Germania, crackdown contro la rete Tor

Marco Calamari fa il punto su un'operazione di polizia contro la rete internazionale di anonimizzazione compiuta dalle forze dell'ordine tedesche. Ecco cosa è successo e come interpretare quanto accaduto

Roma - Venerdì scorso questo messaggio sulla mail list or-talk denunciava il primo di una serie di sequestri di nodi Tor basati in Germania. I messaggi successivi sono piuttosto frammentari e necessitano di un riassunto.

Tre sysop hanno scritto che il computer su cui girava il loro router Tor era stato sequestrato dalla polizia senza che nessuna imputazione o comunicazione gli fosse stata fatta. Uno di loro ha parlato con un procuratore, che gli avrebbe comunicato trattarsi di un'azione diretta contro la pedopornografia, sottolineando che comunque usare Tor è legale. È stato anche comunicato che se sugli hard disk sequestrati si fossero rinvenute tracce di materiale illegale, allora avrebbero proceduto immediatamente contro i proprietari.

Sull'indagine operano sia la Staatsanwaltschaft (procura) di Costanza che il Landeskriminalamt (polizia criminale centrale) del Baden-Wuerttemberg, e si tratta di un'operazione ad ampio respiro con un notevole numero di sequestri. L'azione è stata inizialmente diretta verso nodi Tor di uscita; quello che è certo è che domenica la percentuale dei nodi tedeschi marcati "inattivi" dalle statistiche di Serifos era quasi del 20%, molto alta rispetto al solito, e che nelle ultime 48 ore si sta per fortuna nuovamente riducendo.
Dalle poche notizie sul modus operandi degli investigatori si possono trarre alcune ragionevoli deduzioni, considerato il fatto che il livello tecnico e di competenze delle indagini informatiche della polizia tedesca è sempre stato ritenuto molto alto. Questo invita a pensare che l'approccio di cercare di risalire a qualcuno che abbia acceduto ad un sito contenente materiale illegale usando Tor sia già stato da loro scartato perchè sicuramente destinato al fallimento.

In questo caso non resterebbe da concludere che l'operazione è invece mirata contro uno o più siti illegali "interni" alla rete Tor, cioè ad uno o più Hidden Services. Il sequestro dei router Tor tedeschi partendo da quelli di uscita e l'esame dei loro dischi potrebbe avere quindi un senso per cercare di rintracciare eventuale materiale illegale pubblicato tramite un certo hidden service.

Anche questo approccio pero' sarebbe probabilmente perdente, anche se in maniera meno evidente, nel caso che il presunto responsabile del presunto hidden service lo avesse realizzato non su un router ma su un semplice client Tor; gli hidden service infatti sono pensati per girare non solo su router ma particolarmente su client, e quindi un dato hidden service puo' trovarsi non solo su un router (da 200 a 700 computer), ma anche su un client (da 100.000 a 400.000 computer).

Rimane invece realistica l'ipotesi di un'azione esemplare ed intimidatoria nei confronti della comunità Tor tedesca. La Germania è gia riuscita in passato nel tentativo, fallito dagli Stati Uniti in passato contro Pgp, di sopprimere un sistema crittografico pubblico (JAP); ha ottenuto questo risultato obbligando i gestori ad installarvi una backdoor con la scusa di un'indagine, e causandone il conseguente abbandono da parte degli utenti non appena la cosa venne resa pubblica.

Un'azione di questo tipo contro Tor, che è una realtà multinazionale, non potrebbe ovviamente essere applicata. È notorio pero' che in Germania, dopo l'approvazione della direttiva europea sulla data retention, si assiste all'introduzione di una estesa ed obbligatoria data retention telefonica e telematica sullo stile italiano (noi siamo i precursori!) ma con un'efficienza tedesca. Si veda ad esempio il post di questo blog sull'argomento.

In ogni caso se le indagini seguiranno un binario tecnico e sarà possibile conoscerne i risultati finali questo sarà un buon test tecnico, implementativo ed operativo della rete Tor attuale e della sua (eventuale) inviolabilità.

D'altra parte sembra che il tentativo in atto non sia quello di violare Tor, ma quello di renderne così difficile e ristretto l'uso da poter in futuro richiedere a colpo sicuro un mandato ad un giudice dicendo "Quello usa Tor, quindi CERTAMENTE ha qualcosa da nascondere, quindi CERTAMENTE è un criminale".

Anche in Germania, come in quasi tutti i paesi occidentali, rendere illegale Tor e la crittografia non è praticabile, richiedendo di "mettere mano" a troppe leggi che tutelano i diritti dell'individuo. D'altra parte proprio in Germania un tizio con i baffetti trovò il modo di aggirare in blocco "l'ostacolo" delle leggi troppo garantiste in Germania e su scala industriale anche. Il trucco usato fu quello non di abolire le leggi, ma di dichiarare un temporaneo stato di emergenza contro qualcuno o qualcosa e mantenerlo indefinitamente con l'ausilio di potenti mezzi di propaganda. Questo permise l'inizio di 12 anni di Reich senza che la maggior parte delle persone ci vedesse niente di male.

Nel caso qualcuno credesse di notare in questa mia considerazione finale qualche allusione a cio' che è successo e continua a succedere ai diritti civili in Rete dopo l'11 settembre, ci tengo a sottolineare che la cosa è puramente intenzionale.

Marco Calamari
619 Commenti alla Notizia Germania, crackdown contro la rete Tor
Ordina
  • grande articolo. complimenti.
    concordo sul finale.
    non+autenticato
  • Restrinzioni controlli, intercettazioni, ... Ma per cercare cosa?
    I mandanti delle stragi dell'11 settembre li conosciamo tutti e sono ancora sulle loro potrone. Le stragi, il terrorismo e la paura sono servite a giustificare spese militari e guerre preventive.
    non+autenticato
  • Lettura non adatta ad un pubblico di tordi che ancora crede a babbo natale, alle favole della mamma, ai buoni e cattivi, ai rossi e neri.

    A parer mio a piccoli passi ma inesorabilmente stiamo andando verso un governo globale dittatoriale che vede in cima il potere americano e il resto sudditi e colonie. Dove sarà impossibile avere idee differenti pena imputazioni di islamofascista, antiamericani, antiebreo e condanna a morte. In america c'è ancora e non è un caso. Fantapolitica, oh certo!!! Il problema è che il giorno che non lo dovesse essere più sarà troppo tardi per tutti. Alcuni mali è bene prevenirli, anche quando non si è certi che siano presenti o meno, perchè dopo c'è la cancrena e non rimane che il taglio netto. Se non è così qualcuno mi deve spiegare perchè le libertà individuali e ideologiche politiche sono sempre più ristrette (solo le libertà sodomitiche sono in espansione d'altra parte al potere se il popolo si rantola nel porcile cosa cazzo gli frega anzi meglio almeno stanno lontani dalle stanze dei bottoni). A questo corrisponde una crescita esponenziale e globalizzante del potere economico capitalista che indirizza sempre di più le linee governative di tutti i paesi dell'occidente e che ordina le guerre nei paesi dove la sottomissione all'economia globale (chiamata a presa di culo "democrazia") non è ancora avvenuta (questi dato che non rispettano le leggi capitaliste padronali sono definiti stati canaglia e terroristi perchè lì bill gates morirebbe di fame). Questo vale anche in Italia dove ci ritroviamo con un finto governo "comunista", "rosso" o "di sinistra" che dir si voglia che fa le guerre di bush e espade l'economia ultraliberista grazie ai servi americani Schioppa e Bersani (dei veri uomini di sinistra non c'è che dire e meno male che il pericolo capitalista era berluskopone ora che ci sono i "comunisti" possiamo finalmente asservirci al potere globale usa senza esitazione). L'Italia con i finti "sinistri" o con i finti "destri" è sempre più una colonia usa e i tordi stanno a guardare.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > A parer mio a piccoli passi ma inesorabilmente
    [...]

    Quindi tu dici che i magistrati tedeschi non dovevano sequestrare i PC corrispondenti agli IP da cui provenivano le richieste illegali.
    Perchè avrebbero dovuto trattare questi PC in modo differente da tutti gli altri della rete?
    Tu mi risponderai, perchè "si sa" che TOR fa passare tutto.
    Ma allora mi basta installare il server di TOR, rendere pubblica la cosa e la polizia non deve osare venirmi a trovare perchè, "si sa", TOR fa passare tutto?
    Non trovi che sia assurdo?
    Io installo un server TOR e poi mi metto a fare (nella migliore delle ipotesi) spamming ed altro *anche senza usare il server TOR* tanto il mio IP è intoccabile, perchè "si sa" che sono un exit node.

    Lo capisci che il trattamento riservato ai server TOR è lo stesso riservato a tutti gli altri PC coinvolti nella vicenda?
    Era un fottuto *ATTO DOVUTO*.

    Sarebbe stato *MOLTO* più ecclatante il contrario.

    Cerca di ragionare sulle vicende prima di scrivere a valanga.
    Magari aspetta di capire cosa decideranno le autorità tedesche in merito alle responsabilità.
    In quel momento si saprà se c'è da preoccuparsi o meno.

    non+autenticato
  • Premesso: Non sono quello che ha aperto il 3d

    - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > A parer mio a piccoli passi ma inesorabilmente
    > [...]

    > Perchè avrebbero dovuto trattare questi PC in
    > modo differente da tutti gli altri della
    > rete?
    > Tu mi risponderai, perchè "si sa" che TOR fa
    > passare
    > tutto
    .
    > Ma allora mi basta installare il server di TOR,
    > rendere pubblica la cosa e la polizia non deve
    > osare venirmi a trovare perchè, "si sa", TOR fa
    > passare
    > tutto?

    un exit node è pubblico, quindi venirti a trovare per una richiesta proveniente da Tor è un attacco a Tor e non a te


    > Non trovi che sia assurdo?

    Dipende. Dovremmo sapere (io non lo so come funziona) se la richiesta che parte dal server su cui è installatto l'exit node Tor parte con lo stesso IP che il server usa per una normale connessione. E se partendo dallo stesso server ci si può connettere in rete direttamente dallo stesso exit node, senza passare altri nodi della rete Tor. Se ciò non è possibile in teoria avrebbero dovuto sequestrare tutti i server tranne quello da cui proveniva la richiesta! E dipende da che cosa hanno sequestrato: hanno sequestrato solo il server o anche tutto quello che hanno trovato e che non ha nulla a che fare con la rete Tor?


    > Io installo un server TOR e poi mi metto a fare
    > (nella migliore delle ipotesi) spamming ed altro
    > *anche senza usare il server TOR* tanto il mio IP
    > è intoccabile, perchè "si sa" che sono un exit
    > node.

    Non so se tu conosci come funziona Tor. Se usi Tor esci dal tuo exit node? E lo stesso IP lo usi per una normale connessione? Se a queste domande rispondi no, allora il sequestro era ingiustificato

    >
    > Lo capisci che il trattamento riservato ai server
    > TOR è lo stesso riservato a tutti gli altri PC
    > coinvolti nella
    > vicenda?
    > Era un fottuto *ATTO DOVUTO*.

    Dipende. Perché se è come ipotizzo io allora avrebbero dovuto sequestrare TUTTI i server Tor
    >
    > Sarebbe stato *MOLTO* più ecclatante il contrario.
    non+autenticato
  • - Scritto da:


    > un exit node è pubblico, quindi venirti a trovare
    > per una richiesta proveniente da Tor è un attacco
    > a Tor e non a
    > te

    Non c'entra.
    E' pubblico in quanto lascia passare *anche* richiesta pubbliche, ma la macchina è privata e può essere usata per qualunque scopo.
    Quello che mi pare chiaro è che non può essere sufficiente dire "ah.. io ho un exit node Tor" ed avere la macchina immune diversamente da tutte le altre del pianeta.

    > > Non trovi che sia assurdo?
    >
    > Dipende. Dovremmo sapere (io non lo so come
    > funziona) se la richiesta che parte dal server su
    > cui è installatto l'exit node Tor parte con lo
    > stesso IP che il server usa per una normale
    > connessione.

    E' ovvio.
    A meno che non sia installato in un ambiente universitario/professionale, praticamente qualsiasi abbonamento privato standard prevede un solo IP di uscita per tutti i servizi e anche eventuali macchine della sottorete privata.

    > E se partendo dallo stesso server ci
    > si può connettere in rete direttamente dallo
    > stesso exit node, senza passare altri nodi della
    > rete Tor.

    No. E' molto più semplice.
    Dalla stessa macchnia puoi usare un Browser direttamente con lo stesso IP dell'exit node e pertanto puoi mischiare i dati della tua navigazione con quelli dell'exit node TOR.
    E' ovvio che se avere TOR rendesse immuni, se lo installarebbero tutti i criminali.

    > Se ciò non è possibile in teoria
    > avrebbero dovuto sequestrare tutti i server
    > tranne quello da cui proveniva la richiesta! E
    > dipende da che cosa hanno sequestrato: hanno
    > sequestrato solo il server o anche tutto quello
    > che hanno trovato e che non ha nulla a che fare
    > con la rete Tor?


    A parte le spiegazioni che ti ho dato sopra, mi sembra ovvio che abbiano usato *ESATTAMENTE* la procedura standard che deve essere adottata nei casi in cui un IP risulti sotto indagine.
    In Italia, per inciso, confiscano tutto ciò che può contenere, leggere, scrivere o elaborare dati digitali.

    non+autenticato
  • > Quindi tu dici che i magistrati tedeschi non
    > dovevano sequestrare i PC corrispondenti agli IP
    > da cui provenivano le richieste
    > illegali.

    Ma io non dico nulla Angioletto

    Non so cosa hai letto del mio discorso che pensavo si capisse aveva valore generale non era chiaramente tecnico/legislativo, non era necessariamente scritto riguardo alla particolare vicenda era la volontà di esprimere un opinione su una situazione che di giorno in giorno deteriora sempre di più. Le libertà, quelle vere non quelle per far cagnara, sono palesemente sempre più ristrette. L'unico mezzo più libero è internet ma ogni giorno che passa si legge di attacchi da parte di polizia e magistratura alla libertà di espressione in rete. Ora usano la scusa della pedofilia ma per quanto il fenomeno esista (ma se è per questo esiste maggiormente nel mondo reale dove le violenze vengono compiute realmente e non virtualmente, comunque lasciamo stare non si può esaurire un discorso così complesso in due righe) ritengo che si possa velocemente passare ad un abuso degli strumenti preventivi (alla fine sono dell'idea che la pedofilia non gli interessa più di tanto la usano come paravento, tant'è c'è già un partito pedofilo oggi, domani saranno i nuovi sessi approvati). Tor è un mezzo per avere, un apparente anonimato perchè come tutti sappiamo l'anonimato al 100 per cento non esiste, ma a lor signori già fa fatica perdere tempo per ricostruire il percorso di un certo utente.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > > Quindi tu dici che i magistrati tedeschi non
    > > dovevano sequestrare i PC corrispondenti agli IP
    > > da cui provenivano le richieste
    > > illegali.
    >
    > Ma io non dico nulla Angioletto
    >
    > Non so cosa hai letto del mio discorso che
    > pensavo si capisse aveva valore generale non era
    > chiaramente tecnico/legislativo, non era
    > necessariamente scritto riguardo alla particolare
    > vicenda

    Io il tuo discorso lo capisco benissimo, lo condivido a tratti, ma non me lo puoi usare per innescare una rivoluzione a seguito di un atto dovuto ed inevitabile.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > > Quindi tu dici che i magistrati tedeschi non
    > > > dovevano sequestrare i PC corrispondenti agli
    > IP
    > > > da cui provenivano le richieste
    > > > illegali.
    > >
    > > Ma io non dico nulla Angioletto
    > >
    > > Non so cosa hai letto del mio discorso che
    > > pensavo si capisse aveva valore generale non era
    > > chiaramente tecnico/legislativo, non era
    > > necessariamente scritto riguardo alla
    > particolare
    > > vicenda
    >
    > Io il tuo discorso lo capisco benissimo, lo
    > condivido a tratti, ma non me lo puoi usare per
    > innescare una rivoluzione a seguito di un atto
    > dovuto ed
    > inevitabile.

    Il mio discorso lo ripeto era generale questa è una delle tante cose, che vanno nella direzione della limitazione dei diritti civili. Visto che fino a prova contraria gli stati prima di essere presi dall'ossessione del controllo totale antiterrorismo avevano varato leggi che tutelavano la privacy. E visto che personalmente ritengo che le guerre preventive e gli arresti preventivi siano un abominio. Dispiace dirlo ma anche se sapessi che qualcuno "potrebbe" compiere un reato, potrebbe si badi bene non lo vuole compiere necessariamente, non lo arresterei. Perchè per me ci vuole il reato. Lo stato di polizia che si sta facendo avanti che invece ritiene necessario, per tutelare un'ipotetica sicurezza globale del cittadino dal terrorismo, di usare metodi da gestapo a me non piace.

    E poi ti ripeto ma cosa credi che se usi Tor non sei tracciabile, perchè se lo pensi stai sbagliando se vogliono con un pò di fatica risalgono anche all'utente che usa Tor e quindi dove sta il problema? Nel caso di un pedofilo si daranno da fare e lo troveranno.

    Non mi risulta che esista alcun programma informatico che garantisca un anonimato totale.

    Il punto della questione non è arrestano i pedofili colti sul fatto e qui non ci sarebbe nulla di male il punto è siccome i pedofili usano Tor allora dobbiamo smantellare Tor perchè è un pericolo. Sarebbe come dire che se in una strada abita un pedofilo si deve nuclearizzare tutta la strada perchè non si sa mai, o se in un forum ci scrive un pedofilo, scoperto, si deve chiudere il forum perchè è un covo di pedofili. Se i pedofili usano uno strumento vanno fermati loro ma non lo strumento. Invece se si fa passare che basta che ci sia qualcuno che appartiene a qualche categoria di appestati per condannare tutti e il mezzo stesso allora caro mio siamo alla frutta. Basta che prendano un capro espiatorio e poi in cella ci finiamo tutti.

    Quello che vogliono loro in realtà è:
    "Quello usa Tor, quindi CERTAMENTE ha qualcosa da nascondere, quindi CERTAMENTE è un criminale".

    Comunque sia chiaro la Germania per me è il tipico esempio della democrazia occidentale arrivata alla fase finale di declinio, per certi versi peggio degli usa. E mi spiego. E' evidente come i governi occidentali siano sempre di più simili a destra e sinistra. Vorrei che qualcuno mi parlasse delle storiche differenze che ci sarebbero fra il governo di destra del signor Bush e quello di sinistra del signor Blair. Ma la Germania in questo è un passo avanti a tutti in uno stato democratico dopo essersi generata una situzione di ingovernabilità come quella tedesca si sarebbe definito un governo tecnico col solo scopo di riscrivere una legge elettorale migliore e si sarebbe condotto il paese a nuove elezioni. Loro invece con un'interpretazione assai preoccupante della democrazia hanno costituito un governo che comprende la destra e la sinistra ma non per traghettare il paese a nuove elezioni ma per governare insieme, niente inciucio proprio governo comune, senza pudore e vergogna. Come possiamo affermare che dati questi fatti esiste una democrazia in quel paese, gli atti di polizia lo sono a dimostrazione che non esiste.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > E poi ti ripeto ma cosa credi che se usi Tor non
    > sei tracciabile, perchè se lo pensi stai
    > sbagliando se vogliono con un pò di fatica
    > risalgono anche all'utente che usa Tor e quindi
    > dove sta il problema?

    Mi dai un link dove si mostra come fanno?


    > Nel caso di un pedofilo si
    > daranno da fare e lo
    > troveranno.

    Bene.
    Allora faranno lo stesso per il rivoluzionario, poi per chi non vota il loro partito e infinie per chi non gli paga la tangente.

    Quindi dove sarebbe la libertà di TOR?

    > Il punto della questione non è arrestano i
    > pedofili colti sul fatto e qui non ci sarebbe
    > nulla di male il punto è siccome i pedofili usano
    > Tor allora dobbiamo smantellare Tor perchè è un
    > pericolo.

    Ma le autorità non hanno fatto questo.
    Infatti non hanno confiscato tutti gli exit node TOR presenti in terra germanica, ma solo quelli rispondenti agli IP da cui hanno ricevuto denunce.

    > Quello che vogliono loro in realtà è:
    > "Quello usa Tor, quindi CERTAMENTE ha qualcosa da
    > nascondere, quindi CERTAMENTE è un
    > criminale".

    No. Se no avrebbero confiscato i PC di tutti quelli che risultavano avere una connessione al server TOR

    non+autenticato
  • Prima di tutto ti ripeto che tu non capisci che il mio non è un discorso particolare sulla vicenda ma generale su un andazzo. Tu continui a non tenere conto della situazione generale di forte limitazione delle libertà di espressione.

    > Mi dai un link dove si mostra come fanno?

    Un link di cosa non capisco se vuoi ti spiego come funziona Tor? Altrimenti vai sul sito ufficiale e vedrai c'è scritto lì come funziona e cosa fa.

    >
    > > Nel caso di un pedofilo si
    > > daranno da fare e lo
    > > troveranno.
    >
    > Bene.
    > Allora faranno lo stesso per il rivoluzionario,
    > poi per chi non vota il loro partito e infinie
    > per chi non gli paga la
    > tangente.
    >
    > Quindi dove sarebbe la libertà di TOR?

    La privacy totale come mi pare di aver già detto non esiste. Con Tor si può far in modo da rendere più complesse le operazioni per risalire a te. In sostanza solo con un autorizzazzione giudiziaria potranno andare a ricercare chi sei (perchè si tratta di andare in svariati provider sparsi per il globo a richiedere informazioni che in genere sono riservate, ma se vogliono perchè c'è giusta causa la polizia può risalire). Per esempio è difficile che un sito che frequenti si imbarchi nel cercare di risalire a te. In questo caso l'anonimato è garantito. Insomma Tor non è pensato per delinquere ma per situzioni normali, frequenti un forum ma non vuoi che sia memorizzato il tuo ip per cazzi tuoi, è utile a mantenere una certa privacy. Se però commetti un reato allora la polizia può richiedere di accedere ai log dei provider e risalire con un pò di fatica a te.

    Ricordati che quando navighi in internet sei come una lumaca lasci una scia del tuo passaggio, qualsiasi programma usi, non ci sono cazzi.

    >
    > > Il punto della questione non è arrestano i
    > > pedofili colti sul fatto e qui non ci sarebbe
    > > nulla di male il punto è siccome i pedofili
    > usano
    > > Tor allora dobbiamo smantellare Tor perchè è un
    > > pericolo.
    >
    > Ma le autorità non hanno fatto questo.
    > Infatti non hanno confiscato tutti gli exit node
    > TOR presenti in terra germanica, ma solo quelli
    > rispondenti agli IP da cui hanno ricevuto
    > denunce.
    >

    L'articolo mi pare che riporti il fatto che in Germania vogliono smantellare Tor, la storia della pedofilia è una scusa altrimenti si limiterebbero ad arrestare i pedofili. Invece mettono in discussione tutto Tor.

    Cito dall'articolo:
    "Rimane invece realistica l'ipotesi di un'azione esemplare ed intimidatoria nei confronti della comunità Tor tedesca. La Germania è gia riuscita in passato nel tentativo, fallito dagli Stati Uniti in passato contro Pgp, di sopprimere un sistema crittografico pubblico (JAP); ha ottenuto questo risultato obbligando i gestori ad installarvi una backdoor con la scusa di un'indagine, e causandone il conseguente abbandono da parte degli utenti non appena la cosa venne resa pubblica."
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Prima di tutto ti ripeto che tu non capisci che
    > il mio non è un discorso particolare sulla
    > vicenda ma generale su un andazzo. Tu continui a
    > non tenere conto della situazione generale di
    > forte limitazione delle libertà di
    > espressione.

    Invece capisco benissimo quello che stai facendo.
    Ti stai attacando ad atti dovuti per lamentarti di quanto loro sono cattivi.
    Loro sono "cattivi", ma non nel caso di questo atto dovuto.

    > > Mi dai un link dove si mostra come fanno?
    >
    > Un link di cosa non capisco se vuoi ti spiego
    > come funziona Tor? Altrimenti vai sul sito
    > ufficiale e vedrai c'è scritto lì come funziona e
    > cosa
    > fa.

    Che mostra come fanno a risalire ad un client.
    Se si può fare qualcuno saprà come.
    O semplicemente ti affidi alla frase fatta "c'è sempre un modo"?

    > L'articolo mi pare che riporti il fatto che in
    > Germania vogliono smantellare Tor, la storia
    > della pedofilia è una scusa altrimenti si
    > limiterebbero ad arrestare i pedofili. Invece
    > mettono in discussione tutto
    > Tor.
    >
    > Cito dall'articolo:
    > "Rimane invece realistica l'ipotesi di un'azione
    > esemplare ed intimidatoria nei confronti della
    > comunità Tor tedesca. "

    E' l'ipotesi di Marco Calamari, che vale quanto la mia.
    E vale molto meno di quella di alcuni gestori di server TOR tedeschi che dichiarano che non c'è stato alcun crackdown contro la rete Tor.
    Come dimostra ampiamente il fatto che a parte, i pochi casi dell'articolo, i server Tor tedeschi non sono stati toccati.
    non+autenticato
  • MA COSA DICI??????????
    non mi sembra c'entri molto con l'argomentoSorride

    :) he he eh CIAO
    non+autenticato
  • "Non si tratta di stabilire se la guerra sia legittima o se invece non lo sia. La vittoria non è possibile.
    La guerra non è fatta per essere vinta: è fatta per non finire mai.

    Una società gerarchica è possibile solo se si basa su povertà e ignoranza. Questa nuova giustificazione della guerra appartiene al passato.

    Di norma lo sforzo bellico persegue lo scopo di tenere la società al limite della sopravvivenza. La guerra viene combattuta dalla classe dominante contro le classi subalterne. La guerra non ha per oggetto la vittoria, ma la conservazione dell'ordinamento sociale."
    non+autenticato
  • Ora che hai visto la Tv è ora di andare a nanna.... A bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Ora che hai visto la Tv è ora di andare a
    > nanna.... A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    >A bocca aperta


    asino!
    solo alla tv potevi pensare leggendo una citazione tratta dal LIBRO
    "1984" scritto da George Orwell


    apri qualche libro, ogni tanto.
    spegni la tv e accendi il cervello.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > "Non si tratta di stabilire se la guerra sia
    > legittima o se invece non lo sia. La vittoria non
    > è
    > possibile.
    > La guerra non è fatta per essere vinta: è fatta
    > per non finire
    > mai.
    >
    > Una società gerarchica è possibile solo se si
    > basa su povertà e ignoranza. Questa nuova
    > giustificazione della guerra appartiene al
    > passato.
    >
    > Di norma lo sforzo bellico persegue lo scopo di
    > tenere la società al limite della sopravvivenza.
    > La guerra viene combattuta dalla classe dominante
    > contro le classi subalterne. La guerra non ha per
    > oggetto la vittoria, ma la conservazione
    > dell'ordinamento
    > sociale."


    ottima citazione! Utilissima a descrivere e far capire la situazione attuale


    (cit. di 1984 di George Orwell)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | Successiva
(pagina 1/8 - 37 discussioni)