Microsoft: ecco perché abbracciamo OpenDocument

Ha sorpreso molti la scelta del big di Redmond di lavorare in modalità open source su un tool di conversione per il supporto ODF in Office. L'azienda ora spiega: una scelta che rispetta i clienti. L'intervista di PI

Microsoft: ecco perché abbracciamo OpenDocumentRoma - L'annuncio in poche ore ha fatto breccia sui giornali di tutto il Mondo e di certo si è trattata per molti di una grossa sorpresa: Microsoft ha deciso di far sì che i clienti della propria celebre suite Office possano utilizzare e gestire il formato aperto OpenDocument (ODF). Una notizia che qualcuno ha salutato come un'evoluzione delle strategie di Redmond e qualcun altro persino come un avvallo definitivo dei formati non proprietari. Ma è davvero così? Per capire come la vede Microsoft, Punto Informatico ha scambiato quattro chiacchiere con Andrea Valboni, National technology Officer di Microsoft Italia.

Punto Informatico: Open XML è e rimane il formato su cui si basa il futuro Office. Cosa ha spinto Microsoft a muoversi verso OpenDocument? Hanno giocato un ruolo le decisioni di certe pubbliche amministrazioni nel mondo a favore di OpenDocument? Penso al Belgio, o al Massachussetts..?
Andrea Valboni: Se si va a ben vedere sono poche le amministrazioni che hanno formalizzato una scelta del genere. Può dunque essere vero, ma solo in parte: è più corretto dire che siamo in una fase che vede un progressivo affermarsi di certi standard documentali.

PI: Che cosa intende?
AV: Ad esempio ISO, che ha recentemente formalizzato la definizione di standard per ODF o il progresso di Open XML in questa direzione.
PI: Da questo cosa ne consegue?
AV: Che dal punto di vista dei produttori e della pubblica amministrazione è importante ed ora possibile identificare standard che possano garantire una gestione del ciclo di vita dell'informazione nell'amministrazione. Ovvero la possibilità non solo di creare un documento o di gestirlo, ma anche di conservarlo e di poterlo riutilizzare in qualsiasi momento, oltreché distribuirlo e via dicendo.

PI: Sembrerebbe che per voi sia un fatto neutro se la PA finisca per utilizzare ODF piuttosto che Open XML
AV: Noi con questa scelta riaffermiamo il bene dell'interoperabilità, dove è l'utente finale, e in particolare l'utente della Pubblica Amministrazione, a scegliere, è lui a decidere se e come interagire con OpenDocument, così come avverrà con il PDF.

PI: Fino ad oggi OpenDocument, formato supportato da molti dei principali rivali di Microsoft, da IBM a Novell passando per OpenOffice.org, è stato vissuto da molti come il diretto concorrente di Open XML. Non per caso, se si pensa al dibattito sui formati a cui si è assistito proprio in Massachussets. La nuova posizione di Microsoft serve a spazzar via un nemico?
AV: Microsoft guarda molto alle reazioni del mercato e molto poco ai concorrenti: le indicazioni raccolte dal mercato vanno nella direzione di supportare formati diversi.
Il motivo per cui è nato Open Xml non è fare la guerra a ODF, né lo si è mai pensato come formato alternativo o cooncorrenziale. Semmai c'è un aspetto di ottimizzazione che non va sottovalutato. I nuovi formati nascono infatti con l'obiettivo di garantire maggiore efficienza ed è questa la caratteristica fondamentale del formato proprietario.

PI: Ovvero?
AV: Il motivo principale per il quale Open XML è nato è quello di garantire al parco utenti di Microsoft, parliamo di milioni di persone e miliardi di documenti già prodotti e prodotti ogni giorno, la possibilità di sfruttare un percorso di migrazione che assicurasse la compatibilità all'indietro.
L'idea è appunto quella di un accesso efficiente e rapido all'esistente e la proiezione di una maggiore efficienza in futuro.

PI: ODF non era dunque all'altezza...
AV: È solo questione di differenze.

PI: In qualche modo le evidenziava Alan Yates, nome di punta di Microsoft, che qualche settimana fa ha descritto OpenDocument come un formato "lento"
AV: ODF si è guadagnato l'approvazione di ISO ed è uno standard di riferimento. È ovvio che ci possano essere delle differenze tra i formati: basti pensare che tra i paesi che hanno approvato ODF quelli arabi hanno votato contro, e questo perché ODF non supporta la scrittura bidirezionale.
Ma sono differenze che nel tempo con ogni probabilità verranno risolte. I due formati tenderanno ad assomigliarsi sempre di più nel tempo, pur mantenendo caratteristiche tipiche del mondo da cui provengono, e nel lungo periodo forse si andrà anche oltre...
131 Commenti alla Notizia Microsoft: ecco perché abbracciamo OpenDocument
Ordina
  • poiché un troll piu avanti afferma :
    http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1570718&i...
    volevo chiedere a utilizzatori di openoffice se ritengono che sia possibile il suo impiego in situazioni professionali, oppure no
    Secondo la mia esperienza, è utilizzabile proficuamente come sostituto di ms office
    e dove lavoro abbiamo decine di computer
    con ooffice
    Che ne pensate ? Qual' è la vs esperienza ?
    Ciao
    non+autenticato

  • >
    > e dove lavoro abbiamo decine di computer
    > con ooffice
    > Che ne pensate ? Qual' è la vs esperienza ?
    > Ciao


    io lo uso, mi trovo bene, per quello che serve a me.

    Per molti credo che vada piu' che bene, poi dipende da uno cosa deve fare e in che situazione si trova.
    Se ad esempio hai tutto predisposto per Excel/Access, e' possibile che non sia conveniente, ogni caso dovrebbe essere analizzato.

  • > Secondo la mia esperienza, è utilizzabile
    > proficuamente come sostituto di ms office
    Dipende, se viene utilizzato solo openoffice e non c'è bisogno di collaborare con nessun'altro che usa programmi diversi può funzionare, ma solo se in ditta è presente qualcuno in grado di fare assistenza. Nella maggior parte dei casi è esagerato, basta un semplice wp, e ABIWord basta e avanza.
    non+autenticato
  • grande successo della tua iniziativa ... dei due il secondo sono io.
    ora non correre a chiamare tutti gli amici perchè non ti ha risposto nessuno ...
    ciao bello
    il troll
    non+autenticato
  • Sono ambedue pesanti, ambedue hanno più features di quanto servano normalmente, uno costa un botto, l'altro no: se non ti servono features esclusive di quello che costa un botto, la scelta è ovvia...
    non+autenticato
  • spero che a questo punto tu ti sia accorto di quanto sei fuori strada. speravi in una folla acclamante e non è arrivato nessuno. non ti viene in mente che tutti quelli che hanno provato sono giunti alla mia stessa conclusione? ciao sistemista, allocco.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > poiché un troll piu avanti afferma :
    > http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1570718&i
    > volevo chiedere a utilizzatori di openoffice se
    > ritengono che sia possibile il suo impiego in
    > situazioni professionali, oppure
    > no
    > Secondo la mia esperienza, è utilizzabile
    > proficuamente come sostituto di ms office
    >
    > e dove lavoro abbiamo decine di computer
    > con ooffice
    > Che ne pensate ? Qual' è la vs esperienza ?
    > Ciao

    Sicuramente può essere usato come sostituto.
    Ovviamente gli spara-gestionali-vb che ti hanno risposto e preso in giro non saprebbero automatizzarci nulla perché purtroppo nel mondo Microsoft ci sono un sacco di incompetenti che si spacciano per "informatici"... ma l'automazione è anche possibile.

    Non solo, il fatto che il formato di file non sia altro che un ZIP contenente file XML (e dati usati nel documento) ti permette, in caso qualcosa vada storto, di agire direttamente sul file e recuperare in tutto o in parte il contenuto senza bisogno di strumenti specifici.

    Senza contare che essendo il file puro XML è molto ma molto facile creare applicativi molto semplici in grado di crearli... per esempio da uno script PHP potresti costruire in modo molto semplice un file OpenOffice senza bisogno di nessun componente aggiuntivo (ti basta poter scrivere un file e poi comprimerlo).

    E in ogni caso ci sono un sacco di mezzi che ti permettono via Python o Delphi o [inserisci qui] di usare OOo.

    Ovviamente tutto questo richiede un minimo di capacità, di inventiva e di voglia di fare... tutte caratteristiche che gli sparagestionalivb non hanno ed è per questo che si arrabbiano tanto quando qualcuno propone OOo come alternativa a Office.
  • Aggiungo una cosa.

    Ovviamente dipende da cosa devi farci, OOo non va bene per tutti gli usi... ma per gran parte degli usi normali d'ufficio sì.

  • - Scritto da: Wakko Warner
    > Aggiungo una cosa.
    >
    > Ovviamente dipende da cosa devi farci, OOo non va
    > bene per tutti gli usi... ma per gran parte degli
    > usi normali d'ufficio
    > sì.

    Sì, siamo d'accordo. Il contendere era si può sostituire senza alcun timore Office con OO in modo trasparente e sicuro, in qualsiasi ambito. No, non si può.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Wakko Warner
    > > Aggiungo una cosa.
    > >
    > > Ovviamente dipende da cosa devi farci, OOo non
    > va
    > > bene per tutti gli usi... ma per gran parte
    > degli
    > > usi normali d'ufficio
    > > sì.
    >
    > Sì, siamo d'accordo. Il contendere era si può
    > sostituire senza alcun timore Office con OO in
    > modo trasparente e sicuro, in qualsiasi ambito.
    > No, non si
    > può.
    Quello che abbiamo detto noi, bisogna prima accertarsi di non fare uso di features esclusive di Office o, se non esclusive, tante, tali e realizzate in Office in maniera talmente peculiare da rendere la migrazione troppo dispendiosa.
    Aggiungerei un'altra cosa: se si hanno le licenze ad abbonamento che MS amerebbe piazzare a tutte le aziende, può avere senso la migrazione se si stabilisce che quella spesa annuale non è necessaria.
    Se invece si hanno licenze illimitate per Office e non si devono aggiungere postazioni, o ne servono così poche altre da comportare una spesa aggiuntiva modesta, non vedo perché abbandonare una cosa che è stata pagata salata, tanto vale usare Office che sì è pagato finché è adeguato al suo compito.
    non+autenticato
  • io per primo, tutti ad usarlo, ma quanti hanno mai mandato soldi per contribuire allo sviluppo......

    Non basta fare i betatester a scrocco.

    gli stessi di open office hanno scritto

    "Unfortunately, we have no ressource available to fix or improve the HTML component" ............
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > io per primo, tutti ad usarlo, ma quanti hanno
    > mai mandato soldi per contribuire allo
    > sviluppo......
    >
    > Non basta fare i betatester a scrocco.
    >
    > gli stessi di open office hanno scritto
    >
    > "Unfortunately, we have no ressource available to
    > fix or improve the HTML component"
    > ............

    hai perfettamente ragione
    personalmente compro sempre debian, non appena esce una nuova release
    credo che, specie in aziende che ne fanno uso su decine di macchine, occorrerebbe investire un pò di denaro per lo sviluppo di openoffice

    dove lavoro lo faranno sicuramente, se non vogliono una rottura di OO da disco rotto 40 ore alla settimana
    non+autenticato
  • Non gli investimenti di MS, ma i suoi!
    Pare che zitto zitto cheto cheto manzo manzo stia vendendo azioni MS e comprandone di altri big più solidi, fra cui IBM e Google e pure un po' di azioni Apple!

    E' l'inizio della fine!

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Non gli investimenti di MS, ma i suoi!
    > Pare che zitto zitto cheto cheto manzo manzo stia
    > vendendo azioni MS e comprandone di altri big più
    > solidi, fra cui IBM e Google e pure un po' di
    > azioni
    > Apple!
    >
    > E' l'inizio della fine!
    >
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    Link? O è la solita trollata di mezzanotte?
    non+autenticato
  • E' su tutti i notiziari economici...
    non+autenticato
  • Già, e il trend discendente delle azioni MS è inarrestabile da ormai 6 anni, ha iniziato a crollare un anno prima dell'11 Settembre...
    non+autenticato
  • di giorno in giorno si fa sempre piu chiaro che sta per avviarsi un periodo di grande "austerità": saranno applicati ticket sui farmaci, i costi delle medicine saliranno per tutti e i servizi saranno sempre piu scarsi e di qualità inferiore, a meno che non si abbia soldi per pagarne di privati

    ma la tangente annuale a microsfot, che anche solo adottando da adesso in poi openoffice ne verrebbe abbastanza diminuita, per poi programmare nel medio termine con calma qualcosa di piu completo, col cavolo che la riducono !
    meglio contiuare a usare office e applicare i ticket sui farmaci, come no ? basta chiederlo ai pensionati e sono tutti d'accordo.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > di giorno in giorno si fa sempre piu chiaro che
    > sta per avviarsi un periodo di grande
    > "austerità": saranno applicati ticket sui
    > farmaci, i costi delle medicine saliranno per
    > tutti e i servizi saranno sempre piu scarsi e di
    > qualità inferiore, a meno che non si abbia soldi
    > per pagarne di
    > privati
    >
    > ma la tangente annuale a microsfot, che anche
    > solo adottando da adesso in poi openoffice ne
    > verrebbe abbastanza diminuita, per poi
    > programmare nel medio termine con calma qualcosa
    > di piu completo, col cavolo che la riducono !
    >
    > meglio contiuare a usare office e applicare i
    > ticket sui farmaci, come no ? basta chiederlo ai
    > pensionati e sono tutti
    > d'accordo.


    Ma ci sono già stati in tutti questi anni pesanti tagli nei confronti di tutte le P.A. italiane che hanno obbligato un pò ovunque a prendere in considerazione la sostituzione di MSOffice con OpenOffice.
    Se poi qualcuno continua a bruciare soldi pubblici per questi prodotti è un moralmente un bastardo.
    Certo arrivare ad imporlo per legge un paese democrativo ed economicamente liberista non può arrivare a tanto.
    Le raccomandazioni però sono poche e poco incisive.

    non+autenticato
  • > solo adottando da adesso in poi openoffice ne
    > verrebbe abbastanza diminuita, per poi

    guardiamo in faccia la realtà, openoffice non è utilizzabile in ambito lavorativo. si inchioda, è pesante, è un patocco come office, in più non si riescono a scambiare i file con quelli che usano office. che fa una amministrazione che deve dare i suoi file a un'altra, reimpagina ogni volta?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > solo adottando da adesso in poi openoffice ne
    > > verrebbe abbastanza diminuita, per poi
    >
    > guardiamo in faccia la realtà, openoffice non è
    > utilizzabile in ambito lavorativo. si inchioda, è
    > pesante, è un patocco come office, in più non si
    > riescono a scambiare i file con quelli che usano
    > office. che fa una amministrazione che deve dare
    > i suoi file a un'altra, reimpagina ogni
    > volta?
    Parli di cose che non conosci.
    Mi sa che sei TU a non essere utilizzabile in ambito lavorativo. A bocca aperta
    non+autenticato
  • > Parli di cose che non conosci.
    > Mi sa che sei TU a non essere utilizzabile in
    > ambito lavorativo.
    >A bocca aperta
    Parlo di cose che conosco benissimo, purtroppo, e che sono conosciute da chiunque ci abbia provato sul serio, è per questo che alle dichiarazioni di stati e governi poi segue il nulla.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > Parli di cose che non conosci.
    > > Mi sa che sei TU a non essere utilizzabile in
    > > ambito lavorativo.
    > >A bocca aperta
    > Parlo di cose che conosco benissimo, purtroppo, e
    > che sono conosciute da chiunque ci abbia provato
    > sul serio, è per questo che alle dichiarazioni di
    > stati e governi poi segue il
    > nulla.
    hai raggione, siamo solidali con te e con chiunque butti soldi dei cittadini: l'italia è basata su questo

    l'impiegato per mandare la letterozza in pdf dall'ufficio a all'uffcio b del comune di fammi_il_piacere_ammare ha proprio bisogno che tutto il mondo abbia ms office 2034

    li mandiamo da te i pensionati che dovranno pagare il ticket sui farmaci perchè nel pubblico ci sono incompetenti assoluti che buttano cifre
    spaventose in sciocchezze

    p.s.: il banco do brasil, massima banca brasiliana, ha annunciato la settima scorsa di
    avere migrato i suoi 35000 desktop xp da office
    a openoffice con grande risparmio

    il centro culturale/congressuale del comune dove tengo corsi, su 100 macchine ha solo 26 copie di office: 10 perchè le macchine sono gestite dal ced, 16 perchè la sala corsi ha sia xp con office che linux con openoffice: tutto il resto ha openoffice, per lo piu con linux o dual boot linux-xp

    in questo momento la maggioranza degli uffici e delle scuole dell'altoadige usa openoffice e spesso persino linux

    fa un favore a tutti: passa al facchinaggio
    non hai la competenza per lavorare in questo
    settore: fai solo buttare via soldi alla gente:
    se lavori nel pubblico conviene prepensionarti anche se hai 19 anni: è un gudagno netto per tutti

    non+autenticato
  • > fa un favore a tutti: passa al facchinaggio
    > non hai la competenza per lavorare in questo
    > settore: fai solo buttare via soldi alla gente:
    > se lavori nel pubblico conviene prepensionarti
    > anche se hai 19 anni: è un gudagno netto per
    > tutti
    Quanto sei presuntuoso e falso, se come dici ci hai provato, sai benissimo di cosa parlo e stai facendo propaganda sulle spalle di anziani e malati.vergognati, nemmeno ms arriva a tanto.
    non+autenticato
  • > fa un favore a tutti: passa al facchinaggio
    > > non hai la competenza per lavorare in questo
    > > settore: fai solo buttare via soldi alla gente:
    > > se lavori nel pubblico conviene prepensionarti
    > > anche se hai 19 anni: è un gudagno netto per
    > > tutti
    > Quanto sei presuntuoso e falso, se come dici ci
    > hai provato, sai benissimo di cosa parlo e stai
    > facendo propaganda sulle spalle di anziani e
    > malati.vergognati, nemmeno ms arriva a tanto.
    >

    non sono il solo che ci ha provato e riesce tranquillamente a lavorare con openoffice, come ti ho riportato io e molti altri ancora:
    se sei un incapace è colpa tua, visto che stiamo parlando di cose estremamente facili

    da aprile in poi hanno annunciato il passaggio a openoffice-odt le PA di norvegia, danimarca, belgio solo per rimanere in europa, ma tu, genio, continui a sostenere che l'Italia debba spendere centinaia di milioni l'anno per prodotti inutili

    dimostrami che un impiegato per mandare una lettera commerciale dal punto a al punto b
    usando magari un formato in sola lettura deve necessariamente avere l'ultima versione di ms office

    poi il prossimo anno spendiamo chessò 5 miliardi di euro per aggiornare tutto a vista,
    office 2007 con computer nuovi: cosi ci mangiate sopra un bel pezzo !

    è questo il vs progetto, vero ? scordatevelo !!

    In quanto se spendi enormi somme di denaro in cose inutili come ms office, non hai risorse disponibili per settori in cui c'è enorme bisogno di denaro, come per es la sanità, è fin troppo ovvio che soldi buttati in assistenza sociale a b.gates non possono venire impiegati in cose molto piu utili
    e se non capisci questo è perche sei in malafede

    ti ripeto che in questo momento persino in altoadige la gran parte di uffici pubblici e delle scuole usa openoffice e spesso linux
    sei sordo ?

    pertanto l'unico incompetente, presuntuoso e fazioso in questo 3d, che difende l'indifendibile si spera solo per incapacita
    sei tu In questo caso torna a scuola e magari prendi una bella laurea in ingegneria informatica, anche se per sostituire ms office con openoffice basta un tecnico junior
    poi ne riparliamo

    noi non possiamo piu fare assistenza sociale a mr gates, come vorreste per continuare a mangiarci sopra: ne hanno piu bisogno gli ospedali che non possono piu comprarsi le medicine, i vecchi che non arrivano a fine mese, i disoccupati, i precari, etc
    te ne sei accorto, o vivi nel mondo farfalloso
    della pubblicità di mr gates ?

    ti faccio presente che solo lo stato centrale, gli enti locali, gli ospedali, le scuole, pagano oltre un miliardo di euro l'anno in assistenza a mr gates

    ma tu continua pure a difendere l'indifendibile e a offendere

    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > ti ho riportato io e molti altri
    > ancora:
    > se sei un incapace è colpa tua, visto che stiamo
    > parlando di cose estremamente
    > facili
    Ma perché invece di sputare sentenze non ti informi? fai una mini ricerca, usa il cervello e google ... troverai un milione di persone che dicono non si può, non funziona. Per fare una letterina non ci vuole nemmeno OpenOffice, basta e avanza Worpad, parliamo di cose serie e non di bambinate.


    > di denaro, come per es la sanità, è fin troppo
    > ovvio che soldi buttati in assistenza sociale
    è una stupidaggine, coi soldi eventualmente risparmiati ci fai la birra, se quelli sono i problemi da risolvere. pensa un po' se invece che un euro di tasse a litro di benzina ne risparmiassimo noi, consumatori, la metà. quello sarebbe un risparmio.

    > pertanto l'unico incompetente, presuntuoso e
    > fazioso in questo 3d, che difende
    pertanto un bel niente, non hai dimostrato niente ne detto niente che non fosse già stato detto e che alla prova dei fatti risulta del tutto falso e/o tendenzioso. guarda, ti faccio un favore, perdi un po' di tempo qui:

    fficial" title="http://www.google.it/search?q=problemi+rtf+openoffice&start=0&ie=utf-8&hl=it&oe=utf-8&client=firefox-a&rls=org.mozilla:itSorpresafficial" target='_blank' rel='nofollow'>http://www.google.it/search?q=problemi+rtf+openoff...

    leggi cosa succede nel mondo reale e non nelle tue fantasie.
    ti riporto un passaggio da una discussione:

    Il rischio c'e'. Di sicuro lavorando sullo stesso file .doc sia con
    l'uno che con l'altro strumento si introduce un sacco di "sporco".
    Prova a dare un'occhiata alla lista degli stili utilizzati nel
    documento: ci sono molti duplicati perchè quando apri il documento
    ogni suite li converte automaticamente nel proprio formato. Inoltre,
    aggiungendo anche il fatto che utilizzeresti anche il S.O. diverso,
    potresti introdurre incompatibilità a livello di charset.
    In sintesi: NON è una buona idea utilizzare MS office e OOo in maniera
    concorrente specie su dati di qualche rilevanza professionale.

    http://847156.italia.forumer.it/

    non aggiungo altro, mi sembra di sparare sulla crocerossa, ingegnere.

    non+autenticato
  • >non aggiungo altro, mi sembra di sparare sulla >crocerossa, ingegnere.

    ti è stato dimostrato con link a progetti concreti che in questo momento openoffice è usato senza problemi e in contesti di grandi dimensioni, ma tu neghi l'evidenza e la realtà, e mi mandi link a blog ridicoli : ripeto, sei un informatico da patatine pai

    >una stupidaggine, coi soldi eventualmente >risparmiati ci fai la birra, se quelli sono i >problemi da risolvere. pensa un po' se invece >che un euro di tasse a litro di benzina ne >risparmiassimo noi, consumatori, la metà. >quello sarebbe un risparmio.

    i problemi di migrazione si risolvono una volta per tutte: dal tuo punto di vista si rimarrebbe legati mani e piedi a una sola azienda e ai suoi formati proprietari per sempre, e tutti gli anni si dovrebbero pagare centinaia di milioni solo in suite office: è inutile che fai lo spiritoso con i soldi sprecati degli altri che potrebbero essere usati per cose molto utili

    >NON è una buona idea utilizzare MS office e OOo >in maniera concorrente specie su dati di >qualche rilevanza professionale.

    e questa è appunto una ragione in piu per smettere di usare quella schifezza di ms office e suoi formati proprietari, anche a costo di lavorare sui pochi doc cosi incasinati da richiedere lavoro per essere adeguatamente portati su odt, oppure anche a costo di tenere copie di una qualche versione di office per le emergenze, per qualche tempo : proprio per questo è stato sviluppato un formato aperto e una suite mulitipiattaforma che li gestisce

    la cosa peggiore è continuare a produrre robaccia complessa in doc, magari con macro e cose del genere: e infatti tutti i governi stanno cercando di usare altre cose per il
    futuro: se vuoi un ambiente multipiattaforma puoi averlo solo con openoffice, che supporta windows, mac, linux, solaris, freebsd, etc,
    ed esporta in un formato aperto: vuoi che ti faccia il disegnino ?

    va bene, ho capito: sai usare solo le schifezze di microsfot, ci mangi sopra e non te ne frega niente del resto

    questo nel 2006 vuole dire essere un informatico di serie c, girala come ti pare, non hai scuse, e anche a prescindere dagli aspetti etici di chi vuole che si continui a buttare soldi in cose che si possono sostituire benissimo con altre e risparmiare per cose ben piu importanti
    non+autenticato
  • > anche a prescindere dagli aspetti etici di chi
    > vuole che si continui a buttare soldi in cose
    blabla blabla blabla ... il tuo stile è sempre lo stesso: invece di soluzioni quando non sai più cosa dire passi all'insulto. quello che secondo te sarebbe la soluzione è una cosa tipo: al posto di un formato proprietario usane un altro, ma molto meno diffuso. grande passo avanti per l'informatica e l'open source ... ma per piacere
    non+autenticato
  • sembra che anche il governo croato si stia
    muovendo verso l'oss: ecco un link al blog
    in cui si trova la traduzione nella news
    comparsa in croato su ecroazia.hr

    http://ivoks.blogspot.com/2006/07/opensource-in-cr...

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)