Warez/ 4 anni al capo di DrinkOrDie

EriflleH viene ritenuto la mente del network che diffondeva quantità impressionanti di programmi craccati e operativo in 12 paesi. Individuato dopo un mega-blitz, passerà il suo tempo in carcere. Entusiasmo dei procuratori

Warez/ 4 anni al capo di DrinkOrDieRoma - "EriflleH" ("Hellfire" letto al contrario). Con questo nick era noto ai più, a tanti, il 28enne John Sankus Jr, ritenuto l'intraprendente capo di una delle prime, più diffuse e più conosciute "bande" del software craccato distribuito con ogni mezzo, in particolare attraverso i network delle università statunitensi. Ma non solo.

Ora a Sankus, leader di DrinkOrDire, un tribunale americano ha assegnato quattro anni di carcere per aver realizzato una cospirazione con il fine di violare il copyright. Come noto, questa formula viene utilizzata in relazione a quanto previsto dal Digital Millennium Copyright Act, la severissima normativa statunitense in materia di violazione del copyright nell'era digitale, che contempla, appunto, l'aggravante della "cospirazione".

Ed è proprio come cospirazione, secondo la polizia federale americana, che va considerata la storia e l'enorme celebrità di DrinkOrDie, organizzazione che ha tenuto banco per anni, attivando la bellezza di 65 diversi "gruppi operativi" sparsi in 12 diversi paesi. Una organizzazione sgominata nel corso di un super-blitz che ha coinvolto decine di università americane, e non solo, e creato sgomento per la quantità di persone che si trovavano dietro questa importante fetta del mondo warez.
Secondo le autorità, Sankus e DrinkOrDie sono stati responsabili di perdite annuali a carico dell'industria del software e dei videogiochi comprese tra uno e cinque miliardi di dollari, a fronte di una perdita globale complessiva che i produttori stimano in 12 miliardi di dollari. Dati che danno la dimensione e il "peso" dell'organizzazione.

L'operazione di polizia che ha portato all'arresto di Sankus e di tanti altri è giunta dopo lunghissime indagini tese a ricostruire i diversi rami di attività dell'organizzazione internazionale e rappresenta fino a questo momento la più imponente operazione contro la pirateria sul software mai condotta.

Per tentare di contenere la propria condanna e dimostrare desiderio di collaborazione, Sankus aveva recentemente patteggiato, ammettendo di aver supervisionato personalmente le attività di tutti i gruppi legati a DoD.

Secondo Paul McNulty, il procuratore americano che sta seguendo i processi contro i diversi esponenti di DoD, Sankus e DoD "operavano nel mondo senza volto di internet e non pensavano che sarebbero mai stati catturati. Ma si sbagliavano. Queste sentenze dovrebbero rappresentare un messaggio per tutti coloro che si crogiolano in simili convinzioni di invincibilità".

Oltre a Sankus, peraltro, nelle scorse settimane è già stato condannato un altro "pezzo grosso" di DoD, il 35enne Barry Erickson, sentenziato a 31 mesi di carcere. In attesa di condanna sono altri sette appartenenti alla "cupola" del gruppo, tutti rei confessi.
TAG: mondo
148 Commenti alla Notizia Warez/ 4 anni al capo di DrinkOrDie
Ordina
  • Ragazzi non vi dimenticherò mai!! Ricordo quando per la prima volta ho giocato a heroes of Might and Magic 1 craccato e rilasciato da voi non ci potevo credere... finalmente un gruppo serio, dopo i Razor 1911!!! La passione vi guidava e porto fiero ora + che mai la t-shirt che mi ha regalato sk8! Dod Warez non è pirateria.. come in gruppi storici come i radium c'è la lotta contro il potere asfissiante delle multinazionali... ben vengano delle perdite per limitare i loro profitti e permettere una più ampia diffusione del software. Privilegiamo la passione, l'anima, il cuore e poi i soldi. E' inutile cmq spiegare cosa siano stati QUESTI GRUPPI COLOSSALI, come i Radium nell'audio, a voi, gente che pensa al mondo del warez come a quello di 2 STRONZI che masterizzano. C'è una creatività alla base grande così, grande amicizia e grandi ideali. Ad esempio non si può comprendere come sia difficile poter permettersi un software come 3dStudio Max per chi vuole imparare a utilizzare la grafica 3D... chi li ha 5 milioni? Eppure è un passaggio obbligato per essere employable! Io non dico che la pirateria sia giusta... dico altresì che è e sarà per molto tempo ancora un passaggio obbligato per far un cambio di rotta nelle politiche di vendita e di discriminazione. Bisogna premiare la fedeltà ad un prodotto e darlo gratuitamente o a prezzi politici, irrisori agli studenti che vogliono imparare. Quando poi le nurbs vengono come dovrebbero e le animazioni dei personaggi possono essere scambiate per creazioni della DreamWorks, allora si potrà chiedere il pagamento per l'utilizzo del programma. Deve pagare chi lo utilizza per lucro, non chi deve imparare, ed imparare certi software è necessario. In più un software pirata rappresenta SOLAMENTE POTENZIALMENTE una perdita! Se non ci fosse stata la release di un determinato programma super costoso cmq la maggior parte di quelli che lo avrebbero utilizzato craccato, non lo avrebbero comprato per problema di budget. Chiedo comprensione se potete capire e non considerare questa gente come terroristi ma come qualcuno che credeva in ciò che faceva. E credetemi, i DoD hanno fatto del bene più di Robin Hood che rubava ai ricchi per i poveri.


    See U Cyber Cowboys, maybe after death, maybe in jale
    non+autenticato


  • - Scritto da: HacK^It
    > Ragazzi non vi dimenticherò mai!! Ricordo
    > quando per la prima volta ho giocato a
    > heroes of Might and Magic 1 craccato e
    > rilasciato da voi non ci potevo credere...
    > finalmente un gruppo serio, dopo i Razor
    > 1911!!! La passione vi guidava e porto fiero
    > ora + che mai la t-shirt che mi ha regalato
    > sk8! Dod Warez non è pirateria.. come in
    > gruppi storici come i radium c'è la lotta
    > contro il potere asfissiante delle
    > multinazionali... ben vengano delle perdite
    > per limitare i loro profitti e permettere
    > una più ampia diffusione del software.
    > Privilegiamo la passione, l'anima, il cuore
    > e poi i soldi. E' inutile cmq spiegare cosa
    > siano stati QUESTI GRUPPI COLOSSALI, come i
    > Radium nell'audio, a voi, gente che pensa al
    > mondo del warez come a quello di 2 STRONZI
    > che masterizzano. C'è una creatività alla
    > base grande così, grande amicizia e grandi
    > ideali. Ad esempio non si può comprendere
    > come sia difficile poter permettersi un
    > software come 3dStudio Max per chi vuole
    > imparare a utilizzare la grafica 3D... chi
    > li ha 5 milioni? Eppure è un passaggio
    > obbligato per essere employable! Io non dico
    > che la pirateria sia giusta... dico altresì
    > che è e sarà per molto tempo ancora un
    > passaggio obbligato per far un cambio di
    > rotta nelle politiche di vendita e di
    > discriminazione. Bisogna premiare la fedeltà
    > ad un prodotto e darlo gratuitamente o a
    > prezzi politici, irrisori agli studenti che
    > vogliono imparare. Quando poi le nurbs
    > vengono come dovrebbero e le animazioni dei
    > personaggi possono essere scambiate per
    > creazioni della DreamWorks, allora si potrà
    > chiedere il pagamento per l'utilizzo del
    > programma. Deve pagare chi lo utilizza per
    > lucro, non chi deve imparare, ed imparare
    > certi software è necessario. In più un
    > software pirata rappresenta SOLAMENTE
    > POTENZIALMENTE una perdita! Se non ci fosse
    > stata la release di un determinato programma
    > super costoso cmq la maggior parte di quelli
    > che lo avrebbero utilizzato craccato, non lo
    > avrebbero comprato per problema di budget.
    > Chiedo comprensione se potete capire e non
    > considerare questa gente come terroristi ma
    > come qualcuno che credeva in ciò che faceva.
    > E credetemi, i DoD hanno fatto del bene più
    > di Robin Hood che rubava ai ricchi per i
    > poveri.
    >
    >
    > See U Cyber Cowboys, maybe after death,
    > maybe in jale

    Sono con te e con DoD!
    non+autenticato
  • sono dell' avviso che il software di base sia indispensabile e gratuito per tutti per scopo domestico. Questo per non prevaricare nessuno,vedi studenti ,utenti meno agiati, o che non hanno nemmeno un pc, a causa del suo costo. ormai il pc è indispensabile anche per trovare un lavoro!!. SONO CONTRO L'UTILLIZZO INDISCRIMINATO CHE SI FA DELLA DELLA PRYVACY DELL' UTENZA CHE COMUNQUE... PAGA!! .GRADIREI UN MAGGIOR IMPEGNO DELLE FORZE DELL' ORDINE PER TUTELARE L'UTENZA DA UN CERTO TIPO DI PIRATERIA INFORMATICA QUELLA CHE NON CONOSCONO? LA STESSA CHE QUANDO VUOLE MI INDICA IL MIO INDIRIZZO IP ECC. ECC.GRAZIE PER L'OSPITALITA.
    non+autenticato
  • Direi che c'è una precisazione da fare:

    1) Alcuni programmi nascono con lo scopo di essere popolari ed "indispensabili" (se mi passate il termine) a tutti come ad esempio i sistemi operativi. in questo caso sono dell'opinione che chiunque ne disponga debba acquistarlo regolarmente.

    2) Altri programmi nascono per rivolgersi ad una utenza professionale (celebri programmi come Photoshop o centinaia di altri).. ed a questo punto penso che qualunque PROFESSIONISTA che ne dispone debba acquistarlo regolarmente.
    Ora penso: se tutti i "ragazzini" che sul computer di casa hanno installato giga e giga di software professionale, che magari non ha neanche mai usato, ma lo ha installato per curiosità e per fare magari un minimo di pratica, anche nell'ottica di prendere una direzione professionale futura dovessero pagare tutto questo software nessuno si avvicinerebbe mai e poi mai a questo mondo! solo pochi privilegiati potrebbero permettersi di frequentare scuole specializzate (con grosso dispendio di tempo e denaro) per poi magari rendersi conto che non vogliono fare del computer un lavoro..
    Le stesse software house perderebbero potenziali clienti-professionisti-paganti(abituati ad usare il loro software per scopi personali-didattici).

    Secondo me la vera grossa perdita di incassi per le software house è l'evasione delle aziende che usano software illegali!

    Per quanto riguarda giochi ed mp3.... la musica ne danno abbastanza alla radio (ed i cd finchè costeranno un occhio non li comprerò ne originali nè tantomeno tarocchi)

    i giochi sono prodotti mirati ad un pubblico domestico.. quindi, per il discorso fatto sopra, non c'è scusa che tenga: vanno pagati TUTTI.
    non+autenticato
  • La polizia può provarci ma tanto non lo fermerà mai.........
    non+autenticato
  • Sarò scemo, ma il software che mi interessa veramente lo compro.
    Se non me lo posso permettere faccio senza o cerco un'alternativa (e a volte con belle sorprese) nello shareware (e lo pago) o nell'open source.
    Usare software piratati è un furto.
    Scaricarsi vagonate di MP3 gratis è un altro furto.

    Non è importante che i grandi produttori di software siano rapaci e scorretti commercialmente: non è questo il modo di combatterli.

    Ma voi che copiate (ah, copiate anche programmi di piccole società, che poi falliscono anche grazie a voi) lo sapete benissimo che è un furto e credete di giustificarvi con pseudo motivazioni sociologiche.

    Ma smettela di dire balle e usate l'open source se non volete pagare!!!


    Chi copia è un ladro


    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 27 discussioni)