I Quattro Moschettieri di Linux

Caldera, Conectiva, SuSE e Turbolinux si alleano per dar vita ad una versione unificata di Linux con cui conquistare il mercato aziendale e contrastare l'effetto frammentazione. Assalto a Red Hat e baionettate a Windows

I Quattro Moschettieri di LinuxNuremberg (Germania) - Tutti per uno, uno per tutti. Un motto che potrebbe ben adattarsi a quei "quattro moschettieri" del Pinguino - SuSE Linux, Turbolinux, Caldera e Conectiva - che ieri hanno ufficialmente annunciato la nascita di UnitedLinux, un'iniziativa che ha per obiettivo la semplificazione dello sviluppo e della certificazione di Linux attraverso la creazione di un'unica distribuzione indirizzata alle imprese.

In base ai termini dell?accordo, i quattro partner collaboreranno allo sviluppo di un ambiente operativo Linux comune denominato UnitedLinux. Ognuno di loro potrà poi offrire autonomamente prodotti e servizi aggiuntivi insieme al sistema operativo. Tale offerta verrà commercializzata da ognuna delle quattro aziende partner con i rispettivi marchi.

I quattro partner, che prevedono di rendere disponibili i propri prodotti server basati su UnitedLinux entro la fine del 2002, si impegneranno a mettere in piedi strutture globali di vendita, localizzazione, formazione e supporto del prodotto, rafforzando così l'offerta di servizi professionali e coprendo un'area geografica ben più ampia di quella oggi raggiunta dai singoli distributori.
Sotto l'ombrello di questa alleanza - aperta alla partecipazione di altre aziende - i quattro distributori sperano di accelerare l'adozione di Linux nel mercato enterprise rispondendo all'esigenza, da parte delle aziende, di disporre di una distribuzione Linux standard, orientata al mondo business e certificata per funzionare su diverse piattaforme hardware e software.

Con l'arrivo di UnitedLinux, gli analisti sostengono che le principali distribuzioni sul mercato scenderanno a cinque, e comprenderanno, oltre alla stessa UnitedLinux, Red Hat, Mandrake, Debian e Slackware. Questa minor frammentazione faciliterà la vita agli sviluppatori e consentirà alle quattro aziende promotrici di ridurre i costi, sommare i rispettivi know-how e, in ultima analisi, divenire maggiormente competitive sul mercato aziendale. Unito, il quartetto conta infatti di acquistare forza sufficiente per attaccare la forte posizione dominante di Red Hat, che proprio pochi mesi fa ha rilasciato il suo sistema operativo Advanced Server destinato al mercato hi-end.
173 Commenti alla Notizia I Quattro Moschettieri di Linux
Ordina
  • potrebbero fare una versione unica e definitiva che riunisce la parte migliore di tutte le versioni linux esistenti al mondo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Riccardo
    > potrebbero fare una versione unica e
    > definitiva che riunisce la parte migliore di
    > tutte le versioni linux esistenti al mondo.

    Appunto, la stanno facendo. SuSe e Caldera, il meglio del meglio. Mancherebbe solo la Debian per rendere perfetto il tutto...
    non+autenticato
  • adesso gli smanettari linuxari peracottari si mettono insieme così falliscono a quatto alla volta!!!
    uah uah uah
    non+autenticato
  • Acc, ma dove trovi tutto questo spirito?A bocca aperta
    ++troll
    non+autenticato
  • - Scritto da: punkman
    > adesso gli smanettari linuxari peracottari
    > si mettono insieme così falliscono a quatto
    > alla volta!!!
    > uah uah uah

    Beata gioventu'....
    ignorante ....

    Se sai leggere ...
    Leggiti
    "il disagio tecnologico"
    di Alan Cooper (il papa' di visual basic)
    ex programmatore M$

    Ne scoprirai delle belle ....
    ad es. come un baco su NT abbia costretto
    una modernissima nave da guerra Americana
    (dotata di missili cruise) ad essere rimorchiata
    in porto come un qualsiasi peschereccio in panne ....

    "l'unica buona notizia e' che non si trovava in zona di guerra" al momento del blue screen of death


    bye bye
    Pino Pallino
    non+autenticato
  • ...e voi siete TUTTI dei trozzoloni decerebrati
    non+autenticato


  • - Scritto da: Richard
    > ...e voi siete TUTTI dei trozzoloni
    > decerebrati

    Tranne te, intendevi dire?

    Ma cosa intendevi? Spiegati!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Maik
    >
    >
    > - Scritto da: Richard
    > > ...e voi siete TUTTI dei trozzoloni
    > > decerebrati
    >
    > Tranne te, intendevi dire?
    >
    > Ma cosa intendevi? Spiegati!
    Non lo so, ho gettato un sasso nello stagno sperando che qualche simpatico trozzolone abboccasse..(cmq w Stallman, w la Slack, w WinME)
    ciao ciao
    non+autenticato

  • > > Ma cosa intendevi? Spiegati!
    > Non lo so, ho gettato un sasso nello stagno
    > sperando che qualche simpatico trozzolone
    > abboccasse..(cmq w Stallman, w la Slack, w
    > WinME)
    > ciao ciao

    Allora forse Just ok ti ho deluso. Devo trolleggiare?

    1. Slack è vecchia. Mandrake è meglio. Mandrake ha rpmdrake, Slack usa ancora i tar.gz. Bleah. Debian poi è fuori gioco completamente: i .deb non si trovano da nessuna parte e dselect è bruttissimo, non ha nemmeno delle iconcine a modo. Doppio bleah

    2. WinMe è bellissimo. Convincetevi, Linux è obsoleto (lo ha detto anche un tipo che si chiama Tanenbaum, che non so chi sia, ma fa' fico citarlo).

    3. Chi è Stallman?
    non+autenticato
  • il fatto è che la slack non si adatta a tutti
    è roba riservata a gente dura
    ma se preferisci accontentarti di un'MDK qualunque....
    (in ogni caso mi tengo WinME-la Duna targata M$)
    non+autenticato


  • - Scritto da: Richard
    > il fatto è che la slack non si adatta a tutti
    > è roba riservata a gente dura
    > ma se preferisci accontentarti di un'MDK
    > qualunque....
    > (in ogni caso mi tengo WinME-la Duna targata
    > M$)

    Hey! Ma stavo scherzando! Apprezzo molto la Slack, anche se continuo ad usare Debian. Stavo solo giocando a trolleggiareOcchiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Richard

    > il fatto è che la slack non si adatta a tutti
    > è roba riservata a gente dura

    Ma quale gente dura, ci sono dentro sempre le stesse 4 cose...!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Pogoboy
    >
    > - Scritto da: Richard
    >
    > > il fatto è che la slack non si adatta a
    > tutti
    > > è roba riservata a gente dura
    >
    > Ma quale gente dura, ci sono dentro sempre
    > le stesse 4 cose...!
    Toh... un boccalone che ha abboccato a questo flame demenziale!!!
    non+autenticato
  • Demenziale lo vai a dire a qualcun'altro per piacere
    Non sei degno di usare WinME
    non+autenticato
  • - Scritto da: gsam
    > Demenziale lo vai a dire a qualcun'altro per
    > piacere
    > Non sei degno di usare WinME
    e tu non sei degno di usare un gameboy
    e demenziale lo dico fin quando mi va visto che questo flame DEMENZIALE l'ho iniziato IO sparando la prima cazzata.
    SGRUNT
    non+autenticato


  • - Scritto da: Pogoboy


    A BOCCALONE!!!!
    ahhahaha sfigaboy colpisce ancora...mamma che lol
    non+autenticato
  • Insomma, un lungo thread per assicurarci che, da esperti programmatori, avevate da ridere a crepapelle sulla brutture della programmazione di Linux. Ma nessuno che sia riuscito a fare un esempio a numero. Eppure, i sorgenti sono disponibili per tutti. Più di così che dovevamo fare? mmmmm... Siete un po' a corto di cartucce?
    non+autenticato
  • - Scritto da: hyperm

    > programmazione di Linux. Ma nessuno che sia
    > riuscito a fare un esempio a numero. Eppure,

    Infatti non c'e' nulla da ridere. Quando la VM di linux si faceva i cazzi suoi e il kernel crepava miseramente appena partivano 4 processi in croce, sicuramente non stavo ridendo: stavo riformattando.

    I sorgenti non servono a niente se non sai dove mettere le mani =)
    non+autenticato

  • > Infatti non c'e' nulla da ridere. Quando la
    > VM di linux si faceva i cazzi suoi e il
    > kernel crepava miseramente appena partivano
    > 4 processi in croce, sicuramente non stavo
    > ridendo: stavo riformattando.

    e stavi reinstallando Win98? Buon pro, nel mondo c'è spazio per tutti i gusti Occhiolino

    Io uso Linux, e non ho 4 processi in esecuzione. Se ti mando l'output di ps -aux ti prende male. L'ultimo Linux che ho installato per lavoro è stato acceso 1 mese giorno e notte, e se l'abbiamo dovuto spegnere è stato perchè aveva il disco pieno, non certo per uno schermo blu o un "E' necessario riavviare la macchina per rendere operativi i cambiamenti".


    > I sorgenti non servono a niente se non sai
    > dove mettere le mani =)

    Sui sorgenti, sinceramente, ad un certo livello DEVI saperci mettere le mani, altrimenti, come dici tu, è come non averli i sorgenti. Non ti dico che il mio lavoro sia quotidianamente modificare i sorgenti del kernel e dei programmi, ma mi è capitato (non per divertimento, ma per esigenze di lavoro: ho scritto una patch per Postfix per aggiungere un hook non previsto dall'autore. Con Microsoft Exchange mi sarei attaccato).

    Comunque sono daccordo con te. Non sai mettere le mani su uno Unix e in particolar modo sui sorgenti di kernel e applicazioni? Non ci provare, usa Windows e vivi feliceSorride Sia detto, sinceramente, senza ironia.
    non+autenticato
  • Non sono affatto d'accordo.
    IMO è importante avere la libertà di farlo anche se non si hanno le capacità.
    Non a fini pratici, d'accordissimo, ma anche solamente come garanzia che altri lo fanno.
    Rigorosamente IMHO ovviamente.
    non+autenticato


  • - Scritto da: gsam
    > Non sono affatto d'accordo.
    > IMO è importante avere la libertà di farlo
    > anche se non si hanno le capacità.

    ci siamo fraintesi.non dicevo che chi non è capace non deve avere la possibilità di farlo.intendevo dire che di per se' serve a poco avere il sorgenti,se non si sanno usarli:il solo fatto di averli non da', di per se',molto potere in più; è richiesta anche un minimo di competenza. Anche IMHO è importante GARANTIRE la libertà, anche a chi non ha le capacità.Poi,sul lato pratico,questa libertà potrebbe risultare poco utileSorride


    > Non a fini pratici, d'accordissimo, ma anche
    > solamente come garanzia che altri lo fanno.
    > Rigorosamente IMHO ovviamente.

    hai ragione. IMHO,ovviamente,anche per meSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Just ok

    > e stavi reinstallando Win98? Buon pro, nel
    > mondo c'è spazio per tutti i gusti Occhiolino

    Windows lo lascio volentieri a chi usa Mandrake.

    > Io uso Linux, e non ho 4 processi in
    > esecuzione. Se ti mando l'output di ps -aux
    > ti prende male.

    Perche' ora usi la versione che funziona, non quella che si inchiodava stecchita appena andavi in swap con qualsiasi cosa.

    > spegnere è stato perchè aveva il disco
    > pieno, non certo per uno schermo blu o un

    Il mio e' acceso da 450 giorni-e-qualcosa.

    > Sui sorgenti, sinceramente, ad un certo
    > livello DEVI saperci mettere le mani,

    Solo se necessario, non per applicare a mano i patch che dopo 300 release non sono ancora nel tree ufficiale a causa di qualche scazzo fra qualche sviluppatore piu' o meno rompipalle.

    > (non per divertimento, ma per esigenze di
    > lavoro: ho scritto una patch per Postfix per
    > aggiungere un hook non previsto dall'autore.
    > Con Microsoft Exchange mi sarei attaccato).

    Io in teoria avrei dovuto riscrivere un paio di installer per farli funzionare come si deve, ma dato che questo non e' il mio lavoro e neanche mi interessa faccio prima a usare un pezzo di unix che funziona come si deve.

    > Comunque sono daccordo con te. Non sai
    > mettere le mani su uno Unix e in particolar
    > modo sui sorgenti di kernel e applicazioni?

    E' sufficiente dire che non posso perdere ore per sistemare i casini che qualcun altro non ha voglia di sistemare, siano essi pezzi di kernel o altro.

    > Non ci provare, usa Windows e vivi feliceSorride

    Quello neanche si accende...
    non+autenticato
  • - Scritto da: hyperm
    > Insomma, un lungo thread per assicurarci
    > che, da esperti programmatori, avevate da
    > ridere a crepapelle sulla brutture della
    > programmazione di Linux. Ma nessuno che sia
    > riuscito a fare un esempio a numero. Eppure,
    > i sorgenti sono disponibili per tutti. Più
    > di così che dovevamo fare? mmmmm... Siete un
    > po' a corto di cartucce?

    si ride eccome, metti su una distro qualunque e vedi un pò a che punto stanno questi programmatori del terzo millennio...
    Se ci devi lavorare però, ti viene da piangere
    non+autenticato
  • - Scritto da: programmatore
    > si ride eccome, metti su una distro
    > qualunque e vedi un pò a che punto stanno
    > questi programmatori del terzo millennio...
    > Se ci devi lavorare però, ti viene da
    > piangere

    Esempi, per favore!
    Queste restano accuse generiche.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Radioactive Man
    > - Scritto da: programmatore
    > > si ride eccome, metti su una distro
    > > qualunque e vedi un pò a che punto stanno
    > > questi programmatori del terzo
    > millennio...
    > > Se ci devi lavorare però, ti viene da
    > > piangere
    >
    > Esempi, per favore!
    > Queste restano accuse generiche.
    Ah sìì???
    allora parliamo di quella perla del VCN!!

    non+autenticato
  • - Scritto da: programmatore
    > Ah sìì???
    > allora parliamo di quella perla del VCN!!

    Appunto! Parlane però!!! Sono tutto orecchie.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Radioactive Man
    > - Scritto da: programmatore
    > > Ah sìì???
    > > allora parliamo di quella perla del VCN!!
    >
    > Appunto! Parlane però!!! Sono tutto
    > orecchie.
    Se solo sapessi cos'è ne parlerei
    eppoi mica sono un programmatore!
    non+autenticato
  • La mia prima reazione a questa notizia è stata: "Finalmente qualcosa per fare concorrenza a Redhat!"

    Ma ho cambiato idea.

    Fondamentalmente, c'è già una distribuzione standard. Si chiama Redhat. Che piaccia o no, Redhat è uno standard di fatto nei più importanti mercati workstation e server. Mandrake ed altre famose distribuzioni sono già basate su essa. Perfino il sistema di packaging di Debian è vagamente basato sul famoso e stabile sistema RPM, inventato da Redhat.

    Sono completamente a favore della concorrenza, ma mi sembra che questo particolare problema sia già stato affrontato.
    non+autenticato


  • - Scritto da: standard?
    [...]
    Perfino il sistema di
    > packaging di Debian è vagamente basato sul
    > famoso e stabile sistema RPM, inventato da
    > Redhat.
    [...]

    deb con rpm non ha prorio niente a che vedere
    rpm e' vecchio come strutturazione e scomodo da uasre
    deb e' l'evoluzione della specie di qualche Kgenerazione
    non+autenticato


  • - Scritto da: standard?
    > Perfino il sistema di
    > packaging di Debian è vagamente basato sul
    > famoso e stabile sistema RPM, inventato da
    > Redhat.

    c'e' gente che si rivoltera' sulla sedia a sentire una affermazione del genere...

    studia... poi ripassa... e poi torna a postare
    non+autenticato


  • - Scritto da: standard?
    > Perfino il sistema di
    > packaging di Debian è vagamente basato sul
    > famoso e stabile sistema RPM, inventato da
    > Redhat.
    COSA????? Io uso RH ma non puoi dire queste castronerie, anzi visto che siamo in tema diciamo che la RH ancora non si e' degnata di fare un gestore pacchetti apt-like (pure la mandrakkia c'e' arrivata con urpmi).
    non+autenticato


  • - Scritto da: standard?

    > già basate su essa. Perfino il sistema di
    > packaging di Debian è vagamente basato sul
    > famoso e stabile sistema RPM, inventato da
    > Redhat.

    così "vagamente" che non è vero.
    Ma.. documentarsi prima di dire falsità non è più d'uso su questo pianeta?
    non+autenticato
  • - Scritto da: zap

    > Ma.. documentarsi prima di dire falsità non
    > è più d'uso su questo pianeta?

    No, basta sentire le scemenze che si dicono su W2K, le liberta' della GPL e i "furti" di software.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pogoboy
    > - Scritto da: zap
    >
    > > Ma.. documentarsi prima di dire falsità
    > non
    > > è più d'uso su questo pianeta?
    >
    > No, basta sentire le scemenze che si dicono
    > su W2K, le liberta' della GPL e i "furti" di
    > software.

    Questa tua autocritica e' inaspettata, e' proprio vero, anche nel marmo ci sono neuroni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ll

    > Questa tua autocritica e' inaspettata, e'
    > proprio vero, anche nel marmo ci sono
    > neuroni.

    Se ci sono negli utonti Linux (ne e' dimostrazione il fatto che respirino) vuol dire che sono proprio dappertutto. Se vuoi te ne presto un paio cosi' ti togli Mandrake dall'HD.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Pogoboy
    > - Scritto da: ll
    >
    > > Questa tua autocritica e' inaspettata, e'
    > > proprio vero, anche nel marmo ci sono
    > > neuroni.
    >
    > Se ci sono negli utonti Linux (ne e'
    > dimostrazione il fatto che respirino) vuol
    > dire che sono proprio dappertutto. Se vuoi
    > te ne presto un paio cosi' ti togli Mandrake
    > dall'HD.

    Scadente .... deludi sempre di piu', anche come troll
    non+autenticato


  • - Scritto da: Pogoboy
    > - Scritto da: zap
    >
    > > Ma.. documentarsi prima di dire falsità
    > non
    > > è più d'uso su questo pianeta?
    >
    > No,


    ok. adesso capisco perché hai risposto a qusto mio messaggio
    non+autenticato
  • ma hai una vaga idea della differenza che c'è tra il sistema di pacchetti della debian e quello "stile" redhat???? hai mai usato sul serio una distro debian???? non vorrai mica mettere a confronto la stabilità e la coerenza dei pacchetti debian con la redhat???? no...

    > già basate su essa. Perfino il sistema di
    > packaging di Debian è vagamente basato sul
    > famoso e stabile sistema RPM, inventato da
    > Redhat.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 24 discussioni)