Sotto test il Parental Control di MS

Microsoft rilascia la prima beta pubblica di un'applicazione che, integrata con i servizi Windows Live, fornirà alle famiglie strumenti attraverso cui controllare le risorse online frequentate dai propri figli

Redmond (USA) - Tra le applicazioni di sicurezza a pagamento che Microsoft aggiungerà presto al proprio portale Live.com c'è Windows Live OneCare Family Safety, un software che gli utenti americani possono già provare gratuitamente in versione beta.

OneCare Family Safety è un software di parental control che permette ai genitori di controllare e tenere traccia di ciò che i propri figli fanno, e soprattutto guardano, sul Web. Il programma include filtri per i contenuti, funzionalità di reportistica, un gestore di contatti e alcune linee guida redatte dall'American Academy of Pediatrics (AAP) sulla protezione dei minorenni che navigano in Internet.

Gli amministratori dell'applicazione, tipicamente genitori, possono creare filtri personalizzati per ogni utente del PC o della rete domestica, e decidere quale tipo di intervento applicare in base ai contenuti visitati: ad esempio, è possibile bloccare del tutto l'accesso a certi siti oppure far comparire a schermo un semplice messaggio di avviso. I genitori possono anche approvare ogni singolo contatto aggiunto a Windows Live Mail e Windows Live Messenger e modificare filtri e impostazioni da un qualsiasi computer connesso ad Internet.
Quella appena rilasciata da Microsoft in USA è la prima beta pubblica di OneCare Family Safety: la precedente versione di test, lanciata lo scorzo marzo, era stata distribuita a circa 6.000 tester. La beta pubblica sarà presto messa a disposizione degli utenti di altre nazioni, tra cui l'Italia: ciò dovrebbe avvenire nel corso di settembre. La versione finale del prodotto è invece attesa per la fine dell'anno.

Microsoft ha sottolineato come OneCare Family Safety farà da complemento alle funzionalità di parental control integrate in Windows Vista.
10 Commenti alla Notizia Sotto test il Parental Control di MS
Ordina
  • avrei bisogno di sapere tutto (dove si trovano, come si usano ect) dei software di questo tipo. ho mio figlio che usa troppo .. un gioco online e non avendo altri mezzi vorrei installare un pgm che mi permette di gestire il pc
    se potete aiutarmi la mia mail e': gioiaegi@virgilio.it

    mi trovo a roma zona montesacro
    non+autenticato
  • il miglior parental control è il parentSorride

    I genitori non dovrebbero mai lasciare i propri figli, se hanno meno di 16/18 anni da soli a navigare su internet. A prescindere da MS o Linux vari, la rete per dei banbini o degli adolescenti è veramente pericolosa...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > il miglior parental control è il parentSorride
    >
    > I genitori non dovrebbero mai lasciare i propri
    > figli, se hanno meno di 16/18 anni da soli a
    > navigare su internet. A prescindere da MS o Linux
    > vari, la rete per dei banbini o degli adolescenti
    > è veramente
    > pericolosa...
    spero tu stia scherzandoSorpresa
    Io direi fino a 12 "accompagnati" poi possono benissimo cavarsela da soli.
  • - Scritto da:
    > I genitori non dovrebbero mai lasciare i propri
    > figli, se hanno meno di 16/18 anni da soli a
    > navigare su internet

    ROTFL
    Eccone un altro convinto che i ragazzini siano dei bambolotti innocenti... deve essere colpa delle soap-opera.
    non+autenticato
  • 16/18 anni?
    Io già fornicavo e fumavo marjuana a quell'età non mi ha lasciato conseguenze se non bei ricordi...

    E tu vuoi controllare un figlio di 16 anni su internet?

    Ma per favore dai. Più passano gli anni e più vedo apparire genitori completamente stupidi e senza la conoscenza di un approccio e il coraggio di prendere certi argomenti con i figli.

    Quanti genitori saprebbero spiegare ad una figlia di 14 anni che già inizia a fare le prime esperienze sessuali che non si resta incinta con il rapporto orale?

    E quanti padri o madri saprebbero spiegare bene il perché dell'uso del preservativo a figli di 15-17 anni che iniziano ad avere i primi rapporti sessuali?

    E tutte le informazioni su questi argomenti finisce che se non glieli da la scuola, li apprendono dalla strada e di seconda mano.

    O peggio da riviste come Cioé.


    non+autenticato
  • Il tuo discorso sarebbe perfetto a tre condizioni:
    a) se i genitori non considerassero televisioni ed internet mezzi sostitutivi del ruolo educativo;
    b) se tutti avessimo la stessa sensibilità;
    c) se tutti avessimo la maturità che puoi avere avuto tu nel gestirti la marjuana e il sesso a 15/16 anni.
    Non siamo tutti uguali: c'è chi nasce tondo e chi quadrato.

    Altresì considera che non esiste né il libro del buon genitore, né quello del buon figlio. E' un campo minato quello dell'educazione e spesso si va a zonzo. Ci fosse la vaccinazione per il buonsenso, sarebbe tutto xfetto e non esisterebbero milioni di problemi che esistono con la droga, il sesso, la responsabilità e così via...
    non+autenticato
  • I genitori dovrebbero tenere lontano i figli da MS
    è magari digli di scriversi al wwf per proteggere i PinguiniFan LinuxFan LinuxFan Linux
    Ciao

  • - Scritto da: mosfet
    > I genitori dovrebbero tenere lontano i figli da
    > MS
    >
    > è magari digli di scriversi al wwf per proteggere
    > i
    > PinguiniFan LinuxFan LinuxFan Linux
    > Ciao
    Voi siete già protetti in quanto a rischio di estinzione...A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: mosfet
    > I genitori dovrebbero tenere lontano i figli da
    > MS
    >
    > è magari digli di scriversi al wwf per proteggere
    > i
    > PinguiniFan LinuxFan LinuxFan Linux
    > Ciao

    Non credo si possa fare! Come minimo se blocchi i siti ms il sistema (poco) operativo si collegherà lo stesso... come bloccare il sito windowsupdate...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > Non credo si possa fare! Come minimo se blocchi i
    > siti ms il sistema (poco) operativo si collegherà

    se non lo sai usare non dare la colpa al sistema operativo

    > lo stesso... come bloccare il sito
    > windowsupdate...

    semplicemente studiando
    non+autenticato