UMTS, Huawei e Motorola siglano una joint-venture

Insieme inaugureranno il centro Ricerca e Sviluppo di Shanghai

Milano - Una joint-venture che segna una stretta di mano tra Cina e Stati Uniti, quella siglata da Huawei Technologies e Motorola: i due colossi delle telecomunicazioni hanno infatti annunciato una nuova collaborazione per lo sviluppo di un "portafoglio esteso" di apparecchiature infrastrutturali UMTS e HSPA avanzate.

Uno dei punti chiave di questa joint venture per l'UMTS, dichiarano le due aziende in una nota congiunta, consiste nella creazione di un centro di Ricerca e Sviluppo a Shanghai, in Cina, presso il quale i dipendenti di entrambe le aziende si occuperanno dello sviluppo dell'architettura e delle linee di prodotti e servizi.

L'obiettivo è la composizione di un portafoglio di prodotti in grado di consentire agli operatori di telefonia mobile di tutto il mondo di disporre di una vasta scelta di soluzioni UMTS, inclusa una linea di soluzioni per l'accesso radio, circuiti e prodotti base, nonché sistemi HSPA (High Speed Packet Access) su un'ampia gamma di nuove bande di frequenza. Questa relazione commerciale porterà alle aziende vantaggi per quanto riguarda i tempi di commercializzazione.
"L'impegno di Motorola è quello di diventare il leader globale nel settore delle reti di nuova generazione e supportare i clienti attraverso centri di competenza locali. Grazie a questa collaborazione ci troviamo in una posizione migliore per soddisfare le esigenze attuali e future dei clienti per quanto riguarda l'infrastruttura di rete 3G", afferma Greg Brown, presidente, Networks & Enterprise, Motorola.

"I clienti Huawei e Motorola potranno trarre immediatamente vantaggio da questa collaborazione grazie alla rapida disponibilità di un ampio portafoglio di prodotti innovativi e alla nostra vasta esperienza nel campo delle reti mobili", sostiene Zhang Shunmao, presidente della linea di prodotti wireless Huawei.