HD DVD e Blu-ray craccabili con un tasto

Per aggirare il costoso e sofisticato sistema di protezione di HD DVD e Blu-ray è sufficiente premere un tasto presente su tutte le tastiere per PC

Roma - Non occorre essere abili cracker per aggirare i meccanismi di protezione adottati nei DVD di nuova generazione: per farlo, infatti, basta pigiare un solo tasto. A scoprirlo è stata la rivista tedesca c't, che in una serie di test è riuscita a registrare alcuni spezzoni di film in formato HD DVD e Blu-ray.

Il trucco usato da c't è banalissimo, e consiste nel premere il tasto Stamp (chiamato nelle tastiere americane Print Screen) per catturare ogni singolo frame di un video protetto: le immagini così salvate conservano la risoluzione del video originario, e dunque tutta la magnificenza dell'alta definizione. Ovviamente farlo a mano è improponibile ma la rivista tedesca sostiene di aver già messo a punto un metodo per automatizzare tutta l'operazione.

Automatizzato o no, il sistema non è certo dei più pratici: catturare i frame di un intero film, registrare separatamente l'audio e riassemblare il tutto richiede infatti ore di lavoro. Molto più semplice rippare il video da un DVD o scaricarlo dal P2P, dove cominciano a far capolino anche le versioni in alta definizione.
Ma se il trucchetto del tasto Stamp non sembra rappresentare una grande minaccia per i produttori di contenuti, la sua esistenza rischia di mettere in ridicolo l'intero sistema di protezione dei DVD a laser blu, costato alle major fior di quattrini. Questo è ancor più vero se si considera la banalità dell'hack, che seppure non direttamente imputabile alla tecnologia anti-copia Advanced Access Content System (AACS), ne mina di fatto la credibilità.

A tal proposito va anche detto che neppure il sofisticatissimo AACS può impedire la copia analogica di un film, effettuata ad esempio attraverso una videocamera: la qualità è ovviamente scadente, e l'alta definizione va a farsi benedire ma questo di certo non rappresenta un ostacolo per l'industria della pirateria, che da anni si serve dei venditori ambulanti per rivendere registrazioni eseguite nei cinema.

Lo stratagemma di c't è stato provato su alcuni computer in cui girava il noto player multimediale WinDVD di Intervideo, lo stesso incluso sia sui computer Vaio Blu-ray di Sony che sui Quosmio HD DVD di Toshiba: secondo il giornale tedesco, però, il giochetto potrebbe riuscire anche con altri software analoghi.

Toshiba si è già detta al corrente del problema, ed ha fatto sapere che lo sistemerà al più presto con il rilascio di un aggiornamento software. Per indurre gli utenti ad aggiornare i propri sistemi, il colosso giapponese potrebbe disattivare le chiavi di decodifica AACS integrate nei drive Quosmio già sul mercato. Non è detto però che la cosa piaccia a chi ha già acquistato costosi dispositivi di questo tipo.
60 Commenti alla Notizia HD DVD e Blu-ray craccabili con un tasto
Ordina
  • Guardate che sulla maggior parte delle schede grafiche mica funziona il trucco.

    Il print screen cattura l'immagine grafica, ma le schede video utilizzano un colore come chroma-key (sul mio notebook acer 0x16 0x00 0x16) e sparano il filmato usando un canale alpha.

    Questo significa che print screen cattura solo il colo chroma... la cosa divertente è che se in un programma di grafica disegnate con quel colore mentre in background sta girano il DVD, vedrete il filmato apparire come per magia nei punti dove mettete il colore.

    Però se salvate il file salvate solo il colore.

    Io ho avuto diversi PC e su tutti faceva questa cosa... a chi funziona il print screen dei DVD? Forse disabilitando le accelerazioni grafiche?

    frk
    344
  • Provato a disattivare l'overlay?

    non+autenticato
  • Ancora non l'hanno capita nonostante qualsiasi protezione useranno il passaggio tra il rendering software e quando l'immagine verrà mostrata a schermo non è attualmente protetto. Che sia un tasto, un driver con accesso al framebuffer o un dispositivo hardware per decriptare cosa passa sul loro bel cavo HDMI (cosa che teoricamente sarebbe facilmente realizzabile) ormai non sanno più dove andare a parare. Lo svantaggio è che ricomprimendo i frames catturati si ottiene una notevole perdita di qualità che però attualmente, visto che i primi film HD non sono compressi con perdita di qualità (infatti si spaparanzano per bene negli interi 25GB disponibili al contrario dei 10GB teorici (solo per il video) in caso di compressione), sarà praticamente nulla.

  • - Scritto da: TheLoneGunman
    > Ancora non l'hanno capita nonostante qualsiasi
    > protezione useranno il passaggio tra il rendering
    > software e quando l'immagine verrà mostrata a
    > schermo non è attualmente protetto. Che sia un
    > tasto, un driver con accesso al framebuffer o un
    > dispositivo hardware per decriptare cosa passa
    > sul loro bel cavo HDMI (cosa che teoricamente
    > sarebbe facilmente realizzabile) ormai non sanno
    > più dove andare a parare. Lo svantaggio è che
    > ricomprimendo i frames catturati si ottiene una
    > notevole perdita di qualità che però attualmente,
    > visto che i primi film HD non sono compressi con
    > perdita di qualità (infatti si spaparanzano per
    > bene negli interi 25GB disponibili al contrario
    > dei 10GB teorici (solo per il video) in caso di
    > compressione), sarà praticamente
    > nulla.


    dici falsità, i film in hd sono compressi eccome.
  • Ho un amico abile narratore... va a vedere i film e poi la sera davanti al camino ci racconta la storia.

    Per alcuni film riesce a stare sotto i due minuti.

    .
    non+autenticato
  • DooM ci arriva ai 18 secondi?
    non+autenticato
  • Fare alt+stamp a mano è assurdo,però qualcuno potrebbe sviluppare un programma che lo fà per noi..Cylon
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Fare alt+stamp a mano è assurdo,però qualcuno
    > potrebbe sviluppare un programma che lo fà per
    > noi..Cylon

    Proprio quello che dicevano di avere fatto quelli dell'articolo...
    non+autenticato
  • In un divertente librettino "Allegro ma non troppo" il bravissimo storico Carlo Maria Cipolla, asseriva che l'imbecillità, pur essendo multiforme ed apparentemente, difficilmente riconoscibile,era tuttavia facilmente individualbile dall'esistenza di due semplici risultanze.

    L'imbecille è l'unico che a seguito di una azione riesce ad ottenere contemporaneamente:

    1) Nessun vantaggio o addirittura un danno per se stesso.
    2) Nessun vantaggio o addirittura un danno per gli altri.

    Qualsiasi altra persona agisce in modo che almeno 1 dei due punti sia positivo.

    I dirigenti delle majors a quale categoria appartengono? Sorride

    Fan AppleFan LinuxFan Windows

    non+autenticato
  • fikissimo quel libro, ce l'ho ank'ioA bocca aperta
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)