Real Time Rome, la capitale vive in digitale

Telecom è il maggiore sponsor di un progetto del MIT per la Biennale di Venezia, per visualizzare in tempo reale la vita urbana di Roma: dal traffico dei mezzi di trasporto pubblico all'uso dei cellulari da parte della popolazione

Roma - La città eterna diventa una città digitale che prende vita sul monitor: è il progetto Real Time Rome, presentato alla Biennale di Venezia e creato da un gruppo di ricercatori del MIT. L'iniziativa, strutturata attorno all'analisi software dei dati GPS forniti dai mezzi pubblici e delle centrali di telefonia mobile Telecom Italia, vede la partecipazione di altri big come Google: l'obiettivo è quello di poter visualizzare l'essenza vitale di una grande metropoli.

I rilevamenti vengono condotti in modo rigorosamente anonimo, specialmente per quanto riguarda la telefonia mobile. "Monitoreremo solo i flussi aggregati", ha rivelato l'assessore alla mobilità di Roma, Mauro Calamante, "e non i singoli spostamenti, per tutelare la privacy di ciascun cittadino". In pratica, Real Time Rome permetterà di vedere i "flussi di movimento" della popolazione capitolina. Il software contestualizza in modo automatico i dati a seconda della loro posizione geografica: il tutto avviene in tempo reale e la mappa di Roma prende così vita.

"Nel mondo d'oggi", ha dichiarato il direttore del progetto Carlo Ratti, "i mezzi di comunicazione stanno plasmando nuovi tipi di interconnessione tra le persone, i luoghi e le infrastrutture urbane: il nostro obiettivo è di capire come funzionano le città moderne attraverso il monitoraggio di queste nuove modalità di connessione tra cose e persone". L'installazione presso la Biennale è un padiglione con sette grandi mappe animate. Uno schermo serve per visualizzare il traffico stradale, grazie alla collaborazione del Comune di Roma, mentre un altro mostra i movimenti di autobus e taxi.
Altri monitor sono interamente dedicati alle registrazioni dell'attività romana durante due importanti eventi che hanno segnato la vita notturna della capitale: la "Notte Bianca" di sabato scorso e la grande festa popolare per la vittoria della Coppa del Mondo di calcio da parte della squadra azzurra. "Siamo onorati di condurre questo tipo d'esperimento a Roma", ha dichiarato Ratti. "Questa è la città dove Gianbattista Nolli gettò le basi della moderna cartografia nel 1748", ha concluso Ratti, "ed in futuro avremo sempre più informazioni per creare mappe, a partire dalle evoluzioni nella tecnologia RFID".

Tommaso Lombardi
17 Commenti alla Notizia Real Time Rome, la capitale vive in digitale
Ordina
  • invece di potenziare la rete di trasporti pubblici, ci mettono le cimici... e non mi dicano    oltretutto che non sono le prove generali di un grande fratello!
    non+autenticato
  • Prima di portare avanti simili progetti dove Telecom è il maggiore sponsor, sarebbe meglio, secondo me, se Telecom pensasse a coprire le zone non coperte dalla banda larga e a incrementare la banda in upload più che in download. Il governo dovrebbe fare la sua parte incentivando gli investimenti in tale senso, perché io devo mandare un video in America e con la banda che mi ritrovo di 256Kbit/sec mi ci va tempo e non posso proseguire nel mio lavoro fino a quando il file non è arrivato. Nel frattempo mi guardo la vita urbana di Roma?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Prima di portare avanti simili progetti dove
    > Telecom è il maggiore sponsor, sarebbe meglio,
    > secondo me, se Telecom pensasse a coprire le zone
    > non coperte dalla banda larga e a incrementare la
    > banda in upload più che in download. Il governo
    > dovrebbe fare la sua parte incentivando gli
    > investimenti in tale senso, perché io devo
    > mandare un video in America e con la banda che mi
    > ritrovo di 256Kbit/sec mi ci va tempo e non posso
    > proseguire nel mio lavoro fino a quando il file
    > non è arrivato. Nel frattempo mi guardo la vita
    > urbana di
    > Roma?

    Quoto, e' inconcepibile che solo in italia l'upload sia a 30kb/s,e' una indecenza

    www.gilean.forumfree.org
    non+autenticato
  • bella idea questa... e direi anche di sfruttarla. Nei contratti per i telefoni cellulari, se non sbaglio, non si accenna a questo tipo di uso della "nostra" linea telefonica. E dico "nostra", in quanto la linea rimane "loro" e ci viene semplicemente assegnata.

    Consideriamo alcune cose:
    1) Nei contratti di telefonia mobile non viene menzionata questo tipo di "tracciabilità"
    2) Nel momento in cui viene attivato il servizio, saremo noi con i nostri cellulari a fornire le informazioni al sistema (o meglio il sistema rileverà dove ci troviamo e farà i suoi conti)
    3) Senza gli utenti "mobili" il sistema non funzionerebbe.

    Quindi: facciamoci pagare per un servizio che forniamo noi con i nostri cellulari, o quantomeno facciamoci fare gli sconti sui costi delle chiamate.

    Un utopia? Mah, lo sciopero del "telefonino" può essere sempre dietro la porta...Sorride

    Che ne pensate?
    non+autenticato
  • Che l Italia e' l'unico caxxo di paese che deve pagare la CAMORRA delle ricariche dei telefonini > 25 euro di chiamate, 30 Euro!!

    http://www.petitiononline.com/costidir/petition.ht...

    e tutti zitti e muti pagano....
  • ti pronunci o no?

    io non voglio che i dati sui miei spostamenti siano in possesso del comune!

    Almeno non gratuitamente!

    Sono cose mie e se il comune le vuole le PAGHI!

    Ciao garante aspetto la tua risposta!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ti pronunci o no?
    >
    > io non voglio che i dati sui miei spostamenti
    > siano in possesso del
    > comune!
    >
    > Almeno non gratuitamente!
    >
    > Sono cose mie e se il comune le vuole le PAGHI!
    >
    > Ciao garante aspetto la tua risposta!

    voi il MIT nemmeno sapete cos'è / cosa fa...

    ma che privacy e privacy!
    ma figurati se gliene frega qualcosa delle tue amanti sul cel o se hai la macchina in divieto di sosta!
    per loro sei un numero, e come tale vai inserito in dei programmi di calcolo...
    (ho un mio amico che sta studiando il traffico pedonale, per l'ottimizzazioni delle città...sta studiando proprio Venezia, data la conformazione...)
    se sapessi quante ditte/comuni/università ti trattano come un numero...vivresti in Angola come eremita!

    ciao.
    non+autenticato
  • Purtroppo i dati sui tuoi spostamenti non sono tuoi. Nel momento in cui hai acquistato un numero di cellulare li hai ceduti al tuo gestore.....tutto scritto nelle clausole dei contratti
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ti pronunci o no?
    >
    > io non voglio che i dati sui miei spostamenti
    > siano in possesso del
    > comune!
    >
    > Almeno non gratuitamente!
    >
    > Sono cose mie e se il comune le vuole le PAGHI!
    >
    > Ciao garante aspetto la tua risposta!

    tanto vale che scrivi in una busta, la metti in un cassetto e aspetti.

    oppure entri in bagno, fai la domanda e aspetti.

    sei furbissimo

    mandala con lettera aperta al garante e in copia qui, se proprio vuoi la risposta.
    non+autenticato
  • Ma che anonimi ed anonimi! Che massa di cavolate.
    E' tutto tracciato e questi lo annunciano lì così come fosse una gran cosa di cui andar fieri.
    La cosa assurda poi è che è la Roma di Veltroni in cui c'è il governo di Prodi, di quella sinistra che a parole grida allo scandalo per ogni tipo di controllo e poi ecco che se ne esce con queste cose per far ingoiare il boccone amaro alla popolazione con un sorriso, vuole far credere alla gente che sia una cosa di cui andar fieri mentre li tracciano. Ma come, Bush e la destra non erano tanto cattivi perchè propongono di fare controlli per stanare i terroristi e prevenire i criminali e gli attentati ?
    Ed ora in classico stile '68 da pseudo paese dei balocchi, non per nulla i socialisti europei chiamano l'UE "Eurolandia" ... , ecco che spiare i cittadini diventa una "gio-gioia"...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ma che anonimi ed anonimi! Che massa di cavolate.
    > E' tutto tracciato e questi lo annunciano lì così
    > come fosse una gran cosa di cui andar
    > fieri.
    > La cosa assurda poi è che è la Roma di Veltroni
    > in cui c'è il governo di Prodi, di quella
    > sinistra che a parole grida allo scandalo per
    > ogni tipo di controllo e poi ecco che se ne esce
    > con queste cose per far ingoiare il boccone amaro
    > alla popolazione con un sorriso, vuole far
    > credere alla gente che sia una cosa di cui andar
    > fieri mentre li tracciano. Ma come, Bush e la
    > destra non erano tanto cattivi perchè propongono
    > di fare controlli per stanare i terroristi e
    > prevenire i criminali e gli attentati ?
    >
    > Ed ora in classico stile '68 da pseudo paese dei
    > balocchi, non per nulla i socialisti europei
    > chiamano l'UE "Eurolandia" ... , ecco che spiare
    > i cittadini diventa una
    > "gio-gioia"...



    Ma sì! hai ragione! è sempre colpa dei comunisti. E' bello sapere che c'è chi ha capito tutto.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Ma che anonimi ed anonimi! Che massa di
    > cavolate.
    > > E' tutto tracciato e questi lo annunciano lì
    > così
    > > come fosse una gran cosa di cui andar
    > > fieri.
    > > La cosa assurda poi è che è la Roma di Veltroni
    > > in cui c'è il governo di Prodi, di quella
    > > sinistra che a parole grida allo scandalo per
    > > ogni tipo di controllo e poi ecco che se ne esce
    > > con queste cose per far ingoiare il boccone
    > amaro
    > > alla popolazione con un sorriso, vuole far
    > > credere alla gente che sia una cosa di cui andar
    > > fieri mentre li tracciano. Ma come, Bush e la
    > > destra non erano tanto cattivi perchè propongono
    > > di fare controlli per stanare i terroristi e
    > > prevenire i criminali e gli attentati ?
    > >
    > > Ed ora in classico stile '68 da pseudo paese dei
    > > balocchi, non per nulla i socialisti europei
    > > chiamano l'UE "Eurolandia" ... , ecco che spiare
    > > i cittadini diventa una
    > > "gio-gioia"...
    >
    >
    >
    > Ma sì! hai ragione! è sempre colpa dei comunisti.
    > E' bello sapere che c'è chi ha capito
    > tutto.

    Ti rode che siano quelli di sinistra che hai votato a fare queste cose, eh?
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > Ti rode che siano quelli di sinistra che hai
    > votato a fare queste cose,
    > eh?

    Non solo, mandano anche uomini per la "missione di pace"... *CON LE ARMI* Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ti rode aver perso, eh?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ma che anonimi ed anonimi! Che massa di cavolate.
    > E' tutto tracciato e questi lo annunciano lì così
    > come fosse una gran cosa di cui andar
    > fieri.
    Non vedo la novità, ogni volta che alzi una cornetta, fai un prelievo bancomat, paghi con la carta di credito o firmi un qualunque documento sei tracciato, non lo sapevi?

    > La cosa assurda poi è che è la Roma di Veltroni
    > in cui c'è il governo di Prodi, di quella
    > sinistra che a parole grida allo scandalo per
    > ogni tipo di controllo e poi ecco che se ne esce
    > con queste cose per far ingoiare il boccone amaro
    > alla popolazione con un sorriso, vuole far
    > credere alla gente che sia una cosa di cui andar
    > fieri mentre li tracciano. Ma come, Bush e la
    > destra non erano tanto cattivi perchè propongono
    > di fare controlli per stanare i terroristi e
    > prevenire i criminali e gli attentati ?
    Il paragone politico, secondo me, è gratuito e senza senso dato che eri tracciato anche prima del governo Prodi o Berlusconi, la differenza sta nel fatto che ora te l'hanno detto esplicitamente, prima lo facevano "di nascosto".

    > Ed ora in classico stile '68 da pseudo paese dei
    > balocchi, non per nulla i socialisti europei
    > chiamano l'UE "Eurolandia" ... , ecco che spiare
    > i cittadini diventa una
    > "gio-gioia"...
    Fossero solo questi i problemi del nostro Paese io ci metterei la firma.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ma che anonimi ed anonimi! Che massa di cavolate.
    > E' tutto tracciato e questi lo annunciano lì così
    > come fosse una gran cosa di cui andar
    > fieri.

    il segreto è sempre lo stesso.

    quando le spari, sparale grosse.

    quando rubi, ruba tanto


    ecc
    non+autenticato
  • Il tracciamento dei telefonini esisiste gia' da molto tempo e questo progetto non ha nulla da spartire con esso.
    non+autenticato