Xserve, l'ora del server Unix

Apple svela Xserve, la sua prima famiglia di server rack con cui sembra decisa a sfidare i colossi che dominano il mercato Unix. Occhi puntati sul giovane Mac OS X Server

Cupertino (USA) - Da giugno il "think different" di Apple s'insinuerà fra le strette maglie di uno dei mercati, quello dei server Unix, fra i più chiusi e conservatori del mondo informatico, diffondendosi, al pari di un sommesso canto eretico, fra le enormi fondamenta su cui poggiano colossi come Sun e IBM.

La nuova avventura di Steve Jobs, preannunciata durante la recente Worldwide Developers Conference, ha ora un nome: Xserve. Si tratta del primo server rack di Apple, un sistema con un fattore di forma 1U (una U è pari a 45 mm di altezza) su cui girerà la versione server di Mac OS X, un sistema operativo al cui interno, come noto, batte un cuore Unix.

Dopo aver dimostrato di essere in grado di domare una bestiaccia come Unix, rendendola docile e mansueta al servizio degli utenti desktop, Apple sembra ora pronta a sfruttare tutte le potenzialità di Mac OS X per uscire dal proprio territorio e spingersi a caccia su di un mercato, quello dei server rack, dove gli orpelli e la livrea di Aqua non contano nulla. Per Mac OS X, o meglio, per la parte BSD che si cela in questo OS, sarà un ritorno alle origini.
Atteso per il prossimo mese, Xserve arriverà in due modelli: uno con un singolo processore PowerPC G4 a 1 GHz (dotato di una chache L3 da 2 MB DDR) e 256 MB di memoria DDR, ed uno con due processori G4 a 1 GHz e 512 MB di memoria. Entrambi i modelli includono quattro Apple Drive Module hot-plug ATA/100 in grado di supportare fino a 480 GB di spazio disco, due porte Gigabit Ethernet, una porta Firewire, un lettore di CD-ROM e due slot PCI a 64 bit.

Apple ha spiegato che è possibile impilare, all'interno di uno scaffale standard da 8 piedi di altezza, 42 Xserve, per un totale di 630 Gflops di potenza e oltre 20 terabyte di spazio disco.

Xserve, secondo quanto dichiara Apple, è particolarmente adatto per ospitare servizi di archiviazione file, stampa, video streaming, database, Web, e-mail e calcolo scientifico. La casa della Mela sostiene che le prestazioni del suo serverone rivaleggiano con quelle di server molto più costosi prodotti da Dell, HP, IBM e Sun, e che i 4 canali indipendenti ATA/100, offrono "prestazioni quasi raddoppiate rispetto ad altri server 1U che utilizzano i più costosi drive Ultra3 SCSI".
TAG: apple
124 Commenti alla Notizia Xserve, l'ora del server Unix
Ordina
  • Vale sempre il discorso di prima: avete mai usato il Quick time Streaming Server (primo server gratuito e open source di questo tipo)? No?!
    Be' adesso che e' uscito QT6 e il Broadcaster gratuito con i codec MPEG4 - prima di regalare i soldi a Bill- date un'occhiata alle risorse free della Apple e alle loro potenzialita'... da oggi sono gratis per tutti sul sito ufficiale!!!
    E se i vostri bambini non saranno in grado di trasmettere in diretta Internet la loro festa di compleanno... io comincerei a preoccuparmi!!!

    Enjoy the party (e come sempre "think different !!!")

    PS:
    Dimenticavo un piccolo particolare: i movie prodotti con QT6 e codificati in MPEG4 sono usufruibili da qualsiasi altro player che supporti la codifica MPEG4
    non+autenticato
  • Vorrei fare una proposta per non rendere questo forum utile quanto una chicchierata al bar su come bisognerebbe allenare la nazionale: chi scrive giudizi, paragoni o semplici commenti sui sistemi Window o Mac dovrebbe premettere se e' un user dei due sitemi o no.
    Io utilizzo una rete cross system - Win per il sito internet, Mac Osx per mail, DNS, Dhcp, Streaming video- e, toccando con mano i pro ed i contro dei due sistemi, posso permettermi di dire che OSX server, come facilità di gestione dei servizi internet da' 10 punti a windows server. Ovviamente non si puo' pretendere da una massaia di amministrare una rete semplicemente perche' il sistema operativo e la sua interfaccia grafica sono più friendly di un altro (ma sbaglio o questo era il sogno preferito di Bill Gates?!)
    Certo, molte cose rimangono da perfezionare su OSX: prime tra tutte, mi azzerderei a scrivere, risolvere la diffidenza dei Win user che parlano senza conoscere.
    Ma Jaguar è gia' alle porte...
    non+autenticato
  • Credo che sia sfuggita la cosa piu` importante, Apple ha sempre fondato il suo successo sulla semplificazione dell`informativa: far fare a persone normali quello che in precedenza potevano fare solo degli "esperti", l`arrivo di Xserve e` ancora una volta ancora questo, semplificazione nella gestione della rete, l`obiettivo e` quello di permettere a persone non esperte la gestione di reti piccole, per reti di 30 - 50 computer scolastici per esempio non sara` piu` necessario assumere l`esperto di unix o di MS bastera` che se ne occupi il professore che insegna matemetica e scienze, e cosi` sara` per piccole reti in studi grafici, videocomposizione, etc. tutti posti dove il mac e` gia` presente e conosciuto.
    Esattamente quello che e` successo quando e` stata introdotta l`interfaccia grafica sui personal.
    non+autenticato
  • Bé Mac OS X Server non é così giovane come descritto nell'articolo. E Xserve ha un hardware e un software che é quasi sprecato per gestire piccole reti. E' stato infatti pensato per il calcolo distribuito ma anche per gestire complessi web services....
    non+autenticato
  • > scolastici per esempio non sara` piu`
    > necessario assumere l`esperto di unix o di
    > MS bastera` che se ne occupi il professore
    > che insegna matemetica e scienze, e cosi`

    la cosa piu' sbagliata del mondo.
    o sai cosa stai facendo, o lascia stare.
    prova un po' a far configurare un router o un server da un prof di matematica. per fare il sistemista ci vuole un sistemista, che il server sia mac o no. si è visto cosa è successo con la ms che ha voluto rendere piu' semplice l'amminstrazione dei server.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Vertigo
    > > scolastici per esempio non sara` piu`
    > > necessario assumere l`esperto di unix o di
    > > MS bastera` che se ne occupi il professore
    > > che insegna matemetica e scienze, e cosi`
    >
    > la cosa piu' sbagliata del mondo.
    > o sai cosa stai facendo, o lascia stare.
    > prova un po' a far configurare un router o
    > un server da un prof di matematica. per fare
    > il sistemista ci vuole un sistemista

    mi ricordo che si diceva qualche cosa di simile quando per usare un computer bisognava saper usare MS DOS, solo per copiare tre file dovevi leggerti 3 capitoli del manuale!
    Se quello che stai usando e` un computer serio e ha i sw giusti tu gli dici cosa vuoi fare e lui lo fa! oggi devi ancora spiegargli per filo e per segno come deve fare (sto sempre parlando di piccole reti)
    non+autenticato
  • > mi ricordo che si diceva qualche cosa di
    > simile quando per usare un computer
    > bisognava saper usare MS DOS, solo per
    > copiare tre file dovevi leggerti 3 capitoli
    > del manuale!

    vorresti forse che per usare un'auto non si facesse nemmeno un'esame di guida? auguri...

    > Se quello che stai usando e` un computer
    > serio e ha i sw giusti tu gli dici cosa vuoi
    > fare e lui lo fa! oggi devi ancora
    > spiegargli per filo e per segno come deve
    > fare (sto sempre parlando di piccole reti)

    se la piccola rete arriva a 3-4 pc in paritetica ti posso dar ragione, ma metti su un server, e se non hai un sistemista serio non avrai mai una rete seria e ben configurata.
    non+autenticato

  • ma metti su
    > un server, e se non hai un sistemista serio
    > non avrai mai una rete seria e ben
    > configurata.

    Bene, questa e` la sfida di Apple, staremo a vedere, di solito arrivano prima loro poi tutti gli altri seguono a ruota... dopo qualche anno!
    non+autenticato
  • Negli ultimi 20 la Apple ha avuto intuizioni che hanno rivoluzionato il mondo dell'informatica e dell'editoria (anche quello dei PC, per chi conosce la storia di Window).
    Oggi, con Mac OSX, Apple ha cercato di aprire il suo mondo- elegante ed innovativo- a quei milioni di utenti che ogni giorno sono attacati da virus, worms, trojans e - per quelli non ancora aggiornati con Windows XP- continui crash di sistema dovuti anche alla varia natura dei componenti hardware.
    Certo, finchè gli utenti, dal più profano degli user ai responsabili del CED, sono convinti che OSX sia un sistema chiuso- quando in realtà è una macchina sulla quale girano piu' di 11 sistemi operativi, da Unix, Linux, OS a Windows XP- la Apple ha poco da sperare.
    Per chiunque invece ritenga che vada premiata l'intelligenza e la fantasia... i Mac vi aspettano più belli e potenti che mai.
    PS: se fino adesso siamo solo l'8% del mercato... pazienza, se il mondo fosse pieno di persone che non si lasciano omologare sarebbe un mondo migliore... no?   
    non+autenticato
  • In realta' Apple ha sempre il suo zoccolo duro di utenti convinti e molto partigiani, lo abbiamo visto bene dai messaggi in questo forum, e contando sui suoi tifosi secondo me si e' fatta i suoi calcoli sulla base probabilmente di qualche ricerca che mostra gli utenti MAC non contenti dei server forniti dagli avversari...
    Ha resistito bene finora e non credo che abbia fatto un passo falso, ma non penso neanche che acquistera' grandi fette di mercato.
    non+autenticato
  • > In realta' Apple ha sempre il suo zoccolo
    > duro di utenti convinti e molto partigiani,
    meno male che ci sei tu a dare lezioni d'imparzialita', qui.

    > lo abbiamo visto bene dai messaggi in questo
    > forum, e contando sui suoi tifosi secondo me
    > si e' fatta i suoi calcoli sulla base
    > probabilmente di qualche ricerca che mostra
    > gli utenti MAC non contenti dei server
    > forniti dagli avversari...
    scusa? gli utenti consumer decidono il futuro degli utenti corporate?

    > Ha resistito bene finora e non credo che
    > abbia fatto un passo falso, ma non penso
    > neanche che acquistera' grandi fette di
    > mercato.
    secondo me, nemmeno tu. soprattutto se continui cosi';
    ah, grazie della tua opinione!
    -bullshit different-
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)