In Turchia la censura è ufficiale

Approvata una legge che pone i media in mano ai pochi già padroni dell'informazione turca. Chi vuole aprire un sito dovrà chiedere l'autorizzazione e spedire copia dei contenuti agli uffici governativi. UE sempre più lontana

In Turchia la censura è ufficialeRoma - Obtorto collo, il presidente turco Ahmet Necdet Sezer ha dovuto porre la propria firma sotto una legge che è divenuta così ufficiale, una normativa che allontana il suo paese dall'Europa e che pone una cappa di censura e di controllo su internet e i media. Sezer aveva già posto il veto su una normativa del tutto simile ma ora, con la sua seconda riproposizione, non ha il potere per fermarla e ha solo potuto trasmetterla alla Corte Costituzionale per una revisione.

Con la promulgazione, la Turchia si dota di una normativa che pone nelle mani dei pochi grandi gruppi che già controllano i media un potere nuovo, quello di poter esplicitamente affermare la proprietà dei mezzi di comunicazione. Fino ad oggi, infatti, era stato necessario per queste entità ricorrere ad una serie di "società prestanome" che allontanassero i rischi di guai giudiziari dovuti alla creazione di oligopoli nel mondo della stampa e dell'informazione. Ora non c'è più bisogno del giochino delle tre carte e le cose possono essere dichiarate ufficialmente.

La normativa prevede che siano messe fuorilegge le notizie "che raccontano bugie" e rende un reato promuovere il "pessimismo" o la "disperazione" (bugie, appunto). Il tutto con una vaghezza che non può garantire alcuna certezza del diritto.
La nuova legge ne "approfitta" anche per rendere illegale qualsiasi genere di trasmissione in curdo. La liceità di media curdi è tra i requisiti che l'Unione Europea ha sottoposto alla Turchia tra quelli a cui il paese dovrà adattarsi se intende entrare nella UE.

Ma non è solo questo. Con una mossa che ricorda, ma solo in parte, la legge sull'editoria italiana, la nuova normativa turca di fatto pone internet nello stesso regime di controllo già previsto per la stampa. In pratica tutte le attività online sono ora sotto il controllo della Commissione Radio e Televisione.

Questo significa che l'apertura di un sito da parte di un cittadino turco si trasforma nella necessità di richiedere l'autorizzazione esplicita delle autorità governative. Non solo, tutti i materiali pubblicati dovranno essere trasmessi per conoscenza alle medesime autorità di controllo. Qualsiasi giudice in questo quadro può chiedere a qualunque sito internet di presentare alle autorità di controllo anche ogni singolo aggiornamento alle proprie pagine.

Qualsiasi reato di informazione online viene equiparato ad un reato sulla stampa, con conseguenze naturalmente pesantissime sulla libertà della rete. La legge prevede condanne che possono arrivare quasi a 200mila euro.

Il governo e la maggioranza parlamentare appoggiano la normativa, apparentemente incuranti delle conseguenze che è destinata ad avere non solo all'interno ma anche in merito ai rapporti internazionali, in primis quelli con la UE. Il ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni Oktay Vural ha dichiarato che la legge non rappresenta alcuna restrizione e che quanto accade in internet non può uscire dalla legge. "Vediamo che succede - ha dichiarato alla BBC - non credo che questo avrà impatti su internet. Credo che il tempo mostrerà la verità".

Contro la legge, invece, oltre al presidente Sezer vi è quella parte dell'opinione pubblica che con difficoltà trova le energie per dire la propria contro questa normativa. Tra di loro gli operatori internet, i provider ma anche le associazioni di utenti, che hanno da tempo denunciato inutilmente il gravissimo impatto della legge sullo sviluppo della rete nonché sulla libertà del suo utilizzo. Tutti sperano che la Corte Costituzionale bocci la legge ma è un processo lungo, che potrebbe durare un anno, durante il quale la nuova normativa sarà efficace a tutti gli effetti.
TAG: censura
104 Commenti alla Notizia In Turchia la censura è ufficiale
Ordina
  • ...che molta gente quando si parla male dei musulmani spara dei "razzisti" a destra e manca e invece quando si dice "facciamo fuori i cattolici" non dice una parola.
    Bell'esempio di coerenza.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Vertigo
    > ...che molta gente quando si parla male dei
    > musulmani spara dei "razzisti" a destra e
    > manca e invece quando si dice "facciamo
    > fuori i cattolici" non dice una parola.
    > Bell'esempio di coerenza.

    non fa "in" Triste((
    non+autenticato
  • >invece quando si dice "facciamo
    > fuori i cattolici" non dice una parola.
    dove e stato detto (non ho letto tutto il thread della notizia) ????
    inoltre hai voglia a far fuori i cattolici (anche se io includerei anche i cristiani ortodossi o greco-cattolici)...i cattolici sono calmi e buoni, ma ti ricordi le crocciate...basta che si rompano un po le palle...e gli altri si attacano...
    non+autenticato
  • ci sarà pur 1 motivo se i nostri antenati gridavano così.
    E chi cazzo se li vuole in Europa li Turchi se promulgano Leggi contro la libertà dell' Informazione e dell' Individuo?!
    Se ne stessero nella loro brodaglia a macerare e non venissero ad infettarci con le loro maleodoranti Leggi castranti!


    non+autenticato
  • Ma se un cittadino turco apre un sito su un server straniero, come fanno ad impedirglielo????
    non+autenticato
  • Mi congratulo con i Turchi i quali sono stati estremamente lungimiranti con questa legge!

    Noi pultropo non riusciremmo a fare uguale.

    Però spero che presto ci si renda conto anche noi occidentali che bisogna regolamentare internet che è il covo del male.
    E la regolametazione deve tenere conto dei grandi interesi che vi sono indubbiamente in gioco.
    E' infatti non solo necessario aplicare una giusta e doverosa cesura in riguardo a tutto ciò che è contro la lege, ma tutto ciò che è contro la morralità e lo spirito del popolo.

    Infatti, un punto interesante, che fa sottointendere l'altro grado -molto superiore al nostro- di civiltà raggiunto dalla Turchia è la normativa che prevede che siano messe fuorilege le notizie "che raccontano bugie" e rende un reato promuovere il "pessimismo" o la "disperazione" (bugie, appunto).
    In questo, finalmente, si potrebe iniziare a sentire la verrità sul giurassinux, sulla Microsoft e su Telecom ... mettendo finnalmente a tacere le voci che le acusano dei mono poli.

    L'altra parte è il lato economico della faccenda, ossia che permettendo solo a pochi e selezionati e continuamente verificati gruppi editoriali la publicazione di informazioni su web o fuori, si permette l'acentramento dell'informazione permeterdone cosi un agevole rivendita verso gli utenti finali.

    Naturalente, poichè tali misure siano eficaci è necesario applicare anche altre misure quali:
    1) L'istituzione di sistemi di protezione nazionali che impediscano l'uscita e l'ingreso dal circuito nazionale degli utenti: questo per savaguardare la moralità delle informazioni pubblicate: l'aggiramento di questa norma dovrà prevedere necesariamente la pena della lapidazzione, senza starci a pensare tropo su.
    2) L'abolizione della anonimicità su interet
    3) L'istituzione di un moderatore politico per ogni newsgroup, che potrà a suo insindacabile giudizio, attivare indagini su elementi che si rivelano soversivi
    4) Inserire nell'elenco del software illegale tutti i software di dubbia provenienza, soprattutto quelli a sorcio aperto: la pena per il possesso di questo tipo di software o software pirata non potrà essere inferiore a 20 anni in un campo di lavori forzati a spaccare pietre (le quali serviranno per la lapidazioni alle infrazioni del punto 1) o a tagliare alberi (i cui tronchi serviano al punto 5).
    5) Assicurarsi che ognuno abbia un software di verifica contenuto del disco del proprio PC instalato e pienamente funzionante, abolire ogni sistema operativo non copatibile con tale programa: la pena per l'infrazzione di questa diposizione non potra esere che il palo -apunto- Turco.

    Dopo di che avremo finalmente una società civile morale ed ordinata, soprattutto in rapporto alle soluzioni informatiche e senza pirati hacker o altri fastidiosi elementi che ne turbano l'ordine.
    ... e sopratuto gestibbile ed organizzabbile finnalmente da ogni religgione ...

    Pensando a noi uropei mi piange veramente il quore a constatare quanto siamo aretrati culturalmente ...
    non+autenticato
  • E ciai ragggione. Fessi noi a non averci pensato per primi. Bravi li Turchi! Sorride

    (altro che "mamma li Turchi...")
    non+autenticato
  • ...
    non+autenticato
  • Suggerirei anche l'istituzione di uno schema guidato che permetta un aGGGevole (:) ) navigazione tra i siti del governo senza bisogno di interazione da parte dell'utente.
    Ragggggiunto tale obiettivo si potrebbero concentrare gli sforzi sul togliere dai computer ogni dispositivo di input come tastiera e mouse e sull'elaborare protocolli di rete che permetta l-esclusivo download delle informazioni dal sito del GCI (Garante per la Censura su Internet) escludendo allo stesso tempo qualsiasi trasmissione uscente dalla macchina client e tutte le trasmissioni entranti da siti non certificati OCIS (Original Censured Information System).

    Detto questo...

    ROTFL
    non+autenticato
  • Anch'io trovo che la scelta turca sia decisamente protesa verso il futuro nonchè garante di una società finalmente sicura e ordinata dove non si verificheranno piu' ne stupri ne' assassinii, che, come ormai tutti sanno attraverso le notizie sulla pedofilia on line, nascono tutti su Internet che corrompe le giovani menti e non attraverso siti sovversivi e pieni di calunnie.

    Proporrei altresì che venga finalmente istituzionalizzata la patente europea per l'uso del computer, infatti il computer e' un mezzo pericoloso come e quanto un'arma quindi non vedo perchè il suo uso non debba venir monitorato e approvato attraverso la concessione di apposite licenze, che dovranno essere naturalmente rilasciate dalla massima autorità del settore, la Microsoft, che in accordo col governo valuterà se l'individuo possiede le doti tecniche nonchè morali per poter usare il computer, e lo fornirà di quanto necessario ad usarlo, programmi cioe' certificati e quindi sicuri, per l'incolumità dell'utente e della sua famiglia (per esempio attraverso un Explorer appropriatamente configurato per evitare siti sconci o non appartenenti a MSN) con la riserva di revocare il tutto allorchè fosse infranta una delle regole stabilite dal garante medesimo, come, ad esempio, la gravissima infrazione derivante dall'uso di software non certificato Microsoft.

    Cosi' finalmente debelleremo il crimine e la pornografia e saremo finalmente all'altezza dei turchi.

    Alberto
    non+autenticato

  • - Scritto da: Alberto

    [CUT]

    >(per esempio attraverso
    > un Explorer appropriatamente configurato per
    > evitare siti sconci o non appartenenti a
    > MSN)

    [CUT]

    > Cosi' finalmente debelleremo il crimine e la
    > pornografia e saremo finalmente all'altezza
    > dei turchi.
    >
    > Alberto

    Eeehm, dimeeentichi cheee nella reeeteee MSN eeesistono increeedibili siti weeeb porno... Ma forseee sono foto tratteee dall'hareeem di Bill Gateees, e quindi leeeciteee? Boh...

    Salutoni da Greeenu
    non+autenticato


  • - Scritto da: Greenu
    >> Eeehm, dimeeentichi cheee nella reeeteee MSN
    > eeesistono increeedibili siti weeeb porno...
    > Ma forseee sono foto tratteee dall'hareeem
    > di Bill Gateees, e quindi leeeciteee? Boh...

    Se è così allora devo rivalutare la Microsoft!! Sorride)))))

    Alberto
    non+autenticato
  • Se io vado ospite in casa altrui, come minimo mi adeguo alle loro usanze e NON vanto diritti: semmai favori. Questi mussulmani vogliono, pretendono e ci danno prefino regole. Quando lo capiamo che è ora di dare un freno prima che la situazione ci sfugga?
    Sapete della creazione in italia di un partito politico mussulmano? E' vero e senz'altro prenderanno pure dei bei voti... fra un po' manderemo in giro le nostre donne con lo shador (o come cavolo si scrive...).
    Riflettiamoci su, se alleviamo una tigre in salotto, poi non lamentiamoci se ci ha distrutto i mobili e ci ha mangiato i familiari.
    non+autenticato
  • bah...retrogrado e ottuso...

    giusto o sbagliato in turchia il governo turco fa quello che vuole, pagandone le conseguenze sul piano nazionale e internazionale (es entrata in europa), esattamente come lo fa il governo italiano e qualsiasi altro governo...

    per quel che riguarda le "nostre" donne, se ci sara' una legge simile, ci sara' perche' l'avra' scritta ee avvallata un governo che qualcuno ha votato: ora qual'e' il punto? se il "partito musulmano italiano" ricevesse piu' voti degli altri partiti a ragione dovrebbe governare il paese, "siamo in un paese libero" (alla gente piace sentirsi dire questa frase no?). Se ad un certo punto dovessero esserci piu' cittadini di fede musulmana rispetto a quelli di fede diversa sarebbe democratico escludere i primi dalla vita politica adducendo come motivazione "C'ero prima io?"

    spero di essermi spiegato, se non ho detto cose sensate scusatemi e cazzitemi pure..

    PAO
    non+autenticato
  • Si capisco, ma se io e la mia famiglia mi stanziassi in casa tua (senza cattiveria, si intende!), partendo da mia nonna e finendo dalla cognata siamo parecchi. Vuol dire che diventeremo DEMOCRATICAMENTE padroni di casa tua?
    C'è qualcosa che non gira... n'est pas?
    non+autenticato


  • - Scritto da: ......
    > Si capisco, ma se io e la mia famiglia mi
    > stanziassi in casa tua (senza cattiveria, si
    > intende!), partendo da mia nonna e finendo
    > dalla cognata siamo parecchi. Vuol dire che
    > diventeremo DEMOCRATICAMENTE padroni di casa
    > tua?
    > C'è qualcosa che non gira... n'est pas?

    Ben detto! Ma sai cosa non gira? Questo, i musulmani, islamici ecc... pensano per loro, solo ed esclusivamente per loro, sono tutti d'accordo sulla loro modo di pensare ed agire!
    Noi italiani, ma cmq cristiani in generale pensiamo troppo per loro, un po' va bene, ma non bisogna esagerare perchè questa gente non aspetta altro che saltarci addosso e impossesarsi del nostro mondo!
    I perbenisti come quello sopra... non lo capiranno mai e forse grazie a loro un giorno saremo tutti dei discepoli di allah!
    non+autenticato
  • Boh, io ho piu` problemi con i testimoni di geova e i seguaci di scientology. Questi si che rompono i maroni!
    non+autenticato


  • > Noi italiani, ma cmq cristiani in generale
    > pensiamo troppo per loro, un po' va bene, ma
    > non bisogna esagerare perchè questa gente
    > non aspetta altro che saltarci addosso e
    > impossesarsi del nostro mondo!
    > I perbenisti come quello sopra... non lo
    > capiranno mai e forse grazie a loro un
    > giorno saremo tutti dei discepoli di allah!
    forse tu ..io non ho e mai avro 1 religione
    l'islam e' una religione che predica pace e fratellanza come il cristianesimo se vi sono dei criminali che distorcono l'islam molti dei quali nostri alleati (o ex)non e' colpa dell'islam son convinto che se nei paesi arabi si seguisse davvero l'islam avremmo un mondo in pace lo stesso vale per i cristiani
    non+autenticato
  • Quando andrai,morto di fame, in qualche altro paese, e ti sbatteranno la porta (dogana) in faccia "perchè le tue idee corrompono il glorioso popolo X", io, con tutti gli altri "perbenisti" (forse è meglio se dai uno sguardo al vocabolario) come "quello sopra", sarò li davanti a ridere della tua sfortuna. E tu non potrai neanche lamentarti, se per te coerenza significa qualcosa.

    Non pensare che questo non ti succederà mai: immagina che sia possibile. E pensa a come ti sentiresti, idiota.
    non+autenticato
  • Visto che mi dai dell'idiota, io ti do del deficente. Nel senso che hai un grande deficit di cultura. Hai una mezza idea di quante risorse il "corrotto mondo occidentale" ha impiegato per aiutarvi? Ma se pulisci un maiale non puoi pretendere che non ritorni a rotolarsi nel fango. Mi sa che "perbenista" stia diventando sinonimo di "colui che ha le fette di salame davanti gli occhi". Opperbacco! Salame, carne di maiale! No, quello è un animale del demonio! Intanto il mio collega di lavoro "Messaoud" (che è qui vicino mentre sto scrivendo) sta brindando con un bel bicchiere di Bonarda. Sto mbriacone!
    non+autenticato
  • -------------------------------------------------
    Visto che mi dai dell'idiota, io ti do del deficente. Nel senso che hai un grande deficit di cultura. Hai una mezza idea di quante risorse il "corrotto mondo occidentale" ha impiegato per aiutarvi? Ma se pulisci un maiale non puoi pretendere che non ritorni a rotolarsi nel fango. Mi sa che "perbenista" stia diventando sinonimo di "colui che ha le fette di salame davanti gli occhi". Opperbacco! Salame, carne di maiale! No, quello è un animale del demonio! Intanto il mio collega di lavoro "Messaoud" (che è qui vicino mentre sto scrivendo) sta brindando con un bel bicchiere di Bonarda. Sto mbriacone!
    -------------------------------------------------
    Alle tue sciocche affermazioni (quella del maiale fra tutte, ma sto rispondendo anche a tutte le altre, fatte anche in altri post) rispondo con parole più degne delle mie.

    "Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza."

    "Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione; tale diritto include la libertà di cambiare di religione o di credo, e la libertà di manifestare, isolatamente o in comune, e sia in pubblico che in privato, la propria religione o il proprio credo nell'insegnamento, nelle pratiche, nel culto e nell'osservanza dei riti."

    "Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere."

    "1) Ogni individuo ha diritto alla libertà di riunione e di associazione pacifica."

    Sai da dove ho preso queste frasi, vero ???
    Come potresti non saperlo? Non hai certo il deficit di cultura che ho io...

    P.S.
    Sono italiano quanto te, cattolico quanto te. Ah, dimenticavo che tu sei un fondamentalista intollerante e io no.
    non+autenticato
  • Vedi, tornando seri, io non sono un estremista. Sono solo schifato dal fatto che i miei concittadini che pagano tasse come me e come me hanno "dei" diritti, sono ancora a vivere dentro i containers e, credimi sulla parola, è umiliante andare a letto con i topi (alcuni sono grandi come dei cani di piccola taglia); sono arrabbiato perché facendo VERAMENTE volontariato i miei amici barboni della stazione centrale di Milano sono a dormire sotto i cartoni, lo fanno da anni, e continueranno a farlo. Però (e qui converrai con me) il vicino di mio cognato (non italiano ed entrato abusivamente) vive spesato dalle associazioni clericali (che poi i soldi sono sempre i nostri, io lo so, ci sono dentro) e non fa assolutamente niente per meritarsi la casa che non paga (il padrone di casa è disperato) e il vitto che gli portano direttamente nel frigo (esagero ma non di molto). Non è giusto, mi capisci? Non è giusto. Non è razzismo. Non so neanche cosa vuol dire la parola razzismo: Messaoud (tunisino di razza negroide) è veramente un mio stimato collega e siamo molto amici. Lavora come un matto ed è verametne affidabile. Mia moglie è polacca. E per finire io sono di Soverato.
    Ripeto, non puoi concepire che si sperperano i soldi per aiutare chissachì per il fatto che farlo fa clamore (Operazione Arcobaleno) e fa guadagnare un sacco di soldi agli uomini in pasta. E poi dei tuoi conterranei te ne freghi altamente. Pensa se tuo padre ti lascia per strada per aiutare un altro: non penso che saresti contento, non credo.
    Sono nel settore, e ho visto di quel marcio in tante FINTE operazioni bontà che mi viene vergogna solo a ricordarlo...
    Intanto, ieri sera, ho acquistato degli antibiotici per un "amico" barbone che non penso che vedrà l'anno prossimo.
    Che fai, non ti arrabbi? Sapessi quante volte...
    Cordialità
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)