Internet sta plasmando la Famiglia 2.0?

Il nucleo familiare tradizionale sta subendo numerosi cambiamenti grazie alla penetrazione sempre più capillare di Internet. Lo sostengono gli analisti di Yahoo! in uno studio condotto su 4783 utenti in 16 paesi differenti

Roma - Dopo il Web 2.0 è il tempo della Famiglia 2.0: tecnologica, dinamica, tenuta assieme dai mezzi di comunicazione interpersonale. Internet sta modificando in maniera drammaticamente veloce le dinamiche del nucleo familiare tradizionale, secondo uno studio condotto da Yahoo!. La ricerca, condotta in 16 paesi su un campione rappresentativo di 4783 utenti, ha scoperto che le famiglie del 34% degli intervistati "soffrirebbero" se non fossero disponibili email, computer e comunicazione mobile.

Le tecnologie telematiche accorciano le distanze e questo si rivela un vero e proprio toccasana per la famiglia. Grazie ad Internet è possibile che genitori e figli possano comunicare in tempo reale anche se distanti. I sistemi di messaggistica istantanea danno modo ai genitori impegnati in ufficio di stare in contatto con i figli.

Computer ed informatica permettono un'organizzazione più razionale e più "multitasking" della vita familiare, secondo gli esperti che hanno condotto la ricerca: l'uso di software rende i processi decisionali molto più semplici e più "democratici", anche grazie all'alto grado d'alfabetizzazione informatica delle famiglie più giovani.
Per il 66% degli intervistati, si legge nella ricerca, i figli sono i veri geni tecnologici che influenzano maggiormente le attività su Internet dell'intero nucleo familiare: dall'acquisto di prodotti e servizi attraverso negozi online fino all'organizzazione di attività ricreative. Tuttavia, il problema più grande delle "famiglie 2.0" sembra risiedere nella sedentarietà dei membri più giovani: per il 31% delle famiglie statunitensi, ad esempio, i figli trascorrono troppo tempo di fronte ad un computer e dovrebbero passare più tempo all'aria aperta.

La distribuzione di contenuti multimediali attraverso Internet sta inoltre trasformando il "rituale" della famiglia raccolta di fronte al televisore. In Cina, ad esempio, il 59% degli intervistati ha dichiarato di guardare film ed altri spettacoli assieme ai familiari davanti allo schermo del computer. I contenuti, in questo caso, vengono scaricati direttamente dalla Rete.

La tecnologia sta quindi diventando parte integrante della vita di tutti i giorni: ad ogni modo, come hanno ricordato alcuni analisti di Jupiter Research, è ancora impossibile determinare se la famiglia stia davvero mutando a livello globale. Sono necessari ulteriori studi etnografici e sociologici prima di arrivare a conclusioni davvero rilevanti.

Tommaso Lombardi
12 Commenti alla Notizia Internet sta plasmando la Famiglia 2.0?
Ordina
  • in uno scenario simile vi rendete conto che l'intercettazione di massa non è che un grosso impiccione, un curioso, un guardone spione, un voyeur morboso che fa la scansione continua di TUTTO quello che vi dite, da ciccipucci a bambinamia , a "oggi mi sono cagato nelle mutande" a "c'ho il marchese, quindi preferiremo il rapporto orale, caro" proseguendo per amanti, figli , ragazzi, fidanzate, amici, amiche, gay e lesbiche, politica, libero pensiero, religione


    tutto.


    se ci accorgiamo che le nostre comunicazioni, ieri da bocca ad orecchio, oggi passano per dei cavi... quei cavi devono essere protetti PER NOI e secondo le NOSTRE regole
    non+autenticato
  • e sti cazzi...
    intercettatemi tanto non ho niente da nascondere
    e non credo agli altri freghi qualcosa dei miei appuntamenti
    non+autenticato
  • > e sti cazzi...
    > intercettatemi tanto non ho niente da nascondere
    > e non credo agli altri freghi qualcosa dei miei
    > appuntamenti

    boh, secondo me ci sei proprio.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > e sti cazzi...
    > intercettatemi tanto non ho niente da nascondere
    > e non credo agli altri freghi qualcosa dei miei
    > appuntamenti

    Posso dirti che la tua è una considerazione assolutamente idiota?

    Tutto quello che hai da dire che sia da nascondere o meno viene statisticizzato.

    Nel momento in cui nel tuo pensiero e le cose che dici, di cui pensi di non avere nulla da nascondere, contiene molte riccorrenze della parola scarpe, o automobile, o cena in pizzeria, i grandi guardoni conoscono le cose che fai più spesso, che ti piacciono di più.

    Unite a quelle di altri milioni come te con gli stessi gusti e interessi indirizzano le lobby del commercio, dell'alimentazione ecc. Per monopolizzare o controllare o comunque alzare i prezzi di quei settori di massiccio interesse.

    Lo vuoi capire che per questi interessi economici noi presi non singolarmente ma statisticizzati in macro-gruppi di consumatori siamo solo un gregge di pecore da guidare coi cani da pastore (istituzioni, polizia e leggi) ora al campo a brucare (a lavorare produrre), ora all'ovile (a casa a guardare la TV), ora alla tosatura (a fare shopping), ora al macello (abbandonati quando non abbiamo più un centesimo da spremere)?

    E qualsiasi focolaio di "anarchia" o consapevolezza di essere solo un gregge, e desiderio di organizzarsi per cambiare le cose, può essere schiacciato sul nascere.

    non+autenticato
  • Nella mia scuola di informatica mi sono inventato un corso che si chiama Internet Life.
    La vita (e la sopravvivenza) nell'era di Internet.

    Insegno a famiglie o singoli individui a:

    Usare P2P (in maniera legale)
    Rippare CD (che ancora non è illegale)
    Masterizzare CD/DVD (video, musica, dati)
    Usare i lettori mp3
    Fare affari su eBay
    Usare la fotocamera digitale
    Procurarsi software libero e/o gratuito
    Difendere i minori dalla pornografia e altre aberrazioni
    Trovare lavoro o l'anima gemella su Internet
    Pubblicare propri contenuti o il proprio blog su Internet
    Telefonare col VoIP
    E usare Internet un po' per tutto, dalle ricette di cucina alle enciclopedie libere come Wikipedia ecc.

    E devo dire sta avendo parecchio successo rispetto al solito corso base/avanzato di Wincesso e i prodotti Microzot in genere.

    non+autenticato
  • > Trovare lavoro o l'anima gemella su Internet

    Dici niente! Trovare è un po' diverso da cercare
    ;)

    > E devo dire sta avendo parecchio successo

    E ci credo
    :D
    non+autenticato
  • Bella iniziativa, complimenti!
    non+autenticato
  • il corso è gratutito?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Nella mia scuola di informatica mi sono inventato
    > un corso che si chiama Internet
    > Life.
    > La vita (e la sopravvivenza) nell'era di Internet.
    >
    > Insegno a famiglie o singoli individui a:
    >
    > Usare P2P (in maniera legale)
    > Rippare CD (che ancora non è illegale)
    > Masterizzare CD/DVD (video, musica, dati)
    > Usare i lettori mp3
    > Fare affari su eBay
    > Usare la fotocamera digitale
    > Procurarsi software libero e/o gratuito
    > Difendere i minori dalla pornografia e altre
    > aberrazioni
    > Trovare lavoro o l'anima gemella su Internet
    > Pubblicare propri contenuti o il proprio blog su
    > Internet
    > Telefonare col VoIP
    > E usare Internet un po' per tutto, dalle ricette
    > di cucina alle enciclopedie libere come Wikipedia
    > ecc.
    >
    > E devo dire sta avendo parecchio successo
    > rispetto al solito corso base/avanzato di
    > Wincesso e i prodotti Microzot in
    > genere.
    >

    insomma, tutte robe inutili da nerd informatici

    viva l'italia
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    >
    > insomma, tutte robe inutili da nerd informatici
    >
    > viva l'italia

    trollallero trollalla'. Detto cio' ti faccio notare che sono le cose per cui la gente normale considra internet qualcosa di utile, anziche' un accozzagli di cavi che arrivano da non si sa sove e vanno dove non si sa. Ora che ci sia bisogno di un corso per raccapezzarsi non e' sicuramente necessario per chi scrive qua sopra, ma in Italia siamo 56 milioni, non tutti nati col computer gia' innestato nella placenta.

    hola
  • Bravo, mi associo a farti i complimenti.
    In fondo sono queste cose che spingono a voler conoscere meglio l'informatica.
    non+autenticato