Hitachi mangia gli hard disk di IBM

Formalizzato l'acquisto della divisione IBM che produce hard disk. Nasce il più importante produttore del settore

San Jose (USA) - IBM e Hitachi hanno finalizzato l'accordo con cui lo scorso aprile annunciarono la fusione delle rispettive divisioni che producono hard disk, un accordo che porterà alla nascita di una nuova società - di cui non è ancora stato comunicato il nome - con sede a San Jose.

Per una cifra di poco superiore ai 2 miliardi di dollari, Hitachi acquisterà la maggior parte delle attività IBM legate agli hard disk e tutte le relative proprietà intellettuali. Il produttore di Tokio, che inizialmente possederà il 70% della nuova società, arriverà a detenere l'intero capitale societario nel giro di tre anni.

L'operazione economica, con cui Big Blue si sbarazza di un ramo non centrale al proprio business, dovrebbe essere completata entro la fine dell'anno, mentre la nuova società sarà costituita in un periodo non specificato del 2003. In questa convergeranno circa 24.000 impiegati, fra cui 18.000 provenienti da IBM.
Il colosso che prenderà vita da questa fusione sarà il più grosso produttore di hard disk al mondo e, secondo le previsioni di Big Blue, dovrebbe arrivare a fatturare, durante l'anno fiscale del 2006, 7 miliardi di dollari.

"L'acquisto del business di IBM legato agli hard disk ci fornirà l'infrastruttura commerciale necessaria per un successo a lungo termine in questo mercato così altamente competitivo", ha affermato Masaaki Hayashi, senior vice president e director di Hitachi. "Combinando la ricerca sugli hard disk, lo sviluppo, la produzione, il marketing e le vendite in una società indipendente, stiamo creando un nuovo leader industriale pienamente focalizzato sul mercato da 20 miliardi di dollari dei disk drive".

IBM e Hitachi stanno poi portando avanti degli accordi paralleli riguardanti lo sviluppo congiunto di nuovi standard aperti per il settore dello storage: l'obiettivo è quello di incrementare l'interoperabilità fra prodotti e ridurre sia i costi di produzione che quelli di possesso.
TAG: hw
34 Commenti alla Notizia Hitachi mangia gli hard disk di IBM
Ordina
  • Io ho comprato un hd ibm da 40 giga 7200 a Settembre (l'11, che brutta giornata, sigh...) e dopo circa 90 giorni è cioccato (non veniva più visto in avvio del pc). Il rivenditore, molto stupito, me l'ha sostituito e a Aprile scorso è cioccato di nuovo (altro 40Giga 7200). Il rivenditore non ne aveva e in magazzino pure. Siccome c'era il mega ponte 25 Aprile - 1° Maggio, sarei dovuto stare circa 10 giorni senza hd, quindi mi ha proposto di sostituirlo con un maxtor 40Giga 7200, che cosat un euro in meno.
    Mai avuto un problema col nuovo hd.
    Altra cosa: un mio amico ha comprato un hd IBM da 60Giga 7200 (quando l'ha acquistato gli avevano detto che era la marca migliore (!)) e dopo un mese è diventato inaccessibile. Ha perso una quarantina di giga di dati importanti (backup, documenti, file personali) e ora l'ha mandato all'ibm in olanda.
    3 hd rotti su 3 non è proprio una media degna del miglior costruttore del pianeta, no?
    Go ibm, go!
    Pieggi.
    non+autenticato
  • Sempre avuto Hard disk IBM, di tutti i tipi: ESDI, IDE e SCSI, mai perso un byte.

    Non sarà stato il tuo rivenditore a rifilarti una partita difettosa?
    non+autenticato
  • Ci sono stati degli ibm fatti in polonia (si come le 126 bis by FSMSorride che si sono rotti, fortunatamente in garanzia. Io spero che il mio non sia uno di questi (e mi tocco)
    non+autenticato
  • Alla fine non cambia nulla: sull'hard disk bruciato anziche` IBM ci sara` scritto Hitachi.

    L'IBM ha sempre fatto cosi` nel mercato consumer: introduce notevoli innovazioni (OS/2, testine GMR e tantissime altre) ma poi non sa sfruttarle, e vende la tecnologia a terzi. Deve essere esaltante per un ricercatore vedere il frutto del suo (ottimo) lavoro prima mortificato, poi svenduto a un tozzo di pane.
    non+autenticato
  • Ho un 45Giga 7200 133Ultra DMA, comprato 2 anni fa e spesso si incanta facendo un rumore: "scrrrreeetchs, scrrrreeetchs,   scrrrreeetchs.....". La prima cosa strana che noto è che dopo una piccola botta l'HD riprende a funzionare come se nulla fosse successo(data per caso la prima volta, adesso adottata sistematicamente come rimedio). La seconda è che analizzando la superficie del disco (che ha 2 anni di utilizzo)trovo solo 100K di settori danneggiati. MI devo preoccupare?
    non+autenticato
  • Cambialo se è ancora in garanzia, non fanno una grinza alla IBM!
    Il mio hd faceva rumori metallici ogni tanto; spegnendo e riaccendendo il pc sparivano, ma dopo poco mi è "partito" a miglior vita, lasciandomi senza hd!
    E cos'è un pc senza hd oggi? Niente...
    Pure PC Professionale scrisse dei problemi agli Hd ibm...
    Pieggi
    non+autenticato


  • - Scritto da: Pieggi
    > Cambialo se è ancora in garanzia, non fanno
    > una grinza alla IBM!
    > Il mio hd faceva rumori metallici ogni
    > tanto; spegnendo e riaccendendo il pc
    > sparivano, ma dopo poco mi è "partito" a
    > miglior vita, lasciandomi senza hd!
    > E cos'è un pc senza hd oggi? Niente...
    > Pure PC Professionale scrisse dei problemi
    > agli Hd ibm...

    beh... saro' fortunato, ma ho un IBM DDSR-34560 da 4 giga, SCSI. Acquistato nel 1998, lo pagai 1 milione. Sono ormai 4 anni che frulla 24 ore su 24 (il mio pc e' sempre acceso) senza mai dare ne' segni di cedimento ne' tantomeno cluster danneggiati o comportamenti anomali. Sono contentissimo di questo hd, e penso che siano stati soldi ben spesi, dato che un altro hd ide (quantum fireball ST) dopo meno della meta' del tempo era gia' morto e sepolto.
    L'unico difetto che posso lamentare e' la rumorosita'... quando muove le testine pare un diesel...


    non+autenticato
  • - Scritto da: MemoriaStorica
    >
    > ... non con la i.
    >
    > Bye Ficoso

    Nell'alfabeto italiano la Y non esiste
    non+autenticato
  • Certo, allora continuiamo a chiamarli Giovanni Sebastiano Bach, Ludovico van Beethoven e Wolfango Amedeo Mozart..
    "Miii.. sono stato a Nuova Iorche..."

    non+autenticato


  • - Scritto da: Elaci0
    > Certo, allora continuiamo a chiamarli
    > Giovanni Sebastiano Bach, Ludovico van
    > Beethoven e Wolfango Amedeo Mozart..
    > "Miii.. sono stato a Nuova Iorche..."
    >

    E Francesco Pancetta?

    non+autenticato

  • > E Francesco Pancetta?

    Sta al bar con Guglielmo Scuotilance e Giorgio Orbene

    il Conte
    non+autenticato
  • E la Spagna come la chiamate?
    Espana?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Il Purista
    > E la Spagna come la chiamate?
    > Espana?

    Dipendesse solo da me, lo farei.

    non+autenticato
  • > - Scritto da: Il Purista
    > > E la Spagna come la chiamate?
    > > Espana?
    >
    > Dipendesse solo da me, lo farei.
    >

    E l'Arabia Saudita? Non dovremmo usare caratteri arabi?Sorride
    non+autenticato


  • - Scritto da: Il Purista

    > E l'Arabia Saudita? Non dovremmo usare
    > caratteri arabi?Sorride

    E perchè?
    Si può scrivere con quelli latini, no?
    non+autenticato
  • > - Scritto da: Il Purista
    >
    > > E l'Arabia Saudita? Non dovremmo usare
    > > caratteri arabi?Sorride
    >
    > E perchè?
    > Si può scrivere con quelli latini, no?

    E' una forzatura
    I giapponesi usano l'inglese e allora passa Tokyo (o Tokio - > ma anche la "k" non esiste in italiano) ma gli arabi usano esclusivamente il proprio alfabeto... e Arabia Saudita e' una traduzione di un concetto piu' ampio ("territorio dell'arabia e dei sauditi")
    Ma ci sono altri esempi.... Il punto e' che i compromessi sono terribili
    non+autenticato


  • - Scritto da: Il Purista

    > I giapponesi usano l'inglese e allora passa
    > Tokyo (o Tokio - > ma anche la "k" non
    > esiste in italiano)


    ormai ci è entrata di forza, così come JWXY

    > Ma ci sono altri esempi.... Il punto e' che
    > i compromessi sono terribili

    Sempre e comunque Triste
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)