Apple/ L'infanzia del Mactel

di D. Galimberti ? Apple ha appena concluso, a tempo di record, la transizione dei Mac verso l'architettura x86 di Intel. Ne ripercorriamo qui le tappe salienti con uno sguardo al futuro

Roma - Durante la Worldwide Developer Conference (WWDC) del giugno 2005, Steve Jobs, CEO di Apple, annunciò al mondo la storica scelta di abbandonare i processori PowerPC di IBM e passare ad architetture Intel.

Oggi, a poco più di un anno di distanza, la transizione ai chip di Intel è già terminata: il primo Mactel è stato presentato a gennaio e, dopo soli sette mesi (con un anno di anticipo rispetto a quanto pronosticato), tutta la linea di computer Apple è equipaggiata con processori Intel. Vale la pena di soffermarsi ad analizzare cos'è successo in questo periodo.

Partiamo dall'annuncio e dalle motivazioni che hanno portato Apple a questa drastica decisione, facendo qualche passo nel passato. L'obsolescenza del processore G4 e i suoi limiti di sviluppo si fecero sentire quasi subito, e stavano diventando insostenibili quando, nell'estate del 2003, Jobs fece la sua comparsa sul palco della WWDC per annunciare il G5, un processore a 64 bit derivato dal processore Power4 di IBM che apriva nuovi orizzonti ai futuri Mac.
I PPC-G5 vennero da subito adottati sui PowerMac (la cui architettura fu completamente riprogettata) nelle versioni fino a 2 GHz, e Jobs promise per l'anno successivo il superamento dei 3 GHz e l'introduzione di una versione a basso consumo energetico per i portatili. I problemi di sviluppo dei G5 si fecero però sentire già dagli inizi, con difficoltà nel processo produttivo e conseguenti ritardi sulle consegne delle macchine Apple. A due anni di distanza, sebbene fosse stata introdotta una versione dual-core, i 3 GHz erano ancora lontani e la più volte annunciata versione per portatili era ancora un mito.

A quel punto non si poteva più aspettare, e Jobs tirò fuori da una stanza segreta di Cupertino una versione di Mac OS X già compilata per i processori x86, versione di cui più volte si era sentito fantasticare in passato. Per agevolare il lavoro degli sviluppatori venne rilasciata da subito una nuova versione di Xcode in grado di compilare software in Universal Binary (ovvero eseguibili in grado di girare nativamente sia su architettura PPC che su Intel).

Per chi non aveva sviluppato il proprio software con Xcode, il lavoro diventava più gravoso, ma per venire incontro agli utenti nel periodo di transizione, nella versione x86 di Mac OS X venne introdotta Rosetta, un traduttore dinamico di codice in grado di eseguire il software per PPC su processori Intel (anche se più lentamente e con alcune limitazioni). Fu messo subito in chiaro che Apple avrebbe fatto di tutto per impedire l'installazione di Mac OS X su hardware che non fosse un Macintosh, mentre non ci sarebbe stato alcun impedimento - ma, come precisarono i dirigenti di Apple, neanche nessuna facilitazione - all'installazione di Windows sui nuovi Mactel.

Gli utenti si divisero subito tra favorevoli e contrari, ma quasi tutti erano concordi sul fatto che la scelta era quasi inevitabile. Gli argomenti di discussione non mancavano: perché Intel e non AMD? Perché un unico fornitore di processori? Quali sarebbero state le prime macchine a cambiare architettura? Le nuove macchine sarebbero state realmente migliori? Quale sarebbe stato il futuro di Mac OS X?

La scelta di Intel piuttosto che AMD è stata fatta valutando la roadmap di sviluppo dei processori per gli anni a venire, con un occhio di riguardo sulle tecnologie legate ai portatili. La scelta di un unico fornitore probabilmente risiede nel modo in cui Apple interagisce con i propri collaboratori. Apple è abituata a collaborare attivamente con chi sviluppa i processori delle proprie macchine, tanto che il PPC era sviluppato in una sorta di consorzio a tre che comprendeva Apple, IBM e Freescale (ex branca di Motorola), consorzio dal quale dovremmo escludere Freescale se parliamo di G5, processore esclusivo di IBM.

Il cambio di architettura non ha modificato le abitudini di Apple, che dialoga attivamente con Intel proponendo idee e soluzioni per i nuovi processori, ma probabilmente sarebbe impensabile pensare di collaborare in questo modo e nello stesso momento con due acerrimi concorrenti. Inoltre, scegliendo un unico fornitore si possono acquistare volumi maggiori, ottenendo dei prezzi migliori e avendo una maggiore importanza come clienti (allo stato attuale delle cose pare che Apple riesca ad ottenere da Intel un trattamento persino migliore di quello di un colosso dei PC come Dell). Sebbene questo punto di vista non sia condiviso da tutti, sotto questo aspetto la scelta di Apple di rivolgersi ad un unico fornitore sembra più che sensata; inoltre la scelta dell'attuale fornitore unico non pregiudica eventuali ripensamenti futuri, con cambiamenti che sarebbero pressoché trasparenti finché si resta nel campo dell'architettura x86.

Nel frattempo Apple spedì agli sviluppatori interessati il primo developer kit basato su architettura Intel, in modo tale che il software per le nuove macchine fosse pronto il prima possibile. Con una versione x86 di Mac OS X in circolazione (seppur in versione preliminare) cominciarono i tentativi di crack mirati ad utilizzare il sistema operativo della Mela su hardware generico, e di pari passo cominciarono le contromisure di Apple volte ad evitare questa cosa. Forse Apple darà un giro di vite alla questione nel momento in cui uscirà Leopard, prima release di Mac OS X ufficialmente pensata anche per macchine x86.

Mentre lo sviluppo di applicazioni Universal Binary muoveva i suoi primi passi, l'annuncio del cambio di architettura creò da subito un effetto di attesa, ovvero un rallentamento delle vendite di alcune fasce di prodotto che forse Apple aveva sottovalutato, ma che affrontò a viso aperto. I prodotti colpiti dal calo di vendite erano ovviamente i migliori candidati ad inaugurare la transizione (in particolare tutte le macchine con processore G4), ma nessuno notò che il nuovo iMac-G5 presentato in autunno (quello con telecamera integrata) presentava un'inattesa rivisitazione della disposizione interna dei componenti, rivisitazione che solo qualche mese più tardi rivelò la sua vera natura preparatoria verso l'imminente transizione. Nello stesso periodo venne rilasciato anche un aggiornamento della linea PowerBook, e l'assenza di novità sostanziali dal punto di vista del processore (in molti si aspettavano l'adozione di un G4 dual core) lasciava presagire che l'arrivo dei primi Mactel poteva essere più vicino di quanto pronosticato inizialmente.

Il Macworld Expo di inizio 2006 ha segnato il momento di svolta per Apple: con mesi di anticipo rispetto a quanto annunciato nel giugno dell'anno precedente, Apple lanciò sul mercato le sue prime macchine con processore Intel, nella fattispecie un Core Duo.

Se l'introduzione del nuovo processore nei portatili professionali poteva essere una mossa prevedibile, l'iMac-Intel giunse un po' inatteso. In ogni caso, consapevole del fatto che il software Universal Binary scarseggiava ancora (e anche per smaltire le scorte a magazzino), Apple lasciò l'iMac-G5 a listino per un altro mese, e il vecchio PowerBook fino ad aprile.
TAG: apple
242 Commenti alla Notizia Apple/ L'infanzia del Mactel
Ordina
  • qualcuno conosce qualche forum e/o NG dedicato a xcode.

    grazie

  • - Scritto da: pippo75
    > qualcuno conosce qualche forum e/o NG dedicato a
    > xcode.
    >
    > grazie

    puoi cominciare da qui
    http://discussions.apple.com/forum.jspa?forumID=72...

    oppure qui:
    http://developer.apple.com/macosx/
    non+autenticato

  • - Scritto da: pippo75
    > qualcuno conosce qualche forum e/o NG dedicato a
    > xcode.

    Anche io ho cercato qualcosa di buono in Italiano, ma l'unica risorsa è la ML della apple con il suo sito. Se vuoi consultarla senza iscriverti:

    http://www.cocoabuilder.com
  • Grosse novità in pentola...
    http://macdailynews.com/index.php/weblog/comments/.../

    si vocifera di un prodotto da attaccare alla TV con funzioni di streaming video dal Mac... di un iMac HDTV da 23" e dei nuovi iPod!

    ne vedremo delle belle, ciao ciao Zune...

    Ficoso

    non+autenticato
  • Io compro i Mac e mi ci trovo bene, ma non ho niente da dire alle altre persone. A chi mi ha chiesto consiglio ho sempre detto di prendere un Mac, ma molto dipende da cosa si vuole fare. Il MacOsX è un bell'OS, le macchine sono anche buone, l'ambiente di sviluppo è anche molto gradevole e particolarmente performante.

    Se poi la gente compra windows è una scelta, chi sono io per obbiettare?
    non+autenticato

  • > Se poi la gente compra windows è una scelta, chi
    > sono io per
    > obbiettare?

    Eh, ma se fossero tutti come te chi avrebbe da ridire?
    Mi sembra invece che sia la stessa Apple a fare gli attacchi "da macaco" usando spot divertenti e in stile pixar, ma assolutamente scorretti ed esagerati nei confronti di chi usa un pc. E poi anche il mac ha le sue personalissime magagne, quindi si potrebbe obiettare che è pure pubblicità ingannevole.
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > Mi sembra invece che sia la stessa Apple a fare
    > gli attacchi "da macaco" usando spot divertenti e
    > in stile pixar, ma assolutamente scorretti ed
    > esagerati nei confronti di chi usa un pc.

    In effetti hai ragione, ma la Apple è una multinazionale e sa dove può esagerare o meno. Pensa che qualche anno fa prendeva per il culo i spot della Intel e ora monta degli intel. Non ha molto senso farci delle guerre di religione mentre chi guadagna è sia Steve che Bill.

    Personalmente: mi trovo meglio con il Mac. Tutto li. Gli spot li trovo divertenti, ma in effetti esagerati, non saprei dire però se veramente potrebbero essere esposti a denunce. In fin dei conti è sempre stata la politica Apple di fare spot "confronto".
    non+autenticato

  • > Personalmente: mi trovo meglio con il Mac. Tutto
    > li. Gli spot li trovo divertenti, ma in effetti
    > esagerati, non saprei dire però se veramente
    > potrebbero essere esposti a denunce. In fin dei
    > conti è sempre stata la politica Apple di fare
    > spot
    > "confronto".

    Però così facendo è la Apple che fa partire la miccia per delle guerre di religione.
    Se qualcuno facesse spot sugli utenti Apple dipinti come il tontolotto della nuova campagna pubblicitaria ... beh, girerebbero le palle pure a te.
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > Se qualcuno facesse spot sugli utenti Apple
    > dipinti come il tontolotto della nuova campagna
    > pubblicitaria ... beh, girerebbero le palle pure
    > a
    > te.
    Sarebbe davvero interessante se qualcuno lo facesse. Ma come mai non ci sono spot del genere?
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > Però così facendo è la Apple che fa partire la
    > miccia per delle guerre di
    > religione.
    > Se qualcuno facesse spot sugli utenti Apple
    > dipinti come il tontolotto della nuova campagna
    > pubblicitaria ... beh, girerebbero le palle pure
    > a
    > te.

    Sei tu che lo giudichi tontolotto... per me sono sono semplicemente due individui "diversi" con esisgenze diverse e caratteristiche diverse.

    Inoltre ti faccio notare che quelli nella campagna _non_sono_gli_utenti_, ma rappresentano "i computers"... figurati se negli USA potrebbero fare una campagna denigratoria verso qualcuno

    non+autenticato


  • > Inoltre ti faccio notare che quelli nella
    > campagna _non_sono_gli_utenti_, ma rappresentano
    > "i computers"... figurati se negli USA potrebbero
    > fare una campagna denigratoria verso
    > qualcuno

    Io sono un PC e io sono un Mac. Inizia così. Molto generico..
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    >
    > > Inoltre ti faccio notare che quelli nella
    > > campagna _non_sono_gli_utenti_, ma rappresentano
    > > "i computers"... figurati se negli USA
    > potrebbero
    > > fare una campagna denigratoria verso
    > > qualcuno
    >
    > Io sono un PC e io sono un Mac. Inizia così.
    > Molto
    > generico..

    appunto: io sono "un PC", NON "un utente PC"... e io sono "un Mac", NON "un utente Mac"...

    altrimenti che senso avrebbe farli uscire dallo scatolone? (tanto per citarne una) oppure il fatto che il PC prenda un virus e crashi, o il collegamento in rete, ecc...
    non+autenticato
  • Mettetela come volete. Io continuo a vedere un pirlotto (pc) che si fa prendere per il chiulo da un ragazzetto gonfiato (mac) che fa pure finta di essergli amico per prenderlo meglio per i fondelli.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Mettetela come volete. Io continuo a vedere un
    > pirlotto (pc) che si fa prendere per il chiulo da
    > un ragazzetto gonfiato (mac) che fa pure finta di
    > essergli amico per prenderlo meglio per i
    > fondelli.

    C'è anche della sottile ironia, ma è simpatica. Il late show di ieri sera ha preso per il culo i spot apple sulla chiave delle batterie che esplodono. Geniale

    http://www.melablog.it/post/2284/late-show-e-le-ba...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Mettetela come volete. Io continuo a vedere un
    > pirlotto (pc) che si fa prendere per il chiulo da
    > un ragazzetto gonfiato (mac) che fa pure finta di
    > essergli amico per prenderlo meglio per i
    > fondelli.

    non è che la mettiamo come vogliamo... è così... se tu non la capisci evidentemente hai la coda di paglia, oppure quando a scuola hanno distribuito l'ironia, eri a casa con il morbillo
    non+autenticato
  • Adesso Basta.

    Zio troll, avete smaronato non poco !

    Ogni sistema operativo ha i suoi pregi e i suoi difetti.
    Chi ci lavora lo sa, tant'è vero che spesso si trova a doverne usare più di uno insieme.
    Cmq Le guerre di religione non servono ad un cazzo, solo a generare confusione e trollate.

    I nuovi Mac hanno avuto un sacco di magagne, soprattutto le prime serie prodotte (che sono anche state sostituite). Ma sono macchine eccellenti sia per prestazioni, che per il software che utilizzano che è in assoluto il sistema più user-friendly e stabile al momento in circolazione.
    Macosx è pensato per funzionare sui seguenti computer
    Macmini
    Macpro
    iMac
    macbook
    macbook pro
    xserve

    Ossia, meno di 10 tipologie di computer ergo è GIUSTO che tendenzialmente abbia meno di problemi di altri sistemi operativi.
    Apple in fondo produce hardware e software

    Microsoft fa software:
    Windows è un sistema operativo, pensato per andare almeno su qualche decina di migliaia di varianti di computer. E' il sistema operativo più utilizzato nel mondo e questo ha i suoi pregi e i suoi difetti.
    Pregi:
    tante applicazioni
    compatibilità al 99,9 con i prodotti sul mercato
    Difetti:
    il modello del sistema operativo (ad oggi, senza considerare Vista che non è ancora definitavamente pronto) è obsoleto, si basa su una continua affinatura di codice ma senza un cambio (ormai obbligato) di concezione di sistema.Questa obsolescenza intrinseca è causa di attacchi continui da parte di virus e amici che trovano spesso e volentieri la maniera migliore per creare danno.

    Linux:
    Linux è un'ottima alternativa, ma soffre di gravi problemi, primo fra tutti la confusione.
    Inoltre altro grave problema è lo skill dell'utente. Se è un esperto non potrà che trovarsi bene, se invece è un utente medio farà fatica su parecchie cose. Dovrà decidere un editor di testi tra i 5 proposti, dovrà decidere su KDE e GNOME, se ubuntu kubuntu xubntu o ebuntu.. cioè voglio dire .. ok libertà di scelta ma senza disorientare.
    Cmq resta un'alternativa valida per il desktop.

    Bsd, varianti di *nix, Solaris 10 (provatelo), openVMS ognuno fa il suo dovere nel suo ambito, perchè è così difficile capirlo ?

    Apple ha sempre avuto coraggio nei suoi cambiamenti che comunque han sempre condizionato la storia dell'informatica. Certo, forse dalla sua parte ha meno utenti di windows, o meno skillati di utenti Linux (non sempre) ma certo è che è un sistema operativo che ha cambiato ben 3 architetture nel giro di 25 anni, che ha re-inventato uno unix veramente user-friedly e che ha dato una spinta nel mondo multimediale quando i pc usavano l'interfaccia a caratteri.

    Sveglia i computer sono solo computer !

    Fan AppleFan LinuxFan Windows





    non+autenticato
  • Finalmente un post serio.

    Unico appunto: linux non è pronto per il desktop proprio per questa sua confusione interna.
    Sono quasi 8 anni che linux viene sbandierato come pronto per il desktop ed oggi come allora se si cercano hardware o periferiche compatibili con linux (driver ufficiali pls) bisogna sudare 7 camicie + altre 7 per trovare in mezzo al mucchietto dei superstiti qualcosa che non sia limitato solo ad una manciata di distro.
    8 anni fa come ora gli unici hardware che girano sempre con linux, sicuro, sono le schede di rete.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Finalmente un post serio.
    >
    > Unico appunto: linux non è pronto per il desktop
    > proprio per questa sua confusione
    > interna.
    > Sono quasi 8 anni che linux viene sbandierato
    > come pronto per il desktop ed oggi come allora se
    > si cercano hardware o periferiche compatibili con
    > linux (driver ufficiali pls) bisogna sudare 7
    > camicie + altre 7 per trovare in mezzo al
    > mucchietto dei superstiti qualcosa che non sia
    > limitato solo ad una manciata di
    > distro.
    > 8 anni fa come ora gli unici hardware che girano
    > sempre con linux, sicuro, sono le schede di
    > rete.

    Perchè appunto le schede di rete serve che siano funzionanti ai settori dove si usa Linux per far soldi spendendo zero di licenze, cioè multinazionali, servizi di web hosting, server in genere. Per il resto non c'è mercato quindi se ne fregano i produttori di assicurarsi che Linux possa funzionare.

    E poi con l'antiquata architettura monolotica che ha installare i driver è cervellotico, ancora oggi su migliaia di programmatori nessuno è riuscito a semplificare all'utente dell' OS l'installazione di driver e programmi e di fare un sistema comune a tutte le distro.
    non+autenticato
  • Per chi ieri sosteneva che la Apple non ha introdotto il Trusted Computing nei suoi PC:

    http://www.macworld.it/showPage.php?template=notiz...

    http://www.no1984.org/Mondo_Apple

    Apple come Microsoft...

    Fan LinuxFan LinuxFan LinuxFan Linux
    non+autenticato
  • Per chi continua a rompere i m@r0n1 su questo argomento, forse dovrebbe imparare cos'è il Trusted Computer, e capire che un chip fritz utilizzato per verificare l'installazione di MacOSX su hardware Apple, _non_ è TC, e non limita alcuna libertà.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Per chi continua a rompere i m@r0n1 su questo
    > argomento, forse dovrebbe imparare cos'è il
    > Trusted Computer, e capire che un chip fritz
    > utilizzato per verificare l'installazione di
    > MacOSX su hardware Apple, _non_ è TC, e non
    > limita alcuna
    > libertà.

    Eccoli, e cominciano i post per difendere la mela.... fate proprio ridere A bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato

  • > Eccoli, e cominciano i post per difendere la
    > mela.... fate proprio ridere A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    >A bocca aperta

    e che ridi?
    tu sei già immerso nel TC...
    e siete così ansiosi di vedere vista...

    vedrai che belle risate, tra un po'....
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > > Eccoli, e cominciano i post per difendere la
    > > mela.... fate proprio ridere A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    > >A bocca aperta
    >
    > e che ridi?
    > tu sei già immerso nel TC...
    > e siete così ansiosi di vedere vista...
    >
    > vedrai che belle risate, tra un po'....

    Sai che minchia me ne frega a me di Vista... Fan LinuxFan Linux
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Per chi continua a rompere i m@r0n1 su questo
    > > argomento, forse dovrebbe imparare cos'è il
    > > Trusted Computer, e capire che un chip fritz
    > > utilizzato per verificare l'installazione di
    > > MacOSX su hardware Apple, _non_ è TC, e non
    > > limita alcuna
    > > libertà.
    >
    > Eccoli, e cominciano i post per difendere la
    > mela.... fate proprio ridere

    Se non sai cos'è il TC (e quello che fa Apple non è TC) dovresti solo piangere... altro che ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > Per chi continua a rompere i m@r0n1 su questo
    > > > argomento, forse dovrebbe imparare cos'è il
    > > > Trusted Computer, e capire che un chip fritz
    > > > utilizzato per verificare l'installazione di
    > > > MacOSX su hardware Apple, _non_ è TC, e non
    > > > limita alcuna
    > > > libertà.
    > >
    > > Eccoli, e cominciano i post per difendere la
    > > mela.... fate proprio ridere
    >
    > Se non sai cos'è il TC (e quello che fa Apple non
    > è TC) dovresti solo piangere... altro che
    > ridere

    Come no... e lo sai tu cosa è il TC, e si vede, eccome se si vede... A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > > Se non sai cos'è il TC (e quello che fa Apple
    > non
    > > è TC) dovresti solo piangere... altro che
    > > ridere
    >
    > Come no... e lo sai tu cosa è il TC, e si vede,
    > eccome se si vede... A bocca apertaA bocca aperta
    >A bocca aperta

    certo che lo so... tu non lo sai...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    >
    > > > Se non sai cos'è il TC (e quello che fa Apple
    > > non
    > > > è TC) dovresti solo piangere... altro che
    > > > ridere
    > >
    > > Come no... e lo sai tu cosa è il TC, e si vede,
    > > eccome se si vede... A bocca apertaA bocca aperta
    > >A bocca aperta
    >
    > certo che lo so... tu non lo sai...

    L'essenziale è che ci credi!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Per chi continua a rompere i m@r0n1 su questo
    > argomento, forse dovrebbe imparare cos'è il
    > Trusted Computer, e capire che un chip fritz
    > utilizzato per verificare l'installazione di
    > MacOSX su hardware Apple, _non_ è TC, e non
    > limita alcuna
    > libertà.

    Dagli tempo...
    non+autenticato
  • Il TC non esiste!
    Mai esisterà!
    Ma gli ignoranti abboccano ancora!
    TRISTEZZA
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)