplice per evitare la
    > diffusione incontrollata dei virus, malware,
    > troyan ed altre amenità possibili create da
    > ragazzini brufolosi e da adulti incompresi.
    > Quello di evitare di avere le rubriche dei
    > contatti nei client di posta e di
    > messaggistica.

    m'hai detto scansate.

    >
    > Basterebbe questo accorgimentoper evitare la
    > diffusione del
    > contagio.

    e certamente, per fortuna che è piccolo e semplice.

    >
    > Se i Mac non sono diffusi quanto i Pc, beh, ci
    > sarà un perché, no?

    certo che c'è.
    un imprenditore medio, che è acuto, preferisce spendere 500 euro per ogni pc e poi stipulare un contratto di assistenza con chi glie l'ha venduto da 10.000 euro l'anno, cosi c'ha il culo parato quando inevitabilmente si infradicia il sistema e tocca formattare, o quando inevitabilmente prende qualche raffreddore e tocca riformattare.
    qualcun'altro (molto pochi) spende 1200 euro per un mac e l'assistenza probabilmente la chiama dopo 2-3 anni.

    >
    > Dove lavoro io c'e' qualche Mac in qualche
    > ufficio solo "divertirsi" (a dire il vero non è
    > che ci si possa divertire tanto con un Mac visto
    > la scarsità dei software), ma per le cose serie
    > utilizzano i
    > Pc.

    che lavoro fai?
    generalmente il concetto è al contrario.

    non+autenticato
  • Dipende dovi lavori.
    Dico che in qualche misura è vero, ma dove li vedi i Mac fuori dall'editoria, dall'architettura, dalla grafica?

    Basta girare per uffici e centri elaborazione dati e fare due conti.

    Per inciso i rarissimi Mac che di solito vedo sono in qualche ufficio di qualche Dirigente e/o qualche Capo Area, ma nello stesso ufficio vedo anche, di solito sulla destra, un Pc. Strano che tutte le volte che si chiedono dei dati di un certo tipo, si metta sempre mano al Pc e quasi mai al Mac.

    unoqualunquenelweb
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Dipende dovi lavori.
    > Dico che in qualche misura è vero, ma dove li
    > vedi i Mac fuori dall'editoria,
    > dall'architettura, dalla
    > grafica?

    Musica? (a tutti i livelli)
    Cinema?
    Fotografia?

    grafica è un pò ampio come termine, e comunque diciamo pure che i mac li trovi nel 99% dei casi

    >
    > Basta girare per uffici e centri elaborazione
    > dati e fare due conti.

    per gli uffici.. ci sono office e outlook.
    ai dipendenti gli hanno comprato questi insieme ai pc da 500 euro. per il lavoro che si fà mediamente su una segreteria sono anche troppo.
    >
    >
    > Per inciso i rarissimi Mac che di solito vedo
    > sono in qualche ufficio di qualche Dirigente e/o
    > qualche Capo Area, ma nello stesso ufficio vedo
    > anche, di solito sulla destra, un Pc. Strano che
    > tutte le volte che si chiedono dei dati di un
    > certo tipo, si metta sempre mano al Pc e quasi
    > mai al Mac.

    può darsi che questi mac facciano da arredamento.
    scusa, ma che tipo di dati particolari richiedi?


    >
    > unoqualunquenelweb
    non+autenticato
  • eh, certo.
    Tutti musicisti, registri, eccetera.

    Guarda, te la giro cosi, senza fare nomi particolari.

    Ci sono aziende che fanno software ad hoc per altre aziende, di solito grandi aziende.

    Bene, queste software houses non si sognerebbero mai di fare le versioni dei loro software per una piattaforma come il Mac. E non ci sono solo motivazioni economiche, ma anche strutturali della macchina Mac.

    Quindi, va da se che se su una rete Lan devi avere delle macchine in grado di gestire dei dati con un certo software che riechiede delle particolari specifiche, beh, questa macchina deve essere in grado di supportare quel software e non solo.

    devo andare

    saluti

    unoqualunquenelweb
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > eh, certo.
    > Tutti musicisti, registri, eccetera.
    >
    > Guarda, te la giro cosi, senza fare nomi
    > particolari.
    >
    > Ci sono aziende che fanno software ad hoc per
    > altre aziende, di solito grandi
    > aziende.
    >
    > Bene, queste software houses non si sognerebbero
    > mai di fare le versioni dei loro software per una
    > piattaforma come il Mac.

    E se ti dicessi che ci sono sw house che fanno anche il contrario?
    A parte ciò: se io ho bisogno di un sw per Mac, mi rivolgo a chi sviluppa sw *anche* per Mac... è ovvio... non vedo dove sia il problema... se la sw-house "tizio&caio" non è in grado di svilupparlo, saranno fatti suoi: avrà un cliente in meno

    > E non ci sono solo
    > motivazioni economiche, ma anche strutturali
    > della macchina
    > Mac.

    wow... motivazioni strutturali della macchina Mac... e quali sarebbero queste "motivazioni strutturali"

    > Quindi, va da se che se su una rete Lan devi
    > avere delle macchine in grado di gestire dei dati
    > con un certo software che riechiede delle
    > particolari specifiche, beh, questa macchina deve
    > essere in grado di supportare quel software e non
    > solo.

    facci qualche esempio

    > devo andare

    se vuoi ti ci mando io
    non+autenticato

  • >
    > certo che c'è.
    > un imprenditore medio, che è acuto, preferisce
    > spendere 500 euro per ogni pc e poi stipulare un
    > contratto di assistenza con chi glie l'ha venduto
    > da 10.000 euro l'anno, cosi c'ha il culo parato
    > quando inevitabilmente si infradicia il sistema e
    > tocca formattare, o quando inevitabilmente prende
    > qualche raffreddore e tocca
    > riformattare.
    > qualcun'altro (molto pochi) spende 1200 euro per
    > un mac e l'assistenza probabilmente la chiama
    > dopo 2-3
    > anni.
    >


    generalmente un imprenditore acuto preferisce pagare poco anche per l'assistenza altrimenti il bilancio si appesantisce per nulla.

    > >
    > > Dove lavoro io c'e' qualche Mac in qualche
    > > ufficio solo "divertirsi" (a dire il vero non è
    > > che ci si possa divertire tanto con un Mac visto
    > > la scarsità dei software), ma per le cose serie
    > > utilizzano i
    > > Pc.
    >
    > che lavoro fai?
    > generalmente il concetto è al contrario.
    >

    generalmente il concetto è avere la migliore assistenza al minor costo possibile
    non+autenticato
  • e' utopia?


    Anche windows di colpo sarebbe molto piu' affidabile.


  • - Scritto da: pippo75

    > e' utopia?

    si

    > Anche windows di colpo sarebbe molto piu'
    > affidabile.

    certo... come no...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: pippo75
    >
    > > e' utopia?
    >
    > si
    >
    > > Anche windows di colpo sarebbe molto piu'
    > > affidabile.
    >
    > certo... come no...

    Bhe è ovvio che per un utente mac è un utopia imparare ad usare un pc!!! Passate ad x-box, per quella almeno ci sono i giochi!!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da: pippo75
    > >
    > > > e' utopia?
    > >
    > > si
    > >
    > > > Anche windows di colpo sarebbe molto piu'
    > > > affidabile.
    > >
    > > certo... come no...
    >
    > Bhe è ovvio che per un utente mac è un utopia
    > imparare ad usare un pc!!!

    vuoi scommettere che se facciamo una statistica "fuori dalla tua cameretta delle fregnacce" perdi la faccia?

    Passate ad x-box, per
    > quella almeno ci sono i
    > giochi!!

    e ci sono solo quelli..per cui continua a giocare con la x-box e lascia l'informatica ad altri
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > >
    > > > - Scritto da: pippo75
    > > >
    > > > > e' utopia?
    > > >
    > > > si
    > > >
    > > > > Anche windows di colpo sarebbe molto piu'
    > > > > affidabile.
    > > >
    > > > certo... come no...
    > >
    > > Bhe è ovvio che per un utente mac è un utopia
    > > imparare ad usare un pc!!!
    >
    > vuoi scommettere che se facciamo una statistica
    > "fuori dalla tua cameretta delle fregnacce" perdi
    > la
    > faccia?
    >
    > Passate ad x-box, per
    > > quella almeno ci sono i
    > > giochi!!
    >
    > e ci sono solo quelli..per cui continua a giocare
    > con la x-box e lascia l'informatica ad
    > altri
    Mai avuto una x-box o affini! Detesto giocare col pc, e se usi un mac non puoi parlarmi di informatica!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > e se usi un mac non puoi parlarmi di
    > informatica!

    certi pregiudizi sono proprio da ca@@0n1

    ti manderei @ff@ncul0 se fossi certo di non essere censurato
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > e se usi un mac non puoi parlarmi di
    > > informatica!
    >
    > certi pregiudizi sono proprio da ca@@0n1
    >
    > ti manderei @ff@ncul0 se fossi certo di non
    > essere
    > censurato

    credo che la censura sarebbe d'accordo con la tua idea.
    non+autenticato
  • > Mai avuto una x-box o affini! Detesto giocare col
    > pc, e se usi un mac non puoi parlarmi di
    > informatica!

    Come dire, se usi una Mercedes non puoi parlare di macchine sportive.

    Ma come ti viene in mente un'idea così sciocca?

    Allora i Mac vanno a vapore o a topolini?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da: pippo75
    > >
    > > > e' utopia?
    > >
    > > si
    > >
    > > > Anche windows di colpo sarebbe molto piu'
    > > > affidabile.
    > >
    > > certo... come no...
    >
    > Bhe è ovvio che per un utente mac è un utopia
    > imparare ad usare un pc!!! Passate ad x-box, per
    > quella almeno ci sono i
    > giochi!!

    le statistiche dicono il contrario, cmq contento tu contenti tutti
    non+autenticato
  • non è utopia mac è più affidabile
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | Successiva
(pagina 1/9 - 41 discussioni)