Sul web pubblico i dati personali dei Marines

Per la seconda volta nel giro di poche settimane, 100mila schede anagrafiche appartenenti a militari statunitensi sono misteriosamente comparse su alcuni siti web. Erano accessibili da chiunque

Washington (USA) - Fuga di dati dagli archivi della Marina Militare Statunitense, atto due: per la seconda volta nel giro di poche settimane, oltre 100mila schede riservate contenenti informazioni anagrafiche su altrettanti militari sono misteriosamente finite su un sito pubblico, consultabile da chiunque.

I dati sensibili, in base alle dichiarazioni ufficiali rilasciate alle agenzie stampa, sarebbero rimasti di pubblico dominio durante gli ultimi sei mesi. Le circostanze e le dinamiche della fuga di dati non sono ancora chiare: quel che è certo, in base alla ricostruzione offerta dal Washington Post, è che l'accaduto sia frutto di un errore umano.

Il sito sul quale sono stati pubblicate le informazioni riservate appartiene al centro di sicurezza navale di Norfolk. Per Evelyn Odango, portavoce della base navale, "questo tipo di informazioni non dovevano trovarsi su quel sito e sono state pubblicate per puro errore e negligenza". Secondo la Odango, "non abbiamo ancora prove per determinare se le informazioni siano state utilizzate illegalmente".
Oltre all'archivio in questione, scoperto da visitatori estranei all'ambiente militare, i responsabili della base di Norfolk avrebbero inoltre spedito via posta ben 1000 e più copie del database ad altrettante missioni militari statunitensi, esponendo ulteriormente la privacy dei soldati. Ciascuna copia sarebbe stata messa su CD e secondo Odango "l'esercito sta già lavorando per recuperare tutte queste informazioni".

Il governo degli Stati Uniti ha così attivato una procedura d'emergenza per informare i militari finiti in questo problema: per evitare furti d'identità e complicazioni finanziarie, Washington ha creato un centro d'assistenza telefonica ed ha sollecitato militari ed istituti di credito a "sorvegliare con attenzione i movimenti bancari" dei soggetti coinvolti.

Negli ultimi tempi, per motivi del tutto oscuri, la fuga di dati sensibili dai server istituzionali degli Stati Uniti è diventato un fenomeno piuttosto comune. In base alle rivelazioni di fonti interne al governo di Washington, gli Stati Uniti hanno perduto oltre 50 milioni di schede riguardanti funzionari di governo, personale militare e civile.
12 Commenti alla Notizia Sul web pubblico i dati personali dei Marines
Ordina
  • Non esistono militari più incapaci di quelli USA. O sono incapaci o sono stupidi, non si sfugge. La storia lo dimostra.
    Prendiamo lo sbarco in Normandia. Sbarcano nel punto meno ostile rispetto alle altre armate, sono in numero superiore, hanno più armi, ma si fanno massacrare in 4000 solo ad Omaha Beach (mandano avanti i 18enni, molto astuta come mossa). I carri armati li fanno sbarcare troppo presto e affondano.

    Vietnam: riescono a perdere contro un'accozzaglia di contadini, pochi, male armati e male addestrati.

    Attentati a Castro: ne progettano centinaia, nemmeno uno gli riesce.

    ecc ecc

    Insomma sono davvero degli inetti. Nei film si fanno passare da fighi alla rambo ma nella realtà hanno problemi pure ad allacciarsi le scarpe. poveracci.
    non+autenticato
  • anche a Mogadiscio hano avuto problemi

    e non menzioniamo gli Stealth invisibili ai moderni radar ma intercettati da vecchi radar della seconda guerra mondiale...

    comunque riguardo lo sbarco in normandia i 18 enni sono stati mandati al massacro lucidamente.
    qualcuno doveva pur sbarcare per primo e hanno sacrificato loro...

    non+autenticato
  • > Prendiamo lo sbarco in Normandia. Sbarcano nel
    > punto meno ostile rispetto alle altre armate,
    > sono in numero superiore, hanno più armi, ma si
    > fanno massacrare in 4000 solo ad Omaha Beach
    > (mandano avanti i 18enni, molto astuta come
    > mossa). I carri armati li fanno sbarcare troppo
    > presto e
    > affondano.

    MA LOL, PUNTO MENO OSTILE?? OMAHA?? AHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHA

    Omaha fu un massacro, ma per motivi che non hanno nulla a che fare con l'imperizia dei GIs.

    Omaha beach fu innanzitutto una scelta sbagliata: colline subito dopo la spiaggia, baia molto stretta durante l'alte marea ecc ecc.

    La difficolta maggiore era causata alla barriera di fortificazioni della spiaggia. Questa era composta da numerosi fortini in cemento armato, dotati di cannoni piu' una quantita' incalcolabile di nidi di mitragliatrici, oltre ad un grosso muro, sempre di cemento armato.

    Avversari. I soldati americani avevano di fronte la 352a divisione di fanteria tedesca, mica dei pivelli. Se non sai di che pasta erano fatti quei fanti, ti consiglio di documentarti. Oltre alla 352 c'era anche la 716a div fant, inferiore qualitativamente.

    I carri affondarono a causa del mare mosso che strappo' i rivestimenti che rendevano i tanks anfibi.

    PS: hai sbagliato la cifra dei caduti. Ritenta.

    Anyway, visto che giudichi gli americani cazzoni, vediamola da un punto di vista strategico.

    Prendiamo la 2a GM: entrano in guerra l'8 dicembre 1941 con un esercito tutt'altro che al top (fucili m1903 manuali, pochi garand, pochissimi carri adeguati, bombardieri e caccia di scorta non all'altezza dei futuri Mustang P-51C/D) senza alcuna esperienza e che non partecipa a guerre da piu' di due decenni (causa politica non interventista) e infatti inizialmente le prendono di santa ragione.

    Due anni e mezzo piu' tardi, i tuoi cazzoni, dopo aver combattuto e sconfitto gli avversarsi in Africa, Europa e nell'intero scacchiere del Pacifico, ne escono da vincitori, con un numero relativamente ridotto di perdite (in rapporto alle altre nazioni belligeranti), e l'esclusiva dell'arma atomica. Senza contare l'economia, rimasta intatta.

    Tutto questo mentre Europa e Giappone sono completamente a pezzi e lamentano milioni e milioni di caduti, specie l'Unione Sovietica, che ha pagato il prezzo piu' alto in termini di vite umane.

    > Vietnam: riescono a perdere contro un'accozzaglia
    > di contadini, pochi, male armati e male
    > addestrati.

    Ma te dov'e' che hai studiato storia? Al contrario, il Vietnam del Nord contava sia su un Esercito Regolare vero e proprio (North Vietnamese Army) che su un movimento guerrigliero (FLN o Vietcong, gia' Vietminh) che operava al sud. Entrambi erano tutt'altro che pochi, male armati (oddio, forse i vc dei primi anni) e male addestrati, anzi, molti erano i veterani che avevano combattuto precedentemente contro i francesi e i giapponesi.

    Il Vietnam e' stato un disastro, ma le tue sono cazzatone qualunquiste, scusami tanto.

    > Attentati a Castro: ne progettano centinaia,
    > nemmeno uno gli
    > riesce.

    E che c'entrano i soldati??

    > Insomma sono davvero degli inetti. Nei film si
    > fanno passare da fighi alla rambo

    Cazzone fino in fondo eh? E tu dai ascolto ai film di hollywood? Ma LOL. Ora incomincio a capire...

    > ma nella realtà
    > hanno problemi pure ad allacciarsi le scarpe.
    > poveracci.

    Eh gia', tu invece indossi le scarpe con le chiusure a strappo per evitare di fare brutte figure... ma vala', torna a studiare picio.

    A.
    non+autenticato
  • ragazzi non si puo generalizzare e dire che gli americani sono buoni o sono cattivi o sono cretini.

    comunque gli americani della seconda guerra mondiale non sono gli stessi di adesso cosi come noi non siamo gli stessi di allora.

    se vogliamo parlare delle amministrazioni Bush allora è un'altra cosa

    se vogliamo dire che la maggiorparte degli americani è obesa allora va bene

    se vogliamo dire che la maggiorparte degli americani non sa dov'è l'iraq allora va bene

    se vogliamo dire che la maggiorparte degli americani ha paura della propria ombra, ed è convinta che Bush stia facendo un ottimo lavoro allora va bene
  • Cioè che hanno dai 18 ai 30 anni e sono tutti figli di poveracci che, non avendo alternativa, hanno scelto la vita militare per difendere gli interessi dei figli di papà?
    Bhe, non credo ci sia niente di segreto in questo!
    L'indizzo di residenza?
    Non credo che non siano mai tornati a casa in uniforme, o che non sappiano tutti i loro vicini che fanno i militari per lavoro, e che quindi, non siano cose che uno può scoprire facilmente se vuole prendere di mira i militari americani.
    Non mi sembra che sia una notizia di una qualche importanza, anzi, sono sicuro che non gliene fotte un emerito c...o a nessuno.
    Rampolli di wall street in primis, che devono la loro ricchezza proprio a quei figli di nessuno nati nel bronx che snobbano tanto. Primo perchè combattono "per loro", e secondo perchè l'economia americana sono ormai 20 anni che viene salvata da guerre "capitate a proposito". ...guarda un pò..
    non+autenticato
  • Ma tu sai che si intende per dati sensibili ? tutti i dati, il pericolo e la clonazione di identita', anche quella bancaria. infatti l articolo parla di fare attenzione ai propri conti, agli spostamenti di denaro...

    ® Hermes ®
    non+autenticato
  • vi avevo dato appuntamento all'atto 7

    ed eccoci qui.

    non c'è molto da aggiungere se non
    arrivederci all'atto 8!

    per chi avesse perso gli altri post

    atto 6
    http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1553906&m_i...

    atto 5
    http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1550850&m_i...

    atto 4
    http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1541608&m_i...

    atto 3 (...)

    atto 2
    http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1523510&m_i...

    atto 1
    http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1512554&m_i...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 luglio 2006 02.11
    -----------------------------------------------------------
  • Su dai come finisce sto film, sontinuano a far uscire nuovi episodi e non arrivano a capo di nulla In lacrimeIn lacrimeIn lacrime


    Speriamo che il finale non sia quello che penso. Perplesso
    non+autenticato
  • > Speriamo che il finale non sia quello che penso.

    considerando

    http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1560326&r=PI

    il finale sembra molto triste e drammatico...

  • - Scritto da: MandarX
    > > Speriamo che il finale non sia quello che
    > penso.
    >
    >
    > considerando
    >
    > http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1560326&r=PI
    >
    > il finale sembra molto triste e drammatico...

    Esatto, finiranno per censuarere tutti voi Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Pare che tutte le volte che si verificano questi strani furti di dati, le Autorità riescano tempestivamente a porvi rimedio, anche se non sono in grado di garantire alle vittime di aver fatto appena in tempo da impedire possibili conseguenze negative.
    A mio parere, se volevano spaventare l'opinione pubblica è probabile che ci siano riusciti in pieno, dato che la notizia è stata pubblicata sull'autorevole Washington Post.
  • Sono una nazione di poveracci sfigati, altro che complotti. Ragazzi facciamo una colletta e mandiamogli un po' di soldi così possono pagare qualche tecnico indiano.

    Io credo che ottenere dati sensibili da un americano sia come rubare una caramella ad un bambino. Se al telefono gli dici: "sono il Presidente degli Stati Uniti d'America" quello se la fa sotto e si beve qualsiasi cazzata. Poi alla fine lo ringrazi per i dati e gli dici "Dio ti benedica" come se tu fossi il papa. Sono stupidi gli americani che ti credi?
    Ma l'hai visto il presidente che hanno? Ti sembra abbia una faccia sveglia? Quello è il presidente, figurati gli altri.
    Rotola dal ridere
    non+autenticato