Contrappunti.it/ Uomo avvisato mezzo flattato

di M. Mantellini. Inutile nasconderselo, ormai l'abbiamo capito tutti: per funzionare una tariffa di accesso flat non può consentire più di 5-6 ore di connessione consecutiva al giorno. E tocca farci i conti

Web - Da molte settimane leggo un po ' ovunque infuocate discussioni che vertono sempre sullo stesso tema. Per quante ore al giorno - si chiedono in molti - posso legalmente utilizzare la mia tariffa flat di accesso a Internet?

Sembra una domanda dalla facile risposta visto che tutti gli inviti pubblicitari dei vari fornitori di connettività recitano con estrema chiarezza che per la cifra X "sarà possibile finalmente collegarsi alla rete 24 ore al giorno", ma così non è.

Da qualche mese sembra farsi strada, in Italia come altrove (accade per esempio in questi giorni anche in Inghilterra), una interpretazione restrittiva del monte ore disponibile per la navigazione a tariffa forfettaria. Alcuni provider sembrano per tale ragione orientati alla rescissione dei contratti di utenti che "abusino" del servizio rimanendo collegati alla rete per molte ore consecutive, altri stanno immaginando scappatoie tecniche che rendano più difficile restarsene online per troppe ore consecutive.
Non vorrei in questa sede toccare gli aspetti strettamente giuridici della questione che pure in questa vicenda sono centrali (appare evidente per chiunque il fatto che nel momento in cui due parti stipulano un impegno contrattuale deve risultare ben chiaro quali siano diritti e doveri di entrambi) per occuparmi solo di quelli comportamentali.

Intanto è curioso notare come una delle poche norme che i vecchi contratti di accesso a Internet contenevano "a tutela dell'utente", quella del rapporto modem-utenti, sia oggi diventata uno strumento nelle mani degli ISP. Il ragionamento è banale ma vale la pena di ripeterlo: se il contratto cita un rapporto modem utenti di 1:5, se ne deve dedurre che nel momento in cui uno dei cinque utenti lascierà la sua connessione attiva per 24 ore di seguito renderà di fatto non raggiungibile il servizio a quattro altri sottoscrittori. I quali in genere utilizzeranno un altro accesso per postare sui newsgroup tutta la loro contrarietà.

A questa considerazione di difficile contestazione in genere dopo alcuni secondi rispondono decine di voci inferocite che affermano che il contratto che hanno sottoscritto non prevede limiti di tempo e che pertanto essi intendono utilizzare l'accesso flat che pagano profumatamente con le modalità e i tempi che ritengono a loro più consoni.

Benissimo: anche qui nulla da dire, tutto giusto e sacrosanto (anche se in realtà alcuni passaggi di certi contratti lasciano aperta la strada ad interpretazioni differenti) e tuttavia i conti continuano a non tornare.
TAG: italia
79 Commenti alla Notizia Contrappunti.it/ Uomo avvisato mezzo flattato
Ordina
  • ...luca quello che scrivi è giusto, e non capisco perchè tanta gente ti si scagli contro. Posso pensare solo due cose : 1) sono pagati dai provider 2) hanno veramente poca materia grigia.



    Ao lo volete capire o no che io ho sottoscritto un contratto full24 e ora mi si viene a dire che lo devo usare con moderazione????
    Se io (provider) offro qualcosa che va bene per 10 persone, nel momento in cui l'affare va bene, e i clienti da 10 diventano 20, non posso dire utilizzatelo tutti a metà, bensì devo potenziare la struttura per 20 persone!!!


    E quelli che dicono il contrario, o non gliene fotte proprio un cazzo perchè probabilmente stanno scrivendo dalla loro T3, oppure sono pagati.


    addio.
    non+autenticato
  • Beh, io non sono né pagato dai provider, né credo di avere poca materia grigia.

    Il problema di Luca Boccianti è questo:
    (1) O non è stato in grado di spiegarci bene ciò che vuole dire;
    (2) O più probabilmente pretende garanzie e servizi semplicemente assurdi.

    Anche io vorrei avere una flat che non dà mai occupato (meglio: che non dà occupato quando mi serve davvero).

    Anche a me piacerebbe una flat in cui posso stare collegato 20 ore al giorno (se sono in attesa di una mail).

    Anche a me piacerebbe pagare poco tutto questo.

    Ma semplicemente ho realizzato che tuttora non è possibile avere questo servizio per cinquantamila lire al mese, come dimostrano evidenti fatti.

    Chi pretende di avere una connessione semi-permanente per una tale cifra, somiglia ad uno che va ai ristoranti a prezzo fisso e si ingozza come un maiale, pur di sfruttare a fondo i soldi spesi, oppure ad uno che si iscrive in palestra e ci sta quindici ore al giorno.

    Se poi tale losco individuo è un professionista che fai i soldi con Internet, si dovrebbe proprio vergognare.

    Pagasse la bolletta oppure fi faccia una connessione più veloce (ADSL o dedicata), senza intasare le flat con le sue connessioni di quindici ore.

    > addio.

    I tuoi grandi e lucidi ragionamenti non ci mancheranno.

    mARCOs
    non+autenticato
  • - Scritto da: IO
    > ...luca quello che scrivi è giusto, e non
    > capisco perchè tanta gente ti si scagli
    > contro. Posso pensare solo due cose : 1)
    > sono pagati dai provider 2) hanno veramente
    > poca materia grigia.

    Aggiungi anche:
    3) HANNO LETTO CHE PER OGNI MODEM CI SONO 5 PERSONE CHE LO USANO !!!!!!!!

    AO', MA LO HAI LETTO IL CONTRATTO O TI SEI FERMATO ANCHE TU ALLE CIFRE "24/24" ????


    non+autenticato
  • WWW.ZETARREDO.IT

    Zetarredo di Zanotto Roberto - Viale del
    Lavoro,5 - 36050 - Quinto Vicentino- (Vi) - Italy - Studio e progettazione degli arredamenti da realizzare con resa
    fotorealistica.Ciò significa ridurre al minimo le possibilità di errore, sia in termini di funzionalità che di estetica.
    Realizziamo anche la modellazione di mobili singoli non di serie, per i quali non esistono appunto fotografie;
    realizzazione di prototipi per indagini pre produzione, indispensabile anche per realizzare
    ambientazioni ad uso catalogo fotografico con conseguente abbattimento dei costi.
    Mobili e cucine su misura, qualità e affidabilità dei Ns.
    prodotti, garanzia di soddisfazione prolungata nel tempo.
    Servizio di consulenza pre e post vendita
    non+autenticato
  • Le aziende che promettono flat 24 su 24 (perche' me ne fotto delle parole, quello che ci hanno fatto capire e' questo, che tutti sappiamo) e ci stanno rimettendo devono sbrigarsela da sole.

    COme qualcuno diceva in un altro post, c'e' modo e modo, ovvero "hai sbagliato ma onora il contratto fino alla fine".

    DEVE essere cosi'. Non possono rifarsi sulle parole ADESSO.

    L'Intel, quando sbaglio' clamorosamente a far uscire un chipset 820 con "traduttore" per poter usare le classiche Dimm (in origine doveva usare solo le Rambus), e quel traduttore SBAGLIAVA i calcoli, sapete che ha fatto?
    Ha ritirato TUTTE le proprie schede madri dal commercio, COMPRESE QUELLE GIA' COMPRATE, e le ha cambiate con la versione senza "traduttore", regalando inoltre un modulo Rambus da 128Mega senza chiedere indietro la vecchia ram. Praticamente a OGNI CLIENTE ha rimborsato il prezzo dell'acquisto. Questo per un SUO errore.

    E' da queste cose che si comprende la serieta' di un'azienda. La capacita' di porre rimedio ai propri errori.

    I Provider dovrebbero imparare che e' chi sbaglia che deve risolvere, non i clienti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fool
    > Le aziende che promettono flat 24 su 24
    > (perche' me ne fotto delle parole, quello
    > che ci hanno fatto capire e' questo, che
    > tutti sappiamo) e ci stanno rimettendo
    > devono sbrigarsela da sole.

    Da dove si capisce che il provider garantisce 24 ore di connessione a tutti?

    > COme qualcuno diceva in un altro post, c'e'
    > modo e modo, ovvero "hai sbagliato ma onora
    > il contratto fino alla fine".

    Dov'è che i provider non onorano il contratto?

    > L'Intel, quando sbaglio' clamorosamente a
    > far uscire un chipset 820 con "traduttore"
    > per poter usare le classiche Dimm (in
    > origine doveva usare solo le Rambus), e quel
    > traduttore SBAGLIAVA i calcoli, sapete che
    > ha fatto?
    > Ha ritirato TUTTE le proprie schede madri
    > dal commercio, COMPRESE QUELLE GIA'
    > COMPRATE, e le ha cambiate con la versione
    > senza "traduttore", regalando inoltre un
    > modulo Rambus da 128Mega senza chiedere
    > indietro la vecchia ram. Praticamente a OGNI
    > CLIENTE ha rimborsato il prezzo
    > dell'acquisto. Questo per un SUO errore.

    Ti credo! Con tutto quello che costano i sistemi Intel, ci mancherebbe solo che funzionassero MALE!!!

    Se Intel avesse ripagato gli utenti per tutte le idiozie che ha sparato, sarebbe fallita da un pezzo.

    Nessuno ha mai sentito parlare del PentiumIII che permette di "entrare sul serio in Internet"? Intel, come la stragrande maggioranza delle aziende, sfrutta l'ignoranza degli utenti per poter fare pubblicità (evidentemente ingannevoli) e vendere processori a prezzi allucinanti.

    > E' da queste cose che si comprende la
    > serieta' di un'azienda. La capacita' di
    > porre rimedio ai propri errori.

    Certo, viva la serietà di Intel!!!

    Con un'architettura del 1993 (quella del PPRO) ha fatto soldi per moltissimo tempo, senza introdurre nessuna novità significativa.

    Mammamia, che ditta seria!!!

    > I Provider dovrebbero imparare che e' chi
    > sbaglia che deve risolvere, non i clienti.

    Se lo dici tu...

    mARCOs
    non+autenticato
  • Sono stato frainteso, quindi cercherò di semplificare i concetti, così forse non mi prenderò del barbone...
    se mi abbono a Libero-sogno e poi x qualsiasi ragione (ivi compresa la mia ignoranza) mi ritrovo a spendere di + di quanto spenderei con gli scatti, sono comunque costretto x contratto a tenermi la flat per un anno. Non giustifico quindi il fatto che il provider possa sospendere il servizio se si trova in perdita.
    Io non sono di quelli che sta connesso giorni e giorni, normalmente uso internet un paio d' ore al giorno, che diventano 3 o 4 nei festivi, quindi mi sembra di non rubare niente a nessuno.
    Non è che giustifico chi sta connesso 24h anche quando non ne ha bisogno, dico solo che il provider può far fronte a questo problema come vuole, ma nel rispetto dei contratti, dal momento che il problema in questione è e rimane suo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: G. "gillicam" I.M.
    > Sono stato frainteso, quindi cercherò di
    > semplificare i concetti, così forse non mi
    > prenderò del barbone...

    Guarda che "barbone" non era riferito a te... Dicevo per dire.

    L'utente X non può sentirsi autorizzato ad usare come e quando vuole una risorsa condivisa (come lo sono i modem), solo perché non costa un tot a tempo.

    Se l'utente X va in albergo e trova un buffet per la colazione, fa una figuraccia ad abbuffarsi come un porco!!! Se tutto è già pagato, non ci dobbiamo sentire in dovere di strafogarci.

    > se mi abbono a Libero-sogno e poi x
    > qualsiasi ragione (ivi compresa la mia
    > ignoranza) mi ritrovo a spendere di + di
    > quanto spenderei con gli scatti, sono
    > comunque costretto x contratto a tenermi la
    > flat per un anno.

    Sarebbe meglio infatti se le offerte fossero mensili (con tacito rinnovo) e non annuali.

    > Non giustifico quindi il
    > fatto che il provider possa sospendere il
    > servizio se si trova in perdita.

    Per quanto riguarda le libertà del provider, io gli concederei la facoltà di cambiare i termini del contratto (es. il canone mensile) e lasciarti la possibilità di scegliere: o ti sta bene o cambi provider (e hai indietro i soldi).

    Questa libertà è una palese ingiustizia, però penso che nessun provider attualmente potrà mai garantire un accesso decente ad Internet per 50k al mese, se tale accesso è sfruttato da tanti assidui navigatori. Allora, se il provider si accorge che il servizio è usato troppo pesantamente, deve poter chiedere più soldi (tutti questi soldi DOVRANNO poi servire per potenziare le proprie risorse).

    Certo, poi i contratti (TUTTI!!!) devono essere più chiari.

    Riguardo all'ignoranza: è un peccato che una persona che non è competente debba prendere sòle. Però è così, sia nell'Informatica che in altri campi. I provider hanno tutto l'interesse nell'avere utenti ignoranti e quindi non spetta certo a loro rimediare.

    > Io non sono di quelli che sta connesso
    > giorni e giorni, normalmente uso internet un
    > paio d' ore al giorno, che diventano 3 o 4
    > nei festivi, quindi mi sembra di non rubare
    > niente a nessuno.

    Io ce l'ho con quelli che stanno connessi 15 ore al giorno e poi scrivono pure una lettera a Punto Informatico per dire: "Beh, che problema c'è?".

    Il nostro caro sig. Luca Boccianti non è mai stato in palestra? Anche lì si paga un tot al mese e si può fare sport a qualunque ora. Ma se lui ci sta TUTTO IL GIORNO e vuole usare gli attrezzi che dice lui quando vuole lui, non pensando che c'è anche qualche altra persona (che ha pagato quanto lui), è ridicolo che protesti perché magari delle volte trova la panca occupata!!! Vuole fare sport quanto gli va? Si faccia costruire una palestra a casa sua e assuma un allenatore personale.

    > Non è che giustifico chi sta connesso 24h
    > anche quando non ne ha bisogno, dico solo
    > che il provider può far fronte a questo
    > problema come vuole, ma nel rispetto dei
    > contratti, dal momento che il problema in
    > questione è e rimane suo.

    Purtroppo, fino ad ora è stato solo un problema degli utenti.

    mARCOs
    non+autenticato


  • - Scritto da: mARCOs
    > - Scritto da: Fool
    > > Le aziende che promettono flat 24 su 24
    > > (perche' me ne fotto delle parole, quello
    > > che ci hanno fatto capire e' questo, che
    > > tutti sappiamo) e ci stanno rimettendo
    > > devono sbrigarsela da sole.
    >
    > Da dove si capisce che il provider
    > garantisce 24 ore di connessione a tutti?

    In ogni singola parola di ogni pubblicita', su tutti i contratti eccetera. E' quello che dicono, e' quello che ci vendono.

    > > COme qualcuno diceva in un altro post,
    > c'e'
    > > modo e modo, ovvero "hai sbagliato ma
    > onora
    > > il contratto fino alla fine".

    > Dov'è che i provider non onorano il
    > contratto?

    Galactica ha rescisso molti contratti, che io sappia... e cmq era una cosa per intendere che se dicono 24 on 24 deve essere cosi', senza avere il problema "ah, ma c'e' altra gente che vorrebbe collegarsi, si scolleghi perfavore".

    > > L'Intel, quando sbaglio' clamorosamente a
    > > far uscire un chipset 820 con "traduttore"
    > > per poter usare le classiche Dimm (in
    > > origine doveva usare solo le Rambus), e
    > quel
    > > traduttore SBAGLIAVA i calcoli, sapete che
    > > ha fatto?
    > > Ha ritirato TUTTE le proprie schede madri
    > > dal commercio, COMPRESE QUELLE GIA'
    > > COMPRATE, e le ha cambiate con la versione
    > > senza "traduttore", regalando inoltre un
    > > modulo Rambus da 128Mega senza chiedere
    > > indietro la vecchia ram. Praticamente a
    > OGNI
    > > CLIENTE ha rimborsato il prezzo
    > > dell'acquisto. Questo per un SUO errore.
    >
    > Ti credo! Con tutto quello che costano i
    > sistemi Intel, ci mancherebbe solo che
    > funzionassero MALE!!!
    >
    > Se Intel avesse ripagato gli utenti per
    > tutte le idiozie che ha sparato, sarebbe
    > fallita da un pezzo.
    >
    > Nessuno ha mai sentito parlare del
    > PentiumIII che permette di "entrare sul
    > serio in Internet"? Intel, come la
    > stragrande maggioranza delle aziende,
    > sfrutta l'ignoranza degli utenti per poter
    > fare pubblicità (evidentemente ingannevoli)
    > e vendere processori a prezzi allucinanti.

    Sbagli. Il P3 ha effettivamente precalcoli sul linguaggio html, come altri precalcoli sulle DirectX e tante altre istruzioni velocizzate. Se poi la linea fa schifo, e ti manda dati a soli 6-7kb, non diamo la colpa al P3. Gli Americani questi problemi non li hanno, loro stanno a 1Gb di connessione sul telefono normale, in flat perenne sulle chiamate urbane!

    > > E' da queste cose che si comprende la
    > > serieta' di un'azienda. La capacita' di
    > > porre rimedio ai propri errori.
    >
    > Certo, viva la serietà di Intel!!!

    Molto piu' che 90% delle aziende italiane. Pratica prezzi alti, certo, e quasi ingiustificati, visto che un 650MHz non si differenzia per nulla da un 866MHz, ma e' il libero mercato, ci sono altri processori che puoi comprare, senza perdere nulla in qualita'.

    > Con un'architettura del 1993 (quella del
    > PPRO) ha fatto soldi per moltissimo tempo,
    > senza introdurre nessuna novità
    > significativa.

    Il PPRO era un ottimo processore per server, aveva caratteristiche simili allo Xeon di adesso.
    Molti per piccole LAN di condivisione documenti lo cercano ancora, lo cercano ancora, lo sapevi?

    > Mammamia, che ditta seria!!!
    >
    > > I Provider dovrebbero imparare che e' chi
    > > sbaglia che deve risolvere, non i clienti.
    >
    > Se lo dici tu...

    Bhe, io dico quello che credo. Sono loro che hanno da perdere immagine quindi soldi.

    > mARCOs
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fool
    > In ogni singola parola di ogni pubblicita',
    > su tutti i contratti eccetera. E' quello che
    > dicono, e' quello che ci vendono.

    No, aspetta.

    Stai parlando di pubblicità o di contratto?

    Nel contratto io non ho letto UNA SOLA PAROLA che garantisca a tutti l'accesso illimitato (anzi...).

    Se sei di parere contrario, invia su questo forum il pezzo del contratto che dà esplicitamente questa garanzia.

    > Galactica ha rescisso molti contratti, che
    > io sappia...

    Non so se Galactica abbia rescisso molti contratti (mi auguro almeno che abbia restituito dei soldi...).

    > e cmq era una cosa per
    > intendere che se dicono 24 on 24 deve essere
    > cosi', senza avere il problema "ah, ma c'e'
    > altra gente che vorrebbe collegarsi, si
    > scolleghi perfavore".

    NON POSSONO ESSERE 24 ORE SU 24 PER TUTTI!!!! Questo risulta chiaro dall'offertta che fanno (il rapporto modem utenti NON E' 1/1).

    Ti rifaccio lo stesso esempio che ho scritto sopra.

    Anche in palestra si paga un tot al mese e si può fare sport a qualunque ora. Ma se ci stai TUTTO IL GIORNO e vuoi usare gli attrezzi che ti pare quando ti pare, non pensando che c'è anche qualche altra persona (che ha pagato quanto te), è ridicolo che protesti, perché non hai ragione.

    Vuoi fare sport quando ti va? Fatti costruire una palestra a casa tua e assumi un allenatore personale.

    > Sbagli. Il P3 ha effettivamente precalcoli
    > sul linguaggio html, come altri precalcoli
    > sulle DirectX e tante altre istruzioni
    > velocizzate. Se poi la linea fa schifo, e ti
    > manda dati a soli 6-7kb, non diamo la colpa
    > al P3. Gli Americani questi problemi non li
    > hanno, loro stanno a 1Gb di connessione sul
    > telefono normale, in flat perenne sulle
    > chiamate urbane!

    Ma vaaaaaaaa!!!! Leggiti le pubblicità che Intel ha fatto del PentiumIII!!!

    Le persone che non se ne intendevano pensavano effettivamente che col PentiumIII si riuscisse a navigare meglio o addirittura che senza PentiumIII non si potesse "entrare sul serio in Internet" (ma che vuol dire questa frase???).

    Visto che disponiamo di connessioni lente (la maggior parte dei navigatori italiani hanno
    ancora il 56k), sai quanto ce ne frega se il codice del browser (quello che renderizza la pagine, ovvero che interpreta il codice HTML e lo "trasforma" in colori, immagini, ecc...) è ottimizzato per il PentiumIII.

    Infatti, sui NG tecnici e sulle riviste di settore il PentiumIII è stato stroncato alla grande.

    Se dici che i provider hanno truffano, non puoi assolutamente difendere Intel, indicandola coma "ditta seria". E' una buffona, che ha sfruttato l'ingenuità e l'ignoranza di tanti utenti interessati ad Internet per piazzare l'ennesima bufala, spacciandola per la novità del secolo.

    In generale, nessuna ditta monopolista è seria, perché non ha alcun interesse nell'esserlo.

    > Molto piu' che 90% delle aziende italiane.

    Non credo proprio. Mi fai degli esempi?

    > Pratica prezzi alti, certo, e quasi
    > ingiustificati, visto che un 650MHz non si
    > differenzia per nulla da un 866MHz, ma e' il
    > libero mercato, ci sono altri processori che
    > puoi comprare, senza perdere nulla in
    > qualita'.

    E allora, se è un "libero mercato", ognuno propone quello che vuole e poi sta all'utente scegliere cosa comprare.

    Ma è emerso da queste discussioni che l'utente in generale è del tutto inpacace di operare una buona scelta.

    > Il PPRO era un ottimo processore per server,
    > aveva caratteristiche simili allo Xeon di
    > adesso.

    Infatti, lo ERA otto anni fa. Eppure Intel ha continuato a farci i soldi sopra, proponendo processori "nuovi", che non erano altro che PPro con qualche cambiamento qua e là.

    Alla faccia del progresso tecnologico.

    > Bhe, io dico quello che credo. Sono loro che
    > hanno da perdere immagine quindi soldi.

    Pure io dico quello che credo e credo in quello che dico.

    mARCOs.
    non+autenticato
  • Posta quello che hai scritto qui riguardo la serietà di Intel sul NG it.comp.hardware.cpu e vedi cosa ti rispondono!!!

    mARCOs
    non+autenticato
  • Il discorso è questo, pensiamo ad un servizio tipo l' attuale libero sogno, che costa 42.000 £ / mese e garantisce in pratica la possibilità di collegarsi tra le 18.30 e diciamo le 3.00; considerando che con 42.000 senza flat si fanno in un mese 60/70 ore di navigazione non è che l' infostrada possa pretendere che uno che paga ne faccia meno, anzi diciamo che ne farà almeno 100 / 120 altrimenti non fa la flat, e lo stesso vale per le flat 24h.
    Tutti i problemi in cui i provider sono incorsi in linea di massima sono dovuti alla loro poca "preveggenza", ma il problema è solo loro.
    Se al ristorante spendo più soldi di quanti ne ho mi fermo a lavare i piatti, mi sembra normale che lo stesso valga anche per inwind e compagnia...

    non+autenticato
  • - Scritto da: G. "gillicam" Illica Magrini
    > Il discorso è questo, pensiamo ad un
    > servizio tipo l' attuale libero sogno, che
    > costa 42.000 £ / mese e garantisce in
    > pratica la possibilità di collegarsi tra le
    > 18.30 e diciamo le 3.00; considerando che
    > con 42.000 senza flat si fanno in un mese
    > 60/70 ore di navigazione

    Scusa, che conto hai fatto?

    Una telefonata urbana in fascia notturna costa 17,7 lire al minuto + iva e 60-70 ore di connessione costano 75.000-90.000. A questa cifra occorre togliere qualche lira, perché le connessioni lunghe costano un po' meno ma occorre aggiungere anche gli scatti alla risposta (se non fai un'unica connessione lunga).

    > non è che l'
    > infostrada possa pretendere che uno che paga
    > ne faccia meno, anzi diciamo che ne farà
    > almeno 100 / 120 altrimenti non fa la flat,
    > e lo stesso vale per le flat 24h.

    Mah, per risparmiare con le flat e con le semiflat basta poco. Il problema, semmai, è che gli utenti dicono "abbiamo pagato e restiamo connessi quanto vogliamo".

    Se gli utenti ragionano così, non c'è flat che tenga.

    > Tutti i problemi in cui i provider sono
    > incorsi in linea di massima sono dovuti alla
    > loro poca "preveggenza", ma il problema è
    > solo loro.

    O forse a qualche utente che si crede tanto furbo e che, usando Internet per lavoro, ha pensavo di abbattere le spese?

    > Se al ristorante spendo più soldi di quanti
    > ne ho mi fermo a lavare i piatti, mi sembra
    > normale che lo stesso valga anche per inwind
    > e compagnia...

    Diciamo così: se il ristorante ti propone un prezzo fisso per una cena, sta a te non fare la figura del barbone morto di fame e NON ordinare roba per dieci volte il prezzo che hai pagato.

    mARCOs
    non+autenticato
  • Ciao a tutti,ho letto qualche vostro messaggio e mi pare di aver capito che siete tutti in disaccordo con i provider....fatevi adsl fatevi hdsl o cdn o abbandonate internet se non vi piace!
    nell'ultima bolletta telecon mi sono arrivate 85mila lire(benissimo direi) e quella di wind 120 mila lire(come prefissato dell'abbonamento)e sono stato connesso circa 8 ore di seguito tutti i giorni per cui il servizio mi soddisfa appieno...ovvio tranne in quelle ore dalle 21 alle 23 in cui tutti i ragazzini o chi non ha un cavolo da fare si collegano per vedere le stronzate del grande fratello(guardatevi la tv)e meno male che e' finito ,tutta quella gente che fino all'altro ieri odiava internet e i pc in genere ora fa a botte per collegarsi per vedwere le sue stronzate tipo il sito di anna falchi (dove detto da lei stessa c'e' una sosia )guardate la tv per vadere ste stronzate e lasciate a chi come me sono 6 anni che mi collego tutti i giorni!!!andatevene che mi laggate!


    altra cosa non e' vero che il provider mi scollega...fatevi furbi con icq mandate sempre segnali verso la rete..per cui quando mangio o esco il pc rimane collegato..
    arrivederci Bruno!!
    non+autenticato
  • Hai detto tutto!!!

    mARCOs

    - Scritto da: Bruno
    > fatevi furbi con icq mandate
    > sempre segnali verso la rete..per cui quando
    > mangio o esco il pc rimane collegato..
    > arrivederci Bruno!!
    non+autenticato
  • Mi piacerebbe che dicessi questa cosa ("A me wind soddisfa") a quelle migliaia di utenti che da gennaio scorso si sono visti troncare il collegamento isdn... io non sono uno di questi perche' da operatore del settore conosco le strutture wind e non mi fido. Lo dico solo per par condicio.

    Quello che mi fa rabbia sono gli escamotage commerciali che le aziende mettono in atto per sfilarci soldi e i raggiri burocratici che tirano fuori quando hanno bisogno di uscire dalle situazioni scomode in cui si sono posti a causa delle suddette manovre commerciali.
    Perche' devono passarla liscia? Loro si difendono benissimo ma chi difende il consumatore?
    Io vedo solo schiamazzi nei forum delle persone tradite che cercano di far sentire la loro voce e purtroppo lo fanno in modo troppo disordinato per essere efficaci.

    - Scritto da: Bruno
    > Ciao a tutti,ho letto qualche vostro
    > messaggio e mi pare di aver capito che siete
    > tutti in disaccordo con i provider....fatevi
    > adsl fatevi hdsl o cdn o abbandonate
    > internet se non vi piace!
    > nell'ultima bolletta telecon mi sono
    > arrivate 85mila lire(benissimo direi) e
    > quella di wind 120 mila lire(come prefissato
    > dell'abbonamento)e sono stato connesso circa
    > 8 ore di seguito tutti i giorni per cui il
    > servizio mi soddisfa appieno...ovvio tranne
    > in quelle ore dalle 21 alle 23 in cui tutti
    > i ragazzini o chi non ha un cavolo da fare
    > si collegano per vedere le stronzate del
    > grande fratello(guardatevi la tv)e meno male
    > che e' finito ,tutta quella gente che fino
    > all'altro ieri odiava internet e i pc in
    > genere ora fa a botte per collegarsi per
    > vedwere le sue stronzate tipo il sito di
    > anna falchi (dove detto da lei stessa c'e'
    > una sosia )guardate la tv per vadere ste
    > stronzate e lasciate a chi come me sono 6
    > anni che mi collego tutti i
    > giorni!!!andatevene che mi laggate!
    >
    >
    > altra cosa non e' vero che il provider mi
    > scollega...fatevi furbi con icq mandate
    > sempre segnali verso la rete..per cui quando
    > mangio o esco il pc rimane collegato..
    > arrivederci Bruno!!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 24 discussioni)