Pedoweb, webmaster condannato a 150 anni

Clamorosa sentenza per l'adescatore di Justin Berry, giovanissimo statunitense finito in un giro di strip-tease virtuali a pagamento. Il condannato gestiva un sito dove raccoglieva filmati ed immagini hard di minori

Roanoke (USA) - Il caso di Justin Berry, vittima della pedopornografia online arrivata a gridare il proprio dolore fino nelle aule del Parlamento federale degli Stati Uniti, si è concluso con l'emissione di una condanna record: l'aguzzino del ragazzo, un 39enne della Virginia che ha abusato del giovane sin da quando aveva appena 13 anni, dovrà scontare ben 150 anni di reclusione presso un carcere di massima sicurezza.

Gregory Mitchel, questo il nome del condannato, è stato arrestato dalle forze di polizia nel 2005, mentre stava fuggendo a Las Vegas per una notte di sesso con una sua nuova "conquista". Reo confesso, Mitchel era accusato di produzione, vendita, distribuzione e possesso di materiale pedopornografico, nonché di aver abusato sessualmente di numerosi bambini. Mitchel, presente su Internet da almeno 8 anni, adescava le vittime attraverso servizi di messaggistica istantanea e chat. Una volta ottenuto il primo contatto con potenziali vittime, Mitchel pagava in cambio di spogliarelli online, condotti grazie all'uso di webcam e particolari software di videoconferenza.

Negli anni scorsi aveva lanciato un sito pornografico insieme a Justin Berry, il primo degli "attori" che Mitchel aveva utilizzato per produrre video e foto pedopornografiche. Secondo il New York Times, questa specie di portale si trovava all'indirizzo www.justinsfriends.com. Attraverso varie tecniche di manipolazione psicologica, come riconosciuto dai giudici federali, Mitchel avrebbe costretto Berry a prestarsi per questo squallido business.
Successivamente, sempre in base alla ricostruzione fornita dalle autorità, Berry si sarebbe allontanato da Mitchel perché stanco d'essere sfruttato sessualmente. Il pedofilo avrebbe a questo punto insistito affinché il giovane tornasse tra le sue mani, così da ottenere nuove immagini di carattere pornografico. Ed è a questo punto che Berry, disperato, si è rivolto alle autorità ed ha permesso agli inquirenti di chiudere definitivamente il sito incriminato.
189 Commenti alla Notizia Pedoweb, webmaster condannato a 150 anni
Ordina
  • Rispondo soprattutto a Wakko, ritenendo la sua domanda sugli studi im merito agli effetti della pedofilia una cosa seria.
    Leggiti qualche libro di Alice Miller.
    In particolare "La fiducia tradita".
    Ce ne sono sicuramente molti altri ma ti segnalo i suoi perche'... semplicente li ho letti.
    Insomma gli studi ci sono eccome, e anche belli approfonditi.
    Leggi e dopo ne riparliamo...

    non+autenticato
  • finalmente si tirano fuori..le carte,i documenti,testimonianze,ecc ecc....
    pero' cercate di trollare di meno e informare di piu...
    non+autenticato
  • Altro testo sull'argomento, sempre della Miller, e' "l'infanzia rimossa".
    non+autenticato
  • Questo http://www.psychomedia.it/pm-revs/books/schinaia.h...
    è lo studio più approfondito in Italia purtroppo l'analisi psicanalitica vera e propria è limitata ai casi di abusatori di bambini, e non permette né di confermare né di smentire una teoria sulla sessualità come quella ipotizzata da Wakko, come una scimmia che sta sull'albero (della psicopatologia o della criminologia) non può vedere l'albero né altre specie di alberi.
    Per una analisi sulla sessualità infantile si è rimasti a Freud
    http://www.filosofico.net/Antologia_file/Antologia...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Questo
    > http://www.psychomedia.it/pm-revs/books/schinaia.h
    > è lo studio più approfondito in Italia purtroppo
    > l'analisi psicanalitica vera e propria è limitata
    > ai casi di abusatori di bambini, e non permette
    > né di confermare né di smentire una teoria sulla
    > sessualità come quella ipotizzata da Wakko, come
    > una scimmia che sta sull'albero (della
    > psicopatologia o della criminologia) non può
    > vedere l'albero né altre specie di
    > alberi.
    > Per una analisi sulla sessualità infantile si è
    > rimasti a
    > Freud
    > http://www.filosofico.net/Antologia_file/Antologia

    È esattamente questo che intendo quando dico che gli studi attuali sono *errati* e ti sono grato per averlo fatto notare.
    Ci si limita a studiare casi di evidente stupro e si generalizza.
    Come partire dagli studi sugli incidenti stradali e concludere che "andare in auto fa male".

    È poi evidente che un bambino cresciuto nella società odierna in cui sesso=male o sesso=vergogna, se forzato, ne riceve danno.
    Se per esempio prendiamo un bambino di 10 anni e gli chiediamo di spogliarsi si sentirà a disagio, potrebbe anche viverla come una violenza... ricordo che una volta ero dal medico e doveva... bé... controllarmi se le palline erano al loro posto... e ricordo che provai vergogna perché oltre al medico c'erano anche i miei genitori. Non ricordo quanti anni avessi, penso sui 10 o forse prima. Non si può parlare di violenza perché nessuno mi puntò un fucile contro o mi svestì contro la mia volontà, però non fu un'esperienza piacevole per me.

    Se invece io fossi cresciuto in una società dove essere nudi è normale non avrei provato nessuna vergogna... e lo dimostrano i documentari sugli aborigeni che se ne vanno in giro completamente nudi a qualunque età e anzi si chiedono perché siamo così sciocchi da vestirci.

    Comunque, il discorso del "sesso con minori di 14 anni" [e per sesso non intendo mai "sesso da adulti"] mi interessa poco... e mi interessa poco proprio perché un bambino di oggi lo vivrebbe, con tutta probabilità, come un abuso... anche se ho i miei dubbi che questo accada anche nei casi in cui queste due persone si fidano l'uno dell'altro. Ci vorrebbe un cambio culturale enorme, che è possibile, che probabilmente averrà da solo... ma che richiederà forse qualche centinaio di anni.

    Quello che interessa a me oggi è che la si smetta con il clima da caccia alle streghe che c'è oggi, che la si smetta con inutili fobie... perché queste stanno causando DANNI, danni veri a persone vere che i bambini non li hanno mai toccati in vita loro né hanno intenzione di farlo in futuro. E mi riferisco in particolare alla ridicola legge sul pedoporno che considera bambini anche persone dai 14 anni in su che possono LEGALMENTE fare sesso con chiunque... ma che non possono scattarsi una foto!
    È poi ridicolo che un 20enne sia trattato da mostro perché trova attraente un 12enne. È ridicolo che una persona debba sentirsi in colpa per quello che ritiene attraente (e che fra l'altro non ha scelto lui di ritenere attraente). È ridicolo che delle persone vadano in galera senza aver mai fatto del male a nessuno. Questo a me interessa in prima istanza. E per ottenere questo è necessario combattere la fobia che i media hanno pesantemente contribuito a creare su questi argomenti anche grazie al fatto che oramai non c'è un talk-show televisivo senza almeno un prete.

    E mentre qui si sta discutendo del sesso degli angeli delle *persone*, nel 50% dei casi (!!!!), giovani, sono trattati da mostri, umiliati e sbattuti in galera. Anzi... gli è persino proibito incontrarsi e discutere assieme dei propri problemi e dei propri desideri. Con una stampa che stravolge completamente i fatti e ipocriti che gli danno man forte.

    Guarda qui... proprio qui su questi forum. Non è semplicemente possibile parlare di queste tematiche senza che salti fuori qualcuno a dare del pedofilo, questa è pura e semplice fobia... il livello della fobia che c'è oggi in italia lo puoi vedere proprio qui.

    E non c'è da stupirsi quando i giornali definiscono un partito straniero "il partito dei pedofili" quando l'unica cosa che hanno detto è "abbassare la AOC a 12 anni".
  • Sono d'accordo. La cultura contribuisce a creare gli shock da cui poi vorrebbe proteggere. Se sei un ragazzo o una ragazza l'idea che a farti delle avances sia un adulto o un mostro-pedofilo provoca reazioni diverse, dalla curiosità si passa immediatamente alla paura.

    Ma perché accade questo? Perché è più facile controllare le cose con i mezzi di tutti (la politica, le forze dell'ordine) se si creano dei nemici comuni. Se i mostri non ci sono o non ce ne sono abbastanza si creano...
    non+autenticato
  • è più facile ottenere audience, popolarità consenso e quindi potere, sfruttando tutto cià che va per la maggiore e su cui sono tutti d'accordo, sfruttando un'equivoco semantico, tutto diventa pericolosa "pedofilia". Credo che certe leggi in Italia non siano il frutto di un disegno per controllare la rete /sono semplicemente frutto di ignoranza e demagogia/ ma siano cavalcate poi da chi vuole controllare la rete. A ciò si aggiunge una certa dose di omertà delle vittime, che purtroppo è giustificabile in molti casi visto l'ambiente culturale moralista e bigotto che c'è sia in Italia, sia in America. Un insieme di concause che provoca l'immobilismo nei confronti di quella che è giustamente nota su queste pagine come caccia alle streghe Triste
    non+autenticato
  • Vedo che del librozzo proprio non ti importa... lo immaginavo.
    non+autenticato
  • Ehm, Wakko, sono la persona che ha iniziato il thread. Direi che ti devo delle scuse.
    Comunque ti ho risposto anche nel tema libero.

    ciao ciao
    non+autenticato
  • Rispondo qui a quanto da te scritto sul forum tema libero, un libro che mi hanno suggerito...

    Parlando di libri seri, mi succede spesso di leggere libri di psicologia dove si fanno delle buone osservazioni ma poi sembra che si cerchi in ogni maniera di aggirare le dovute conclusioni e di problematizzare il tutto rimandando il lettore a una bibliografia sterminata, perché tanto quello che conta è la ricerca e la professione, più che la verità. Si aspetta che sia qualcun'altro a prendersi l'onere di certe conclusioni. Il sospetto è che si viva tutti in un sogno collettivo dove conta solo farsi una posizione. E se qualcuno apre gli occhi e vede cose che tutti gli altri non vedono, è naturalmente lui il pazzo.

    Per consolarti della tua pazzia conclamata agli occhi del mondo, per quanto concerne la falsificazione di cui parli, ti consiglio una bella lettura su educazione, trauma e rimozione della verità come orizzonte di senso: di Igor Sibaldi, I miracoli di Gesù (Mondadori).

    Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Rispondo soprattutto a Wakko, ritenendo la sua
    > domanda sugli studi im merito agli effetti della
    > pedofilia una cosa
    > seria.
    > Leggiti qualche libro di Alice Miller.
    > In particolare "La fiducia tradita".
    > Ce ne sono sicuramente molti altri ma ti segnalo
    > i suoi perche'... semplicemente li ho
    > letti.
    > Insomma gli studi ci sono eccome, e anche belli
    > approfonditi.
    > Leggi e dopo ne riparliamo...
    >

    Sinceramente posso anche crederti quando dici che hai letto quel libro ...... ma a quanto pare se lo tiri fuori in questo contesto vuol dire che non lo hai capito per nulla .....

    Vai in campagna, cerca un contadino con cui scambiare il libro per una zappa, quindi vai a zappare la terra.
    non+autenticato
  • Attraverso varie tecniche di manipolazione psicologica, come riconosciuto dai giudici federali, Mitchel avrebbe costretto Berry a prestarsi per questo squallido business.

    C'è un "pedo in erba" qui su PI che, dall'abilità con cui riesce a ribaltare il senso di bene e male, ha molto da insegnare su questo argomento.

    Triste

    Il problema è che questi non li recuperi più.

    Io malato!?
    Sei te che sei malato!
    Non vai a letto coi bambini?
    C'hai le fobie!!

    PerplessoTristeTriste




























    Triste
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Attraverso varie tecniche di manipolazione
    > psicologica, come riconosciuto dai giudici
    > federali
    , Mitchel avrebbe costretto Berry a
    > prestarsi per questo squallido
    > business.

    >
    > C'è un "pedo in erba" qui su PI che, dall'abilità
    > con cui riesce a ribaltare il senso di
    > bene e male, ha molto da insegnare su questo
    > argomento.
    >
    > Triste
    >
    > Il problema è che questi non li recuperi più.
    >
    > Io malato!?
    > Sei te che sei malato!
    > Non vai a letto coi bambini?
    > C'hai le fobie!!
    >
    > PerplessoTristeTriste
    >

    Il problema è proprio questo. Anche gli adulti sono plagiabili e manipolabili, sicuramente però molti ordini di grandezza meno di un bambino, che non ha ancora sviluppato pienamente un suo sistema autonomo di convinzioni e valori ed un modello mentale attraverso cui osservare e giudicare il mondo.
    Mentre per noi adulti è facile vedere questi tentativi, per un bambino tutto ciò è molto più difficile.

    Che schifo Triste
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Attraverso varie tecniche di manipolazione
    > psicologica, come riconosciuto dai giudici
    > federali
    , Mitchel avrebbe costretto Berry a
    > prestarsi per questo squallido
    > business.

    >
    > C'è un "pedo in erba" qui su PI che, dall'abilità
    > con cui riesce a ribaltare il senso di
    > bene e male, ha molto da insegnare su questo
    > argomento.
    >
    > Triste
    >
    > Il problema è che questi non li recuperi più.
    >
    > Io malato!?
    > Sei te che sei malato!
    > Non vai a letto coi bambini?
    > C'hai le fobie!!
    >
    > PerplessoTristeTriste
    >
    > Triste

    Chi è questo pedo in erba? Perché non lo denunci?
    non+autenticato
  • Il rischio del tuo ragionamento e che così giustifichi quelli che volendo imporre le proprie idee senza argomenti cercano la scappatoia della manipolazione e della mistificazione per "disabilitare" le idee di chi non la pensa come loro
    non+autenticato
  • Il rischio del tuo ragionamento è che così giustifichi quelli che volendo imporre le proprie idee senza argomenti cercano la scappatoia della lotta alla censura e delle libertà negate per "disabilitare" le idee di chi non la pensa come loro.

    Toh, funziona pure così. E' la vita. Due forze in gioco cercano di spartirsi il territorio. C'è niente da fare, possiamo fare tutte le chiacchiere che vogliamo, ma la realtà dei fatti è questa: ne rimarrà solo uno.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Il rischio del tuo ragionamento è che così
    > giustifichi quelli che volendo imporre le proprie
    > idee senza argomenti cercano la scappatoia della
    > lotta alla censura e delle libertà
    > negate
    per "disabilitare" le idee di chi non
    > la pensa come
    > loro.
    >
    > Toh, funziona pure così. E' la vita. Due forze in
    > gioco cercano di spartirsi il territorio. C'è
    > niente da fare, possiamo fare tutte le
    > chiacchiere che vogliamo, ma la realtà dei fatti
    > è questa: ne rimarrà solo
    > uno.

    Gli argomenti non sono chiacchiere quando devi misurare la circonferenza di un cerchio, allo stesso modo........ La scappatoia di chi non ha nulla da argomentare è appunto questo: abbandonare tutti gli argomenti e il dialogo dicendo che sono chiacchiere, mistificazione, manipolazione verbale. Non vedo come lotta alla censura e difesa delle libertà, sarebbero scappatoie. Se me lo spieghi ci arrivo anch'io. Forse sono un po' tardo.Triste
    non+autenticato
  • ah, l'accusa di manipolazione va argomentata

    non+autenticato
  • mentre qui ci trastulliamo su vere e proprie cazzate parlaNDO delle menate di ipernutriti americanotti che si fanno le seghe nel web-e si sentono vittime-di che cosa se non del loro fottuto benessere,nel mondo succedono spaventose e immani tragedie ,bambini innocenti ,massacrati ora dalle bombe di israele ora dal terrorismo islamico:E NESSUNO SI SCANDALIZZA!
    CI SI SCANDALIZZA SOLO PER STUPIDE STRONZATE E LE BANALISSIME ESIBIZIONI PENICHE DEL WEB!
    non+autenticato
  • Una volta (circa 2000 anni fa) una persona molto autorevole (La più autorevole che abbia mai vissuto su questa terra) ha detto dei pedofili:
    Sarebbe meglio per quella persona non essere mai nata.
    Con questo non voglio certo sminuire la gravità di altri delitti che al pari devono essere puniti in modo adeguato.
    Ritengo che la pena di morte si debba utilizzare solo quando il criminale possa continuare nelle sue attività anche dietro le sbarre di una prigione (penso a certi mafiosi ad esempio), rappresenta ovviamente una dichiarazione di resa dello stato: non sono in grado di tutelare in altro modo i cittadini onesti. In tutti gli altri casi la pena deve avere due fini:
    1. Rieducativa, quando possibile. Secondo me è giusto aumentare in modo pesante le pene per i recidivi
    2. Evitare che il criminale possa danneggiare nuovamente la società, ed evidentemente è questo l'aspetto da privilegiare.
    In definitiva in caso di crimini gravi come l'omicidio a scopo di rapina, la pedofilia, l'associazione a delinquere di stampo mafioso (ma provata, non sulle dicerie dei pentiti di mafia lautamente pagati dallo stato), bisogna evitare in ogni modo che si possano avere reiterazioni del crimine, quindi sono necessarie pene severe, come l'ergastolo, ma vero, non come quello nostro che dura al massimo 30 anni. Secondo me la riabilitazione in alcuni crimini è estremamente difficile da raggiungere. Diverso è il discorso di altri crimini anche gravi, tipo: Pirati della strada, Infanticidi/aborti illegali commessi dalla madre, Omicidi commessi per futili motivi ecc. In questo caso è lecito aspettarsi un recupero del criminale e possono prevedersi altre misure rispetto alla semplice detenzione, es: Un pirata della strada potrebbe essere condannato ad un servizio civile di alcuni anni presso strutture riabilitative x politraumatizzati, la patente magari potrebbe essere sospesa anche in via definitiva (a seconda della gravità del fatto e all'esistenza di precedenti), Una madre infanticida, è una poveretta malata (es. depressione post parto) che senso ha metterla in galera, ha bisogno di cure psichiatriche. In caso di altri minori questi al limite possono essere affidati ad altri ecc...
    non+autenticato
  • prima ti sporchi la bocca con le parole del maestro...e poi parli a favore della pena di morte,pene piu dure,ergastolo..!?...
    connetti il cervello prima di aprire bocca..
    un po di coerenza..non guasta..
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > prima ti sporchi la bocca con le parole del
    > maestro...e poi parli a favore della pena di
    > morte,pene piu
    > dure,ergastolo..!?...
    > connetti il cervello prima di aprire bocca..
    > un po di coerenza..non guasta..

    Cosa c'entra la coerenza? Dove sta scritto che bisogna condividere tutto o niente di quanto detto da una persona?
    non+autenticato
  • Frase che è la più strumentalizzata dai cacciatori di streghe per farne una crociata religiosa L'esegesi del vangelo da quattro soldi è inadatta per risolvere problemi giuridici. Nella frase citata Gesù non parla di bambini, ma dei piccoli, di coloro che sono appena *rinati*, ovvero dei nuovi battezzati. Come quando parlando dei *poveri* si riferiva alla comunità di Qumram, ovvero dei rinuncianti, e quando parlava di morti, parla dei non battezzati. Parla dei bambini solo in un'occasione, quando proibirono ai bambini di avvicinarlo e gli disse: "lasciate che i bimbi vengano a me..." e "se non diventerete come bambini (senza pregiudizi) non entrerete nel regno"
    non+autenticato
  • (che spero non sia cancellato)

    ma...

    ...


    hemm...



    ...


    ...non è che ci stanno loggando tutti ???

    su PI ci sono sempre più spesso queste notizie!

    Anonimo
    non+autenticato
  • Mah...
    La pazzia dilaga come dimostrato dall'altro thread e il forum di PI logga gli IP.
    Il rischio non e' piu' nullo, anche se e' raro oggi puoi essere denunciato per un commento su un blog, per una critica, per aver scaricato un file rischioso' o condiviso una canzonetta.
    Personalmente quando scrivo su forum come questo preferisco farlo usando Thor come adesso; magari e' un po' presto ma rischia di diventare una necessita' comune e se cosi' dovesse essere vuol dire che a diritti saremo messi un po' male.
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > Personalmente quando scrivo su forum come questo
    > preferisco farlo usando Thor come adesso

    Per Odinooooooo!!!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)