Ooops, a Linux s'è ristretto il supercomputer

Nei deserti hi-tech di Los Alamos Linus Torvalds e Gordon Bell hanno mostrato quello che, secondo loro, sarà il futuro dei supercomputer: sistemi compatti fondati su Linux e i chip di Transmeta

Los Alamos (USA) - Alcuni fra i massimi esperti del settore dell'information technology si sono recentemente dati appuntamento al Los Alamos National Laboratory, una sede scelta da Linus Torvalds, l'ormai famosissimo creatore di Linux, e Gordon Bell, uno dei padri del minicomputer, per svelare un supercomputer compatto che, secondo i suoi promotori, potrebbe rappresentare un modello per i computer ad elevate prestazioni degli anni a venire.

Bell e Torvalds hanno infatti mostrato ai colleghi un cluster di computer basato sull'architettura software Beowulf e su centinaia di server "blade" (anche noti come "ultradensi"), sistemi rack molto compatti che, grazie alla componentistica adottata, sono in grado di far risparmiare le aziende sia in termini di spazio che in quelli di costi energetici e di manutenzione. Tutti vantaggi, secondo Bell, che in un supercomputer formato da centinaia se non migliaia di macchine potrebbero tradursi in risparmi consistenti, soprattutto per quel che riguarda consumi elettrici e sistemi di condizionamento dei locali che ospitano il cluster.

Gli ingredienti chiave della "ricetta" di supercomputing proposta da Bell e Torvalds si basa sui chip a basso consumo di Transmeta, che non necessitano di dissipatori di calore attivi, e su Linux, il sistema operativo su cui è nato Beowulf, un software open source studiato per dar vita a cluster di computer capaci di eseguire elaborazioni in parallelo.
"I supercomputer attuali non risolvono alcuni dei problemi fondamentali che saranno la chiave del prossimo decennio", ha commentato Wu-chun Feng, team leader del gruppo Research And Development In Advanced Network Technology (RADIANT). "Limitarsi a costruire macchine più grosse e potenti, oggi non è più sufficiente".

Green Destiny, questo il nome del supercomputer mostrato da Bell e Torvalds, è composto da 240 server blade prodotti da RLX Technologies, una pioniera nel campo dei sistemi ultradensi. Feng ha affermato che una versione più piccola di Green Destiny, chiamata MetaBlade, è rimasta attiva e funzionante per nove mesi consecutivi senza un guasto.

Secondo alcuni esperti, i supercomputer basati su chip a basso consumo e sulla piattaforma aperta Beowulf potrebbero rappresentare, fra pochi anni, una seria minaccia ai sistemi attuali e, in special modo, alle architetture proprietarie. Tutto ciò, ha poi spiegato Bell, ricorda un'altra grande rivoluzione nel settore del computing: quella rappresentata, negli anni '70, dall'arrivo dei primi minicomputer. Questi sistemi, assai più compatti dei mainframe e dai costi più contenuti, si diffusero rapidamente in un grandissimo numero di aziende e gettarono il seme per la nascita del calcolo distribuito. Allo stesso modo, Bell afferma che supercomputer più compatti ed economici nel prossimo futuro potranno dare la possibilità ad un crescente numero di aziende, anche di medie dimensioni, di poter disporre di notevoli risorse di calcolo a buon mercato e senza la necessità di rivolgersi a centri di elaborazione dati esterni.
TAG: hw
71 Commenti alla Notizia Ooops, a Linux s'è ristretto il supercomputer
Ordina
  • Che noia i soliti discorsi riguardo i supercomputer del futuro!
    Nessuno vuole capire che si sta combattendo una (stupida) lotta per il supercomputing, mettendo migliaia di cpu per contrastare singoli processori dedicati.
    Il problema e' che un singolo processore vettoriale che gira a pochi mhz puo contrastare centinaia di normali cpu.
    Quindi, perche' continuano a spuntare supercomputer con migliaia di normali cpu? Perche' i processori vettoriali sono fabbricati solo da ditte Giapponesi. Mentre tutti gli altri continuano a sprecare le loro forze invece di creare una valida alternativa (soprattutto se pensiamo ai problemi di spazio/calore/energia)

    Non sono un grandissimo esperto di processori, ma vi posso assicurare che quello che ho detto e' (+ o - ) vero.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nik0
    > Non sono un grandissimo esperto di
    > processori, ma vi posso assicurare che
    > quello che ho detto e' (+ o - ) vero.

    Ok, posso darti il beneficio del dubbio se mi dai almeno UNA fonte attendibile.
    non+autenticato


  • - Scritto da: A.C.
    > - Scritto da: nik0
    > > Non sono un grandissimo esperto di
    > > processori, ma vi posso assicurare che
    > > quello che ho detto e' (+ o - ) vero.
    >
    > Ok, posso darti il beneficio del dubbio se
    > mi dai almeno UNA fonte attendibile.
    Another subclass of the SIMD systems are the vectorprocessors.
    Vectorprocessors act on arrays of similar data rather than on single data items using specially structured CPUs. When data can be manipulated by these vector units, results can be delivered with a rate of one, two and --- in special cases --- of three per clock cycle (a clock cycle being defined as the basic internal unit of time for the system). So, vector processors execute on their data in an almost parallel way but only when executing in vector mode. In this case they are several times faster than when executing in conventional scalar mode. For practical purposes vectorprocessors are therefore mostly regarded as SIMD machines. An example of such a system is for instance the Hitachi S3600.

    Ad esempio..anche se e' solo una goccia nel mare delle informazioni che circolano..

    ps: il sito da cui ho tratto queste info e'
    http://www.top500.org/ORSC/2001/architecture.html#...
    (strano cmq. questo sito tratta le cpu tutte allo stesso modo anche se ritengo sia scorretto nei confronti delle cpu vettoriali (bisognerebbe fare dei test ad-hoc per ogni architettura per avere un benchmark onesto)
    non+autenticato
  • Nell'estratto da te riportato ho letto che in *un caso* le CPU vettoriali sono più veloci di quelle tradizionali cioè se i dati da trattare possono essere organizzati in maniera vettoriale.

    Da quell'estratto, inoltre, queste CPU vettoriali mi sembrano la stessa cosa di un PIII... anche quelli hanno istruzioni SIMD, pipeline parallele, ecc...

    Insomma non ho capito cos'hanno di diverso dalle CPU "tradizionali"...
    non+autenticato
  • L'ho detto che non era un gran che come spiegazione. comunque i processori vettoriali trattano tutti i dati vettorialmente, mentre i processori x86 solo in parte.

    La cosa piu evidente che mi ricordo e' che i processori vettoriali leggono sia i dati che le istruzioni vettorialmente mentre i processori x86 no.

    Comunque un processore vettoriale e' piu potente se ci fai girare un algoritmo scritto apposta per girare su processori vettoriali, non e' che lo puoi usare per giocare a quake3 (anche se magari riscrivendo tutto il motore..in fondo si tratta cmq. di trattare dei vettori)

    Mi piacerebbe molto se adesso un esperto di processori (che conosca anche i p vettoriali.. non un esperto tipo potreiallenarelanazionaledicalciotantosonoespertodicalcio) ...
    non+autenticato
  • E non aggiungo altro.
    non+autenticato
  • Un troll, ma non molto dotato.
    non+autenticato
  • Adesso diremo che l'invenzione dei cluster è merito di Torsvald!

    Quest'uomo è diventato famoso copiando idee qua e la un po come l'odiatissimo Bill Gates... si si più il tempo passa più i due si assomigliano.

    Certo che l'unico vantaggio dei proc Trasmeta è che scaldano poco...
    non+autenticato
  • Preferirei che si parlassi di argomenti sui quali si è informati almeno un po'...
    non+autenticato


  • - Scritto da: A.C.
    > Preferirei che si parlassi di argomenti sui
    > quali si è informati almeno un po'...

    A quale parte del messaggio ti riferisci perchè:

    - su Linus(x) non gli puoi dare torto, Linux fortemente ispirato(!) a Unix , i cluster esistono da anni
    - su trasmeta ha ragione come CPU per server non mi sembra che valga molto...

    Ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Matteo
    > A quale parte del messaggio ti riferisci

    """Quest'uomo è diventato famoso copiando idee qua e la un po come l'odiatissimo Bill Gates... si si più il tempo passa più i due si assomigliano."""

    > - su Linus(x) non gli puoi dare torto, Linux
    > fortemente ispirato(!) a Unix , i cluster
    > esistono da anni

    Linux non è "ispirato" a UNIX, Linux è un CLONE di UNIX!
    E né Torvalds né Transmeta hanno fatto sembrare la scoperta dei cluster come parto delle loro geniali menti, a differenza della "novità" della multiutenza di WinXP o simili...
    Mi dà MOLTO fastidio che si parli a vanvera e per sentito dire... perché non c'è ancora nessun commento contro Linux nell'articolo che parla di Reuters? Evidentemente nessuno ha argomenti validi
    e si preferisce fare battutine come quella di questo simpaticone...

    Se si vuole criticare la scelta di usare dei Crusoe su dei server, liberissimi di farlo (e potrei anche essere d'accordo), ma per favore, non sparare sempre la prima caXaXa che passa per la testa...
    non+autenticato
  • ottimo... nessuno ha niente da dire... la situazione si fa sempre più triste
    non+autenticato


  • - Scritto da: A.C.
    > ottimo... nessuno ha niente da dire... la
    > situazione si fa sempre più triste

    Sono tue considerazioni condivibili oppure no; ogni altra risposta, secondo me, sarebbe solo per attizzare un flame...

    Cmq nessuno mi ha risposto dopo che ho riportato il benchmark preso dal sito di Transmeta.... di fronte all'evidenza ...

    Ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco
    > - Scritto da: A.C.
    > > ottimo... nessuno ha niente da dire... la
    > > situazione si fa sempre più triste
    > Sono tue considerazioni condivibili oppure
    > no; ogni altra risposta, secondo me, sarebbe
    > solo per attizzare un flame...

    Veramente speravo che qualcuno rispondesse dimostrandomi che mi sbaglio e presentando qualche argomento valido...

    > Cmq nessuno mi ha risposto dopo che ho
    > riportato il benchmark preso dal sito di
    > Transmeta.... di fronte all'evidenza ...

    Appunto, allora forse il mio messaggio ha avuto esito positivo e si inizia a discutere di cose che si conoscono...

    P.S: La mia opinione cmq è che i benchmark hanno valenza relativa, le valutazioni preferisco farle in situazioni reali...
    non+autenticato

  • > > Cmq nessuno mi ha risposto dopo che ho
    > > riportato il benchmark preso dal sito di
    > > Transmeta.... di fronte all'evidenza ...
    >
    > Appunto, allora forse il mio messaggio ha
    > avuto esito positivo e si inizia a discutere
    > di cose che si conoscono...
    >
    > P.S: La mia opinione cmq è che i benchmark
    > hanno valenza relativa, le valutazioni
    > preferisco farle in situazioni reali...

    Anche secondo me i BM sono il peggior modo di valutare una macchina; pero' i BM pubblicati dal costruttore mi aspetterei artifici per modificarli a favore mentre sul sito TRA... appoggia in pieno il fatto che a parità di prestazioni il consumo è ancora a favore di Intel.
    Quindi non posso che credergli!

    Ciao
    non+autenticato
  • e chi la dice una cosa del genere?
    non+autenticato
  • Si chiama Beowulf, non Beowolf...Trattasi di vocabolo gaelico (se non vado errato) che significa "orso".

    Bye-bye.
    non+autenticato
  • No!!!
    Era il nome di un mitico eroe vichingo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: The Sanity Assassin
    > No!!!
    > Era il nome di un mitico eroe vichingo.
    acqua!

    è il nome del protagonista del primo poema epico bretone dall'omonimo titolo (va al nord, ammazza il drago ma il drago lo ferisce a morte e stecchisce anche lui.. zan zan!
    non+autenticato
  • Grazie Pippo, abbiamo corretto Occhiolino
    Ciao!

    - Scritto da: Pippo
    > Si chiama Beowulf, non Beowolf...Trattasi di
    > vocabolo gaelico (se non vado errato) che
    > significa "orso".
    >
    > Bye-bye.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Redazione
    > Grazie Pippo, abbiamo corretto Occhiolino
    > Ciao!

    Grazie a voi per la disponibilita'.Sorride

    Ciao.
    non+autenticato
  • REDAZIONE, utente non registrato?
    TU QUOQUE

    Sorride
    non+autenticato
  • ...e così Transmeta è riuscita nel nobile intento di sbolognare un pò dei suoi impresentabili processori...
    non+autenticato
  • - Scritto da: treperdue
    > ...e così Transmeta è riuscita nel nobile
    > intento di sbolognare un pò dei suoi
    > impresentabili processori...

    guarda che invece stanno vendendo.

    Finalmente si possono trovare in commercio
    non+autenticato
  • dove? qui in Italia non ne ho ancora visti, sarei molto interessato!
    non+autenticato
  • - Scritto da: treperdue
    > ...e così Transmeta è riuscita nel nobile
    > intento di sbolognare un pò dei suoi
    > impresentabili processori...

    Impresentabili?

    Parrebbe chiaro che:

    a) non sai di cosa stai parlando
    b) non hai mai visto un palmare col Crusoe

    Perche' ordunque parli a vanvera?

    Ciao
    non+autenticato

  • > Impresentabili?
    >
    > Parrebbe chiaro che:
    >
    > a) non sai di cosa stai parlando
    > b) non hai mai visto un palmare col Crusoe
    >
    > Perche' ordunque parli a vanvera?

    Vogliamo parlare di potenza di calcolo?
    L'unico vero vantaggio dei proc transmeta è che scaldano poco...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco
    > L'unico vero vantaggio dei proc transmeta è
    > che scaldano poco...

    Consumi?
    non+autenticato


  • - Scritto da: lupo
    > - Scritto da: Marco
    > > L'unico vero vantaggio dei proc transmeta
    > è
    > > che scaldano poco...
    >
    > Consumi?

    La cosa è correlata...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco

    > > Perche' ordunque parli a vanvera?
    >
    > Vogliamo parlare di potenza di calcolo?
    > L'unico vero vantaggio dei proc transmeta è
    > che scaldano poco...

    Parliamo di potenza di calcolo dai!

    Il fatto che il futuro dei PC di massa sia su portatili, palmari e telefoni, mi pare un dato oggettivo.

    Non e' solo questione di calore... un "fornelletto" su un palmare ti puppa le batterie nella meta' del tempo!

    Su questi computer sui quali i processori Transmeta bastano ed avanzano per far andare il 99% delle applicazioni... (applicazioni multimediali comprese come decodifica mp3, DivX e giochini 3d).

    Quasi nessuno ha veramente bisogno di velocita', soprattutto chi usa catafalchi microsoft (altrimenti non si capirebbe come mai non usino programmi ed OS dall'architettura piu' snella invece di imbarcarsi in office).

    Un computer sta' ad un portatile come una automobile sta ad un fuoristrada. Puoi usare un portatile in ufficio cosi' come tanti si ostinano ad usare fuoristrada in citta' (con la differenza che se usi un portatile in ufficio non rompi le balle a nessuno), ma se devi andare spesso su sterrato non compri una Ferrari, nemmeno se ti costa meno di una Panda 4x4.

    Sinceramente quelli col 4x4 in citta' non li sopporto... ma si dia il caso che ora i computer saranno destinati ad andare fuoristrada... almeno la maggior parte di loro.

    Ah... dimenticavo... ti sei mai chiesto come andrebbe un processore basato sulla tecnologia Transmeta se fosse tirato fino a temperature intel?

    Ciao
    non+autenticato


  • - Scritto da: Terra2
    > - Scritto da: Marco
    >
    > > > Perche' ordunque parli a vanvera?
    > >
    > > Vogliamo parlare di potenza di calcolo?
    > > L'unico vero vantaggio dei proc transmeta
    > è
    > > che scaldano poco...
    >
    > Parliamo di potenza di calcolo dai!
    >
    > Il fatto che il futuro dei PC di massa sia
    > su portatili, palmari e telefoni, mi pare un
    > dato oggettivo.

    Stiamo parlando di computer che nel futuro, forse, sostituiranno i mainframe cosa centrano i palmari?


    > Ah... dimenticavo... ti sei mai chiesto come
    > andrebbe un processore basato sulla
    > tecnologia Transmeta se fosse tirato fino a
    > temperature intel?

    E come mai non viene prodotto?
    Sappiamo che il guadagno dei produttori di CPU è tutto nel segmento alto.Trasmeta forse si accontenta della fascia bassa?
    O forse il Crusoe è un buon proc su dispositivi multimediali ma i server non sono il suo posto?
    Marco
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco

    > > Il fatto che il futuro dei PC di massa sia
    > > su portatili, palmari e telefoni, mi pare
    > > un dato oggettivo.
    >
    > Stiamo parlando di computer che nel futuro,
    > forse, sostituiranno i mainframe cosa
    > centrano i palmari?

    Tu hai detto che i Transmeta erano IMPRESENTABILI! non hai detto "inadatti a sostituire i mainframe"... ed "impresentabile" (a casa mia) vuol dire: Inutile sotto ogni punto di vista.

    > > Ah... dimenticavo... ti sei mai chiesto come
    > > andrebbe un processore basato sulla
    > > tecnologia Transmeta se fosse tirato fino
    > a
    > > temperature intel?
    >
    > E come mai non viene prodotto?

    Un altro che pensa in binario!

    Allora devi sapere che al mondo esistono anche le sfumature, e che il piu' delle volte la verita' sta davvero nel mezzo, non da una parte o dall'altra.

    AMD fa processori piu' veloci a prezzi ridotti, ma troppi continuano a scegliere intel...
    La Transmeta ha risorse ancora minori e probabilmente dovendo scegliere se investire il tutto su "bassi consumi e medie prestazioni" o su "consumi Intel e altissime prestazioni" ha scelto la prima ipotesi, giusto per potersi infilare nel mercato dispositivi portatili con un prodotto dove la concorrenza non ha ancora nulla di simile.

    Il fatto che ora stia puntando piu' in alto a me personalmente non da fastidio...

    > Sappiamo che il guadagno dei produttori di
    > CPU è tutto nel segmento alto.Trasmeta forse
    > si accontenta della fascia bassa?

    Siamo di nuovo al punto di prima, per te "fascia alta" = velocita'?

    > O forse il Crusoe è un buon proc su
    > dispositivi multimediali ma i server non
    > sono il suo posto?

    Veramente e' proprio questo il settore in cui vogliono infilarlo...
    Forse i processori Transmeta non sono quella vaccata che tu dici.

    Ciao




    non+autenticato
  • > > O forse il Crusoe è un buon proc su
    > > dispositivi multimediali ma i server non
    > > sono il suo posto?
    >
    > Veramente e' proprio questo il settore in
    > cui vogliono infilarlo...
    > Forse i processori Transmeta non sono quella
    > vaccata che tu dici.
    >
    Leggi il post successivo dove riporto prestazioni del crusoe...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)