Virus, l'epidemia di San Valentino

Le case antivirus sono in allarme per il ritorno di ILoveYou, giudicato molto probabile anche da uno studio. Il giorno dell'amore può davvero trasformarsi in una recrudescenza del virus?

Virus, l'epidemia di San ValentinoWeb - Il 14 febbraio, in occasione di San Valentino, potrebbe ripetersi l'epidemia del virus LoveLetter-ILoveYou, il più celebre dei virus informatici circolati sulla Rete. A sostenerlo sono gli esperti di International Data Corporation e quelli della società antivirus Sophos.

Secondo IDC, che ha studiato le reazioni dell'utente medio inglese all'arrivo di messaggi a San Valentino, il 37 per cento dei navigatori apriranno qualsiasi messaggio elettronico a loro indirizzato che abbia per subject la frase "fatidica": "I Love You". "Abbiamo scoperto - hanno spiegato gli esperti di IDC - che nonostante tutta la notorietà acquisita dal virus, sono ancora molti gli utenti che potrebbero portare il codicillo all'interno di firewall aziendali e grandi corporation. Ed è un virus che si diffonde rapidamente".

Un pericolo che viene avvertito anche da Sophos, importante società antivirus, secondo cui è necessario "allertare gli utenti" su quanto potrebbe accadere a partire dal 14 febbraio.
Secondo gli esperti dell'azienda, uno dei problemi maggiori sono l'ampia diffusione delle cartoline elettroniche di cui a San Valentino si prevede l'invasione. Un problema perché l'utente "si abitua" a ricevere file eseguibili in attachment con la posta elettronica e in messaggi "d'amore".

Graham Cluley, consulente di Sophos, sostiene che le cartoline virtuali, i giochini e gli screen-saver che si scambiano gli utenti Internet soprattutto in occasioni particolari rappresentano un rischio in più: "Quando una certa atmosfera si fa largo in un ufficio è facile che l'utente abbassi la guardia e sia colpito da un virus. Di certo è più sicuro ricevere un messaggio d'amore attraverso la posta normale".
5 Commenti alla Notizia Virus, l'epidemia di San Valentino
Ordina
  • Roba da non credersi: c'è gente che aprirebbe allegati con la dicitura "ora ti f***o il pc" per poi dire "non è colpa mia"...l'altro giorno Repubblica.it riportava la notizia di un sabotaggio (sic!) contro la CISL di Treviso: in pratica tutti i pc della loro rete intranet erano infettati da W97M.STAND e questi affermavano di essere stati vittima di un ignoto hacker.
    IMHO, sono stati vittima dell'ignavia dell'ignoto impiegato che ha aperto l'allegato, ma soprattutto di quella del loro amministratore che non aggiorna l'antivirus della rete intranet da maggio 2000..................
    Fraternamente
    Cosmo
    non+autenticato
  • Non credo sia un problema di conoscenza. Per me e' un problema di *testa*, perché ormai lo sanno tutti cos'è un virus informatico.


    - Scritto da: Cosmo
    > Roba da non credersi: c'è gente che
    > aprirebbe allegati con la dicitura "ora ti
    > f***o il pc" per poi dire "non è colpa
    > mia"...l'altro giorno Repubblica.it
    > riportava la notizia di un sabotaggio (sic!)
    > contro la CISL di Treviso: in pratica tutti
    > i pc della loro rete intranet erano
    > infettati da W97M.STAND e questi affermavano
    > di essere stati vittima di un ignoto hacker.
    > IMHO, sono stati vittima dell'ignavia
    > dell'ignoto impiegato che ha aperto
    > l'allegato, ma soprattutto di quella del
    > loro amministratore che non aggiorna
    > l'antivirus della rete intranet da maggio
    > 2000..................
    > Fraternamente
    > Cosmo
    non+autenticato
  • Ceto che se come esempio prendi quelli che lavorano alla CISL andiamo male, nel senso che cosa ti puoi aspettare? Quelli usano male il e male la tastiera <g>
    non+autenticato


  • - Scritto da: Silvio@arcore.it
    > Ceto che se come esempio prendi quelli che
    > lavorano alla CISL andiamo male, nel senso
    > che cosa ti puoi aspettare? Quelli usano
    > male il e male la tastiera <g>

    Da come scrivi anche tu non scherzi nell'usare (male) la tastiera...analfabeta di ritorno del piffero.
    [uno che si firma silvio@arcore.it merita una risposta come questa]
    Fraternamente
    Cosmo
    non+autenticato


  • Che dio benedica tutti coloro che inviano virus ai sindacati. Peccato che non si possano inviare tumori.
    Sunshipper
    non+autenticato