La SIAE accusa bambini bielorussi?

Accade in Puglia, dove un gruppo di ragazzini si dilettava a cantare canzoni popolari prima di imbattersi in un emissario della SIAE

Roma - "Mentre i bambini cantavano Viva la Gente e un brano popolare bielorusso, nel locale si è affacciato un estraneo, che poi si è presentato come Dottor Disanto, il titolare dell'ufficio SIAE di Martina Franca, perché nessuno dei bambini bielorussi aveva chiesto l'autorizzazione a esibirsi alla Società italiana degli autori e editori".

Recita così un articolo uscito nelle pagine della Cronaca di Bari di LaRepubblica: parrebbe che ai bambini, che partecipavano ad un evento organizzato da due associazioni pugliesi non profit, sia stato contestato il reato di violazione delle leggi sul diritto d'autore.

Della cosa parla Anti-Phishing Italia.
190 Commenti alla Notizia La SIAE accusa bambini bielorussi?
Ordina

  • A distanza di qualche settimana, leggo la smentita della SIAE, da parte
    del direttore generale della SIAE, per Puglia e Basilicata, pubblicata
    sulla Gazzetta del Mezzogiorno, sul sito:
    http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1641459&r=PI
    Avevo letto dapprima l'articolo apparso sulla Repubblica di Bari, dal
    titolo, Blitz della Siae alla festa multati i bimbi di Cernobyl, di
    Paolo Russo, sul sito:
    http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/Blit...
    Ora a seguito della smentita, rifletto e penso che la stampa ha un
    potere tale di condizionare, l'opinione pubblica, con accuse del tutto
    gratuite, ma un giornalista prima di scrivere non avrebbe il compito di
    accertarsi su quello che scrive?
    Analizzo i due articoli:
    Sulla Repubblica e' scritto:
    1) Blitz della Siae alla festa multati i bimbi di Cernobyl
    2)La Siae ha fatto una multa di 205 euro a 14 bambini di Chernobyl per
    violazione del diritto d´autore.
    3) ...perche' nessuno dei bambini bielorussi aveva chiesto
    l´autorizzazione a esibirsi alla Societa' italiana degli autori e editori.
    Sulla Gazzetta del Mezzogiorno e' scritto:
    1) non v'e' (..) mai stato un blitz durante la manifestazione proprio
    per non arrecare alcun fastidio ai ragazzi".
    2)non vi e' stata alcuna interruzione della festa e non e' stato
    redatto, contestato ne' firmato alcun atto o verbale.

    Ma allora e' possibile che un giornalista deve scrivere cose non
    avvenute, ho e' il direttore generale della SIAE, che mente?
    Ma credo che quello che e' stato scritto dalla Repubblica e'
    un'assurdita', allo scopo di attaccare un ente pubblico?! oppure il giornalista
    aveva altri scopi?...Tutti sanno che nessuno puo' fare un verbale a
    minorenni, le multe andrebbero contestate a chi organizza, o no? ed e' lo
    stesso organizzatore che deve essere autorizzato dalla Societa' italiana
    degli autori e editori, cosa centrano i bambini?(!)
    Che la SIAE sia odiata come la Guardia di Finanza, lo sappiamo tutti ma
    scrivere cose non attendibili non dovrebbe essere questo un reato?
    non+autenticato
  • E' solo questione di tempo.
    non+autenticato
  • ...e tutti scemi che non ci fermiano un attimo a riflettere...
    ...e la stessa disinformazione l'hanno data le fonti a cui PI fa riferimento...e leggendo l'articolo si capisce benissimo.
    Ovviamente resta il fatto che la SIAE è un pugno di mafiosi autorizzati e che sarebbe comunque ridicolo quello che hanno fatto.
    Ad ogni modo, la SIAE non accusa i 'bambini' ma 'l'associazione che ha organizzato' la manifestazione e che non ha pagato i vari contributi alla SIAE per fare esibizioni pubbliche dal vivo.
    L'ispettore li non è andato perchè ha sentito i bambini cantare ma perchè hanno svolto una manifestazione senza avere una regolare concessione, solo che al momento c'erano dei bambini che si esibivano e siccome la SIAE ci sta sulle palle a tutti ecco che scattano i falsi proclami di aver fatto qualcosa di sgradevole.
    Se c'è una manifestazione i diritti e concessioni varie non la devono pagare chi si esibisce ma chi organizza (poi chi organizza può farsi pagare ma chi è referente con la SIAE è chi organizza). E soprattutto il locale, il locale deve avere le concessioni.
    Non accusiamo l'ispettore, il cui nome è stato urlato ai 4 venti, per qualcosa che a mio avviso non ha fatto e voleva fare...non far cantare i bambini bielorussi.
    Credo che la cosa vada ridimensionata per quella che è...e che si faccia giornalismo serio e combattere un qualcosa seguendo strade giuste e logiche.
    non+autenticato

  • guarda che multare l'ass o i bambini e' la stessa identica cosa sveglia
    non+autenticato
  • Siamo solo dei poveri sudditi! se non ci diamo una mossa faranno di noi quello che vogliono.
    non+autenticato
  • ...Mi dispiace dirlo ma lo stanno già facendo
    c'è ben poco da fare, l'unica è che venga presto la fine, che ne so venire liberati dalla libia, o dalla turchia come fecero gli americani..... Rotola dal ridere
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Successiva
(pagina 1/10 - 50 discussioni)