Greenpeace: i laptop inquinano il Mondo

Il vero motore dell'inquinamento prodotto dall'alta tecnologia, secondo l'organizzazione ambientalista, sono i portatili: vengono costruiti con materiali tossici e non riciclabili. Le aziende nel mirino: Apple, Lenovo, HP

Londra - Greenpeace torna all'assalto dell'industria tecnologica: dopo le proteste contro Hewlett Packard e le dimostrazioni in occasione del Computex, i militanti dell'organizzazione ambientalista denunciano l'impiego di sostanze tossiche nella produzione dei più diffusi modelli di computer portatile.

La sostanza sotto accusa è una "vecchia conoscenza" di Greenpeace, un particolare composto ignifugo utilizzato per aumentare la resistenza termica delle parti in plastica. Questo composto, detto tetrabromobisfenolo, sarebbe impiegato in quantità reputate troppo rischiose per l'ecosistema terrestre: "Tutti i laptop sono uguali, sotto questo aspetto", ha detto il Dott. Keving Brigden, membro della direzione scientifica di Greenpeace. "Al di là delle differenze estetiche tra un Mac ed un PC, ad esempio, le sostanze pericolose contenute dentro un laptop sono un elemento comune a tutti i prodotti sul mercato".

La risposta delle aziende prese di mira da Greenpeace non si è fatta attendere. I portavoce di HP hanno già annunciato l'inizio di alcuni accertamenti scientifici sulla composizione chimica delle sostanze utilizzate negli impianti di produzione dei laptop. Apple ha invece accolto l'invito di Greenpeace a non utilizzare componenti tossici: la compagnia ha dichiarato di volersi impegnare per trovare alternative ecocompatibili.
Tuttavia, secondo gli esperti di Greenpeace, i laptop della serie MacBook prodotti da Apple rimangono i più inquinanti di tutti: i modelli presi in esame, sostiene Brigden, contengono livelli di tetrabromobisfenolo estremamente alti. Lenovo, colosso cinese giunto alla ribalta dopo l'acquisto di un intero branch di IBM, avrebbe invece ottenuto un riconoscimento dal governo degli Stati Uniti per l'alta ecocompatibilità dei suoi prodotti.

Greenpeace svolge ormai da tempo una campagna di sensibilizzazione sul problema dei cosiddetti rifiuti high-tech. La questione riguarda tutto il pianeta, specialmente da quando l'hi-tech occidentale ha iniziato a contribuire alla trasformazione di intere regioni dell'Asia in discariche a cielo aperto del benessere tecnologico occidentale.

Tommaso Lombardi
22 Commenti alla Notizia Greenpeace: i laptop inquinano il Mondo
Ordina
  • pur di fare bella figura s'inventano anche questa panzana!

    non entro nei particolati/ri che è meglio, però i suddetti farebbero meglio ad informarsi.

    per come la vedo io, quelle sono solo persone "soppressive", cioè non hanno alcun interesse se non quello di terrorizzare le popolazioni di tutto il mondo (i cinesi ed i russi fanno a gara per chi se ne infischia di più).

    secondo loro, tutto è contro di loro, tutto fa' male, tutto sporca, tutto.. inquina! ma anche loro defecano, mangiano, usano internet, ecc.. proprio come tutti noi.. ma chi sono loro?!

    sono persone SP, cioè persone sopressive che non vogliono il nostro bene, vedi il referendum del 1987, una VERA tragedia!

    domani chiamo un croato per sentire cosa mi dice, sicuramente ha altri problemi rispetto alla plastica dei portatili... ha il problema CANCRO delle bombe AMERICANE, come americani sono quelli di GREENPEACE.
    non+autenticato
  • Il concetto di persona soppressiva è usato dagli attivisti di scientology per definire le persone che non la pensano come il loro leader e nel programma della suddetta "religione" eliminare una persona soppressiva equivale ad un qualunque altro servizio all'umanità


    - Scritto da:
    > pur di fare bella figura s'inventano anche questa
    > panzana!
    >
    > non entro nei particolati/ri che è meglio, però i
    > suddetti farebbero meglio ad
    > informarsi.
    >
    > per come la vedo io, quelle sono solo persone
    > "soppressive", cioè non hanno alcun interesse se
    > non quello di terrorizzare le popolazioni di
    > tutto il mondo (i cinesi ed i russi fanno a gara
    > per chi se ne infischia di
    > più).
    >
    > secondo loro, tutto è contro di loro, tutto fa'
    > male, tutto sporca, tutto.. inquina! ma anche
    > loro defecano, mangiano, usano internet, ecc..
    > proprio come tutti noi.. ma chi sono
    > loro?!
    >
    > sono persone SP, cioè persone sopressive che non
    > vogliono il nostro bene, vedi il referendum del
    > 1987, una VERA
    > tragedia!
    >
    > domani chiamo un croato per sentire cosa mi dice,
    > sicuramente ha altri problemi rispetto alla
    > plastica dei portatili... ha il problema CANCRO
    > delle bombe AMERICANE, come americani sono quelli
    > di
    > GREENPEACE.
    non+autenticato
  • soppressive o meno, l'importante è che si occupino di quastioni serie, le sostanze plastiche dei portatili sono veramente l'ultimissima cosa a cui dovrebbero porre la loro attenzione.
    non+autenticato
  • ... ma cosa ti fa pensare che non sia GIA' l'ultima cosa di cui si occupano? Se la stampa balza solo sulla notizia che fa effetto, non vuol dire che si occupino solo di quello, anzi. E considerare "americani quelli di Greenpeace", è davvero da ridere, considerando che l'amministrazione Bush ha lottato per inserire Greenpeace tra le organizzazioni terroriste perche' ostacolavano lo sfruttamento (illegale per la stessa legge americana) delle foreste tropicali! Cmq, sappiamo da tempo quanto siano diventati inquinanti i pc, e non sarebbe male se i produttori facessero qualcosa... soprattutto considerando i margini di guadagno... e a proposito di VERA tragedia nel 1987... ma Chernobyl non era del 1986?
    non+autenticato
  • per colpa degli ambientalisti in Italia non abbiamo centrali nucleari.
    Così paghiamo la corrente più cara del mondo comprandola da una nazione che la produce con centrali nucleari che si trovano a 2 passi da noi.
    Io già detesto gli ambientalisti per i casini che hanno creato nel mio quartiere. Per non tagliare un pezzo di parco inutilizzato lungo 50 metri e largo quanto 1 corsia ci troviamo nell'impossibilità di circolare e si vedono code di auto che devono fare un giro assurdo per prendere la strada principale ed uscire. Così mi ritrovo con un pezzo di parco in più e 200 macchine davanti che mi riempiono di smog e rumore.
    Per me gli ambientalisti andrebbero soppressi alla nascita
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > per colpa degli ambientalisti in Italia non
    > abbiamo centrali
    > nucleari.
    > Così paghiamo la corrente più cara del mondo
    > comprandola da una nazione che la produce con
    > centrali nucleari che si trovano a 2 passi da
    > noi.
    [CUT]

    O sei troppo giovane per ricordartelo o non conosci bene la storia. Il referendum non è certo stato votato dagli ambientalisti!

    Comunque IMHO la benzina e l'elettricità dovrebbero costare di più ancora e dovrebbero essere abbattuti finanziamenti all'industria cinematografica, ai progetti extrascolastici, alle iniziative ludiche ed ai beni culturali.
    In questo modo avremmo veramente i servizi più importanti che funzionano e veramente gratis: vedi sanità e comunicazioni.
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > O sei troppo giovane per ricordartelo o non
    > conosci bene la storia. Il referendum non è certo
    > stato votato dagli
    > ambientalisti!

    Il referendum è stato fortemente influenzato dagli ambientalisti che spacciarono la tecnologia nucleare come pericolosa di fatto, tirando in ballo Chernobyl, dimenticandosi però che l'incidente di Cernobyl fu causato da un test scellerato voluto dagli uomini (disattivarono OGNI sistema di sicurezza...fai un pò tu).

    non+autenticato
  • LA TECNOLOGIA NUCLEARE E' PERICOLOSA DI FATTO PERCHE' SE IL DANNO E' IRRIMEDIABILE LA SICUREZZA DEVE ESSERE TOTALE, COME DI FATTO NON E'. SE QUESTO SEMPLICE CONCETTO NON PASSA NON SERVE AVER STUDIATO, NON SERVE NULLA, SERVONO SOLO I VOTI DI CHI LO CAPISCE



    - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    >
    > > O sei troppo giovane per ricordartelo o non
    > > conosci bene la storia. Il referendum non è
    > certo
    > > stato votato dagli
    > > ambientalisti!
    >
    > Il referendum è stato fortemente influenzato
    > dagli ambientalisti che spacciarono la tecnologia
    > nucleare come pericolosa di fatto, tirando in
    > ballo Chernobyl, dimenticandosi però che
    > l'incidente di Cernobyl fu causato da un test
    > scellerato voluto dagli uomini (disattivarono
    > OGNI sistema di sicurezza...fai un pò
    > tu).
    >
    non+autenticato
  • UUUh...tutto in grassetto...allora ho toccato il tasto giusto.

    Spiegami perchè a parte Chernobyl di incidenti nucleari simili non se ne sono visti altri. Spiegami anche che idiozia è non volere il nucleare quando abbiamo centrali nucleari vicino ai nostri confini (Slovenia, per esempio e ne vogliono costruire un'altra). Il rischio è esattamente lo stesso: credi che il referendum ti salvi se una centrale francese fa il botto?

    Grazie a quel referendum l'Italia va avanti con una palla al piede enorme, una bella zavorra alla nostra economia, grazie agli ambientalisti che no capiscono un caiser (e che di solito non sono mai stati in campagna, non hanno mai visto animali da vicino se non allo zoo e non sanno coltivare la terra).
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > LA TECNOLOGIA NUCLEARE E' PERICOLOSA DI FATTO
    > PERCHE' SE IL DANNO E' IRRIMEDIABILE LA SICUREZZA
    > DEVE ESSERE TOTALE, COME DI FATTO NON E'. SE
    > QUESTO SEMPLICE CONCETTO NON PASSA NON SERVE AVER
    > STUDIATO, NON SERVE NULLA, SERVONO SOLO I VOTI DI
    > CHI LO
    > CAPISCE
    >

    sei un ignorante, perche se tu conoscessi veramente l'argomento di cui stai parlando, non spareresti simili str0nzate.

    L'incidente di chernobil è un esempio idiota che tutti gli ignoranti continuano a tirare fuori in continuazione. Quella centrale nucelare fu costruita SENZA i minimi requisiti in fatto di sicurezza, e fù un errore umano a causare l'incidente. LE centrali nucleari moderne, ma anche quelle più datate presenti nei paesi industrializzati, o in quelli in via di sviluppo (vedi, Cina, India, ecc) hanno sistemi di sicurezza tali da impedire di fatto quasi quasi la totalità di incidenti possibili, anche quelli dovuti all'errore umano. Le centrali che vengono costruite ORA, in più , hanno sistemi di sicurezza automatici, che funzionano grazie alle leggi della fisica, e sono in grado di disattivare automaticamente la centrale in caso di un qualsiasi guasto. Inoltre tutte le centrali hanno una doppia struttura, cosi in caso di un eventuale rottura di uno dei gisci, l'altro compensa al danno. Queste strutture inoltre sono TESTATE per contrastare impatti anche da parte di Aerei.

    Informatevi prima di sparare str0nzate sulle tecnologie che non conoscete.
    non+autenticato
  • gia e delle scorie poi che ne facciamo?
    le mettiamo sotto casa tua o nel tuo giardino?
    o facciamo come negli usa che le esportano sottoforma di uranio impoverito
    e le usano nella guerra in Iraq o (scusate se mi porto avanti) nelle guerre contro Siria Iran e Corea del nord?
    non+autenticato
  • nel suo giardinoArrabbiato
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > per colpa degli ambientalisti in Italia non
    > abbiamo centrali
    > nucleari.
    > Così paghiamo la corrente più cara del mondo
    > comprandola da una nazione che la produce con
    > centrali nucleari che si trovano a 2 passi da
    > noi.
    >
    > Io già detesto gli ambientalisti per i casini che
    > hanno creato nel mio quartiere. Per non tagliare
    > un pezzo di parco inutilizzato lungo 50 metri e
    > largo quanto 1 corsia ci troviamo
    > nell'impossibilità di circolare e si vedono code
    > di auto che devono fare un giro assurdo per
    > prendere la strada principale ed uscire. Così mi
    > ritrovo con un pezzo di parco in più e 200
    > macchine davanti che mi riempiono di smog e
    > rumore.
    > Per me gli ambientalisti andrebbero soppressi
    > alla
    > nascita


    Sei folle se credi a quel che dici. Il programma ambientalista prevede la salvaguardia delle aree verdi, ciò non vuol dire che questa non possa modularsi diversamente secondo necessità contingenti o specifiche. Resta fermo che non si può nemmeno transigere troppo ai principi del programma altrimenti ognuno cerca di imporre il proprio particolare interesse su quello di tutti. Gli ambientalisti tornano comodo però quando ti mettono la discarica a 1000 metri da casa... Senza coscienza ambientale saremmo già morti tutti di cancro per il ddt e l'amianto, radiazioni nucleari e altre sostanze fortemente distruttive per la vita
    non+autenticato
  • e che scoperta! Ci voleva Greenpeace a dircelo. Quando si accorgeranno che anche i pannelli fotovoltaici sono inquinanti, sia nel loro processo di realizzazione che di smaltimento, cosa succederà, ci proporranno una dinamo ecologica e giù a pedalare?
  • Guarda il lato positivo di quello che hai scritto. Sarà senz'altro debellata l'obesità! Rotola dal ridere

    non+autenticato

  • - Scritto da: bandg4p
    > e che scoperta! Ci voleva Greenpeace a dircelo.
    > Quando si accorgeranno che anche i pannelli
    > fotovoltaici sono inquinanti, sia nel loro
    > processo di realizzazione che di smaltimento,
    > cosa succederà, ci proporranno una dinamo
    > ecologica e giù a
    > pedalare?
    Tutto è inquinante ma alcune sostanze sono molto più inquinanti di altre.
    non+autenticato
  • Lenovo, colosso cinese giunto alla ribalta dopo l'acquisto di un intero branch di IBM, avrebbe invece ottenuto un riconoscimento dal governo degli Stati Uniti per l'alta ecocompatibilità dei suoi prodotti.

    bella questa... gli Stati Uniti (che non riconoscono il protocollo di Kyoto sulle emissioni nocive) premiano la Lenovo per l'ecocompatibilità dei suio prodotti.
    Un po' come se la banda bassotti premiasse i cittadini più onesti....
    non+autenticato
  • I bombardamenti all’uranio in Iraq contaminano l’Europa.

    L’esercito statunitense è tutto tranne che mal organizzato. Quando fu presa la decisione di passare al nucleare nelle guerre convenzionali con il promiscuo uso di armi all’uranio che disperdevano radiazioni, tra cui mine di terra, proiettili, granate, missili e bombe, furono create anche le adeguate e corrette regole e regolamentazioni per la pulizia radiologica. Queste regole hanno nel mondo la forza del diritto statunitense. Comunque, lo stesso governo che le ha adottate non le sta seguendo, persino negli Stati Uniti.


    articolo completo:
    http://www.canisciolti.info/modules.php?name=Secti...

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > I bombardamenti all’uranio in Iraq contaminano
    > l’Europa.
    >
    > L’esercito statunitense è tutto tranne che mal
    > organizzato. Quando fu presa la decisione di
    > passare al nucleare nelle guerre convenzionali
    > con il promiscuo uso di armi all’uranio che
    > disperdevano radiazioni, tra cui mine di terra,
    > proiettili, granate, missili e bombe...


    Evvai!
    Un altro che legge "uranio impoverito" e parla a sproposito di "armi nucleari".


    Le armi nucleari sono quelle che si basano su una reazione a catena di fissione di nuclei di isotopi radioattivi di alcuni elementi pesanti, come uranio e plutonio, da cui il termine di "nucleari".

    L'uranio impoverito è un discorso totalmente diverso, e il suo uso a scopi bellici si basa su altre sue caratteristiche.


    Che faccia male poi è sicuro, ma più che per la sua scarsa radioattività, lo è per la sua forte tossicità, come del resto lo sono molti altri metalli pesanti, specialmente se sotto forma di polveri sottili.
    non+autenticato
  • Kyoto riguarda le emissioni di CO2 nell'ambiente, non la biodegradabilità/ecocompatibilità dei materiali utilizzati nelle industrie. Come al solito, se si parla per sentito dire si fanno figure barbine come la tua.

    E poi, neanche la Cina aderisce al trattato di Kyoto (che fra l'altro è una cazzata mostruosa, dato che l'effetto serra è un solo ipotesi non dimostrata).
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > E poi, neanche la Cina aderisce al trattato di
    > Kyoto (che fra l'altro è una cazzata mostruosa,
    > dato che l'effetto serra è un solo ipotesi non
    > dimostrata).
    Su scala planetaria e con gli attuali modelli e potenze di calcolo è improbabile attendersi "dimostrazioni".
    Le alterazioni climatiche sono evidenti, guarda lo stato di ghiacciai e nevi (ex)perenni e la tropicalizzazioni di nazioni come l'Italia; data la rapidità temporale non molti danno credito all'ipotesi di fluttuazioni naturali.

    CMQ ridurre le emissioni di CO2 e altri inquinanti come raccomandato dal protocollo di Kyoto (a parte le compensazioni acquistate da paesi poco industrializzati) *NON* ha controindicazioni, ma viene contestato perchè aumenta i costi di produzione costringendo a rinnovare (a volte riprogettando) alcuni impianti.
    Questo è rifiutato soprattutto nelle nazioni (USA, ma non solo) che non hanno abitualmente prestato molta cura al consumo di risorse non rinnovabili e agli effetti collaterali. Non è un caso che ne stiano molto discutendo anche al loro interno (cfr. le leggi della California sulle emissioni dei veicoli).

    E' insopportabile vedere che mezzo mondo non si preoccupa del futuro: capirei fossero gli stati che debbono costruire un sistema industriale e temono di venir frenati dalle regole di Kyoto; purtroppo l'ostacolo principale è dato da nazioni che hanno tecnologie e risorse economiche per riassestare il sistema produttivo (certo non dalla sera alla mattina) e salvare un pianeta decente per i propri nipoti.
    non+autenticato