USA, una legge contro i social network

In via di approvazione un disegno di legge per bandire l'accesso ai servizi di social network da tutte le postazioni Internet pubbliche: scuole, istituzioni e biblioteche. Servirà a salvaguardare i minori, dicono i promotori

USA, una legge contro i social networkWashington (USA) - La Camera dei Rappresentanti ha approvato una legge, chiamata Deleting Online Predators Act, per bloccare l'accesso ai social network come MySpace da tutte le postazioni Internet pubbliche: scuole, biblioteche ed istituzioni. Servirà per tutelare i minorenni, hanno dichiarato i proponenti.

La proposta di legge, che dovrà trovare il via libera del Senato, vuole evitare che i minori sfruttino l'accesso a Internet "finanziato con le tasse dei genitori", come afferma il parlamentare Mike Fitzpatrick, per collegarsi a qualsiasi comunità virtuale che offra servizi di comunicazione interpersonale. "Dobbiamo aiutare i genitori a proteggere i propri bambini fuori dalle mura domestiche", sostiene Fitzpatrick: la difesa degli utenti minorenni è diventata un cardine fondamentale dell'azione dell'amministrazione Bush in materia telematica.

Secondo i legislatori americani, i servizi di social network stanno diventando sempre più pericolosi, poiché espongono gli utenti in tenera età al rischio di stupri e violenze. Questi reati verrebbero perpetrati dai moltissimi maniaci che, nell'idea dominante nella sfera pubblica statunitense, si aggirano continuamente su Internet a caccia di nuove vittime. Negli ultimi mesi si sono verificati numerosi casi di violenze ed omicidi in qualche modo collegati a MySpace, la gigantesca comunità virtuale di proprietà del gruppo NewsCorp.
La proposta di legge, in base all'interpretazione del testo fornita da alcuni esperti, rischia di compromettere gravemente gli interessi di numerose aziende private che offrono contenuti e servizi online. La gamma di servizi potenzialmente pericolosi indicati dalla legge include qualsiasi sito che permetta agli utenti di "creare profili digitali, blog e pagine con informazioni personali" per "entrare in contatto ed interagire con altre persone".

Una definizione estremamente ampia: siti come Blogger, così come numerosi forum e community digitali, rischiano di diventare irraggiungibili da qualsiasi postazione pubblica sul territorio statunitense. I dettagli tecnici riguardo alla strategia che il governo adotterà per attuare questo provvedimento, almeno fino all'approvazione definitiva della legge, non sono ancora stati rilasciati.

Un sistema di filtri alla cinese è forse in arrivo anche negli Stati Uniti? Alcuni osservatori pensano proprio di sì. L'importanza che i servizi di connettività interpersonale stanno iniziando a guadagnare sta spingendo i governi di molti paesi occidentali ad adottare nuovi sistemi di sorveglianza per l'attività degli utenti.

Tommaso Lombardi
99 Commenti alla Notizia USA, una legge contro i social network
Ordina
  • Bandiamo i social network e lasciamo i bimbi a casa con la tv, cosi' si' che siamo al sicuro.

    "T.V., is it the reflector or the director ?
    Does it imitate us
    or do we imitate it
    because a child watches 1500 murders before he's
    twelve years old and we wonder why we've created
    a Jason generation that learns to laugh
    rather than to abhor the horror"

    (Disposable heroes of hypocrisy: "television, the drug of the nation", un bel basso tra l'altro)
  • La solita presunzione di colpevolezza da parte degli yankee, anche se non hai fatto nulla potresti farlo, quindi siamo potenzialmente tutti criminali... a questo punto perchè non arrestare tutti preventivamente, non si sa mai,... scusate un secondo... [come? davvero??]... mi dicono che se arrestano tutti non c'è più nessuno da proteggere, forse il ragionamento ha un bug ma sarà risolto con il prossimo service pack
    non+autenticato
  • Se la TV, internet e i videogames (ma sì, facciamo di tutta l'erba un fascio! Va di moda, no?) sono considerati da alcuni dei surrogati di COMPAGNI di giochi od addirittura di EMOZIONI dipende da due fattori: l'uso smodato che ne fanno alcuni (è quello che fa notizia, non l'uso "normale") e l'gnoranza dei ALCUNI "critici" (giornalisti, opinionisti, educatori, istituzioni).
    Benone!
    Allora niente di meglio che fare i SURROGATI dei genitori!
    Sveja che la guera è finita!... se dice a Roma.
    non+autenticato
  • Scusate, ma da quando i bambini vanno in biblioteca, da soli per giunta?
    In biblioteca al massimo ci vanno ragazzi/e dai 16 in sù, che credo abbiano già internet a casa.
    Per una ragazza di 16 anni non mi sembra sia un pericolo andare sui blog e simili, o meglio, molto meno pericolo che ha andando in discoteca o ad un party stile Animal House. Non mi risulta che si riesca a violentare qualcuno tramite ADSL.

    Questa mi sembra l'ennesima scusa del governo USA per censurare e educare le masse.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Scusate, ma da quando i bambini vanno in
    > biblioteca, da soli per
    > giunta?
    > In biblioteca al massimo ci vanno ragazzi/e dai
    > 16 in sù, che credo abbiano già internet a
    > casa.

    beh fino a 21 anni in alcuni stati americani ti è proibito fare molte cose, e fino a 21 non sei un "full fledged adult".Sorride

    > Per una ragazza di 16 anni non mi sembra sia un
    > pericolo andare sui blog e simili, o meglio,
    > molto meno pericolo che ha andando in discoteca o
    > ad un party stile Animal House. Non mi risulta
    > che si riesca a violentare qualcuno tramite
    > ADSL.

    I party stile animal house li fanno al collegeSorride gli americani ci vanno apposta per distruggersi (e gli studenti stranieri per faticare sul serio)

    >
    > Questa mi sembra l'ennesima scusa del governo USA
    > per censurare e educare le
    > masse.

    quoto
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Questa mi sembra l'ennesima scusa del governo
    > USA per censurare e educare le masse.

    Centro!!!
    Sorride


    LV&P Angioletto
  • Da genitore, non posso che plaudere a questa iniziativa.

    Certo, qualche piccolo sacrificio ci sarà, ma in nome della sicurezza mia personale e di tutti, sono dispostissimo a farlo.

    Basta con questa giungla senza regole, ben vengano atti come il DOPA per riportare la LEGALITA' su internet.
    non+autenticato
  • Già... e poi magari lasci andare tuo figlio in età da elementari a scuola a piedi o in bici... si perché tanto i maniaci stanno solo su Internet!

    Ma va va... Rotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Già... e poi magari lasci andare tuo figlio in
    > età da elementari a scuola a piedi o in bici...
    > si perché tanto i maniaci stanno solo su
    > Internet!
    >
    > Ma va va... Rotola dal ridere

    No, non solo su internet, anche nelle chat-rooms, negli usenet, messengers...desidero che ci sia protezione e ripeto LEGALITA' nell'uso di questi media.

    Questo è il mio pensiero.
    Non vogliatemene.
    non+autenticato

  • > No, non solo su internet, anche nelle chat-rooms,
    > negli usenet, messengers...desidero che ci sia
    > protezione e ripeto LEGALITA' nell'uso di questi
    > media.

    Ovvero su Internet...

    Non hai capito il mio discorso... e questo tuo "ragionamento" è una via comoda per scaricare le proprie responsabilità sulle spalle del legislatore (sindrome di Peter Pan?). Impara ad educare i tuoi figli, invece di proibire, proibire, proibire... la maggior parte delle minacce ai bambini viene sempre e comunque dal mondo reale.

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Da genitore, non posso che plaudere a questa
    > iniziativa.
    >
    >
    > Certo, qualche piccolo sacrificio ci sarà, ma in
    > nome della sicurezza mia personale e di tutti,
    > sono dispostissimo a
    > farlo.
    >
    > Basta con questa giungla senza regole, ben
    > vengano atti come il DOPA per riportare la
    > LEGALITA' su
    > internet.

    ma...lasci andare tuoi figli da soli su internet?
    ma che genitore del ca**o!
    io ti denuncerei, altro che dopa o legalità, una bella risma di schiaffi!
    ma si può essere più...più...più Americanji di così?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Da genitore, non posso che plaudere a questa
    > iniziativa.
    >
    >
    > Certo, qualche piccolo sacrificio ci sarà, ma in
    > nome della sicurezza mia personale e di tutti,
    > sono dispostissimo a
    > farlo.
    >
    > Basta con questa giungla senza regole, ben
    > vengano atti come il DOPA per riportare la
    > LEGALITA' su
    > internet.

    Scusa ma lo mandi a scuola? da solo?!?!? ma sei folle! non lo sai che lì si imparano le parolacce! dai sei veramente un genitore squinternato.

    Io cerco di comprendere l'apprensione del genitore nei confronti della prole, ahinoi non esistono master in questo campo, ma dovrai anche renderti conto che agisci come alcuni (enti o persone è indifferente) che credono che in rete avvengano tutte le comunicazioni dei terroristi.

    Dovresti preoccuparti del tragitto che il tuo pargolo fa da casa a scuola o di cosa guarda in tv quando tu sei al lavoro o la casa di chi frequenta o di come lo educhi (soprattutto) o se è capace o meno di aver buon senso (dovresti inculcarglielo tu).

    Ti ripeto che è comprensibile il tuo timore nei confronti della rete ma se insegni a tuo figlio (e soprattutto lo accompagni nelle sue scorribande elettroniche) a diffidare e valutare vedrai che non avrai più notti insonne passate tra matrix-moige-myspace-jeffrey dahmer.

  • - Scritto da:
    > Certo, qualche piccolo sacrificio ci sarà, ma in
    > nome della sicurezza mia personale e di tutti,
    > sono dispostissimo a
    > farlo.

    Vuoi la sicurezza al 99.999% ?
    Ti posso far rinchiudere in un bunker di cemento armato scavato nel Cervino. E' un piccolo sacrificio, ma vuoi mettere con il grado di sicurezza ?
    Senza tralasciare che i vantaggi maggiori ricadrebbero il resto della popolazioneOcchiolino
    11237
  • indietro così, forse volevi scrivere.
    nella vita direi che come padre vali niente,
    ti consiglierei più un ruolo come sacerdote
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)