Su Perugia, l'Università e l'Informatica

La Voce degli studenti dell'ateneo perugino denuncia una situazione di grave carenza strutturale che non è ancora stata risolta. Quanti gli atenei in queste condizioni?

Perugia - Cari amici di Punto-Informatico, io sono una Voce, quella degli studenti di informatica di Perugia. Come saprete, qui da noi la laurea triennale ha dei grossi problemi, mentre quella specialistica (il biennio successivo) stenta a decollare, forse per gli stessi problemi.

Non voglio annoiarvi con cronache lunghe e tediose, anche perché, dato che sono una Voce, sono abituata ad essere sintetica e chiara, dato che chi mi ascolta mi dimentica in pochi minuti. Non ho la fortuna del mio amico Inchiostro, che molti ricordano anche dopo anni.

La laurea triennale di informatica di Perugia conta circa 600 iscritti che, stando alle previsioni, dovrebbero diventare 1000 nel novembre 2002. Come è ovvio, una laurea in informatica che si dica tale ha bisogno di attrezzature costose, di laboratori, di docenti qualificati, altrimenti gli studenti che si laureano non saranno validi sul mercato del lavoro.
Oggi noi siamo la Cenerentola della Università di Perugia. Colpe, meriti... non mi interessano. Mi interessa solo dirvi perché ciò è ingiusto, e chi potrebbe cambiare le cose.

I nostri laboratori sono gli stessi di tre anni fa, quando il numero chiuso limitava le iscrizioni a 60 all'anno e gli studenti in totale erano circa 130. I nostri insegnanti sono più o meno gli stessi, a parte pochissime "new entry". I fondi a nostra disposizione sono leggermente aumentati. Ma allora non c'è problema, direte voi... e invece no, dico io, perché gli studenti, nel frattempo, sono quintuplicati!

Basterebbe farsi un giro per il Dipartimento di Matematica e Informatica (che un tempo era solo Dipartimento di Matematica, ma che a tutt'oggi sopravvive sulla scritta a caratteri cubitali sopra l'ingresso) per capire quanti problemi abbiamo: pulizie che lasciano a desiderare (mancano i fondi), docenti in numero assai scarso (non abbiamo i soldi), laboratorio... sempre zeppo di persone fino all'inverosimile, con vecchie versioni di software e mouse da pulire ogni giorno (non abbiamo i soldiiii!!), per non parlare di seminari (quali seminari? Non abbiamo i soldi), di conferenze (quali conferenze? Non abbiamo fondi), di iniziative, di scambi culturali, di?. BASTA!!

Troppe carenze, troppa pazienza andata perduta. Alcuni nostri professori, ad onor del vero, nonostante la situazione sempre peggiore, si impegnano per garantire una didattica decente, e fanno di tutto per barcamenarsi tra fatture e promesse mai mantenute, ma ora la pazienza la stiamo perdendo noi studenti.

Novembre 2001, abbiamo fatto una manifestazione per chiedere. Abbiamo chiesto 10, ci hanno dato uno. Ci hanno promesso "Vi terremo in considerazione, vi aiuteremo, vi daremo fondi, vi daremo ciò che chiedete".
Aprile 2002 ("Diritto al Rovescio"), un'altra manifestazione. Abbiamo chiesto di nuovo, abbiamo persino scritto, ognuno di noi, una lettera al Magnifico Rettore, con precise richieste ma con un solo messaggio di fondo: "Siamo tanti e abbiamo bisogno di contare, di essere tenuti in considerazione.". Finora i risultati si sono visti solo parzialmente.
Oggi abbiamo bisogno di un nuovo laboratorio, di nuovi docenti, di più fondi.
A novembre, i problemi, accresciuti dal numero, saranno di nuovo qui, a bussare alla nostra porta.

E che nessuno dica, come invece è stato fatto, "Mettete il numero chiuso", perché il diritto allo studio è totalmente in contrasto con una pianificazione delle iscrizioni!!

L'informatica è il futuro, le aziende lo sanno, il Magnifico Rettore Bistoni e tutto il Senato Accademico pure. Se saremo mille, trattateci come mille potenziali informatici che potrebbero migliorare di molto l'economia della zona, non trattateci come mille rompiscatole che chiedono la luna. Se è pur vero che ci avete ascoltato pazientemente, fate seguire a tante promesse dei gesti concreti!! E non dimenticatevi che molti di noi, finita la laurea triennale, porteranno il loro intelletto altrove... a meno che non tiriate fuori dal portafoglio quello che serve per far partire anche il biennio specialistico.

Io, Voce degli studenti di informatica di Perugia, rimarrò in silenzio per un po', sperando che il mio amico Orecchio degli studenti di informatica di Perugia mi dica che tutto è a posto.

A presto (spero di no)

Simone Brunozzi
Voce degli Studenti

Cara Voce, nel leggere la situazione di Perugia, che ci auguriamo possa cambiare in meglio al più presto, è impossibile non chiedersi quanti siano gli studenti di altri atenei alle prese con gravi carenze strutturali. Anche per loro potrebbe essere importante sollevare una Voce. Un saluto, la Redazione
TAG: italia
18 Commenti alla Notizia Su Perugia, l'Università e l'Informatica
Ordina
  • mi piacerebbe veramente sapere come funziona la pianificazione delle iscrizioni e come permette il giusto equilibrio-rapporto tra studente e strutture disponibili
    non+autenticato
  • > mi piacerebbe veramente sapere come funziona
    > la pianificazione delle iscrizioni e come
    > permette il giusto equilibrio-rapporto tra
    > studente e strutture disponibili
    te lo dico io:
    abbiamo tot prof e toh buildings, tot tot...tutto questo costa tot all'anno...
    si fa una statistica in base agli anni precedenti e si determina il numero di studenti accettabili e la fascia di reddito...
    insomma e un mangia mangia generale...
    invece di essere flessibili e regolare i prof in funzione delle richieste degli allievi, regolano gli allievi in funzione dei prof e di quello che hanno a disposizione
    per quello che devi studiare tutta quella MERDA che non serve a nulla...e pagare tanto solo per poter mettere il tuo nome vicino a qualche logo...

    bel mondo quello in cui viviamo...
    non+autenticato


  • - Scritto da: blah

    > invece di essere flessibili e regolare i
    > prof in funzione delle richieste degli
    > allievi, regolano gli allievi in funzione
    > dei prof e di quello che hanno a
    > disposizione

    Purtroppo le Università italiane hanno fondi limitati, sai...


    In fondo credo che sia meglio formare 1000 studednti beneche dare un servizio di m---a a 4000.


    non+autenticato
  • > > invece di essere flessibili e regolare i
    > > prof in funzione delle richieste degli
    > > allievi, regolano gli allievi in funzione
    > > dei prof e di quello che hanno a
    > > disposizione
    >
    > Purtroppo le Università italiane hanno fondi
    > limitati, sai...
    non e questione di fondi limitati ma di come vengono IMPIEGATI questi soldi...

    > In fondo credo che sia meglio formare 1000
    > studednti beneche dare un servizio di m---a
    > a 4000.
    ma guarda a me del servizio non me ne frega tanto...non me ne frega di avere un bar piu grande, o dell'universita che organizza convegni e roba cosi...
    io voglio solo proffessori in grado di dare una vera istruzione e dei corsi mirati...
    parlando di informatica:
    non c'e per esempio un corso per administratori di rete
    non c'e un corso per la sicurezza informatica
    non c'e un corso di database manager
    non c'e un corso di ecc
    per dire ti fanno un'UNICO GRANDE CORSO DOVE IMPARI POCO E MALE...
    (lasciando stare che piu o meno questi sono colleggati almeno fra di loro...ma facciamo un'altro esempio)

    lo stesso e per esempio per la bocconi
    c'e un'unico corso per intermediari finanziari...e qua ricevi una preparazione per poter lavorare in banca, oppure in assicurazioni oppure in borsa, ecc...
    si impara TANTO MA INUTILMENTE...
    non c'e una preparazione specifica di assicuratore, non una preparazione specifica per chi lavora in borsa o in banca...non c'e una preparazione specifica con strumenti che userai effettivamente nel tuo lavoro dopo, non ci sono stage (effettivamente funzionanti)...non c'e una preparazione REALE...solo CAZZATE...
    c'e solo
    1) da pagare le tasse
    2) corsi del TUTTO inutili (o POCO UTILI) da seguire dalla mattina alla sera per cinque giorni alla settimana...
    tralasciando poi proffessori che nel libro di testo dicono una cosa e nell'aula dicono altro...
    io sono entrato all'universita con grandi speranze...pensavo sarebbe stata un'ottima opportunita di imparare di raffinare le mie potenzialita, e invece quello che ho trovato...te lo risparmio...
    ;-(

    non+autenticato
  • Salve,
    mi dispiace leggere opinioni così critiche, segno evidente di un malcontento.
    Sono Simone B e credo fermamente 2 cose:
    1) il sistema universitario, in generale, o quello perugino in particolare, non sono certo esenti da critiche;
    2) nonostante questo, nonostante fare l'università possa sembrare ad alcuni solo una perdita di tempo, credo che chi la fa in fondo crede che gli sia più utile farla, oppure semplicemente non ha voglia di andare a lavorare.

    Detto questo, l'università dovrebbe sempre prendere atto del numero di studenti e adeguare le risorse SOLO A PATTO CHE questo non entri in contrasto visibilmente con la sopravvivenza degli altri corsi e, in parte, con le esigenze della economia.

    A quanto ne so io, l'Italia ha carenza di informatici e infatti molte persone si ritrovano a studiare informatica soprattutto per gli sbocchi nel mercato del lavoro. E' qui che l'università dovrebbe prendere in mano la situazione e convincersi a spendere un pò di + per noi poveracci.
    Ciao
    non+autenticato
  • > mi dispiace leggere opinioni così critiche,
    > segno evidente di un malcontento.
    se e chiedere troppo un proffessore in gamba e roba da studiare che non sia la solita "geniata"...
    i corsi sono fatti male e lo studente deve adeguarsi come puo...

    > 2) nonostante questo, nonostante fare
    > l'università possa sembrare ad alcuni solo
    > una perdita di tempo, credo che chi la fa in
    > fondo crede che gli sia più utile farla,
    > oppure semplicemente non ha voglia di andare
    > a lavorare.
    la si fa per il pezzo di carta...

    > SOLO A PATTO CHE questo
    > non entri in contrasto visibilmente con la
    > sopravvivenza degli altri corsi
    e perche no ???? perche i corsi devono sopravvivere ???? se sono del tutto inutili...ma mandiamo i prof a casa...
    io farei okey hai questi corsi...ogniuno sceglie un tot di corsi che gli forniscono la preparazione...senza obblighi di alcun genere...e l'universita si adatta...se c'e richiesta assume prof, se non c'e li manda fuori...E QUI IL VERO PROBLEMA...

    >e, in parte,
    > con le esigenze della economia.
    mantenere 2000 aule e altretanti proffessori non aiuta di certo...

    > qui che l'università dovrebbe prendere in
    > mano la situazione e convincersi a spendere
    > un pò di + per noi poveracci.
    non e questione di spendere o no...cioe ANCHE
    Occhiolino
    e questione di avere una REALE PREPARAZIONE...tutto qua...
    non+autenticato
  • SE L'UNIVERSITA CON CORSI IN INFORMATCHE NON FUNZIONA CI SARA UN MOTIVO COME MAI IL PRIVATO NON AIUTA LA SCUOLA PUBBLICA (VISTA LA CRONICA CARENZA DI PERSONALE) MOLTO SEMPLICE A NESSUNO INTERESSA IL PERCORSO FORMATIVO CHE HAI INTRAPRESO (MI SONO LAUREATO IN INGEGNERIA INFORMATICA E NEI MIEI 6 ANNI DI PELLEGRINAGGIO FRA VARIE SOCIETà NESSUNA HA MAI VOLUTO VEDERE LA MIA LAUREA AVREI POTUTO ANCHE MENTIRE), PER UNA SOCIETA E PIù SEMPLICE E MENO COSTOSO PRENDERE UN DIPLOMATO IN INFORMATICA, DARGLI QUATTRO LIRE E FORMARLO PER IL CAMPO A CUI è INTERESSATA, E POI BASTA.

    QUINDI NON PERDETE TEMPO CON L'UNIVERSITA, E SE PROPRIO AVETE VOGLIA DEL PEZZO DI CARTA SCEGLIETE CORSI CHE POSSANO GRATIFICARVI DI PIù.
    L'INFORMATICA NON PUò DARVI CIò CHE STATE CERCANDO.
    non+autenticato
  • Non mi sembra questo il modo di affrontare le cose!
    Se ci sono degli studenti, significa che loro ritengono giusto studiare per diventare informatici, e se questo è giusto o no dipende da loro.
    L'università, dal canto suo, dovrebbe cercare di garantire una buona didattica ai suoi studenti.
    La prossima volta, per favore, scrivi minuscolo... non serve urlare.

    Ciao Sorride
    non+autenticato


  • - Scritto da: Simoneb
    > Non mi sembra questo il modo di affrontare
    > le cose!
    > Se ci sono degli studenti, significa che
    > loro ritengono giusto studiare per diventare
    > informatici, e se questo è giusto o no
    > dipende da loro.
    > L'università, dal canto suo, dovrebbe
    > cercare di garantire una buona didattica ai
    > suoi studenti.
    > La prossima volta, per favore, scrivi
    > minuscolo... non serve urlare.
    >
    > Ciao Sorride


    IO HO DATO LORO UN CONSIGLIO (CONSIGLIO PROVENIENTE DA UNA PERSONA CHE HA FATTO QUESTO SBAGLIO, OVVIAMENTE BEN TESTATO VISTA LA MIRIADE DI SOCIETA CHE HO CONOSCIUTO E DA CUI SONO FUGGITO) IN QUANTO TALE SI PUò SEGUIRE O MENO, MA CREDO CHE LORO POSSANO CAPIRE CHE SE IL BUON GIORNO SI VEDE DAL MATTINO(UNIVERSITA) E MEGLIO NON PROSEGUIRE IN UNA SCELTA PERDENTE.

    PS: SCRIVO COME MI PARE E PIACE MINUSCOLO MAIUSCOLO SE A TE PIACE SEGUIRE LA MASSA FAI PURE, IO SONO SULLA COSA PIù LIBERA CHE C'è (IL WEB) E QUINDI FACCIO E ESTERNO LE MIE IDEE COME MI PARE.
    non+autenticato
  • > PS: SCRIVO COME MI PARE E PIACE MINUSCOLO
    > MAIUSCOLO SE A TE PIACE SEGUIRE LA MASSA FAI
    > PURE, IO SONO SULLA COSA PIù LIBERA CHE C'è (IL
    > WEB) E QUINDI FACCIO E ESTERNO LE MIE IDEE COME
    > MI PARE.

    Se a te piace fare la figura dell'idiota maleducato fai pure.
    magari lo sei anche (idiota maleducato)
    ciao
    non+autenticato


  • - Scritto da: Cirio
    > > PS: SCRIVO COME MI PARE E PIACE MINUSCOLO
    > > MAIUSCOLO SE A TE PIACE SEGUIRE LA MASSA
    > FAI
    > > PURE, IO SONO SULLA COSA PIù LIBERA CHE
    > C'è (IL
    > > WEB) E QUINDI FACCIO E ESTERNO LE MIE IDEE
    > COME
    > > MI PARE.
    >
    > Se a te piace fare la figura dell'idiota
    > maleducato fai pure.
    > magari lo sei anche (idiota maleducato)
    > ciao

    be se non seguire la massa significa fare l'idiota e il maleducato allora lo sono,
    E CONTINUERO AD ESSERLO.
    non+autenticato


  • - Scritto da: wlaliberta
    > be se non seguire la massa significa fare
    > l'idiota e il maleducato allora lo sono,
    > E CONTINUERO AD ESSERLO.

    Se l'unico modo che hai di non seguire la massa è fare l'idiota e il maleducato... beh continua pure ad esserlo.

    Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • > be se non seguire la massa significa fare
    > l'idiota e il maleducato allora lo sono,
    > E CONTINUERO AD ESSERLO.

    puoi evitare di seguire la massa ed essere allo stesso momento educato.
    ma evidentemente non ti interessa...
    ricordati che anche se non ti lavi mai e puzzi come un caprone nn segui la massa, ma evidentemente c'e' qualcosa d'altro che non funziona...
    non+autenticato
  • GIRANO OGGI PER LE AZIENDE ITALIANE PUOI STAR CERTO CHE TU E I TUOI AMICI DI CORSO TROVERETE IN BREVE TEMPO LAVORO.
    ONESTAMENTE VI CONSIGLIEREI ALTRI PERCORSI FORMATIVI, VISTO CHE CON LE PAGHE CHE GIRANO SI GUADAGNA DI PIù(E SI LAVORA MENO CON MENO STRESS) A FARE IL MANOVALE.


    PENSATECI BENE SCEGLIETE UN ALTRO MESTIERE FARE L'INFORMATICO NON CONVIENE.
    non+autenticato
  • invece di dire "che cavolata",
    io mi limto a lodare il comportamento
    di questi sutdenti che si impegnano
    per ottenere delle cose.
    bravi!!
    non+autenticato
  • ma smettetela,
    credete che questi siano i modi giusti per ottenere qualcosa?
    Non sapete che all'ateneo non importa nulla delle proteste?
    Chiamate il gabibbo... solo in quel modo vi daranno ascolto. Ingenui.
    non+autenticato
  • Ebeh... col gabibbo si risolve sempre tutto...
    non+autenticato


  • - Scritto da: max
    > ma smettetela,
    > credete che questi siano i modi giusti per
    > ottenere qualcosa?
    > Non sapete che all'ateneo non importa nulla
    > delle proteste?
    > Chiamate il gabibbo... solo in quel modo vi
    > daranno ascolto. Ingenui.

    Se parlavi sul serio, allora l'ingenuo sei tu. Al gabibbo non fa un frego delle situazioni di un'università, quelli vanno a caccia solo di sensazionalismi che possano dare addosso a qualcuno della sinistra (Avete notato come di solito striscia picchi duro sugli avversari di berlusconi e sulla rai mentre si limita alla battutina quando si tratta di FI e Mediaset?).

    Se invece volevi dire una cavolata.. l'hai detta.
    non+autenticato