Falla zero-day in Word 2000, allarme trojan

Un nuovo cavallo di Troia prende a bersaglio una vulnerabilitÓ non patchata di Word 2000 per diffondere sui PC altri malware e prenderne il controllo da remoto

Roma - In Word 2000 è stata scoperta una vulnerabilità di sicurezza ancora senza patch e, cosa ben peggiore, già sfruttata dai cracker per diffondere altri malware.

Il primo cavallo di Troia a sfruttare il bug zero-day di Word 2000 è Mdropper.Q, capace di installare sui PC compromessi un altro malware noto come Backdoor.Femo: quest'ultimo può essere utilizzato da un cracker per prendere il pieno controllo di un sistema da remoto.

A mitigare la pericolosità di questa minaccia interviene il fatto che la vulnerabilità non si presta ad essere sfruttata da codici in grado di diffondersi autonomamente, come i worm: perché un utente si infetti è infatti necessario che apra un documento maligno utilizzando Word 2000.
Se è vero che Word 2000 è stato rilasciato 7 anni or sono, alcuni analisti stimano che la versione di Office a cui appartiene venga ancora utilizzata da un non trascurabile numero di utenti, specie sui PC in cui gira Windows 9x. Tra l'altro, Secunia non ha escluso la possibilità che la falla possa interessare anche altre versioni di Office.

Sia FrSIRT che Secunia hanno classificato la vulnerabilità con il massimo grado di pericolosità.
56 Commenti alla Notizia Falla zero-day in Word 2000, allarme trojan
Ordina
  • Ma ditemi una cosa, da quello si legge continuamente la situazione informatica mondiale dovrebbe essere la seguente:
    1 - Migliaia se non milioni di persone lavorano alla creazione, gestione ed aggiornamento di sistemi operativi (Windows, MacOS, Linux, ecc.);
    2 - Migliaia di programmatori lavorono nelle software house che creano antivirus, antispyware, anti tutto per proteggere e rendere sicure le nostre navigazioni e il nostro lavoro quotidiano sul pc;
    3 - Se si sfoglia un qualsiasi elenco di virus presenti nei vari programmi si prende paura da quanti ne sono stati creati.
    3 - Migliaia di persone indagano su crimini informatici e sono alla ricerca di pericolosissimi programmatori che creano virus.

    Domanda:sono mai stati processati ed incarcerati centinaia, anzi, decine di cracker accustai di creare virus?
    Si è mai individuato un centro di elaborazione virus informatici capace di produrre tutto quello che gira per la rete?
    Vi pare che semplici ragazzini (perchè queste persone hanno beccato) siano in grado di generare software che sfruttano vulnerabilità non riscontrate in fase di programmazione?

    Visto che si dice in giro che "sono le software house a creare i virus per campare" vorrei cercare di capire se ci sono i fondamenti per pensarlo.

    Grazie
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Ma ditemi una cosa, da quello si legge
    > continuamente la situazione informatica
    > mondiale dovrebbe essere la seguente:
    > 1 - Migliaia se non milioni di persone
    > lavorano alla creazione, gestione ed
    > aggiornamento di sistemi operativi (Windows,
    > MacOS, Linux, ecc.);

    Sai com'e' siamo svariati miliardi.

    > 2 - Migliaia di programmatori lavorono nelle
    > software house che creano antivirus,
    > antispyware, anti tutto per proteggere e
    > rendere sicure le nostre navigazioni e il
    > nostro lavoro quotidiano sul pc;

    Sai com'e' siamo svariati miliardi.

    > 3 - Se si sfoglia un qualsiasi elenco di virus
    > presenti nei vari programmi si prende paura da
    > quanti ne sono stati creati.

    Se conti anche le varianti poi...

    > 3 - Migliaia di persone indagano su crimini
    > informatici e sono alla ricerca di
    > pericolosissimi programmatori che creano
    > virus.

    Sai com'e' siamo svariati miliardi.

    > Domanda:sono mai stati processati ed
    > incarcerati centinaia, anzi, decine di
    > cracker accustai di creare virus?

    Si ne hanno beccati parecchi, cerca articoli anche su PI; certo e' piuttosto difficile trovare l'origine e quindi l'autore di un virus.

    > Si è mai individuato un centro di elaborazione
    > virus informatici capace di produrre tutto
    > quello che gira per la rete?

    In che senso ? Per produrre tutto quello che gira per la rete basta un compilatore qualsiasi.

    > Vi pare che semplici ragazzini (perchè queste
    > persone hanno beccato) siano in grado di
    > generare software che sfruttano vulnerabilità
    > non riscontrate in fase di programmazione?

    Si, tranquillamente.

    > Visto che si dice in giro che "sono le
    > software house a creare i virus per campare"
    > vorrei cercare di capire se ci sono i
    > fondamenti per pensarlo.

    Sai com'e' siamo svariati miliardi, probabilmente qualcuno l'ha fatto.
    non+autenticato
  • che risposta idiota
    non+autenticato
  • Sei stato talmente arrogante nella risposta che non ti meriteresti nemmeno di lavare i piatti per un mensa di senza tetto.

    Ricompilati la testa prima di scrivere qualcos'altro!
    non+autenticato
  • Il fatto è che rompere è più facile che costruire... la maggior parte degli scassinatori, non ha le capacità o i mezzi di costruire serrature.


    - Scritto da:
    > Ma ditemi una cosa, da quello si legge
    > continuamente la situazione informatica mondiale
    > dovrebbe essere la
    > seguente:
    > 1 - Migliaia se non milioni di persone lavorano
    > alla creazione, gestione ed aggiornamento di
    > sistemi operativi (Windows, MacOS, Linux,
    > ecc.);
    > 2 - Migliaia di programmatori lavorono nelle
    > software house che creano antivirus, antispyware,
    > anti tutto per proteggere e rendere sicure le
    > nostre navigazioni e il nostro lavoro quotidiano
    > sul
    > pc;
    > 3 - Se si sfoglia un qualsiasi elenco di virus
    > presenti nei vari programmi si prende paura da
    > quanti ne sono stati
    > creati.
    > 3 - Migliaia di persone indagano su crimini
    > informatici e sono alla ricerca di
    > pericolosissimi programmatori che creano
    > virus.
    >
    > Domanda:sono mai stati processati ed incarcerati
    > centinaia, anzi, decine di cracker accustai di
    > creare
    > virus?
    > Si è mai individuato un centro di elaborazione
    > virus informatici capace di produrre tutto quello
    > che gira per la
    > rete?
    > Vi pare che semplici ragazzini (perchè queste
    > persone hanno beccato) siano in grado di generare
    > software che sfruttano vulnerabilità non
    > riscontrate in fase di
    > programmazione?
    >
    > Visto che si dice in giro che "sono le software
    > house a creare i virus per campare" vorrei
    > cercare di capire se ci sono i fondamenti per
    > pensarlo.
    >
    > Grazie
    non+autenticato
  • Usare OpenOffice al posto dell'amenità microzozz?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Usare OpenOffice al posto dell'amenità microzozz?

    usare la testa e non aprire documenti infetti?
    non+autenticato
  • se la falla è nel software del prodotto può anche non essere necessario aprire documenti infetti Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > - Scritto da:
    > > Usare OpenOffice al posto dell'amenità
    > microzozz?

    > usare la testa e non aprire documenti infetti?

    Ah certo se l' antivirus dice che e' infetto e non puo' ripararlo e uno lo apre lostesso e' fessoabbestia ma se l' antivirus lo cicca come si fa' a riconoscere un doc sano da uno infetto?

  • - Scritto da:
    > Usare OpenOffice al posto dell'amenità microzozz?

    se tutti usassero OpenOffice la situazione si ribalterebbe, cioè ci sarebbe virus e trojan anche li.
    non+autenticato
  • ..quindi ora basta usare un prodotto per far si che diventi vulnerabile? ..cioè spiegamela.. hai dei fondamenti per sostenere questa tua ipotesi?
    non+autenticato
  • anche open office ha le sue rogne, meno pubblicizzate ma ci sono, basta un giretto in rete per farsi un'idea.
    Certo è che trattandosi di sw gratis contro sw strapagato..
    non+autenticato
  • Non dimenticare che è anche open e quindi come dici tu se tutti lo usassero acquisirebbe sempre maggior importanza e la comunità di sviluppo ci metterebbe ancora più attenzione oltre che ampliarsi. Di conseguenza le falle sarebbero molto minori in quanto, essendo open source e avendo quindi i codici di facile accesso, sarebbe molto più semplice sia scovarle che correggerle.. Il vero motivo vincente è proprio la grande comunità di sviluppo resa possibile dall'open source..
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Non dimenticare che è anche open e quindi come
    > dici tu se tutti lo usassero acquisirebbe sempre
    > maggior importanza e la comunità di sviluppo ci
    > metterebbe ancora più attenzione oltre che
    > ampliarsi. Di conseguenza le falle sarebbero
    > molto minori in quanto, essendo open source e
    > avendo quindi i codici di facile accesso, sarebbe
    > molto più semplice sia scovarle che correggerle..
    > Il vero motivo vincente è proprio la grande
    > comunità di sviluppo resa possibile dall'open
    > source..

    Eggia' si e' visto con fireshit infatti, escono 20 falle al giorno.
    non+autenticato
  • beh, sempre meglio delle 40 all'ora di ie
    non+autenticato
  • Un browser è un componente assai delicato.. E poi Firefox è mantenuto da Mozilla e credo abbia una comunità di sviluppo più "di nicchia".
    In ogni caso è molto migliore di IE sia nella sicurezza che nel rispetto degli standard.
    non+autenticato
  • Quindi la notizia è pompata inutilmente, perchè la falla è inesistente nelle nuove versioni. Sarebbe come voler rendere pubblica la notizia di una falla presente in una vecchia versione di un prodotto open sourcio, non più presente nell'ultima versione.
    E' chiaro che chi utilizza le vecchie versioni di Office avrà meno protezioni e meno sicurezza, è sempre stato così in ogni software
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Quindi la notizia è pompata inutilmente, perchè
    > la falla è inesistente nelle nuove versioni.
    > Sarebbe come voler rendere pubblica la notizia di
    > una falla presente in una vecchia versione di un
    > prodotto open sourcio, non più presente
    > nell'ultima
    > versione.
    > E' chiaro che chi utilizza le vecchie versioni di
    > Office avrà meno protezioni e meno sicurezza, è
    > sempre stato così in ogni
    > software

    Questo sarebbe corretto qualora il vecchio prodotto opensourcio non fosse più utilizzato da nessuno, ma nel caso di Word 2000 è ancora utilizzato eccome. Pensa che in giro si trova tranquillamente ancora Word 97.

    Quindi il tuo discorso non regge. La notizia ha ragione di esistere di essere pompata, anche perché una volta che la falla viene usata per infettare una macchina nulla vieta all'aggressore, una volta avuto accesso, ad esempio alla LAN, di usare la macchina per attaccarne altre tramite altre vulnerabilità di altri applicativi o dello stesso Windows (e sappiamo benissimo tutti che ce ne sono anche di gravi non ancora patchate, perché MS se la prende comoda).
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Questo sarebbe corretto qualora il vecchio
    > prodotto opensourcio non fosse più utilizzato da
    > nessuno, ma nel caso di Word 2000 è ancora
    > utilizzato eccome.

    Assolutamente sbagliato il tuo ragionamento. Il software ha un suo ciclo di vita. Microsoft ha rimpiazzato Word 2000 da un bel po' di anni, prima con Word 2002 e poi con Word 2003.
    Se tu usi un software vecchio lo fai a tuo rischio e pericolo.
    non+autenticato
  • > Assolutamente sbagliato il tuo ragionamento. Il
    > software ha un suo ciclo di vita. Microsoft ha
    > rimpiazzato Word 2000 da un bel po' di anni,
    > prima con Word 2002 e poi con Word
    > 2003.

    Il tuo ragionamento è sbagliato, non il suo. Il ciclo di vita non c'entra niente.
    Quello che è incredibile è che si trovino ancora bug così gravi a distanza di 7 anni nonostante diversi service pack e milioni di utenti-tester: questo significa che il codice originario era pieno ma pieno di errori. E questo in un software pagato a peso d'oro.

    > Se tu usi un software vecchio lo fai a tuo
    > rischio e
    > pericolo.

    Anche questo ragionamento è sbagliato. Software vecchio significa meno funzioni ma il numero di errori dipende dalla bravura e dall'impegno dei programmatori non dall'età del programma. Anzi un software vecchio è anche più collaudato (e quindi a pari qualità del codice originario è meno bacato)
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Quello che è incredibile è che si trovino ancora
    > bug così gravi a distanza di 7 anni nonostante
    > diversi service pack e milioni di utenti-tester:
    > questo significa che il codice originario era
    > pieno ma pieno di errori. E questo in un software
    > pagato a peso
    > d'oro.

    Ma ci sei o ci fai? Il bug non c'è nelle versioni successive al 2000.
    non+autenticato
  • > > Quello che è incredibile è che si trovino ancora
    > > bug così gravi a distanza di 7 anni nonostante
    > > diversi service pack e milioni di utenti-tester:
    > > questo significa che il codice originario era
    > > pieno ma pieno di errori. E questo in un
    > software
    > > pagato a peso
    > > d'oro.
    >
    > Ma ci sei o ci fai? Il bug non c'è nelle versioni
    > successive al
    > 2000.

    Ma che c'entra? Ma ci sei o ci fai?
    E' vero che il bug non c'è nelle versioni successive di word 2000 ma nessuno ha detto il contrario. In quel post si diceva che in word 2000 (e non si parlava delle altre versioni!) si trovano ancora bug gravi dopo 7 anni!(chissà quindi quanti ce n'erano all'inizio) Se nelle versioni successive non c'è si vede che per pura fortuna hanno riscritto la parte di codice difettosa ma per altri motivi, non perchè si erano accorti del bug, altrimenti avrebbero rilasciato una patch in uno dei innumerevoli service pack.
    non+autenticato

  • > Ma che c'entra? Ma ci sei o ci fai?
    > E' vero che il bug non c'è nelle versioni
    > successive di word 2000 ma nessuno ha detto il
    > contrario. In quel post si diceva che in word
    > 2000 (e non si parlava delle altre versioni!) si
    > trovano ancora bug gravi dopo 7 anni!(chissà
    > quindi quanti ce n'erano all'inizio) Se nelle
    > versioni successive non c'è si vede che per pura
    > fortuna hanno riscritto la parte di codice
    > difettosa ma per altri motivi, non perchè si
    > erano accorti del bug, altrimenti avrebbero
    > rilasciato una patch in uno dei innumerevoli
    > service
    > pack.

    Dato che office 2000 e' de-supportato i cambiamenti all'architettura fatti per le nuove versioni non vengono portati automaticamente (NESSUNO LO FA).
    Se hanno riscritto il codice per renderlo piu' performante / aggiongere nuove feature e facendo questo hanno corretto il bug sulle vecchie versioni non te lo portano.
    Ora che hanno identificato un problema di sicurezza rilasceranno la patch, dato che office 2000 e' ancora in extended support.
    non+autenticato
  • > > Ma che c'entra? Ma ci sei o ci fai?
    > > E' vero che il bug non c'è nelle versioni
    > > successive di word 2000 ma nessuno ha detto il
    > > contrario. In quel post si diceva che in word
    > > 2000 (e non si parlava delle altre versioni!) si
    > > trovano ancora bug gravi dopo 7 anni!(chissà
    > > quindi quanti ce n'erano all'inizio) Se nelle
    > > versioni successive non c'è si vede che per pura
    > > fortuna hanno riscritto la parte di codice
    > > difettosa ma per altri motivi, non perchè si
    > > erano accorti del bug, altrimenti avrebbero
    > > rilasciato una patch in uno dei innumerevoli
    > > service
    > > pack.
    >
    > Dato che office 2000 e' de-supportato i
    > cambiamenti all'architettura fatti per le nuove
    > versioni non vengono portati automaticamente
    > (NESSUNO LO FA).
    >
    > Se hanno riscritto il codice per renderlo piu'
    > performante / aggiongere nuove feature e facendo
    > questo hanno corretto il bug sulle vecchie
    > versioni non te lo portano.
    >
    > Ora che hanno identificato un problema di
    > sicurezza rilasceranno la patch, dato che office
    > 2000 e' ancora in extended support.

    Guarda che è proprio quello che intendevo dire io ma resta il fatto che word 2000 doveva essere tanto bacato...
    non+autenticato

  • > Il tuo ragionamento è sbagliato, non il suo. Il
    > ciclo di vita non c'entra niente.
    >
    > Quello che è incredibile è che si trovino ancora
    > bug così gravi a distanza di 7 anni nonostante
    > diversi service pack e milioni di utenti-tester:
    > questo significa che il codice originario era
    > pieno ma pieno di errori. E questo in un software
    > pagato a peso
    > d'oro.

    Non dire sciocchezze, chissa' quante falle ci sono in ogni software che usi tutti i giorni che vengono tappate per puro caso nelle riscritture successive. E chissa' quante continueranno a esserci.

    Trovano ancora oggi bug di sicurezza in bind, un software che viene usato da 20 anni.

    > Anche questo ragionamento è sbagliato. Software
    > vecchio significa meno funzioni ma il numero di
    > errori dipende dalla bravura e dall'impegno dei
    > programmatori non dall'età del programma. Anzi un
    > software vecchio è anche più collaudato (e quindi
    > a pari qualità del codice originario è meno
    > bacato)

    Infatti il software vecchio viene aggiornato e corretto con le nuove versioni. Se tu non le adotti sono problemi tuoi.

    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > > Il tuo ragionamento è sbagliato, non il suo. Il
    > > ciclo di vita non c'entra niente.
    > >
    > > Quello che è incredibile è che si trovino ancora
    > > bug così gravi a distanza di 7 anni nonostante
    > > diversi service pack e milioni di utenti-tester:
    > > questo significa che il codice originario era
    > > pieno ma pieno di errori. E questo in un
    > software
    > > pagato a peso
    > > d'oro.
    >
    > Non dire sciocchezze,

    Sei tu che dici sciocchezze. Il ciclo di vita non c'entra: word 2000 era bacatissimo.

    > chissa' quante falle ci
    > sono in ogni software che usi tutti i giorni che
    > vengono tappate per puro caso nelle riscritture
    > successive. E chissa' quante continueranno a
    > esserci.
    > Trovano ancora oggi bug di sicurezza in bind, un
    > software che viene usato da 20 anni.

    E chi ha detto il contrario? Non ho mai detto che word 2000 sia l'unico software bacato, ma se gli altri lo sono non è un buon motivo per cui lo debba essere anche word (considerando quello che costa poi...)

    > > Anche questo ragionamento è sbagliato. Software
    > > vecchio significa meno funzioni ma il numero di
    > > errori dipende dalla bravura e dall'impegno dei
    > > programmatori non dall'età del programma. Anzi
    > un
    > > software vecchio è anche più collaudato (e
    > quindi
    > > a pari qualità del codice originario è meno
    > > bacato)
    >
    > Infatti il software vecchio viene aggiornato e
    > corretto con le nuove versioni.

    Allora non hai capito niente: le nuove versioni non sono aggiornamenti di bug ma sono state fatte per aggiungere nuove funzioni e quindi vendere e infatti sono a pagamento! Gli aggiornamenti sono gratuiti. Se in Office 2003 quel bug non c'e è perchè per pura fortuna hanno modificato quella parte di codice per altri motivi ma non perchè si erano accorti del bug altrimenti avrebbero rilasciato subito la patch!

    >Se tu non le adotti sono problemi tuoi.

    E certo... E io dovrei essere contento di spendere altre centinaia di euro per loro errori quando ho già pagato office 2000 centinaia di euro? Ma tu sei contento di spendere altri soldi perchè loro hanno lavorato male??? Ma che ragionamento è? E poi office 2003 ha pure introdotto altri bug (e infatti sono già usciti due service pack...)
    non+autenticato

  • > Questo sarebbe corretto qualora il vecchio
    > prodotto opensourcio non fosse più utilizzato da
    > nessuno, ma nel caso di Word 2000 è ancora
    > utilizzato eccome. Pensa che in giro si trova
    > tranquillamente ancora Word
    > 97.

    E quindi? La patch per il problema esiste e si chiama office 2003. Office 2000 non e' piu' mainstream support dal 2004, se ti becchi un trojan perche' usi un prodotto obsoleto, vecchio di 6 anni non puoi lamentarti piu' di tanto.
    non+autenticato
  • La frase "una vulnerabilità non patchata di Word 2000" è sbagliata, in quanto si tratta di una falla di tipo zero day e quindi è ovvio che se è stata appena scoperta, la patch non c'è. Mentre da come è scritto sembra che la falla sia stata volutamente non patchata, mentre nella realtà è stata appena scoperta e sfruttata immediatamente.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > La frase "una vulnerabilità non patchata di Word
    > 2000" è sbagliata, in quanto si tratta di una
    > falla di tipo zero day e quindi è ovvio che se è
    > stata appena scoperta, la patch non c'è. Mentre
    > da come è scritto sembra che la falla sia stata
    > volutamente non patchata, mentre nella realtà è
    > stata appena scoperta e sfruttata
    > immediatamente.


    Perchè è possibile che in un prodotto di 7 anni, dal quale sono state sviluppate tutte le versioni successive, esistano ancora cose del genere?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Perchè è possibile che in un prodotto di 7 anni,
    > dal quale sono state sviluppate tutte le versioni
    > successive, esistano ancora cose del
    > genere?

    Office 2003 non è affetto.
    E comunque tieni conto che Office è lo strumento d'ufficio più usato e quindi è naturale che chi vuole scoprire falle le cerca la, per colpire poi il maggior numero di utenti.
    Qualunque software ha falle, basta solo volerle cercare, e tutta qui la questione.
    non+autenticato
  • > > Perchè è possibile che in un prodotto di 7 anni,
    > > dal quale sono state sviluppate tutte le
    > versioni
    > > successive, esistano ancora cose del
    > > genere?
    >
    > Office 2003 non è affetto.
    > E comunque tieni conto che Office è lo strumento
    > d'ufficio più usato e quindi è naturale che chi
    > vuole scoprire falle le cerca la, per colpire poi
    > il maggior numero di
    > utenti.
    > Qualunque software ha falle, basta solo volerle
    > cercare, e tutta qui la
    > questione.

    No. E' vero che qualunque software ha falle ma la questione è QUANTE ne ha: se dopo 7 anni se ne trovano ancora di così gravi non oso pensare a quante ce n'erano all'inizio! Ed è ancora più scandaloso considerando il costo di office!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Perchè è possibile che in un prodotto di 7 anni,
    > dal quale sono state sviluppate tutte le versioni
    > successive, esistano ancora cose del
    > genere?

    Certo che è possibile, è un prodotto vecchio, sostituito dalle nuove versioni che non sono vulnerabili.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Perchè è possibile che in un prodotto di 7 anni,
    > > dal quale sono state sviluppate tutte le
    > versioni
    > > successive, esistano ancora cose del
    > > genere?
    >
    > Certo che è possibile, è un prodotto vecchio,
    > sostituito dalle nuove versioni che non sono
    > vulnerabili.

    Ok, me hanno sviluppato nuovi prodotti avranno rivisto il codice, se nella nuova versione una certa vulnerabilità non c'è perchè non correggere anche la vecchia?
    non+autenticato
  • > > Perchè è possibile che in un prodotto di 7 anni,
    > > dal quale sono state sviluppate tutte le
    > versioni
    > > successive, esistano ancora cose del
    > > genere?
    >
    > Certo che è possibile, è un prodotto vecchio,
    > sostituito dalle nuove versioni che non sono
    > vulnerabili.

    E' possibile se il software è stato scritto male non perchè è vecchio!
    Se le nuove versioni non hanno lo stesso problema è solo perchè evidentemente la parte di codice interessata è stata per fortuna riscritta per altri motivi: se si fossero accorti della falla avrebbero fatto uscire una patch anche per word 2000 già diversi anni fa.
    non+autenticato
  • ma che è, uno di quei giochini di collateral thinking? A bocca aperta

    - Scritto da:
    > La frase "una vulnerabilità non patchata di Word
    > 2000" è sbagliata, in quanto si tratta di una
    > falla di tipo zero day e quindi è ovvio che se è
    > stata appena scoperta, la patch non c'è. Mentre
    > da come è scritto sembra che la falla sia stata
    > volutamente non patchata, mentre nella realtà è
    > stata appena scoperta e sfruttata
    > immediatamente.
    non+autenticato
  • Come volevasi dimostrare e senza alcuna polemica confermo la proposta qui fatta http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1630525&m_i...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Come volevasi dimostrare e senza alcuna polemica
    > confermo la proposta qui fatta
    > http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1630525&m_i

    io ci sto.
    ieri ho provato a ripetere il post, ma sono stato assalito dalle solite mosche fastidiose...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Come volevasi dimostrare e senza alcuna polemica
    > confermo la proposta qui fatta
    > http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1630525&m_i

    Sottoscrivo al 100%

  • - Scritto da:
    > Come volevasi dimostrare e senza alcuna polemica
    > confermo la proposta qui fatta
    > http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1630525&m_i

    ma non erano gli utenti Apple che si lamentavano su cose del genere?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)